Nuova FoppaPedretti, capolista e calendario benefico

playoff-volley-femminile.jpegLa conclusione della passata stagione aveva segnato indelebilmente la storia della nostra amatissima squadra di pallavolo femminile, la mitica FoppaPedretti.

Per questioni di bilancio la dirigenza aveva deciso di lasciar partire alcune componenti storiche dello squadrone che per un decennio ha macinato vittorie e conquistato trofei in lungo e in largo sia in Italia che in Europa, per ripartire con una squadra nuova composta da giocatrici giovani e non ancora affermate.

Se ne era andata anche una bandiera come la grande Francesca Piccinini, la quale aveva salutato la squadra e la città con un toccante messaggio d’addio, segno del suo grande amore ed attaccamente alla maglia ma anche alla città ed ai bergamaschi.

Squadra nuova, si pensava, richiederà del tempo, magari anche anni, per poter tornare competitiva come negli anni scorsi.

Le prime partite sembravano in effetti aver delineato questa strada ma i risultati dell’ultimo mese hanno invece cambiato radicalmente le prospettive della squadra bergamasca.
La vittoria di sabato scorso contro la Kgs Pesaro, nella sesta giornata di Campionato di venerdì sera, è solo l’ultimo dei successi a ripetizione che la Foppa è riuscita a conquistare – meritatamente – in questa nuova stagione.

In avanti c’è adesso il martello Diouf alternata quando serve con la Brown, ma menzione meritano anche la bravissima Di Iulio e la regista Weiss.
Un gruppo di ragazze che hanno cominciato come meglio non si poteva sperare questa nuova stagione che al momento le vede prima in classifica con ben 13 punti.

Un ulteriore plauso le ragazze lo meritano per via del loro calendario benefico, giunto quest’anno alla sua ottava edizione, ispirato questa volta ai cartoni animati.

Il calendario delle ragazze animate della Foppapedretti verrà distrubuito al palazzetto a partire dalla partita contro Modena di domenica 2 dicembre, con offerta libera.
Il ricavato verrà devoluto all’Associazione Aiuto al Neonato degli Ospedali Riuniti di Bergamo, che dal 1996 sostiene con aiuti morali, materiali e psicologici le famiglie dei neonati ricoverati.

Sono 200 mila gli euro raccolti nelle scorse 7 edizioni, auguriamoci che anche questa ottava edizione si “faccia valere” e dimostri il grande cuore di noi bergamaschi.

FoppaPedretti e palazzetto: ancora problemi

Norda%20Foppapedretti%20Bergamo%2026%20marzo.JPGSu questo blog ho già scritto in più riprese dei successi strepitosi della nostra FoppaPedretti, la meravigliosa squadra di pallavolo femminile che da 2 decenni a questa parte miete successi a ripetizione sui campi nazionali ed internazionali.

Ultimo successo in ordine cronologico quello contro Villa Cortese che è valso alle rossoblu la Supercoppa italiana, una vittoria emozionante, sofferta, bellissima.

Purtroppo però tutti questi successi non sono stati finora sufficienti alla FoppaPedretti ed a noi bergamaschi per ottenere – finalmente – la realizzazione di un palazzetto dello sport che si possa definire tale: moderno, confortevole, comodo da raggiungere e bello da vivere.

Ultima disputa in ordine temporale è quella relativa a 200 posti che potevano valere l’addio della squadra rossoblù verso i lidi bresciani del PalaGeorge di Montichiari, dove giocare i playoff.
Ma ve la immaginate l’Atalanta che emigra a Brescia per giocare le proprie partite di campionato???

Purtroppo la situazione generale relativa alla costruzione del nuovo palazzetto è cronica poichè dura da diversi anni e sembra essere diventata una questione di principio sulla quale le parti in causa – Comune di Bergamo e la società rossoblù – non riescono a trovare un accordo.

A rimetterci alla fine sono soprattutto i tantissimi amanti di questo bellissimo sport e tifosi di questa strepitosa squadra di ragazze che offrono ad ogni partita prestazioni sportive ed agonistiche di livelli eccelsi.

Come è possibile che non si riesca a reperire le risorse, ad individuare un area ed a realizzare un progetto tanto richiesto e tanto attesa che andrebbe a motivare ancor più l’intero movimento pallavolistico bergamasco?
Ma ve lo immaginate che bello sarebbe vedere tante famiglie recarsi ad assistere alle partite della Foppa in una struttura moderna e funzionale che permetta non solo di partecipare alle gare delle atlete rossoblù ma magari anche di trascorrere l’intera giornata visitanto il museo della Foppa dove sono visibili i tanti troferi conquistati, acquistare dei gadgets e pranzare in un ristorante marchiato “Foppa”, magari a poca distanza dalle ragazze della Foppa?

Un sogno ad occhi aperti, lo so, e purtroppo mi devo risvegliare perchè fino a pochi giorni fa eravamo ancora ancorati su 200 posti a sedere da costruirsi in tempi ristretti nell’attuale palazzetto pena la perdita dei playoff.

Una situazione pazzesca e poco stimolante per un pubblico, quello bergamasco, e per una squadra ed una società, la Foppapedretti, che meriterebbero ben altri palcoscenici.
Come quello di Montichiari…

Week-end di Judo di alto livello a Bergamo

yokosankaku.gifQuanti di voi conoscono il Sankaku?
Sapete cos’è?

