Renato Vallanzasca a Sarnico

980291265.JPGRenato Vallanzasca lavorava a Sarnico.
Sì, quel Vallanzasca, il bel Renè famoso per gli omicidi, la galera, le evasioni, la bella vita.

Vallanzasca infatti prestava servizio presso un negozio grazie al programma di reinserimento previsto dalla legge.

Tutte le mattine lasciava il carcere di Bollate per venire nella nostra provincia, la stessa che era stata macchiata col sangue da lui versato qualche decennio fa (per l’esattezza il 6 febbraio del 1977 al casello autostradale di Dalmine dove la sua banda della Comasina uccise il poliziotto della Polizia Stradale di Bergamo Luigi D’Andrea), per svolgere qualche ora di lavoro e provare così a ricostruirsi una vita.

La notizia è rimbalzata la settimana dopo ferragosto sui media locali e nazionali provocando scalpore: ma come, viene a lavorare a Bergamo, proprio in una delle terre da lui ferite indelebilmente? E proprio a Sarnico dove vive la moglie di una delle sue vittime?

Progetto di reinserimento nel sociale o mancanza di tatto verso i parenti delle vittime? O più semplicemente ancora, mancanza di una Giustizia giusta ed equilibrata?

Emerge anche che il prefetto di Bergamo aveva scritto alle autorità competenti segnalando “…l’inopportunità e la illogicità della decisione, tenuto conto dei gravissimi fatti compiuti in questo territorio dove ci sono persone che piangono la morte dei propri cari, uccisi mentre servivano lo Stato, proprio da Vallanzasca…“. Eppure a nulla era servito.

Condannato a ben 4 ergastoli il signor Vallanzasca adesso gode di questa libertà vigilata per lavorare.
E se provasse nuovamente a fuggire? Chi ne pagherebbe le conseguenze?
E perchè non pensare di portare il lavoro in carcere invece che i carcerati al lavoro, all’esterno della prigione?
Con una condanna a 4 ergastoli, che senso ha parlare di reinserimento nella società?

Domande che sorgono spontanee, che emergono dai commenti scritti su internet e colti dalla gente della strada, al bar, in ufficio, a tavola.

Una vicenda che ha lasciato basiti, stupefatti e amareggiati, e che solo l’interruzione della collaborazione chiesta (ed ottenuta) dalla proprietaria del negozio è riuscita a spegnere.

Artisti di strada al Sarnico Busker Festival

buskerFronte2fb1.jpgIl Sarnico Busker Festival scalda i motori e si appresta a far vivere 4 serate indimenticabili a tutti coloro i quali visiteranno la cittadina lacustre in quelle date.

Sarnico Busker Festival è infatti il festival degli artisti di strada, un appuntamento oramai tradizionale nell’estate di Sarnico e delle migliaia di turisti che ogni anno accorrono per ammirare le circa 50 compagnie di artisti internazionali che offriranno ben 200 spettacoli.

Giocolieri, clown, musicisti, equilibristi, trapezisti, musica e danza, costumi e fuochi: la cittadina del Basso Lago d’Iseo si trasforma per 4 serate in un teatro a cielo aperto, un palcoscenico in movimento che offre show di ogni genere, meraviglie per tutti gli occhi.

Gli organizzatori si attendono oltre 35 mila spettatori: non male, vero?

Le novità dell’edizione 2012 sono per le serate di giovedì 26 e venerdì 27 luglio, nel Centro storico di Sarnico, con la Notte Rinascimentale, mentre per sabato 28 e domenica 29 sarà il turno di Suoni in gioco, uno spazio pensato e realizzato per i bambini, coordinato dall’Associazione culturale Erewhon di Monza.

Non solo Sarnico però: il festival unisce la riva bresciana e quella bergamasca del Lago d’Iseo poichè 5 spettacoli si terranno in quel di Paratico.

Gli orari?
Eccoli: giovedì 26 luglio dalle 21 alle 24; venerdì 27 luglio dalle 20,30 all’1 di notte; sabato 28 luglio dalle 18 alle 19 e dalle 20.30 all’1 di notte; domenica 29 luglio dalle 10 alle 12.30, dalle 18 alle 19 e dalle 20.30 all’1 di notte.

Ulteriori informazioni sono reperibili presso l’Ufficio della Pro-Loco di Sarnico e via email scrivendo a info@prolocosarnico.it
www.prolocosarnico.it

Tutti in carrozza, riparte il TrenoBlu!

trenoblu2.jpgImmaginatevi di viaggiare su di un treno vecchio stampo (lasciate perdere le battute che tutti quelli attuali sono così…) che sbuffando vi porta a scoprire angoli poco conosciuti dei nostri dintorni: ecco, non è un sogno ma è quello che si può fare grazie al TrenoBlu, in partenza verso la imminente (o quasi) primavera.

Gite fuoriporta diverse dal solito giretto nel centro commerciale, perchè indirizzate in località tanto semplici ma altrettanto carine e da tanti ancora poco conosciute.
E poi viaggiare in treno è sempre un piacere, soprattutto quando lo si fa fuori dagli orari di lavoro ma piuttosto per diletto.

Il programma per l’anno 2012 del TrenoBlu è pronto per essere sfogliato e per scegliere una meta consono alle proprie curiosità ed aspettative.
Si parte (non solo metaforicamente) il giorno 25 marzo e si continua fino a maggio, per saltare l’estate e ripartire nuovamente a settembre e via via arrivare fino all’ultimo mese dell’anno, dicembre, quando il simpatico TrenoBlu ritornerà a casa per riposarsi e ricaricare le ruote in previsione del prossimo anno.

