FoppaPedretti Volley Bergamo: è SCUDETTO!!!

La secca sconfitta per 3-0 subita al palazzetto di Bergamo in gara 4 sembrava il preludio al successo di Villa Cortese nella finale scudetto contro le nostre ragazze della FoppaPedretti Volley Bergamo.

Gara 5 era in programma lunedì 6 giugno al Forum di Assago, quindi in trasferta, e alla vigilia le speranze di acciuffare lo scudetto grazie ad una impresa si mescolavano al timore dettato dall’occasione buttata in gara 4, nonchè alla rimonta subita in gara 2.

Ebbene, le splendide ragazze di mister Mazzanti (il tecnico più giovane a vincere uno scudetto a soli 34 anni d’età) hanno giocato nell’ultima partita della serie scudetto quella che si è soliti definire una gara praticamente perfetta.

nobiltarossoblu-300x200.jpgPartite maluccio nel primo set, perso per 25-19, le ragazze della Foppa si sono poi rincuorate giocando 3 set di altissimo livello, quelli che hanno permesso di arrivare alla vittoria di gara 5 che è valsa l’ottavo tricolore nella bacheca della FoppaPedretti.

Uno scudetto attesa da ben 5 anni ed arrivato in una stagione partita sottotraccia e rivelatasi invece stupenda, se si pensa che la squadra ha anche raggiunto la finale di Coppa Italia (poi persa proprio contro Villa Cortese).

Un plauso ed un ringraziamento a tutto il gruppo, partendo dalle ragazze per passare al mister e a tutta la dirigenza, perchè quando si raggiungono risultati così prestigiosi per diversi anni significa che la struttura societaria che è alle spalle delle ragazze che scendono in campo è di primissimo piano, composta da gente che di volley ne capisce e che sa gestire al meglio ogni situazione, dentro e fuori dal campo.

Una vittoria del gruppo quindi, una vittoria ancor più bella perchè arrivata quando tutto sembrava ormai compromesso, segno che le ragazze non mollano mai, come è nel DNA del vero bergamasco! 🙂

Largo ai festeggiamenti adesso, sperando che anche la Foppa abbia gli stessi onori che pochi giorni fa sono stati riservati ai giocatori dell’Atalanta, perchè se lo meritano e perchè se lo merita questo sport tanto bello quanto poco seguito dai mass-media.

Ultimo pensiero al Palazzetto dello Sport: una squadra di livello come la FoppaPedretti si merita un palazzetto di tutto rispetto, che non è sicuramente quello dove è costretta a giocare oggi.

Venerdì 28 maggio i funerali della piccola Yara

yara-gambirasio-lettera-anonima.jpgAdesso è ufficiale: sabato 28 maggio si terranno i funerali della povera Yara Gambirasio, la ragazzina scomparsa una sera di novembre dello scorso anno e ritrovata morta a fine febbraio 2011.

I funerali si terranno all’interno del palazzetto dello sport di Brembate Sopra, il suo paese, e saranno celebrati dal vescovo di Bergamo Mons. Francesco Beschi, con inizio alle ore 11:00.

Anche in questa occasione la famiglia chiede ai mass-media il massimo riserbo ed il massimo rispetto per il loro dolore: proprio questo aspetto del vivere il proprio dolore in silenzio all’interno della propria famiglia, lontani dal clamore dei mass-media, rivela a mio modo di vedere il grande spessore morale del papà e della mamma di Yara.

Non hanno mai cercato il microfono per fare dichiarazioni a mezzo stampa, per apparire, per urlare il loro dolore, la loro frustrazione per questa figlia scomparsa prima nel nulla e poi trovata cadavere.

Hanno sempre vissuto la loro tragedia in silenzio, in privato, chiedendo (e raramente ottenendo) che i mass-media avessero rispetto per la loro privacy.
Una grandissima lezione la loro, in un periodo come questo dove tutto diventa un “grande fratello”, dove soprattutto il dolore deve essere reso pubblico perchè “fa audience”.

Capita spesso di apprendere una notizia tragica al TG e all’interno dello stesso servizio vedere i genitori o i figli della vittima essere intervistati per rendere pubblico il proprio dolore… una “moda” che personalmente non condivido perchè prima di tutto non necessaria (a chi interessa “scoprire” che una madre è triste perchè è morto il figlio? Non è forse già facilmente immaginabile un dolore simile?) e secondariamente perchè poco educativa (passa il messaggio che tutto è pubblico, e così invece non è).

