Lega nella bufera, i Bossi si dimettono. E adesso?

img_20719_28515.jpgPasqua e Pasquetta piuttosto agitate in casa Lega, a causa del recente scandalo dei fondi del partito che venivano – stando alle accuse – sottratti per scopi personali da parte di Bossi e figli.

L’ennesimo scandalo politico ha toccato questa volta la Lega, proprio quel partito che era nato oltre un ventennio fa come movimento di denuncia degli sprechi e delle ladrate romane.

Roma Ladrona è diventato presto lo slogan dei leghisti e per un ventennio questo moto ha indignato e coalizzate forze di ogni età ed ogni ceto intorno al verde di Bossi & C.
Si è poi arrivati alla decisione di creare un vero e proprio stato indipendente del nord, la famosa Padania, come ultima ratio nei confronti di Roma.

Adesso, colpo di scena, si scopre che le stesse malefatte romane erano prassi comune e ripetuta anche in casa Lega, ma che soprattutto erano messe in opera – sempre stando alle accuse – proprio dai vertici della Lega.

Prima abbiamo assistito alla dimissioni di Bossi, un vero e proprio terremoto politico senza precedenti per la Lega, a Pasquetta sono arrivate anche quelle di Renzo Bossi, il famoso “trota”: il quale le ha motivate dicendo che voleva dare l’esempio.

Vabbè, meglio sorvolare su qualsiasi commento…

Cosa accadrà adesso al movimento leghista è tutto da vedere: Maroni ha già detto che verrà fatta pulizia senza guardare in faccia a nessuno, a Bergamo si riuniranno martedì 10, il giorno dopo Pasquetta, diversi esponenti del partito in arrivo da tutta Italia e c’è da scommettere che ci saranno ulteriori novità ed altrettanto forti scossoni.

La Serata dell’orgoglio leghista insomma potrebbe essere il momento per dimostrare che la vera Lega non è quella emersa nelle ultime ore ma quella della base, quella che si autotassava per… beh, adesso si è scoperto che lo faceva per pagare lauree, macchine e spese varie ai Bossi.

Brutta storia…

Buona Pasqua a tutti!

pasqua6.jpgBuona Pasqua!

Finalmente è arrivata la Pasqua, momento di pausa e di riposo per molti di noi, un momento d’oro per godere un pò di più della vicinanza delle persone a noi più care.

Chi abita lontano dai propri affetti trova nella Pasqua una occasione utile per ricongiungersi a loro, chi vi abita vicino invece ha la chance di sfruttare qualche giorno di pausa dal lavoro per stare insieme e fare qualcosa di diverso con i propri cari.

Già, il lavoro.
Per molti purtroppo questa pausa è una catena ininterrotta da diversi mesi e quindi come può la Pasqua essere vissuta diversamente da tutte le altre domeniche, da tutte le altre settimane?

Colgo l’occasione di questo post per augurare soprattutto a loro una serena Pasqua nella speranza – che deve sempre esserci – che presto arrivi la tanto attesa e tanto reclamata svolta.

Auguri di Buona Pasqua a tutti i lettori e a tutte le lettrici!

foto presa da http://www.oasidelpensiero.it/cards/pasqua6.jpg

Bergomix: i fumetti protagonisti a Bergamo

bergomix_logo.jpgUn week-end all’insegna dei fumetti?

L’idea si può tramutare un realtà grazie a Bergomix, la manifestazione dedicata al mondo dei fumetti che comincia venerdì 22 aprile presso lo Spazio Polaresco in via del Polaresco a Bergamo.

Bergomix apre con la mostra dal titolo “Miti e meraviglie del XXI: i supereroi”, ed è l’occasione buona per approfondire la conoscenza dei tanti supereroi che hanno allietato le giornate della nostra infanzia, adolescenza, giovinezza, e che ancora magari ci accompagnano anche in età adulta.

Alle 21, giusto per restare in tema, è previsto in scaletto il concerto dei Go Kartoon, una band che rende omaggio alle bellissime sigle dei cartoni animati.

Bergomix lancia quest’anno il Bergomix prize, ovvero un premio riservato a 3 categorie che sono:
miglior giovane proposta bergamasca
miglior casa editrice italiana
miglior amico di Bergomix

Bergomix ci catapulta per qualche giorno nel fantastico mondo dei fumetti, una moda che non conosce sosta, tempo ed età.
La manifestazione ha anche un suo blog, sul quale trovare tutte le ultimissime notizie dell’evento
http//:bergomix.blogspot.com

Colgo l’occasione per augurare ai numerosi lettori di questo spazio una serena Pasqua, da viversi in relax e armonia con i propri cari.

 

 

(foto presa dahttp://3.bp.blogspot.com/-5k46nHKTLvs/TZOp7ZGcLuI/AAAAAAAAETk/Kbxq8bVNGao/s1600/bergomix_logo.jpg)

Consigli pasquali con l’Accademia del Gusto

pranzo-pasqua.jpgL’Accademia del Gusto si mette in aiuto di chi a Pasqua non vuole sfigurare tra i fornelli perchè magari ha qualche invitato a casa.