TrenoBlu non è una novità perchè quest’anno taglia la sua 19esima bandierina, e utilizza solo treni storici a vapore con annessa sbuffante locomotiva degli anni ’20 del secolo scorso e carrozze con la classiche panche in legno degli anni ’30.

Da Milano e da Bergamo ci si dirige verso il lago di Iseo, utilizzando la linea Palazzolo sull’Oglio – Paratico Sarnico che in passato rimase per oltre 30 anni chiusa nella sua parte conclusiva per venire poi recuperata nel 1994.

Vi lascio col link al calendario del TrenoBlu… buon viaggio!

Buskers festival a Sarnico, il Festival degli Artisti di Strada

185032746_artisti_strada.jpgFine settimana di grandissimo valore spettacolare quello che si svolge a Sarnico con l’arrivo del Buskers festival, il Festival degli Artisti di Strada che vivacizzerà le vie di Sarnico a partire da giovedì 28 fino a domenica 31 luglio.

Il Buskers festival porta con sè un alto tasso di emozioni: si esibiranno infatti clown, acrobati, giocolieri, incantatori di serpenti, trampolieri, musicisti e altri artisti di strada provenienti da tutta Europa e anche da altri continenti.

Gli artisti per le strade di Sarnico saranno circa 150, gli spettacoli si succederanno uno dopo l’altro in diversi punti del paese ed i negozianti del paese del lago d’Iseo hanno garantito l’apertura dei loro esercizi commerciale per rendere il paese ancora più vivo ed attirare il maggior numero di spettatori possibile.
Non solo adulti ma anche bambini, perchè gli spettacoli proposti dal Buskers Festival coprono tutte le fasce d’età, da quella dei più piccini fino agli anziani, l’importante è che si sia voglia di divertirsi e di stupirsi nell’ammirare le evoluzioni acrobatiche degli artisti di strada.

Un grande week-end che ci auguriamo sia accompagnato e supportato da un tempo clemente perchè un evento così nella nostra provincia è più unico che raro!

Week-end a Sarnico con la Sarneghera

sarnico.jpgPer il week-end in arriva scegliamo una location molto suggestiva, una delle più belle del nostro territorio ovvero Sarnico.
Nel bel paese sul lago al confine con i cugini bresciani si terrà sabato sera il Concerto di Inizio Estate al quale seguirà, il giorno dopo, un appuntamento un pò particolare: quello con la Sarneghera, di scena domenica 27 giugno.

La Sarneghera è una tradizionale gara podistica internazionale non competitiva che quest’anno è giunta alla sua 37esima edizione e che promette come sempre grande partecipazione e spettacolo.

Spettacolo dovuto ai luoghi nei quali si muove: su 4 percorsi a scelta di 6, 12, 18 e 25 chilometri, la Sarneghera si snoda su percorsi molto suggestivi nei paesi del basso Sebino come Sarnico (appunto!), Adrada, Foresto Sparso, Villongo.

La non competitiva si snoda sul lungo lago, entra nei centri storici dei paesi citati, costeggia il fiume, abbraccia le colline: un percorso a tratti mozzafiato, molto particolare e panoramico che la rendono a ragione una delle gare più spettacolari e anche di più lunga tradizione nell’intera regione.

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito della Proloco di Sarnico.

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2006/10/sarnico_medium.jpg)

Crociera notturna o fuochi di San Rocco: a voi la scelta

crociera-notturna-1.jpgIl week-end di ferragosto in bergamasca è ricco di iniziative per tutti i gusti e tutte le tasche, ma qui mi voglio soffermare su un paio di eventi: una per l’originalità e la romanticità, l’altro perchè un classico da anni.

Il primo, quello originale e romantico: la crociera notturna di ferragosto, sabato 15 agosto, organizzata dalla proloco di Sarnico.
L’appuntamento è a Sarnico per le ore 21:00, presso il Lungolago Garibaldi, obbligatoria la prenotazione.

Scegliendo di passare la serata di ferragosto sui battelli che solcano il lago d’Iseo si opta per una soluzione ricca di romanticismo perchè si vive il lago di sera, quando l’atmosfera è unica e le luci dei paesi che incorniciano le sponde del lago creano un’ambiente magico, in una notte particolare come quella di ferragosto.

Se invece si vuole andare sul classico allora consiglio di andare domenica sera in quel di Leffe, in Val Gandino, per assistere agli spettacolari fuochi d’artificio in onore del patrono San Rocco.
San Rocco è il protettore degli ambulanti ed a Leffe la venerazione per questo santo è fortissima in quanto questo paese ha una storia importante legata ai suoi “copertini“, come venivano chiamati i venditori ambulanti di tessuti del paese che giravano tutta l’Italia per vendere la loro merce e ritornavano in paese per i festeggiamenti del santo. FuochiLeffe07.jpg

Pur in anni di crisi del settore tessile come quelli attuali la devozione al santo non è mutata ed i festeggiamenti ne sono la prova lampante.
I fuochi d’artificio di San Rocco a Leffe sono tra i migliori di tutta la bergamasca e di tutta la regione, chi ha avuto l’occasione di vederli almeno una volta lo testimonia e spesso ritorna gli anni seguenti per ammirare nuovamente lo spettacolo pirotecnico.

Lago e montagna, questi i 2 appuntamenti “selezionati” e consigliati per il week-end ferragostono: a voi la scelta!

 

 

(foto presa da http://www.prolocosarnico.it/wp-content/uploads/crociera-notturna-1.jpg

http://www.giorgiogalizzi.it/immagini/estate07/FuochiLeffe07.jpg)