Chiude un tratto dell’Asse interurbano: occhio al traffico!!!

code_asse.jpgMa che bella sorpresa la notizia appresa mercoledì mattina da un sito web: a partire da venerdì 3 agosto alle ore 18:00 fino a mezzogiorno di domenica 5 agosto una parte della tangenziale di Bergamo rimarra chiusa al traffico.

Una notizia “forte” per l’impatto che ha il tratto stradale in questione, visto che stiamo parlando dell’asse interurbano ed in particolare della tratta che va dall’uscita per il centro commerciale di Orio al Serio fino a quello per il Cassinone.

I lavori che si terranno durante le circa 40 ore di chiusura riguarderanno la creazione del sottopasso carrabile per il collegamento ciclopedonale tra via Cavour di Orio al Serio e via Donizetti a Seriate.

Durante le 40 ore di chiusura il traffico – che è facile prevedere ENORME vista la concomitanza col primo week-end ferragostano – verrà deviato lungo la tangenziale sud e la statale 42.
Verranno predisposti appositi cartelli ed indicazioni in merito, certo è che chiudere un tratto stradale di così alto impatto durante un week-end ad altissimo traffico come quello in arrivo, pare una scelta alquanto azzardata e pericolosa.

Pericolosa perchè il traffico, è facile prevederlo, andrà sicuramente in tilt causa le migliaia di turisti e villeggianti che usciranno dal casello di Bergamo per dirigersi verso le località di villeggiatura della Val Seriana.

Il consiglio è quello di evitare di “attraversare” la bergamasca da Seriate verso Curno e viceversa durante queste 40 ore se si vuole evitare di incappare in code lunghe e noiose, soprattutto sotto il caldo sole di agosto.

Forse sarebbe stato meglio spostare questi lavori alla fine del mese di Agosto o aspettare i primi di settembre, no?

Creattiva Spring, la fiera degli hobby e del fai da te

Home-CreattivaBergamo.jpgIl week-end del Carnevale è anche quello di Creattiva, la fiera delle arti manuali che ogni anno raccoglie sempre più consensi e sempre più visitatori negli stand organizzati presso la struttura fieristica di Via Nuova, a Seriate.

Creattiva si tiene 2 volte l’anno e questa edizione primaverile verrà chiamata, proprio per rafforzare la sua “stagionalità”, Creattiva Spring (ma non potevano chiamarla Creattiva Primavera? Perchè sempre nomi inglesi??? NdR).
Creattiva è organizzata da Promoberg e l’edizione 2012 che si tiene dal 17 al 19 Marzo si presenta con una novità rappresentata dalla nuova area esclusiva dedicata agli operatori professionali del settore.

Creattiva è una bellissima vetrina dedicata ad un settore sempre vivo e vitale, una nicchia che non conosce crisi e recessione: quello delle arti manuali, dell’hobbistica e del bricolage in generale. Insomma, il mondo del cosiddetto Fai Da Te.

Gli espositori quest’anno raggiungono l’importante cifra di 175 in arrivo da tutta Italia ma non solo, visto che ci saranno alcuni espositori proveniente anche dall’estero.

Se adorate i patchwork, il ricamo, il fai-da-te in genere, se volete vedere pezzi unici ed originali e soprattutto tantissima creatività per quel che riguarda le borse, i vestiti, la bijotteria, se vi piace stupirvi e se magari volete approfondire qualche tema riguardante le arti di questo settore merceologico, allora Creattiva Spring fa per voi.

Si terranno infatti anche tanti laboratori durante i quali i visitatori potranno rendersi parte attiva di questa fiera, interagendo con gli artisti e gli espositori e realizzando loro stessi creazioni uniche ed esclusive.

Ci sarà uno spazio dedicato anche ai bambini.
Per loro infatti viene organizzato uno spazio Bimbi-Giochinfeira nella Galleria Centrale in collaborazione con il Credito Bergamasco-Gruppo Banco Popolare.
Le mamme ed i papà potranno quindi lasciare qui i loro bambini e visitare la fiera in tutta tranquillità.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito ufficiale di Creattiva.

BergamoSposi, ecco come ci si sposa

Bergamo%20Sposi.jpgUn week-end tutto dedicato ai futuri sposi: è l’obiettivo di BergamoSposi, la fiera dedicata alle aziende che si occupano dell’organizzazione e della realizzazione della giornata più bella della vita di ogni persona sposa (o, per lo meno, di buona parte di loro 🙂 ).

Fotografi, ristoranti, negozi di abiti, noleggi di automobili d’epoca, bomboniere, truccatori, musicisti: di tutto e di più si potrà trovare negli stand della fiera di Seriate che si animeranno da venerdì 3 a domenica 5 febbraio con una moltitudine di proposte per i futuri sposi.

