Tocc insema so i coi de Berghem

213915_625500_GVF_3192_11298033_medium.jpgE’ diventata negli anni una tradizione per la nostra città: si tratta della camminata non competitiva organizzata dall’AgeSC – Associazione Genitori Scuole Cattoliche di Bergamo – sui colli di Bergamo.

Da qui il nome Tocc insema so i coi de Berghem, perchè l’obiettivo è quello di riunirsi e camminare per le belle strade della nostra città, in compagnia ammirando la bellezza che ci circonda.

Una camminata aperta a grandi e piccini, pensata e realizzata per le famiglie bergamasche, su percorsi di 6, 12 e 18 chilometri.

La corsa si svolge domenica 18 marzo con partenza fissata all’Istituto delle Suore Orsoline di Somasca di via Broseta 138.

Prima della partenza ci saranno il saluto e la benedizione del vescovo monsignor Francesco Beschi, poi il via della camminata, tutti insieme in allegria.

Le previsioni atmosferiche dovrebbero essere ancora buone e quindi è lecito aspettarsi un buon riscontro in termini di adesioni: chi deciderà di partecipare dovrà versare una quota che verrà poi destinata ad iniziative e progetti dedicati alle scuole cattoliche.

Buona camminata a tutti/e!

La Scasada del Zenerù di Ardesio

2_1380_201118163741.jpgNelle programmazioni televisive vanno di moda i programmi “Aspettando che…”: ebbene, anche la famosa Scasada del Zenerù ha avuto il suo prologo “Aspettando la Scasada” che si è tenuta domenica 29 gennaio ad Ardesio.

Ma la giornata clou è per Martedì 31 gennaio, quando ad Ardesio si terrà la tradizionale giornata della Scasada del Zenerù, ovvero il rogo nel quale viene immolato proprio lui, il Zenerù.
Cos’è il zenerù?
E’ l’inverno che viene cacciato fuori dal paese e messo al rogo, in una sorta di rivisitazione di un rito pagano nel quale il paese invocava l’arrivo della stagione calda, proprio nei giorni tradizionalmente più freddi dell’inverno, quelli della Merla.

L’appuntamento è organizzato dalla Proloco di Ardesio e comincerà già alle 9 del mattino del 31 gennaio con il convegno-laboratorio sul tema Riti di cacciata dell’inverno in arco alpino.

Sono gli alunni delle elementari dei paesi di Ardesio, Gromo San Marino, Valcanale e Villa d’Ogna i destinatari del convegno, visto che poi gli stessi rappresenteranno il rito del sole in Valcanale.

La Scasada quest’anno diventa internazionale: ci sarà infatti la presenza del gruppo folcloristico basco Bidasoako Joaldunak a dare il respiro di internazionalità all’evento finora tutto locale.

Ma tutti questi appuntamenti altro non sono che un corollario all’evento per eccellenza della Scasada del Zenerù: il falò.

Il rogo finale del Zenerù si terrà sul finire della giornata, alle 19:45 partendo dalla località Ponte Rino: un finale scontato, atteso, ma non per questo meno interessante vista la storia che questa giornata si porta appresso negli anni.

Una tradizione bellissima delle nostre valli che merita di avere sempre più risonanza perchè sono proprio questi eventi quelli che rendono bella ed unica la nostra terra, una terra ricca di tradizione e fascino.

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti a Bergamo

E’ cominciata sabato 19 novembre la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, settimana di sensibilizzazione sulla tematica dei rifiuti e del riciclo che si protrarrà fino a domenica 27 novembre.

La settimana ha una grandissima valenza in quanto promossa dall’Unione Europea con il supporto dei paesi membri dell’Unione Europea, i quali si occupano di attuare una forte campagna di sensibilizzazione sul tema.

Si vogliono sensibilizzare i cittadini europei alle problematiche delle grandi quantità di rifiuti che ogni anno vengono prodotti e ai problemi annessi del loro smaltimento.
Anche Bergamo e la bergamasca partecipano a questa settimana di sensibilizzazione, e tantissime sono le iniziative in programma sia in città che nei paesi della provincia bergamasca.

A Bergamo sono diverse le iniziative: dalla distribuzione gratuita dei sacchetti in tela che sostituiscono le borse di plastica alla distribuzione degli importanti composter; dai laboratori dedicati ai bambini ai recuperi di oggetti usati operata dal Triciclo Cooperativa Ruah.

