Santa Lucia, tra tradizione, storia e bancarelle in centro

Santa_Lucia.GIFSanta Lucia è oramai alle porte, la santa più amata dai bambini passerà in serata a consegnare doni, regali, giocattoli e dolci a migliaia di bambini e bambine, per la gioia di tanti genitori che vivranno questo splendido momento di gioia con loro.

L’origine della festa si perde nella notte dei tempi: Santa Lucia è una martire cristiana, uccisa durante le persecuzioni di Diocleziano in quel di Siracusa nei primi secoli dopo la morte di Cristo.

Lucia venne uccisa con decapitazione e solo la leggenda popolare aggiunse il macabro fatto degli occhi strappati.
Lucia è infatti protettrice della vista per via del suo nome, non per il martirio al quale venne sottoposta.

Come Santa Lucia divenne poi la santa dei doni ai bambini è un mistero avvolto nella notte dei tempi, ma sembra che sia cominciato solo nell’ultimo secolo.
Ai nostri nonni veniva raccontato che Santa Lucia attraversava la bergamasca la notte del 12 dicembre, e nel suo passaggio lasciasse doni e dolci ai bambini più bravi, aiutata in questo dal suo asinello.

Per questo motivo era buona prassi lasciare del fieno e dell’acqua per il buon asinello, così che potesse rifocillarsi dalle fatiche del viaggio.

Santa Lucia arrivava poi ai confini col milanese, sull’Adda, e quindi tornava indietro, passando in quelle case dove la notte precendente non era riuscita a lasciare i suoi doni.

La tradizione di Santa Lucia rimane viva ancora oggi anche se, purtroppo, il lato commerciale-economico l’ha vilemente deturpata.
Giochi e giocattoli la fanno da padrona e la bellezza di questa tradizione ne è rimasta svilita, ma non è questo un motivo per cancellarla.

A Bergamo sono poi tradizione nella tradizione le bancarelle di Santa Lucia, sul Sentierone in città.
Ogni anno migliaia di famiglie vanno a visitarle per acquistarvi dolci e, magari, farsi qualche idea sui possibili regali…

Natale di Emozioni 2012, eventi natalizi a Bergamo

bergamo10.jpgA Natale le tradizioni sono fondamentali ed irrinunciabili e questo lo sa bene anche l’amministrazione comunale di Bergamo che anche per il periodo pre-natalizio di quest’anno ha messo in campo un cartellone di eventi di tutto rispetto.

Natale di Emozioni 2012 raggruppa le tantissime iniziative che si collocano all’interno di questo programma, pensate sia per i bambini (sono loro a sognare più di tutti, in questo periodo) che per i meno giovani.

A Bergamo poi c’è quella bellissima tradizione di Santa Lucia, la santa più amata dai bambini perchè nella notte che va dal 12 al 13 dicembre sono migliaia i bambini che ricevono i regali da lei lasciati, mentre se ne va a spasso col suo asinello carico di doni.

Santa Lucia sarà al centro di racconti in biblioteca, di letture animate, e pure presente al Piazzale degli Alpini per consegnare tante caramella ai bambini.

Immancabile l’appuntamento con Babbo Natale, sicuramente meno legato alle tradizioni della nostra terra di quanto non lo sia Santa Lucia ma anche lui invocato ed aspettato dai piccoli durante la notte di Natale.

Il simpatico nonnino di rosso vestito domenica 23 dicembre stazionerà al piazzale degli Alpini dalle 15.00 alle 17.00, a disposizione di tutti i bambini che vorranno consegnargli la loro letterina carica di desideri ed aspettative, e magari fare una bella foto in sua compagnia.

Bellissima poi l’iniziativa della corsa dei Babbo Natale che anche quest’anno andrà in scena in centro città, sul Sentierone, con l’obiettivo di raccogliere fondi per cause nobile ed al contempo far divertire i tantissimi corridori che vorranno cimentarsi in questa corsa in maschera.