Sono infatti ben 174 le aziende che saranno presenti all’edizione 2012 di BergamoSposi con un incremoento del 14% rispetto all’anno precedente, sintomo che almeno questo settore non soffre della fortissima crisi economica in corso in tutto il mondo e praticamente in quasi tutti i settori commerciali.

La fiera tra l’altro ha anche un suo aspetto che valica i confini non solo locali, non solo regionali ma anche nazionali: grazie alla vicinanza con l’aeroporto e ai voli low-cost sono infatti previsti anche visitatori dall’estero e questo da sicuramente un tocco ancora più importante alla manifestazione.

A corollario della fiera ci saranno anche alcuni eventi come corsi di cucina, sfilate di modelle in abiti da sposa, truccatori che sfoggeranno le loro “creazioni”, angoli musicali e altro ancora.

Simpatica anche l’idea di organizzare il concorso di miss BergamoSposi e di premiare la Miss della manifestazione, naturalmente scelta da una giuria tra le tante ragazze che si sono messe in lista.

Per concludere, gli orari della fiera: si comincia venerdì 3 febbraio con apertura dalle ore 17:00 alle 23:00, sabato 4 febbraio la fiera resterà aperta dalle ore 10:00 fino alle 23:00 mentre domenica 5 dalle 10:00 alle 20:00.
Per ulteriori informazioni si può visitare il sito ufficiale della manifestazione: www.fierabergamosposi.it

Festa del volontariato a Seriate

1952149589.jpgPoter vantare una media di 1 cittadino su 8 come volontario in una delle 107 associazioni operative sul territorio comunale non è un dato da poco.

Con questi numeri si apre oggi la festa del Volontariato a Seriate, dove i cittadini che si operano in associazioni sono tantissimi (1 su 8, appunto) e quindi il tema del volontariato si può ben dire che sia particolarmente vissuto e sentito nella cittadinanza.

Si tratta di una 3 giorni intensa, articolata su laboratori, stand, teatro, musica, incontri e soprattutto tanta voglia di stare insieme e di fare rete.
Il simbolo scelto per quest’anno è l’aquilone, un oggetto che rappresenta la libertà di muoversi, sospinto dal vento e spesso ricco di colori vivi e sgargianti.

La festa del volontariato comincia venerdì 14 ottobre alle ore 19:00 con il doveroso saluto dell’Amministrazione comunale, particolarmente attenta alle forme di associativismo presenti sul territorio, e poi prosegue sabato e domenica con visite guidate agli stand, con un bello spettacolo rivolto alle famiglie alle 17:00 di sabato 15 dal titolo “Viaggiando s’impara” e domenica, dopo la Santa Messa del mattino, nel pomeriggio si terrann alcuni laboratori e dimostrazioni delle Associazioni e l’immancabile Castagnata in compagnia.

Una 3 giorni intensa, da vivere col cuore aperto ed il sorriso rivolto a tutti quelli che parteciperanno ad un evento bello e ricco di valori e significato come questo.

Il traffico sull’asse interurbano

A4BG.jpgTra le tante variabili del traffico locale ce n’è una che è quasi una costante, e mi riferisco al perenne intasamento che si crea sull’asse interurbano all’altezza dello svincolo che permette di immettersi in A4 al casello di Bergamo (o di proseguire per il centro città).

Una costante che chi percorre il tratto dell’asse interurbano proveniendo da Seriate in direzione Curno conosce molto bene, perchè è presente praticamente ogni mattina.
Sembra che Provincia e Comune di Bergamo si siano accorti di questo disagio (…) e stiano studiando una soluzione per porvi rimedio, che però sembra di non facile risoluzione.

Bisogna infatti lavorare sui flussi di traffico in arrivo da est (Seriate), da ovest (Curno) e quelli in uscita dal casello autostradale di Bergamo, che generano ulteriore traffico e creano una complicazione in più alla realizzazione di una soluzione che possa funzionare bene, senza penalizzare nessuno.

Certo i tempi non saranno immediati, ma è già un buon segno che le nostre amministazioni locali si siano accorte di questo grande problema e vi vogliano porre rimedio.

Auguriamoci che non si ripetano i tempi di realizzazione dell’asse interurbano, previsto per i mondiali di calcio del 1990 e terminati solo un paio di mesi addietro…

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2005/08/casello_medium.jpg)

Completato il tratto di new jersey sull’asso interurbano

asse.jpgSarà servito a qualcosa il nostro post di inizio settembre?
Questo non lo sapremo mai e sicuramente è molto ambizioso pensare che quello che è stato fatto è scaturito dalla nostra segnalazione/protesta, resta il fatto che il tratto di superstrada senza New Jersey nel territorio di Seriate, all’altezza delle uscite per il Decathlon, è stato completato.

