Desiderio di libertà: 11 stelle Michelin al Kilometro Rosso

cuochi.jpgSpostata dalla data iniziale di Mercoledì 28 a Giovedì 29 aprile per non sovrapporti alla visione della semifinale di Champions League di ritorno Barcellona-Inter, la serata di solidarietà organizzata dall’associazione bergamasca In-Oltre a sostegno del progetto “Desiderio di libertà” si preannuncia come un’evento da non perdere.

Il perchè è presto detto: si ritroveranno i cuochi dei 9 locali bergamaschi che insieme arrivano ad avere 11 stelle Michelin (1 ciascuna tranne “Da Vittorio” che quest’anno ne ha ottenute ben 3, uno tra i 6 locali italiani ad avere questo onore) per realizzare le loro prelibatezze a sostegno dell’associazione In-Oltre, nel’ambito di un progetto che porterà 120 ragazzi a vivere una esperienza unica nel suo genere.

I locali presenti sono, in ordine sparso: “Roof Garden”, “Osteria di Via Solata”, “Da Vittorio”, “Frosio”, “Antica Osteria dei Camelì”, “Anteprima”, “Osteria della Brughiera”, “Al Vigneto”, “San Martino”.
I cuochi di questi 9 locali daranno sfoggio della loro arte culinaria unitamente ai ragazzi disabili e non di In-Oltre, per supportare il desiderio di libertà di questi ragazzi diversamente abili, ma non per questo mancanti di capacità e talento.

Un segno che la solidarietà a Bergamo è ancora sentita e l’averla organizzata presso il Kilometro Rosso di Stezzano, culla della ricerca tecnologica della bergamasca, rimarca come un valore tradizionale e fondamentale come la solidarietà possa coniugarsi benissimo con le esigenze della vita moderna legate all’innovazione e alla ricerca, passando attraverso un’arte antica e nobile come la cucina.

Maggiori dettagli sulla serata sono visibili sul sito web di In-Oltre.

 

(foto presa da http://www.torinopiupiemonte.com/repository/enogastronomia/cuochi-1185893001_t.jpg)