Nel week-end di sabato 5 e domenica 6 novembre il torneo internazionale Sankaku di judo animerà il vecchio PalaNorda di Bergamo: infatti ben 18 nazioni provenienti da diversi continenti si sfideranno in un torneo internazionale di altissimo livello e di grande valenza.

Gli atleti iscritti sono più di 1100, di cui quasi 1000 italiani, il che da solo una idea di quale importanza abbia questo torneo e quanti atleti di livello internazionale abbia attratto la nostra città.

Uno sforzo organizzativo e logistico non indifferente per la nostra città e per gli organizzatori del Sankaku, soprattutto una vetrina importante per la nostra città per sport da tanti definiti “minori” come questo ma nella sostanza primari, di grandissimo valore atletico, tecnico ed agonistico.

Una bella prova anche per il nostro tante volte vituperato PalaNorda, perchè accogliere così tanti atleti con le persone al loro seguito è un banco di prova non indifferente.

Sicuramente una bella occasione per avvicinare tanta gente, soprattutto i bambini, alle arti marziali, a quella “disciplina” che oggi sembra diventata – purtroppo – una parola fuori moda.

La FoppaPedretti parte col piede giusto

nobiltarossoblu-300x200.jpgLa stagione della mitica Foppapedretti è cominciato così come s’era conclusa qualche mese addietro: vincendo!

2 partite e 2 vittorie, testa provvisoria della classifica e soprattutto una certezza: le ragazze della Foppa hanno ancora fame, nonostante i successi della scorsa stagione e degli ultimi, fantastici anni.

Un gruppo vincente che agli ordini di mr Mazzanti continua a giocare ad alti livelli senza pause, dando sempre l’impressione di avere qualcosa in più delle avversarie e, quando questo qualcosa sembra non esserci, ecco entrare in ballo l’orgolio e la classe delle tantissime campionesse che giocano in squadra, su tutte quelle che hanno costruito il ciclo vincente di questi ultimi anni.

L’unico “neo”, se così lo si può chiamare, non dipende direttamente dalle ragazze rossoblu, ed è il palazzetto nel quale anche quest’anno si trovano “costrette” ad esibirsi.
Su questo blog ho diverse volte sostenuto che le ragazze della Foppapedretti si meritino un palazzetto dello sport alla loro altezza, ovvero moderno e funzionale, e con loro se lo meritano i bergamaschi ed i tantissimi tifosi ed appassionati di questo bellissimo sport.

Sembra che finalmente qualcosa si stia muovendo tant’è che nelle prossimi settimane ci si aspetta la presentazione di un progetto per il nuovo palazzetto dello sport, assieme a quello del nuovo stadio di calcio.

Se lo meritano le campionesse rossoblu ma se lo meritano tutti i tifosi, nella speranza che i successi continuino ad arrivare anche nel nuovo impianto. Forse, quella dei successi ad oggi è l’unica, vera certezza!

La Foppapedretti emigra a Montichiari?

palazzetto_medium.jpgLa squadra femminile di pallavolo della Foppapedretti lascia Bergamo per andare a giocare a Montichiari?
La notizia ha fatto scalpore nel caldo week-end scorso, quando è trapelata sui mezzi di informazioni cittadini e nazionali portando un pò di sconquasso e di meraviglia tra i tanti appassionati di pallavolo bergamaschi.

Meraviglia fino ad un certo punto, perchè chi è stato al Palazzetto di Bergamo per assistere ad una gara delle nostre campionesse si sarà reso conto da solo di quale è la situazione della struttura cittadina dove giocano le atlete della Foppa.

Già in passato si era parlato più volte della possibilità di costruire un nuovo palazzetto ma, come si può ben vedere, nulla è stato portato a termine. Le parole sono rimaste parole, le buone intenzioni sono rimaste tali, e le ragazze della Foppa sono costrette a giocare le loro gare nazionale ed internazionali in una struttura che ha fatto la sua parte oramai da tanto, troppo tempo.

Ecco allora la provocazione più che lecita e più che logica di spostarsi in un altro palazzetto: Bergamo non vuole fornirsi di una struttura più moderna, sicura e funzionale alle esigenze della Foppapedretti (ma non solo)?
Allora ecco che la Foppapedretti cerca lei nei paraggi un palazzetto che sia più consono alle sue aspettative. Ed a quelle dei suoi tanti fedeli tifosi.

Montichiari in effetti è dotata di un bellissimo palazzetto e la Foppa si troverebbe a giocare su di un campo prestigioso e abituato a squadre di ottimo livello, ed inoltre la distanza da Bergamo non è nemmeno eccessivo.

Naturalmente da tifoso della Foppa e da bergamasco mi aspetto che questa resti una provocazione mirata a scuotere le acque e le intenzioni di chi può evitare che questo esodo si compia sul serio.

Bergamo si merita la Foppa, e la Foppa deve rimanere assolutamente a Bergamo: è un legame indissolubile ed inscindibile che non può e non deve essere messo in dubbio dalla questione palazzetto dello sport.
Che finalmente chi di dovere trasformi in realtà tutti i progetti finora rimasti irrealizzati, perchè se lo merita la Foppa ma soprattutto se lo meritano i bergamaschi.

 

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2006/10/palazzetto_medium.jpg)