Addio finalmente al pauroso vuoto che minava la sicurezza dei viaggiatori e che nei mesi scorsi ha causato un salto di corsia mortale, oltre ad un altro grave incidente.
Il new jersey adesso non è più interrotto ma contiguo, una barriera che sicuramente da più sicurezza e toglie la paura che all’improvviso qualcuno sbuchi dall’altra corsia piombandoti addosso.

Ci voleva, un plauso a chi ha preso questa decisione (anche se tardiva).

Quanto è pericoloso l’Asse interurbano in zona Seriate!

incidenti.jpgNelle ultime settimane il tratto dell’Asse interurbano nella zona di Seriate, quello all’altezza dello svincolo per il Cassinone, è diventato tragicamente famoso per 2 incidenti terribili, il primo dei quali in data 19 luglio è costato la vita a 2 giovani fidanzati, un giovane di 27 anni e la sua fidanzata di 20.
Quella sera ho fatto coda in quel tratto e quando ho visto che il tratto dell’Asse interurbano era stato chiuso ho pensato subito a qualche brutto incidente.

Il pericolo in quel tratto è rappresentato da un pezzo di new-jersey mancante, e che quindi permette alle automobili di finire sulla corsia opposta.
Conosco benissimo questo tratto perchè lo percorro giornalmente da 10 anni a questa parte e devo dire che personalmente quando arrivo a quell’altezza ho sempre un pizzico di nervosismo, va meglio solo quando supero il tratto senza new-jersey.

Non ho mai capito in effetti l’utilità di quel vuoto: ho letto tempo addietro che il new-jersey mancante faciliterebbe le operazioni di intervento ai mezzi di soccorso in caso di gravi incidenti sull’Asse interurbano, ma mi sembra che sia diventato – anzi, credo lo sia sempre stato – troppo pericoloso per potercelo permettere.

Il quel punto le automobili che arrivano dal tratto dell’Iper di Seriate o dal Cassinone e procedono in direzione Bergamo hanno appena affrontato un’ampia curva che permette alle vetture di procedere a velocità sostenuta, perdere il controllo della propria vettura diventa quindi ulteriormente pericoloso in quanto le possibilità di finire sulla corsia opposta contromano, come abbiamo purtroppo visto, sono alte.

E le conseguenze spaventose, in quanto credo che fino ad oggi si sia stati estremamente “fortunati” che non vi siano stati ulteriori disgrazie.

Se potessi rivolgermi a chi di dovere chiederei di completare immediatamente quel tratto di new-jersey per chiudere una pericolosissima falla che può solo accrescere la pericolosità del tratto senza recarne grandi benefici.

Si potrebbe pensare di raccogliere delle firme o di fare una richiesta ufficiale a chi gestisce quel tratto stradale, se qualcuno ha qualche idea si senta pure libero di condividerla.

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/05/69886_384484_circonvall_7219209_medium.jpg)

Apre la tradizionale Fiera di Sant’Alessandro

fiera.jpgVerrà inaugurata alle ore 16:00 di venerdì 3 settembre presso il Polo Fieristico di Via Lunga a Seriate la Fiera di Sant’Alessandro, tradizionale fiera che ogni anno raccoglie migliaia di appassionati di ogni ceto, provenienza ed età.

La fiera si protrarrà come da tradizione per tutto il week-end, fino a domenicà 5 settembre.
La giornata inaugurale di Venerdì 3 settembre avrà la particolarità – anch’essa una tradizione – di avere l’ingresso gratuito, mentre sabato e domenica l’ingresso costerà 6 euro, 3 euro il ridotto per i bambini sotto i 12 anni e gli anziani over-65.
Gli orari: venerdì 16-23, sabato 9-23, domenica 9-21.

Sono attesi come ogni anno migliaia di visitatori per visitare i diversi stand e le esposizioni di prodotti legati all’agricoltura ma anche al giardinaggio ed alla zootecnia locale e regionale.
Gli espositori quest’anno hanno raggiunto la notevole cifra di 160, e tale numero in un periodo di grossa crisi come quello attuale è davvero di tutto rispetto.

Grande interesse quest’anno lo offriranno sicuramente i 300 cavalli che nei 3 giorni della fiera daranno grande spettacolo, una novità assoluta per la fiera.

Buon divertimento a tutti i visitatori, e se volete tornate a raccontarci le vostre impressioni!

 

(foto presa da http://www.bergamonews.it/immagini_articoli/200809/Zootecnia1.JPG)

Win for Life: a Bergamo già 2 vincite

win.jpgAnche a Bergamo è arrivata la Win For Life-mania: tra l’altro da quando il nuovo gioco è cominciato, il 29 settembre, in bergamasca si son già registrate 2 vincite.