Non vanno dimenticate poi le Casette di natale che animeranno Piazza Dante lungo tutto il mese di dicembre, il trenino turistico Gulliberg a disposizione di turisti e gente comune per visitare luoghi caratteristici della città, e tante, tantissime altre iniziative.

Lascio un link per vedere quelle pensate alle famiglie ed ai bambini, ce n’è veramente per ogni gusto!

Santa Lucia tra musica e poesia

Santa-Lucia-in-volo.jpgE’ in arrivo la notte tanto attesa dai bambini, quella di Santa Lucia, e le iniziative non mancano.

Cominciano a fiorire le letture organizzate dalle diverse biblioteche della provincia, le giornate in ludoteca, i laboratori a sfondo natalizio ma soprattutto in tema di Santa Lucia, però quello che vi voglio presentare è un altro evento molto interessante.

E non riguarda solo i bambini.

Alessandro Bottelli, poeta e scrittore bergamasco, ha infatti organizzato un evento a tema per il giorni del 12 e del 13 dicembre coinvolgendo personaggi molto importanti del mondo della cultura italiana.

Luogo dell’evento la chiesa di San Leonardo in Largo Rezzara dove verranno suonati delle musiche preparate da compositori italiani coinvolti dal Bottelli.

Verrà messo in musica un testo redatto proprio dal poeta bergamasco e tra i tanti compositori che hanno aderito alla iniziativa spicca in rilievo il nome del grandissimo maestro Ennio Morricone, il quale manderà una sua opera inedita composta per l’occasione e che verrà suonata in anteprima mondiale.

Alle musiche si alterneranno letture di poesie e racconti inediti dedicati al tema  della luce e della santa, scritti proprio per l’occasione.

L’iniziativa è finalizzata alla raccolta di fondi per il finanziamento di borse di studio a favore di bambini ipovedenti di cui si occupa l’associazione Arlino (Associazione di ricerca a livello infantile e adolescenziale di natura oculare) attiva dal 2005 agli Ospedali Riuniti.

In arrivo il primo week-end di dicembre

mercatini_krabi.jpgE siamo arrivati a dicembre, al primo week-end del periodo pre-natalizio, quello che apre le porte del mese conclusivo dell’anno.

Tanti gli appuntamenti di questo week-end che portano con sè un sapore natalizio ben definito, tanti i mercatini che andranno a popolare i paesi della provincia bergamasca, dalle valli alla pianura fino ai paesi dell’hinterland.

Nella frazione di Curnasco di Treviolo domenica 2 dicembre ci saranno le bancarelle natalizie sulla piazza del paese, una prima per la frazione del paese confinante con Bergamo che merita di essere menzionata.

Spostandoci in Val Seriana, a Nembro, la locale biblioteca organizza in piazza Italia la manifestazione Bergame, una giornata dedicata ai giochi, da provare, riprovare, scoprire, testare… da giocare, insomma.

Senza dimenticare gli immancabili spettacoli teatrali, per grandi, piccini, famiglie, una tradizione questa molto florida e variegata in terra bergamasca.

Ricordiamo per esempio lo spettacolo Hansel e Gretel fratelli di cuore in programma domenica 2 dicembre presso l’Auditorium di piazza della Libertà a Bergamo, uno spettacolo pensato e realizzato per i più piccoli ma che non mancherà di piacere anche ai loro genitori.

Un week-end ricco, nel quale il tempo dovrebbe essere clemente anche se le temperature tenderanno a scendere.
Siamo a dicembre, il mese di Santa Lucia, del Natale, della neve. Non potrebbe che essere così.

Natale di emozioni 2011 a Bergamo

1943649874.jpgNatale di emozioni 2011 è il ricchissimo calendario di proposte preparato dagli Assessorati alla Cultura e all’Istruzione, Sport, Tempo Libero e Politiche Giovanili del Comune di Bergamo per tutti i cittadini di Bergamo e provincia.

Si tratta di una serie lunghissima di eventi, concerti, manifestazioni che si terranno lungo tutto il mese di dicembre e nei primi giorni di Gennaio 2012 in città, per ravvivare la nostra cittadina e renderla un punto di incontro e di visita per tantissimi turisti.