Ora non resta che attendere che anche la giustizia arrivi ad una conclusione e che il colpevole – o i colpevoli – di questo efferato delitto siano arrestati e condannati com’è giusto che sia.

Sabato tutta Bergamo – forse è più appropriato dire tutta l’Italia – piangerà per Yara, un angelo strappato ai suoi affetti troppo presto da una mano violenta ed assassina.

Buone notizie per il Palazzetto dello Sport

palazzetto_medium1.jpgSembra che finalmente qualcosa si stia muovendo: in passato già in un paio di occasione avevamo trattato l’annoso tema del palazzetto dello Sport oramai vetusto e obsoleto per le partite della Foppapedretti femminile.

Il presidente della Foppa aveva anche seriamente minacciato di trasferire la squadra a giocare in quel di Montichiari, dove c’è un palazzetto dello sport degno di quel nome.

Minacce che sembrano aver lasciato il segno e fatto finalmente smuovere qualcosa perchè l’assessore ai Lavori pubblici Alessio Saltarelli ha presentato un progetto dal costo di circa 1 milione di euro per sistemare a dovere il palazzetto di via Battisti.

A tendere, nel giro di 2 o 3 anni, la Foppa avrà sicuramente un nuovo palazzetto dello Sport, nel frattempo quello esistente verrà ristrutturato e reso più vivibile alle migliaia di appassionati che seguono la squadra femminile di pallavolo della nostra città.

Una notizia sicuramente positiva, un plauso a chi sta lavorando sul progetto così come mandiamo un incoraggiamento alla Foppa che in questi giorni è impegnata nelle partite di play-off per lo scudetto.
Speriamo che a questa buona notizia del palazzetto se ne affianchi presto un altra di carattere meramente sportivo…

 

 

(foto presa da http://www.vivovolley.net/wp-content/uploads/2011/04/palazzetto_medium1.jpg)

Nuovo stadio e nuovo palazzetto a Bergamo: sogno o realtà?

222532_637065_Senza_tito_11503994_medium.jpgQuando ho visto le immagini – realizzate al computer – del progetto del nuovo stadio di Bergamo, mi è scappata una esclamazione di meravigliato stupore!
Ma che bella la nuova struttura, uno stadio di grandissimo impatto visivo in cui sicuramente sarà piacevole giocarci ma soprattutto andarci per vedere la propria squadra all’opera.

Il progetto del nuovo, sospirato stadio di Bergamo è stato presentato a Palazzo Frizzoni nei giorni scorsi dal presidentissimo dell’Atalanta, l’imprenditore Antonio Percassi, il quale ha tolto i veli al progetto di uno stadio da circa 25.000 posti costruito all’inglese, termine che va sempre di moda e che fa sempre effetto (come se solo gli inglesi sapessero costruire stadi belli…).

L’area dello stadio sarebbe quella di Grumello del Piano, e sembra che l’idea di Palazzo Frizzoni sia quella di associare allo stadio anche un nuovo Palazzetto dello Sport, anche questo atteso da tanti, troppi anni.
L’eventuale realizzazione di queste 2 opere sarebbe davvero un grandissimo doppio colpo per la nostra città e per i nostri sportivi: sia l’attuale stadio di Bergamo che l’attuale palazzetto dello sport necessitano di urgente pensionamento, avendo già dato e dato in abbondanza, si può tranquillamente dire.

La speranza è che questa volta sia realmente quella buona e che la volontà di Percassi e di Bonetti riesca finalmente a portare i frutti sperati, ed in tempi ragionevoli.

Le prime immagini lasciano a fiato sospeso per la bellezza dell’infrastruttura sportiva e fanno ben sperare.
Dopo il nuovo Ospedale, un nuovo stadio ed un nuovo palazzetto sarebbero una bella sventagliata di novità in casa bergamasca: attendiamo impazienti ulteriori positivi sviluppi, che non esiteremo a comunicarvi.

 

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2011/04/222532_637065_Senza_tito_11503994_medium.jpg)