Una settimana sicuramente importante perchè quello dei rifiuti è un tema quantomai rilevante e fondamentale.
Operare una raccolta differenziata mirata e adoperarsi al recupero degli oggetti che normalmente verrebbero gettati in discarica sono 2 operazioni che diventano sempre più vitali perchè altrimenti il rischio è quello di finire sommersi dai propri rifiuti, gli esempi li abbiamo sottomano a qualche centinaio di km da casa.

La Settimana per l’Energia

energia.jpgComincia un evento molto importante che terrà banco tutta la settimana: la Settimana per l’Energia, in programma a partire da oggi lunedì 7 fino al giorno 13 novembre.

Cos’è esattamente la Settimana per l’Energia?

E’ una settimana ricca di eventi, congressi, seminari e workshop tutti mirati alla promozione della cultura del consumo responsabile.
Vi sembra poco di questi tempi, in un periodo di crisi pazzesca che sembra non finire mai dove tutti, famiglie ed imprese, cercano di risparmiare il più possibile e puntare su modelli economici più sostenibili e responsabili?

I temi trattati infatti verteranno su argomenti come green economy, riqualificazione professionale, servizi qualificati per le imprese, modelli sostenibili.

L’importanza strategica di un evento come questo lo si intuisce anche dal fatto che non si rivolga solo ad imprese e famiglie ma anche ai bambini ed ai ragazzi, ossia le scuole, con iniziative pensate apposta per loro: percorsi formativi, convegni, laboratori e concorsi sono infatti realizzati pensando a coinvolgere diverse fasce di età.

Per ulteriori informazioni sugli appuntamenti in programma ogni giorno dal 7 al 13 novembre vi consiglio di consultare il bel sito ufficiale realizzato per la manifestazione.

Festival internazionale di Cortometraggio CortoLovere

1390872716.gifOgni anno il prestigioso Festival internazionale di Cortometraggio CortoLovere porta sulle rive del lago dei personaggi del mondo del cinema di tutto rispetto: sono infatti passati di là il bergamasco Alessio Boni ma anche il grande Pupi Avati, la Wertmuller, Iacchetti… quest’anno toccherà ad un altro grandissimo attore italiano presiedere giuria della Quattordicesima edizione di CortoLovere, : Luigi Lo Cascio.

Protagonista di tantissimi film di successo e attore dotato di sicuro talento, mi piace ricordare alcuni film di Lo Cascio come I cento passi (per il quale vinse il David di Donatello nel 2000), La meglio gioventù, La bestia nel cuore.

Cortolovere è diventato negli anni un festival di grandissimo prestigio sia a livello italiano che internazionale e anche questa edizione riproporrà questa doppia valenza di respiro sia locale che internazionale.

Obiettivo della manifestazione è quello di valorizzare e dare risalto e spazio ai giovani registi di opere di cortometraggio, e “sponsorizzare” l’importanza del cortometraggio come vera e propria opera d’arte.

Anche quest’anno una mattinata sarà dedicata alle scuole, quella di venerdì 23 settembre, mentre la serata clou per eccellenza sarà quella del 24 settembre quando si terrà il tradizionale Gran Gala con le varie premiazioni.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione loverese www.cortolovere.it

A Bergamo Babbo Natale va di corsa per aiutare Haiti

corsa.jpgDomenica 19 dicembre alle ore 16:00 si terrà una iniziativa tanto curiosa quanto importante per la sua valenza benefica: a Bergamo ci sarà infatti la prima Corsa di Babbo Natale!

La camminata si terrà partendo da Piazza Matteotti a Bergamo, e per partecipare basterà indossare il classico costume di Babbo Natale rosso, con tanto di barba bianca.

La camminata si terrà su una lunghezza del percorso di 3 chilometri, e potranno partecipare persone di tutte le età.
Per i bambini da 0 a 5 anni la quota di iscrizione è gratuita, mentre dai 6 anni in poi sarà a pagamento.
Verrà consegnato un pettorale e si sarà coperti da assicurazione medica, e ai partecipanti verrà anche dato un cappellino natalizio.

L’aspetto bello di questa simpatica iniziativa è che tutto il ricavato verrà devoluto all’UNICEF per sostenere un progetto di ricostruzione delle scuole di Haiti colpite dal terribile terremoto di qualche tempo addietro.

Al termine della camminata ci sarà l’estrazione di alcuni giocattoli, verranno estratti alcuni numeri legati al numero di pettorale degli iscritti.

Partecipate numerosi, è tutto a fin di bene e scommetto che ci sarà da divertirsi parecchio!