Le iniziative sono davvero molteplici e coprono un pò tutte le fasce d’età: dai bambini piccoli fino agli anziani, passando per giovani, adulti e famiglie, ce n’è davvero per tutti i gusti: mercatini, pista di pattinaggio sul ghiaccio, concerti natalizi, mostre, negozi aperti per far shopping, trenino turistico… insomma, di tutto e di più!

L’obiettivo è quello di rendere Bergamo un polo d’attrazione per tutti, e farsì che la gente venga a Bergamo per conoscerla ed ammirarla anche quando si veste del suo bellissimo abito natalizio.

Le festività a Bergamo non saranno quindi noiose ma vive e ricche di appuntamenti.
Per ulteriori informazioni sul calendario delle iniziative consiglio di visitare il sito del Comune di Bergamo, per quelle relative a bambini e famiglie consiglio di visitare il sito di Bambini a Bergamo.

Santa Lucia, la notte più lunga che ci sia

Santa_Lucia.GIFSanta Lucia a Bergamo città ed in provincia è una tradizione di lunga data, a mio modo di vedere una delle più belle della nostra provincia.

Lo è perchè coinvolge la parte più bella, pulita e sana della nostra società: i bambini.

Lucia è la Santa che vissa a Siracusa e venne torturata ed uccisa a causa della sua bellezza; fu privata degli occhi ma venne “premiata” per il suo martirio divenendo la santa per eccellenza per i bambini, ai quali una volta all’anno, nella notte del 12-13 dicembre, porta giocattoli e dolci, frutto della sua bontà e del suo amore.

A Santa Lucia sono state dedicate poesie, canzoni, storielle, libri, in città c’è anche una piccola e raccolta chiesetta dove ogni anno i bambini vanno a portare le loro letterine cariche di aspettative e desideri, in un viavai tenero e sentito con i bambini veri protagonisti: c’è chi lascia una letterina colorata ed abbellita di disegni, chi vi allega il proprio ciuccio, chi una bambolina, chi include una richiesta anche per altri bambini, magari meno fortunati.

Santa Lucia è diventata nel tempo anche una ricorrenza a carattere fortemente consumista, come purtroppo era inevitabile che fosse, ma questo non ne ha scalfito la bellezza e la purezza.
Resta il nocciolo di un momento di gioia per i nostri bimbi che non deve obbligatoriamente essere impresiosito da regali costosi e spesso inutili: quello che conta è un pensiero per i bambini, il perpetuarsi di una tradizione che pone la loro felicità al centro di tutto.

Da diversi anni sono tanti i comuni della nostra provincia che festeggiano questa ricorrenza con letture animate in biblioteca o addirittura con la visita della Santa nella piazza del comune, con un carico di giochi e dolci da distribuire ai bambini.
La crisi ha colpito anche questa ricorrenza ma fortunatamente non così duramente da indurre la gente dal non festeggiare Santa Lucia anche solo con un piccolossimo dono.

I bambini apprezzano il gesto ed il fatto di essere stati visitati da Santa Lucia, non il costo del regalo.

Mercatini di Natale e idee per il week-end

mercato.jpgDopo l’Immacolata, arriva il week-end pre-Santa Lucia e sono tantissimi gli appuntamenti in città ed in provincia di cui poter usufruire durante il fine settimana.

Ci sono Mercatini di Natale in diversi paesi della nostra provincia, e anche la città non sta a guardare: l’atmosfera natalizia comincia a farsi sentire e la voglia di fare un regalo alle persone care, nonostante il periodo economicamente non sia positivo, c’è sempre.

Pedrengo, Zogno, Ponte San Pietro, Dalmine, Treviolo, Osio o Sarnico sono solo alcune delle località che offrono le bancarelle dei mercatini di Natale.
Una alternativa potrebbe essere quella di spostarsi sull’altopiano selvinese per andare a degustare le iniziative di SELVINO CIOCOLAT, ci cui abbiamo già scritto, oppure fare rotta su Gorno per portare i propri bimbi a visitare la casa di Babbo Natale.
Non sarebbe male, eh?

