Irene Grandi in concerto a Brembate Sopra

irenegrandi.jpgHa venduto più di un milione e mezzo di dischi in Italia ma ha cantato e suonato anche in spagnolo, inglese, tedesco, francese, indiano.
Stiamo parlando di una cantante che nel corso della sua carriera ha attraversato il rock, il punk, il jazz, il pop, la musica cantautorale, il blues… stiamo parlando della bravissima Irene Grandi, la cantante fiorentina che il 28 luglio si esibirà a Brembate Sopra.

Un concerto che si annuncia quanto mai interessante visto lo spessore di questa bravissima artista, con la A maiuscola, che da quasi 20 anni ci incanta con canzoni belle, semplici ma immediate, melodiche, con ritornelli quanto mai azzeccati e che fatichi a dimenticare.
Di quelli che quando passano in radio non puoi cambiare stazione, non puoi non cantare.

Irene Grandi porterà i suoi grandi successi in quel di Brembate Sopra, un concerto che personalmente andrò a vedere per riferirvi poi di quanto accaduto.
Successi come Dolcissimo Amore, Bum Bum, In vacanza da una vita, Fuori, Un motivo maledetto, Vai, vai, vai, Che vita è e tantissimi altri ancora, sono davvero tanti i singoli di successo di questa bravissima cantante.

Sarà una serata bella e da ricordare, già me lo prefiguro, vediamo poi se la brava Irene tira fuori dal suo cappello qualche gradita sorpresa, qualche cover, qualche duetto, lei che nella sua carriera ha duettato e collaborato con artisti italiani ed internazionali del calibro di Edoardo Bennato, Ramazzotti, Vasco Rossi, Jovanotti, giusto per citare i più famosi.

Conoscendo la grinta della cantante, il concerto sarà molto tirato, molto rock, ma visti i tanti brani dolci, lenti, non mancheranno nemmeno i momenti da “accendino”, momenti romantici da vivere abbracciati al proprio partner.

Brava Irene e… a presto per un resoconto del concerto!

 

(foto presa da http://www.vanitymusic.it/wp-content/uploads/irene-grandi1.jpg)

Laura Pausini in concerto a Bergamo

pausini2.jpgA Bergamo questa estate la musica arriva con i grandi nomi: dopo il maestro Ennio Morricone ed il concerto dei Jethro Tull, una numero 1 tra i numeri 1: Laura Pausini!!!

Reduce dalla splendida organizzazione del concertone di San Siro dedicato ai terremotati dell’Abruzzo dove sono accorsi ben 55.000 spettatori, la Pausini atterra a Bergamo col suo tour e domani sera, Giovedi 9 luglio, canterà per la delizia dei suoi tantissimi fans nell’arena estiva della Fiera di Bergamo.

Pare strano ma ci sono ancora un po’ di biglietti invenduti: purtroppo le cattive condizioni atmosferiche di questo periodo credo stiano pesando non poco sulla prevendita dei biglietti, ma son pronto a scommettere che per giovedi anche i rimanenti ticket saranno tutti venduti.

L’idea di utilizzare l’area della Fiera di Bergamo per ospitare dei concerti di musica non è stata male: la zona è nella periferia di Seriate, ad un paio di chilometri dal casello di Bergamo ed è facilmente raggiungibile dalla superstrada.
Inoltre per prevenire il problema dei parcheggi gli organizzatori hanno organizzato un sistema di navette per chi lascerà la macchina nell’ampio parcheggio della Celadina, un parcheggio che finalmente verrà utilizzato a dovere.

L’organizzazione sembra buona, e l’arrivo della Pausini a Bergamo è proprio quel che ci vuole per riportare in auge la buona musica nella nostra città.
Non dimentichiamo che la Pausini è al momento la nostra cantante più famosa all’estero, capace di vendere milioni di copie ogni volta che produce un nuovo disco, e dal vivo è una delle pochissime star della musica italiana capace di riempire uno stadio come San Siro.

Insomma, un concerto assolutamente da non perdere per chi segue con passione la cantante pop emiliana e per chi ama la buona musica italiana.
Un concerto che – giova ripeterlo – tempo permettendo potrebbe diventare il clou dell’estate bergamasca e, perchè no, dare il via all’organizzazione futura di altri concerti di questa portata.

Se andrete al concerto e vorrete condividere con noi le vostre impressioni, vi aspettiamo, l’area dei commenti è tutta per voi!

 

(foto presa da http://media.libero.it/c/img52/fg/15/15339/2009/2/pausini.jpg)