 

(foto presa da http://www.valledeilaghi.it/cms/mambots/content/multithumb/images/b.600.600.0.0.stories.attualita.200912.091220_corsa_babbo_natale_caldonazzo_2009_40.jpg)

I Teatri dei Bambini

teatro.jpgLe occasioni per portare i propri bambini a teatro a Bergamo e dintorni non mancano, me ne son reso conto durante l’estate spulciando i vari volantini presenti nei centri commerciali ed in biblioteca quando cercavo qualche evento particolare per i week-end o per le calde serate estive.

Finita l’estate pensavo che questo genere di occasioni calasse di numero ed invece, nuovamente, mi son dovuto ricredere.
Diverse le rassegne teatrali presenti sul territorio bergamasco che hanno come target i bambini, i più piccini.

Una di queste è la rassegna denominata I Teatri dei Bambini che per la stagione 2009-2010 mette in calendario un numero impressionanti di spettacoli, ben 25, per un totale di 54 repliche totali.

La rassegna infatti si muove su 2 “canali”: allo spettacolo domenicale rivolto alle famiglie ed ai loro bambini si accompagnano le “repliche” nelle mattine della settimana che invece si rivolgono alle scuole; tutti gli spettacoli si svolgono presso l’Auditorium di Piazza Libertà a Bergamo.

Ad organizzare la rassegna teatrale ci pensa Arts e Gioventù Musicale in collaborazione con Sezione Aurea e Lab80, e partecipano con il loro sostegno la Fondazione Cariplo, Rete Auditorium e la Regione, la Provincia ed il Comune di Bergamo.

Un’occasione per andare a teatro con i propri bambini e passare un pomeriggio in allegria e spensieratezza, un pomeriggio alternativo ma di spessore culturale e sociale, invece di andare a intristirsi in uno dei tanti centri commerciali che anche la domenica attraggono molte famiglie con i loro bambini.

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2008/05/rose_e_rospi_medium.jpg)

Settima edizione di BergamoScienza

logo_bergamoscienza_alta.jpgImportantissimo appuntamento nel week-end bergamasco: parte infatti la settima edizione di BergamoScienza, la rassegna di divulgazione scientifica che sarà inagurata il 3 ottobre con la presentazione ufficiale alle 17 in Borse Merci e proseguira fino a domenica 18 ottobre.

In mezzo 16 giorni ricchi di appuntamenti di spicco col mondo della scienza e non solo: premi nobel (cito John F. Nash su tutti, famoso per il film sulla sua vita “A Beautiful Mind“, vincitore di 4 premi Oscar), astrofisici, sportivi (l’alpinista bergamasco Simone Moro e il subacqueo Umberto Pelizzari), scrittori, giornalisti, architetti, scienziati, criminologi (Massimo Piccozzi), e tanti, tantissimi altri nomi di spicco che si possono scoprire leggendo il programma della manifestazione sul sito ufficiale.

Obiettivo di BergamoScienza è quello di divulgare il sapere scientifico uscendo dai palazzi del sapere per andare incontro all gente “normale”, cercando di coinvolgere il più possibile soprattutto i giovani ed i ragazzi.

Ogni anno crescono infatti il numero di classi scolastiche che partecipano all’evento e degli oltre 100 eventi e laboratori in programma ben oltre il 30% sono curati direttamente dagli studenti.
Quest’anno inoltre ci sarà il primo torneo di robocalcio giocato tra robot-calciatori che non saranno telecomandati: uno spettacolo da non perdere!

Le iniziative di BergamoScienza si terranno in location diverse ubicate in città e provincia, ma anche a Milano.
Tra gli altri, da segnalare l’utilizzo del recentemente restaurato Teatro Sociale di Bergamo Alta dove verranno ospitate diverse conferenze.

Insomma, appuntamente da non perdere per gli appassionati di Scienza ma anche per tutti i curiosi che vorranno assistere a qualcuna delle iniziative proposte, tutte gratuite.

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito web ufficiale di BergamoScienza.

 

(foto presa da http://www.culturaitalia.it/pico/system/galleries/pics/alkacon-documentation/logo_bergamoscienza_alta.jpg)

Ultimi eventi al museo civico di Scienze Naturale “E. Caffi”

museo.jpgL’estate è finita, l’inizio delle scuole solitamente fa da spartiacque con la stagione estiva ma qualche iniziativa interessante per il week-end in arrivo ancora la si trova.