Se proprio non potete fare a meno di un week-end dolce e Selvino vi sembra un pò troppo lontana, basterà fermarsi qualche chilometro prima, ad Albino, dove si tiene una manifestazione simile, ovvero la Festa del Cioccolato per le vie del centro storico.

Le occasioni non mancano e per darvi visibilità di ciò vi lascio i link ad alcuni eventi in programma nei 2 giorni dell’imminente fine settimana, sabato 10 e domenica 11 dicembre.

In attesa della neve e della festa di Santa Lucia, le occasioni per passare qualche ora in allegria e spensieratezza proprio non mancano!

Buon week-end!!!

E’ il week-end di Santa Lucia!

521885436.jpgLei arriva sempre, ogni anno, non sgarra mai: la notte del 12 dicembre è la notte più lunga che c’è, di sicuro per i bambini è la notte più bella che esista.

La notte del 12 dicembre è la notte di Santa Lucia, la santa per antonomasia dei bambini, dei regali, dei giochi.
La santa che esaudisce (quasi sempre…) i desideri più intimi dei bambini, quella che porta i regali che si è sognato per tutto l’anno. O, per lo meno, quando ero piccino io era così.

Adesso forse i bambini sono abituati a ricevere regali e giochi lungo tutto il corso dell’anno, vuoi per la promozione a scuola, per un bel voto, perchè si sono impegnati bene in una attività extra-scolastica…
Resta il fatto che, nonostante sian passati tanti anni, Santa Lucia ha mantenuto intatto il suo fascino, è sempre attesa con trepidazione e – per lo meno a casa nostra si fa ancora così – viene preparata con cura la sua venuta mettendo un pò di latte e qualche tozzo di pane duro per il suo asinello, perchè il poverino in una notte sola deve fare così tanta strada da una casa all’altra che un pò di sollievo se lo merita di sicuro!

Santa Lucia ha ancora senso oggi?
Io dico di sì, perchè è giusto che i bambini continuino a sognare anche oggi nell’era di internet. Perchè Santa Lucia è una tradizione che è bello mantenere, per non perdere il contatto con la nostra storia, con le nostre radici.

Tanti sono i paesi che si preparano a festeggiare in piazza, in biblioteca o in teatro la giornata di Santa Lucia.
Sul portale dei Bambini a Bergamo potete trovare alcune indicazioni sulle manifestazioni previste in città ed in provincia.

E… occhio a non farvi beccare mentre lei arriva in casa perchè… vi potrebbe gettare della cenere negli occhi!!!

 

Arriva il week-end di Santa Lucia!

santalucia_asino-thumb.jpgIl week-end che sta per arrivare sarà indimenticabile per centinaia, migliaia di bambini bergamaschi: è il week-end di Santa Lucia, la quale si sposterà in tantissime case di Bergamo e provincia per portare i regali ai bambini che durante l’anno trascorso avranno fatto i bravi, mentre ai “cattivelli” lascerà un malinconico pezzo di carbone.

Della tradizione di Santa Lucia in bergamasca ho già parlato qualche giorno addietro, oggi vorrei presentarvi alcune delle tantissime iniziative che sono in programma nel fine settimana per festeggiare al meglio con i bambini l’arrivo della Santa più amata dai piccini.

A Bergamo, nell’ambito del programma di Bergamo Natale, dalle 16:30 fino alle 21:30 all’interno del Palazzo della Ragione di via Tasso è in programma “LA NOTTE DI SANTA LUCIA” – LA LUCE DELLA TRADIZIONE, un ricco allestimento di luce, musica, attori e danza offerto dal Teatro Prova in collaborazione con Danzarea e Il Cappellaio Matto.

Spostandoci sul lago, a Sarnico domenica 13 dicembre alle ore 16:00 nel cortile di Via Piccinelli è in programma uno spettacolo teatrale con il Teatro Prova di Bergamo dal titolo “IL SEGRETO DI LUCIA“.

