BergamoScienza compie 10 anni

logo_bergamoscienza.jpgTaglia il traguardo delle 10 candeline BergamoScienza, il festival dedicato al mondo della scienza nella sua accezione più ampia e che quest’anno si terrà dal 5 al 21 ottobre.

Il percorso di questi 10 anni è stato lungo e premiante poichè la rassegna ha assunto un ruolo sempre più importante e rilevante riuscendo a catturare una attenzione sempre più crescente nel pubblico, tanto nei bambini quando negli adulti, anche grazie all’arrivo di alcuni Premi Noble che ne hanno ulteriormente impreziosito l’offerta.

Quest’anno l’edizione si apre nella cornice del Teatro Sociale con una conferenza-spettacolo nella quale si uniranno brani recitati da Fabio Volo, dal linguista Andrea Moro e dal poeta Davide Rondoni.

BergamoScienza anche quest’anno sarà l’occasione per trattare tantissimi temi legati alla scienza: dall’esplorazione spaziale agli esperimenti in laboratorio, dalla tecnologia alle ultime scoperte scientifiche, il tutto in un linguaggio nuovo che mira ad avvicinare ed incuriosire il pubblico, rendendo la scienza sempre più vicina alla massa e non un tema solo per scienziati e nerd.

Gli eventi in programma sono tantissimi, impossibile elencarli qui o fare anche solo una selezione visto l’ampio spettro delle tematiche che questi vanno a toccare.

Consiglio quindi di visitare il sito ufficiale di BergamoScienza, sempre aggiornato anche sulle possibili variazioni dell’ultimo momento.

Digitale terrestre al via tra tanti problemi

decoder.jpgA partire da ieri, Martedì 18 maggio, Rai2 e Rete4 sono passate sul canale digitale e quindi i loro programmi verranno trasmessi esclusivamente in tecnologia digitale in tutta la bergamasca, città e provincia. Non sarà quindi più possibile sintonizzarsi sui 2 canali utilizzando il vecchio metodo analogico.

Per vedere i 2 canali in digitale, come già ampiamento spiegato nei giorni scorsi da giornali, TV e radio, bisogna
dotarsi di un decoder, che sia esso esterno oppure già integrato in un televisore di ultima generazione.

Per gli abbonati RAI di età pari o superiore ai 65 anni che abbiano dichiarato nel 2009 un reddito non superiore ai 10.000 euro sussiste anche la possibilità di utilizzare un buono di 50 euro messo a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico per l’acquisto di un decoder.

Quello di martedì 18 maggio è il primo passo verso la migrazione completa al digitale (il termine tecnico è switch off); infatti, il passaggio completo al digitale avverrà a cavallo del 15 settembre ed il 20 ottobre.

Uno degli aspetti interessanti di questo passaggio è la possibilità di vedere molti più canali rispetto a quelli che si vedono attualmente in analogico: penso a Rai 4 e Rai 5, Boing e molti altri ancora.
Per qualcuno è anche una riscoperta di canali che in analogico non si vedevano più, o si vedevano male, come per esempio La7.

Ma com’è andato in realtà lo switch-off di questi 2 canali? E’ filato tutto liscio oppure ci sono stati dei contrattempi?
La seconda che abbiam scritto!

Purtroppo sentendo amici e parenti e leggendo sui siti de L’Eco di Bergamo e BergamoNews ho visto che tanti sono stati i problemi riscontrati dai bergamaschi: c’è chi non vede ancora i 2 canali in digitale e naturalmente non li vede nemmeno in analogico, c’è chi non vede nessuno dei canali RAI ma solo quelli Mediaset (e come la mettiamo col canone RAI???).

Sul sito Decoder Comunicazioni è visibile una lista dei comuni interessati allo switch off dei 2 canali.
Interessante è notare come alcuni comuni ne siano fuori, per esempio provate a cercare Vertova, Gazzaniga, Clusone, San Pellegrino, San Giovanni Bianco: non ci sono!
Quindi significa che per loro il passaggio non è valido, ma… quando avverrà allora il passaggio al digitale per questi comuni?
E ancora, perchè la campagna di informazione non ha trasmesso queste informazioni relative alla copertura dei singoli paesi della provincia?

Ci viene il dubbio che anche questo passaggio ad una tecnologia migliore sia stato l’occasione per spillare soldi alla gente, fornendo informazioni parziali e spingendo all’acquisto di nuovi televisori e di decoder per quelli vecchi.

Monitoreremo la situazione nei prossimi giorni per vedere come evolverà: voi volete dirci com’è andata nelle vostre case? E’ stato un passaggio che ha migliorato il numero di canali che vedere in TV, oppure avete avuto anche voi dei problemi?

 

(foto presa da http://iristech.it/files/2009/04/decoder_digitale_t.jpg)

La Apple sbarca a OrioCenter

apple.jpgPer qualche giorno la notizia aveva assunto i connotati dell’inverosimile, un rumor come tanti destinato a cadere nel vuoto a breve, ma la mancata smentita dei diretti interessati aveva fatto capire che sotto qualcosa di vero c’era, e la conferma finale ha tolto ogni dubbio sulla veridicità e fattibilità dello sbarco di Apple nella nostra provincia.

Verrà aperto infatti uno store della Apple nel centro commerciale di Orio al Serio, il terzo assoluto in Italia proprio a ridosso dell’immissione sul mercato italiano dell’ultimo gioiellino di casa Job, ovvero l’iPad.

Pur non essendo un patito dei prodotti Apple ritengo degna di nota questa notizia e soprattutto penso sia un grosso valore aggiunto per il centro commerciale di Orio al Serio potersi arricchire con questo negozio perchè sarà sicuramente elevato il numero di clienti, ma anche di curiosi, che andranno all’OrioCenter per acquistare o soltanto visionare i prodotti Apple.

Un marchio importante quello di Steve Jobs perchè Apple da sempre riesce ad anticipare le tendenze del mercato e dell’innovazione tecnologica con prodotti che segnano una strada, vedasi l’iPod tanto per citarne uno a caso.

OrioCenter finalmente propone qualcosa di nuovo in un periodo in cui altri nuovi centri commerciali sono stati aperti in provincia andando a copiare quasi pari-pari l’offerta commerciale: si apre non l’ennesimo negozio di abbigliamento ma uno store di un marchio prestigiosissimo che secondo il sottoscritto aumenterà il divario tra OrioCenter e gli altri centri commerciali presenti in provincia.

Vedremo quali saranno le tempistiche per l’apertura, non mancherò sicuramente di farci una visita (più di una!) e magari di riscreverne.

 

(foto presa da http://www.mondotechblog.com/wp-content/uploads/2009/07/apple3.jpg)