Martedì 5 e 12 aprile è infatti previsto un corso dedicato esclusivamente al menù pasquale, per dare qualche dritta e qualche aiuto a chi pensa di essere in difficoltà per l’occasione o, più semplicemente, vuole approfondire la conoscenza e la pratica con qualche leccornia tipica del pranzo di Pasqua.

A fornire preziosi consigli sarà lo chef Roberto Carcangiu, dalle 20 alle 23 di entrambi i giorni del corso, e le proposte culinarie fanno venire l’acquolina in bocca solo a leggerle: a me attirano i bocconcini di melanzana con crema alla menta e l’orzo alla salsiccia mantecato con

stracchino, rucola e balsamico, ma i piatti previsti sono diversi e tutto non meno gustosi di quelli che ho citato (de gustibus…).

Maggiori informazioni possono essere chieste direttametne all’Accademia del Gusto, il consiglio in questi casi è quello di interessarsi il prima possibile anche perchè… la prima lezione è alle porte, i fornelli si stanno già scaldando!

 

 

(foto presa da http://wondir.it/wp-content/uploads/2011/03/pranzo-pasqua.jpg)

Foppa protagonista in Champions League

foppa.jpgWeek-end pasquale di pallavolo femminile ai massimi livelli quello tenutosi a Cannes, in Francia.
Protagoniste il Cannes, squadra locale, il Fenerbahce Istanbul e le italiane Asystel Novara e la nostra FoppaPedretti.

Sabato si sono giocate le semifinali: il Fenerbahce Istanbul ha sconfitto le padroni di casa per 3-2 mentre le nostre ragazze hanno piegato l’Asystel Novara per 3-1 con parziali di 25-20, 21-25, 25-19, 25-15.
Una vittoria ottenuta tutto sommato senza soffrire troppo e che ha permesso alle nostre ragazze di approdare in finale per difendere contro il Fenerbahce Istanbul il titolo conquistato lo scorso anno.

La finale di Pasqua è diventata l’apoteosi del team bergamasco: vittoria per 3-2 sulle turche è seconda Champions League vinta di fila, la quarta negli ultimi 6 anni, la settima su 8 finali disputate: se questo non è un vero e proprio dominio poco ci manca!

Le ragazze di Micelli hanno dovuto però lottare duramente per avere ragione delle ragazze del Fenerbahce Istanbul: 2 ore e mezza di finale tiratissima, sia sotto l’aspetto fisico che sotto quello agonistico-nervoso.

La Foppa era partita fortissimo vincendo i primi 2 set 25-22 e 25-21, salvo poi subire il ritorno in gare delle turche che hanno vinto i seguenti 2 set per 25-21 e 25-20.
Si va quindi al tie-break dove contano cuore e nervi saldi e qui le nostre ragazze hanno compiuto l’impresa!
Il 15-9 finale suggella la maggior classe e determinazione delle nostre ragazze regalando loro l’ennesimo trionfo europeo, portandole ancor di più nell’olimpo dei team più forti e vincenti di sempre.

Onore a tutte le ragazze che hanno giocato questo torneo regalandoci una Pasqua trionfale: adesso sotto col campionato, prima però lasciamo che si godano meritatamente questo trionfo!

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/10/99044_441527_IMG_9206_8_8133539_medium.jpg)

Il rito del Venerdì Santo a Vertova

vertova.jpgLa settimana Santa è un momento fondamentale nella vita di un credente: si celebrano i riti della Passione, Morte e Resurrezione di Gesù, e in alcune località questi riti sono ricordati con celebrazioni storiche che denotano una grandissima tradizione religiosa e non solo.

A Vertova il clou è il Venerdi Santo con la Deposizione del Cristo: di grandissimo effetto è la processione per le vie del paese con diversi attori in costume, i quali rappresentano personaggi storici del vangelo.

Personalmente vi ho partecipato diverse volte e devo dire che la processione, al di là dell’aspetto religioso, è di grande impatto emotivo.

Una persona procede portando la statua del Cristo Crocifisso in spalla per le vie del paese, a piedi scalzi e col viso incappucciato.
L’identità di questa persona è nota solo al parroco del paese e tradizione vuole che questa persona chieda di compiere questo atto di penitenza per espiare una colpa, o per vivere ancor più da vicino la passione di Gesù Cristo.

La processione e la deposizione della statua del Cristo è una tradizione secolare e maggior valore assume il fatto che la statua di Cristo sia opera di un grande artista, Andrea Fantoni, il quale realizzo questo capolavoro agli inizi del 1700.

Ogni anno la processione richiama una grande folla proveniente da tutta la provincia bergamasca e questo da ancora maggiore risalto al rito del Venerdì Santo.
Il consiglio è quello di parteciparvi almeno una volta, vi assicuro che al di là dei propri convincimenti religiosi l’impatto ed il coinvolgimento emotivo di questo rito sono molto forti, e non lasciano indifferenti.

Chiudo augurando a tutti i lettori una Buona Pasqua!

 

(foto presa da http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/125616_in_duomo_a_gromo_e_vertova_i_riti_e_le_liturgie_della_pasqua/)