Il museo civico di Scienze Naturale “E. Caffi” chiuderà la sua stagione estiva sabato 19 settembre con alcuni eventi di rilievo.
Dalle 20:00 alle 23:00 sono in programma 2 attività didattiche di laboratorio per ragazzi a cura dell’ADN (Associazione Didattica Naturalistica):  “Impariamo a conoscere e rispettare gli animali” e “Geolo… giocando“, per sensibilizzare i bambini a conoscere l’ambiente che li circonda in maniera naturale e divertente.

Sempre al museo Caffi alle ore 21:00 è in programma la premiazione delle scuole vincitrici del concorso fotografico Obiettivo Animali.

Il Museo Civico di Scienze Naturali “E. Caffi” conclude così il cartellone estivo 2009 ricco di tante iniziative per bambini, ragazzi, adulti e famiglie, un calendario che ha accompagnato l’intera estate di tante persone che hanno partecipato agli eventi Musei Notti Aperte 2009 in programma nei week-end.

Le attività del Museo però non si concluderanno in questo week-end.
Durante l’anno scolastico infatti il museo propone percorsi didattici per scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado per far conoscere il territorio e guidare i ragazzi in diverse attività di laboratorio.

 

(foto presa da http://picnica.ciao.com/it/3521348.jpg)

Virus dell’influenza A H1N1: vaccinazione sì o no?

starnuto(2).jpgIl virus dell’influenza A H1N1 è il grande protagonista della cronaca degli ultimi giorni, dopo un’estate durante la quale i mass-media lo avevano degnato di poche righe.

Ad amplificare i dibattiti attorno a questo virus sono sia l’imminente apertura delle scuole che la prima vittima registrata in Italia a causa di questo virus influenzale (anche se più di un medico ha sottolineato che il virus ha solo peggiorato il quadro clinico già molto compromesso della vittima).

Capitolo scuole: alcuni giorni fa diversi pediatri avevano ventilato l’opportunità di ritardare l’avvio dell’anno scolastico a causa del virus dell’influenza A H1N1.
Le scuole infatti avrebbe agito da diffusore di questo virus aiutando la diffusione dell’influenza, quindi bisognava prima prendere qualche precauzione per evitare questo rischio.
Risposta del ministro dell’Istruzione: precauzione inutile, le scuole partiranno come previsto.

Capitolo vaccino: è ancora in fase di sperimentazione e verrà distribuito in 2 fasi, verso metà/fine novembre verranno vaccinati tutti coloro i quali svolgono lavoro a rischio (settore medico, uffici pubblici, forze dell’ordine), quindi a gennaio tutte le persone nella fascia di età tra i 2 ed i 27 anni, quella definita più a rischio.

I dubbi nascono quando si parla con il proprio pediatra: la pediatra dei nostri figli ci ha candidamente confessato di non avere ancora ricevuto linee guida chiare e dettagliate su chi e quando vaccinare, e lei stessa nutre molti dubbi sulla convenienza del vaccino stesso.

E se da qui all’inizio della prima fase di vaccinazione (fine novembre) il virus dell’influenza A dovesse “mischiarsi” a quello dell’influenza stagionale, diventando ancora più forte o magari annullandosi? E quando vaccinare i bambini contro l’influenza stagionale, per non rischiare di avere 2 vaccinazioni troppo vicine nel tempo tra loro?

E ancora: come faranno gli ambulatori dell’ASL a sopperire alla prevedibile grossa mole di lavoro se tutte le persone che pensano di essere infette da questo virus si rivolgeranno a loro?

I dubbi non totalmente chiariti insomma sono ancora tanti, è sufficiente leggere alcuni blog di mamme e papà per capire il sentimento di imperante incertezza nei confronti del virus A H1N1, e la situazione sembra ancora in piena evoluzione per cui non mi sorprenderebbe se da qui a qualche giorno cambiassero le linee guida fornite dal Governo.

Naturalmente anche Bergamo è colpita dal virus dell’influenza A: all’inizio di settembre sono stati resi noti alcuni dati che parlavano di una settantina di casi tutti risolti con la piena guarigione.

Importante sarà evitare un’inutile allarmismo perchè questa influenza non è la peste bubbonica e gli infetti non sono untori, meglio quindi seguire le precauzioni minime suggerite sul sito del Ministero della Salute (lavarsi le mani, rivolgersi all’ASL in caso di dubbi) e vivere serenamente la propria vita, ovviamente con un’occhio vigile in caso di sospetta malattia.

(foto presa da http://scienzaesalute.blogosfere.it/images/starnuto(2).jpg)