Fiera di Sant’Alessandro

165738_551015_USC_5188_10005011_medium.jpgCon la festa del patrono Sant’Alessandro arriva anche la tradizionale ed amata Fiera di Sant’Alessandro, anche quest’anno ospitata all’interno ed all’esterno dei padiglioni della fiera di Via Lunga, a Seriate.

Numeri da record quelli dell’edizione 2012: ben 196 (133 bergamasche) le imprese del mondo contadino presenti in Fiera da venerdì 31 agosto fino a domenica 2 settembre.

I contenuti sono quelli classici di questa fiera: esposizione di mucche, cavalli, capre, maiali (per la prima volta), di prodotti alimentari tipici, di prodotti legati al mondo del giardinaggio, di attrezzature e mezzi utilizzati nel mondo rurale.

Una delle novità dell’edizione 2012 è la presenza dello stand di Regione Lombardia, fortemente voluto dall’assessore regionale all’Agricoltura Giulio De Capitani.

In programma convegni, workshop, laboratori, concorsi come quello per la miglior carne bovina di filiera bergamasca: una forte attenzione su una realtà che storicamente ha segnato la tradizione di tutti i paesi della bergamasca, un mondo che purtroppo fa sempre più fatica a ritagliarsi un proprio spazio e continuare a vivere in modo decente.

Anche per i bambini non mancheranno le attività, come da tradizione.
Si potrà cavalcare un cavallo grazie ai padiglioni che offriranno questa divertente ed eccitante attività ai più piccoli.

Ulteriori informazioni sul sito ufficiale della manifestazione.
www.fieradisantalessandro.it

Festa di Sant’Alessandro patrono di Bergamo

148519_526167_0911BB47_8_9571643_medium.jpgSabato 25 e domenica 26 grande festa a Bergamo: è la festa del patrono Sant’Alessandro e la città tutta si ferma per festeggiarlo, come da tradizione.

La festa del patrono è per i bergamaschi una festa irrinunciabile, sia per i risvolti religiosi che per quelli “laici”.

Se da un lato l’associata fiera di Sant’Alessandro è infatti da anni l’appuntamento di fine estate per migliaia e migliaia di visitatori, non va dimenticato l’aspetto religioso con i relativi appuntamenti.

Tra i tanti appuntamenti da ricordare non vanno tralasciati sicuramenti quelli della Fiera che si terrà nei giorni di sabato 25 e domenica 26 agosto sul Sentierono di Bergamo con esibizioni di artisti di strada, momenti musicali, esposizione e sfilata di Lambrette d’epoca.

Alle ore 10:00 di Sabato 25 agosto un evento davvero molto bello e romantico, se vogliamo: si tratta del concerto di campane dai campanili della Città di Bergamo.

Il concerto prende il via dalle campane della Torre Civica, prosegue con il coinvolgimento delle campane della Cattedrale, della Basilica di Santa Maria Maggiore (che per l’occasione torneranno a suonare manualmente) e di molti campanili delle chiese di Città Alta come di Città Bassa. A mezzogiorno l’intera Bergamo sarà avvolta dal suono corale di tutti i campanili.
Davvero qualcosa di unico ed irripetibile, complimenti a chi lo organizza!

Alle ore 16.30 nella Sala Papa Giovanni XXIII di Piazza Duomo ci sarà la conferenza  Gli scavi: dall’antica alla nuova Cattedrale.

Il Duomo di Bergamo diventa infatti anche un luogo di interesse archeologico dopo i recenti scavi che hanno portato alla luce vestigia di chiese paleocristiane e altri edifici romani.
Il convegno offre un’occasione speciale per completare la conoscenza e la rivisitazione del tempo di Alessandro, Martire e Patrono della Città.  Alle ore 18.30 vi sarà poi l’inaugurazione del Museo degli Scavi alla presenza del Ministro per i Beni e le Attività Culturali Lorenzo Ornaghi.

Domenica 26 agosto si terrà invece la rievocazione Storica della Passione di Sant’Alessandro Martire, con inizio fissato alle ore 16:30 dal Sagrato della Chiesa di Sant’Alessandro della Croce in Via Pignolo.