La prima a Seriate, presso la ricevitoria presente nel centro commerciale Iper Alle Valli (che tra le altre cose è la ricevitoria numero 1 in tutta Italia per numero di Gratta e Vinci venduti quest’anno), la seconda a Bergamo nella tabaccheria di via San Bernardino, anche se in questo caso il fortunato vincitore non incasserà 4000 euro al mese per i prossimi 20 anni ma “solo” 1000, poichè dovrà dividere la vincita con altri 3 fortunati giocatori che hanno azzeccato i 10 numeri estratti più il “numerone”.

Ma come funziona esattamente Win For Life?

Il gioco in sè è molto semplice: il giocatore sceglie 10 numeri tra i 20 proposti dal gioco ed il sistema automaticamente assegnerà un undicesimo numero jolly, il cosiddetto “numerone“.
Se i 10 numeri ed il numerone vengono azzeccati si avrà diritto alla rendita ventennale di 4000 euro (sempre che non vi siano altri vincitori, in quel caso la vincita andrà condivisa).

Tutto ciò al costo di 1 euro, le estrazioni si tengono ogni ora durante la giornata dalle ore 8:00 alle ore 20:00.

Se invece si giocano 2 euro, si potrà vincere la rendita azzeccando il solo numerone, ed inoltre si potranno vincere somme minori azzeccando almeno 7 numeri.

Un gioco 200 volte più “facile” del Superenalotto anche se le probabilità di vincere la rendita ventennale sono altissime, 1 su 3,5 milioni.

Quello che personalmente mi sconcerta è che lo Stato italiano continui a permettere che giochi d’azzardo come questi vengano immessi sul mercato, rischiano di mandare intere famiglie sul lastrico.

Gli italiani sono un popolo di scommettitori (basti pensare al Lotto) ma credo che a tutto vada posto un limite, e di questo lo Stato dovrebbe essere il primo garante in assoluto: tutto ciò che può nuocere ai propri cittadini andrebbe regolamentato in maniera più drastica, più limpida, perchè altrimenti non si capisce come mai non vengano legalizzati i giochi d’azzardo.

Insomma, lo Stato (come la Sisal) continua a far soldi con questi giochi, gli italiani continuano a giocare, attratti forse dalla notizia che il 23% delle giocate verrà destinato alla ricostruzione in Abruzzo.

Beh, io continuo a ritenere illegali ed immorali questi giochi e continuo a chiedermi come uno Stato possa continuare a comportarsi in questo modo.

 

(foto presa da http://www.euronews.net/wires/ansa/images/d8932156a75396e2ed138ec69a9e50a2.jpg)

Laura Pausini in concerto a Bergamo

pausini2.jpgA Bergamo questa estate la musica arriva con i grandi nomi: dopo il maestro Ennio Morricone ed il concerto dei Jethro Tull, una numero 1 tra i numeri 1: Laura Pausini!!!

Reduce dalla splendida organizzazione del concertone di San Siro dedicato ai terremotati dell’Abruzzo dove sono accorsi ben 55.000 spettatori, la Pausini atterra a Bergamo col suo tour e domani sera, Giovedi 9 luglio, canterà per la delizia dei suoi tantissimi fans nell’arena estiva della Fiera di Bergamo.

Pare strano ma ci sono ancora un po’ di biglietti invenduti: purtroppo le cattive condizioni atmosferiche di questo periodo credo stiano pesando non poco sulla prevendita dei biglietti, ma son pronto a scommettere che per giovedi anche i rimanenti ticket saranno tutti venduti.

L’idea di utilizzare l’area della Fiera di Bergamo per ospitare dei concerti di musica non è stata male: la zona è nella periferia di Seriate, ad un paio di chilometri dal casello di Bergamo ed è facilmente raggiungibile dalla superstrada.
Inoltre per prevenire il problema dei parcheggi gli organizzatori hanno organizzato un sistema di navette per chi lascerà la macchina nell’ampio parcheggio della Celadina, un parcheggio che finalmente verrà utilizzato a dovere.

L’organizzazione sembra buona, e l’arrivo della Pausini a Bergamo è proprio quel che ci vuole per riportare in auge la buona musica nella nostra città.
Non dimentichiamo che la Pausini è al momento la nostra cantante più famosa all’estero, capace di vendere milioni di copie ogni volta che produce un nuovo disco, e dal vivo è una delle pochissime star della musica italiana capace di riempire uno stadio come San Siro.

Insomma, un concerto assolutamente da non perdere per chi segue con passione la cantante pop emiliana e per chi ama la buona musica italiana.
Un concerto che – giova ripeterlo – tempo permettendo potrebbe diventare il clou dell’estate bergamasca e, perchè no, dare il via all’organizzazione futura di altri concerti di questa portata.

Se andrete al concerto e vorrete condividere con noi le vostre impressioni, vi aspettiamo, l’area dei commenti è tutta per voi!

 

(foto presa da http://media.libero.it/c/img52/fg/15/15339/2009/2/pausini.jpg)