Bepi Quiss, il telequiz sulla cultura bergamasca

118953_1646158_Bepi_1_9770140_medium.jpgIl Bepi lo conosciamo tutti: è IL rocker bergamasco per eccellenza, quello del Ponte del Costone e di tantissimi altri successi made in Bergamo che da diversi anni rallegrano gli amanti del bergamasc-rock, un filone di nicchia del rock ma molto amato nella nostra provincia.

Dopo la musica il Bepi vuole provarci con la TV: le apparizioni come commentatore dell’Atalanta gli stavano ormai strette ed ecco così l’idea di condurre un programma tutto suo, di sua ideazione e con Bergamo ed i bergamaschi al centro del progetto.

Ecco arrivare allora il programma Bepi Quiss, un programma stile telequiz tutto incentrato sulla cultura bergamasca. Più che cultura, diciamo che è focalizzato sulla conoscenza delle tradizioni e delle usanze della nostra unica, bellissima città e provincia.

La sigla c’è già, quella è arrivata ancora prima del programma e… indovinate chi l’ha scritta e chi la canta?
Beh, è facile da intuire, no?

Il programma vedrà la luce in tantissime case bergamasche su BergamoTV nel mese di ottobre, le selezioni sono già partite e quindi val la pena non perdere tempo se si vuole partecipare alla prima edizione del Bepi Quiss.

Il Bepi dominerà la prima serata del giovedì e in quelle serate c’è da scommetterci che i canali RAI e Mediaset subiranno un brusco calo di share, nella nostra provincia.

Volete partecipare al Bepi Quiss?
Allora leggete le prossime righe: basta telefonare nei giorni feriali dalle ore 14:00 alle ore 19:00 al numero di telefono 035-325411 oppure mandare una bella email di presentazione all’indirizzo email bepiquiss@bergamotv.it

Un bergamasco a Sanremo: vincerà?

Mod%C3%A0.jpgAnche Bergamo partecipa al festival di Sanremo 2011!

Il direttore d’orchestra Bruno Sartori sarà a Sanremo non per la prima volta, mentre c’è un’esordio assoluto che mette i brividi se si pensa che alla vigilia loro sono dati per favoriti alla vittoria finale (il che non è una gran cosa, diciamocela!).

Stiamo parlando del gruppo pop-rock Modà, saliti alla ribalta negli ultimi mesi con un paio di bellissimi singoli e arrivati alla manifestazione sanremese con i favori degli esperti, pronti a scommettere su di loro dopo aver sentito in anteprima il loro brano, “Arriverà“.

Il bassista dei modà è infatti un bergamasco di Brembilla, Stefano Forcella, entrato a far parte del gruppo dopo aver risposto ad un provino del gruppo quando questi erano alla ricerca di un bassista.

Stefano nella sua vita “passata” è stato operaio e commesso ed oggi fa uno dei mestieri più “sognati” al mondo, quello di suonare in una band di successo come sono i Modà.
Stefano fa parte del gruppo da circa 10 anni e con il gruppo ha vissuto e scalato tutti i passi della cosiddetta gavetta, fino ad arrivare adesso ad uno dei palcoscenici più prestigiosi ed ambiti, quello di Sanremo, checchè se ne dica su giornali e rotocalchi vari.
Sanremo è Sanremo ed il suo appeal, per chi ama fare musica di professione, è sempre altissimo.

Un grosso augurio a Stefano ed ai Modà, non mancheremo di fare il tifo per loro per vedere un pezzo di Bergamo vincente anche a Sanremo.

I Litfiba al Summer Sound festival

litfiba.jpgIl Summer Sound Festival torna anche per questa estate e lo fa direi alla grande, con un concerto assolutamente imperdibile per quelli come me che son cresciuti con il rock italiano di Timoria e Litfiba.

Il gruppo di Piero Pelù e Ghigo Renzulli è tornato a calcare i palchi dopo la riappacificazione tra i 2 leader e il duo promette per questa estate una serie di concerti a tutta adrenalina.

I Litfiba suoneranno al Summer Sound Festival il 31 luglio, chiudendo così la 3 giorni di concerti del festival musicale bergamasco che vedrà avvicendarsi sul palco il principe dell’hip-hop italiano J-Ax nella serata di martedì 27 luglio, mentre giovedì 29 luglio toccherà all’indie rock dei Baustelle.

Ma gli headliners del festival sono i Litfiba, il gruppo che nel ventennio a cavallo degli anni ’80 e ’90 ha dominato la scena rock italiana, regalando ai suoi fans diversi album uno più bello dell’altro, e tanti singoli di grandissimo spessore diventati in poco tempo dei classici della musica italiana.

Il Summer Sound Festival è promosso ed organizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo in collaborazione con Ente Fiera Promoberg, Cipiesse, Zeroeventi e SPM, ed i concerti si terranno tutti presso l’Arena estiva della Fiera di Bergamo.

 

(foto presa da http://www.voilier2000.it/portale/wp-content/uploads/litfiba.jpg)

Irene Grandi in concerto a Brembate Sopra

irenegrandi.jpgHa venduto più di un milione e mezzo di dischi in Italia ma ha cantato e suonato anche in spagnolo, inglese, tedesco, francese, indiano.
Stiamo parlando di una cantante che nel corso della sua carriera ha attraversato il rock, il punk, il jazz, il pop, la musica cantautorale, il blues… stiamo parlando della bravissima Irene Grandi, la cantante fiorentina che il 28 luglio si esibirà a Brembate Sopra.

Un concerto che si annuncia quanto mai interessante visto lo spessore di questa bravissima artista, con la A maiuscola, che da quasi 20 anni ci incanta con canzoni belle, semplici ma immediate, melodiche, con ritornelli quanto mai azzeccati e che fatichi a dimenticare.
Di quelli che quando passano in radio non puoi cambiare stazione, non puoi non cantare.

Irene Grandi porterà i suoi grandi successi in quel di Brembate Sopra, un concerto che personalmente andrò a vedere per riferirvi poi di quanto accaduto.
Successi come Dolcissimo Amore, Bum Bum, In vacanza da una vita, Fuori, Un motivo maledetto, Vai, vai, vai, Che vita è e tantissimi altri ancora, sono davvero tanti i singoli di successo di questa bravissima cantante.

Sarà una serata bella e da ricordare, già me lo prefiguro, vediamo poi se la brava Irene tira fuori dal suo cappello qualche gradita sorpresa, qualche cover, qualche duetto, lei che nella sua carriera ha duettato e collaborato con artisti italiani ed internazionali del calibro di Edoardo Bennato, Ramazzotti, Vasco Rossi, Jovanotti, giusto per citare i più famosi.

Conoscendo la grinta della cantante, il concerto sarà molto tirato, molto rock, ma visti i tanti brani dolci, lenti, non mancheranno nemmeno i momenti da “accendino”, momenti romantici da vivere abbracciati al proprio partner.

Brava Irene e… a presto per un resoconto del concerto!

 

(foto presa da http://www.vanitymusic.it/wp-content/uploads/irene-grandi1.jpg)