In abiti da antico romano, un attore racconta le vicende della vita di Alessandro mentre il Santo, in catene su un carro, circondato da una folla di popolani e patrizi, è scortato da un corteo formato da soldati romani a piedi e a cavallo.

Il corteo si muoverà fino a fermarsi presso i giardini di Piazza Cavour per ascoltare il racconto degli ultimi episodi della vita del Santo.

Alle ore 18.15 nella Chiesa di Sant’Alessandro in Colonna ci sarà la S. Messa celebrata dal Vescovo Mons. Beschi e quindi la Processione Religiosa che si snoderà fino in Città Alta.

Alle ore 21 in Piazza Vecchia la festa finale del patrono con il saluto della autorità cittadine, laiche e religiose.
Conclude la Festa un concerto del Corpo Musicale di Arcene, con la partecipazione della Compagnia teatrale Magico Baule.

Le celebrazioni per la festività di Sant’Alessandro martire

alessandro.jpgSettimana intensa e particolare questa per via della imminente ricorrenza di Sant’Alessandro, il patrono della città di Bergamo.
Le celebrazioni religiose cominciano proprio lunedì 23 agosto con l’apertura del triduo di preparazione alle celebrazioni solenni del santo patrono di Bergamo.

Il clou è per giovedì 26 agosto, giorno in cui si ricorda Sant’Alessandro martire, con la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Bergamo Monsignor Beschi, alla sua prima celebrazione del patrono.

La festa è di carattere puramente religioso e nei 3 giorni del triduo di preparazione si terrà una messa alle ore 18:00 mentre alle 20:30 si terrà la recita dei vespri presieduta dal vescovo di Bergamo.

Sant’Alessandro è un soldato martire che venne decapitato a causa del suo rifiuto di convertirsi alla fede pagana. La leggenda vuole che venne martirizzato nel luogo dove tuttora sorge la colonna all’esterno della basilica di Sant’Alessandro in Colonna, e che il suo corpo venne trasferito in città alta dalla nobile matrona Grata per essere sepolto laddove originariamente sorgeva la basilica a lui dedicata, basilica che venne poi completamente distrutta con la costruzione delle mura venete.

Auguri a tutti gli Alessandro e Alessandra!

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/06/71878_388845_DSCI0034_2_7281367_medium.jpg)

La festa di Sant’Alessandro patrono di Bergamo

ale.jpgMercoledi 26 agosto e’ grande festa per tutta la citta’ di Bergamo: e’ la ricorrenza di Sant’Alessandro, il patrono della citta’ e della diocesi bergamasca.

Sant’Alessandro era un soldato che visse tra il terzo e quarto secolo e fu martirizzato nel luogo dove oggi sorge la colonna di Sant’Alessandro, sul sagrato dell’omonima chiesa in Bergamo citta’.

Come ogni anno per celebrare al meglio la ricorrenza si organizzano diverse attivita’, religiose e laiche.
Nel primo gruppo rientrano tutti gli eventi religiosi organizzati nell’ambito del triduo religioso di preparazione che comincia Domenica 23 agosto con le messe in basilica e l’esposizione delle reliquie di Sant’Alessandro.

Nelle sere del triduo inoltre sono pianificati dei momenti di preghiera tra i quali mi piace ricordare quello della vigilia, alle 21, dedicato in particolare a tutte quelle persone che portano il nome del patrono.

Il momento religioso piu’ importante e’ rappresentato naturalmente dalla Santa Messa solenne che sara’ presieduta dal nuovo vescovo Mons. Beschi, messa che sara’ arricchita dai canti del Coro dell’Immacolata.

Le manifestazioni non religiose invece iniziano la settimana prima della festa, giovedi 20 agosto, e si concentrano sulla sagra dove si potra’ mangiare all’aperto e godere di alcuni momenti particolari tra i quali cito con piacere lo spettacolo di burattini di Pietro Roncelli in programma giovedi 27 agosto alle ore 21, il tradizionale appuntamento con “Notti di luce” il venerdi 28 e lunedi 31 agosto alle ore 21, il concerto del corpo bandistico di Curnasco in programma per sabato 29 agosto alle ore 21.

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2007/01/duomo1_medium.jpg)