Invece in Val Brembana, a Zogno, i bambini possono portare le proprie letterine in una apposita casella postale allestita in piazza, ed è la casella postale di Santa Lucia, la quale passerà poi a ritirare tutte le letterine per leggere quelli che sono i desideri dei bambini di Zogno e dintorni.

A Dalmine, in biblioteca sabato 12 dicembre 2009 alle ore 11:00 è in programma “SANTA LUCIA… DOLCI, DONI E FANTASIA!”, una lettura animata con accompagnamento musicale a cura di Colpo d’Elfo.

Un week-end ricchissimo come si può vedere, e questi sono solo alcuni dei paesi che hanno organizzato qualche iniziativa, purtroppo elencarli tutti è impossibile!

Tanti auguri ai bambini allora, e che sia davvero una notte indimenticabile per tutti, genitori compresi!

(foto presa da http://kidzone.blogosfere.it/images/santalucia_asino-thumb.jpg)

La magica notte di Santa Lucia a Bergamo

slucia.jpgSi avvicina a grandi passi una delle feste più amati dai bambini di Bergamo e provincia (ma non solo dai nostri): la festa di Santa Lucia, la santa cieca che nella notta tra il 12 ed il 13 dicembre passa nelle case dei bambini per lasciar loro i doni che questi le hanno richiesto, inviandole una letterina dove esprimevano i loro desideri.

La notte di Santa Lucia è davvero una notte magica, unica, alla faccia di Halloween ed altre feste introdotte di recente.
E’ una notte nella quale tanti sogni si avverano, tanti desideri diventano realtà, tanti occhi si riempiono di gioia per i regali ricevuti, tanti cuori di mamme e papà si scaldano d’amore nel vedere la gioia traboccante dei propri figli di fronte ai nuovi giocattoli portati dalla cara Santa Lucia.

Ricordo ancora con grande affetto quelle magiche notti quando anche io ero bambino.

Ricordo la paura di entrare nella stanzetta e trovarvi Santa Lucia, perchè si diceva che la Santa avrebbe gettato della cenere negli occhi dei bambini che l’avrebbero vista rendendoli così ciechi.

Ricordo le letterine scritte con la mamma, la quale “spingeva” per determinati giochi mentre io ne volevo altri (poi ho capito perchè il fucile-giocattolo tanto desiderato non arrivò mai…).

Ricordo lo spettacolo dei nuovi giocattoli che quasi sempre arrivavano in sala, ed i cioccolatini e le caramelle che facevano da contorno, e l’impazienza di “provare” i giocattoli nuovi prima di recarsi a scuola e l’entusiasmo di portarne uno per mostrarlo agli amici, e la curiosità di vedere quali giochi avesse invece portato loro la Santa.

Ricordi che ora si ripropongono con le mie bimbe, nell’avvicendarsi di una tradizione che fonde dolcezza, tenerezza, divertimento, amore.

In questi giorni prepareremo la tradizionale letterina da portare poi alla Santa, nella sua tanto piccola quanto bella chiesetta in Bergamo, sul sentierone.
Una chiesa, quella di Santa Lucia in Bergamo, che in questi giorni è meta di un pellegrinaggio incessante di bambini che vanno a deporre la loro letterina nella cesta posta vicino alla statua della Santa.
Una cesta nella quale vengono deposti anche ciucci, biberon, bamboline, peluche, oltre ai desideri contenuti nelle letterine.

Una tradizione molto bella e sentita nella bergamasca quella di Santa Lucia, una tradizione che si perpetua di generazione in generazione e che nemmeno la globalizzazione è riuscita a cancellare.
Una tradizione che anche quest’anno porterà tanta gioia nei cuori di migliaia di bambini, e che riscalderà il cuore di tantissimi genitori.

Tutto merito di Santa Lucia!

 

(foto presa da http://www.primocircolo.lodi.it/blog/wp-content/uploads/2006/11/lucia.jpg)