La montagna protagonista all’Orobie Film Festival

Tramonto-sulle-Alpi-Orobie-da-Mortirolo-Photo-foto-Beno-waltellina.com_.jpgCominciato sabato 19 gennaio, si protrarrà per tutta la settimana fino alla sua conclusione fissata per sabato 26 gennaio 2013 la settima edizione di Orobie Film Festival, il festival internazionale del documentario di montagna e del film a soggetto.

La location che ospita il festival cinematografico è quella del Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo e l’organizzazione del festival è stato curato dall’Associazione Culturale Montagna Italia.

In queste 8 serata di film tutto ruota attorna alla montagna ed ai suoi frequentatori: si vedranno film e filmati relativi alle montagne ed ai suoi protagonisti, ci saranno incontri e dibattiti con al centro sempre lei, la montagna con il suo splendido habitat ed i meravigliosi paesaggi che la caratterizzano.

Si parla quindi di alpinismo ma anche di storia della montagna e degli usi e costumi che la caratterizzano in diverse località, al festival sono inoltre collegati 2 concorsi, uno cinematografico ed uno fotografico.

I film in programma arrivano praticamente da ogni angolo del pianeta: oltre che dall’Italia e dall’Europa, sono in programmazione proiezioni cinematografiche di lavori realizzati in Asia come in Africa, nell’Europa del Nord e del centro.

Interessante anche il fatto che gli organizzatori abbiano mantenuto la formula dell’ingresso gratuito, sicuramente utile per attirare visitatori e stimolare interesse nel pubblico.

Intitolazione del rifugio Mario Merelli al Coca

Mario%20Merelli_profilo_senza%20scritte_GIUSTO.jpgE’ l’ultimo rifugio nel quale aveva dormito, prima di intraprendere la sua ultima, sfortunate escursione alla Punta di Scais in compagnia dell’ex presidente del CAI di Bergamo e suo grande amico Paolo Valoti.

E a lui verrà intitolato diventando così rifugio Mario Merelli al Coca 1981m.

Il giorno 30 settembre si celebrerà la cerimonia di intitolazione con l’inaugurazione della targa a lui intitolata.
Sarà una cerimonia semplice come semplice era il Merelli e come semplice è la montagna e la gente che ci vive e la frequenta.

La cerimonia si terrà alle ore 11, mezzora più tardi la celebrazione della Santa Messa e alle 12:30 il pranzo al rifugio, nella cornice unica di uno dei rifugi più belli e suggestivi delle intere Orobie.

La proposta avanzata da un gruppo di amici di intitolare a lui un rifugio delle Orobie non ha faticato ad essere accettata e votata dal CAI di Bergamo.
Troppo grande il ricordo e l’amore per la montagna che il buon Merelli aveva lasciato impresso nel cuore dei tanti fortunati che l’avevano conosciuto, un esempio per tantissimi giovani – e non – del giorno d’oggi che andava valorizzato e non disperso.

Salire la prossima volta al rifugio Mario Merelli al Coca sarà sicuramente una nuova salita, una nuova escursione, un nuovo esordio, nel ricordo di una persona che tanto bene ha fatto per la montagna, in particolare per le sue montagne bergamasche.

La buona cucina sale in vetta, mangiar bene nei rifugi delle Orobie

235982_654281_rifugi_e_s_11785628_medium.jpgL’iniziativa   La buona cucina sale in vetta   vede protagonisti diversi rifugi delle nostre bellissime montagne con appuntamenti che mirano a valorizzare e far conoscere le tante ed ottime tipicità alimentari della tradizione gastronomica bergamasca.

L’iniziativa è in corso già da qualche settimana e continua anche nei mesi di agosto e settembre.
Ogni sabato nei rifugi delle Orobie aderenti all’iniziativa sarà possibile scoprire i sapori e le tradizioni della nostra stupenda gastronomia bergamasca.
E farlo in montagna assume un gusto unico, particolare, proprio perchè spesso i prodotti da degustare arrivano proprio da lì, dalla montagna.
Potersi sedere a tavola ed assaporare un ottimo piatto dopo aver scarpinato per sentieri e boschi… beh, da una soddisfazione tutta particolare!

Il menù di queste prelibate cene è composto da antipasti, primi, secondi, dolce, caffè e un quarto di vino a € 25. Chi vuole può anche prenotare il pernottamente al rifugio, con un costo aggiuntivo.

Di seguito il programma dei prossimi appuntamenti di La buona cucina sale in vetta:

18 AGOSTO
RIFUGIO TAGLIAFERRI

25 AGOSTO
RIFUGIO BARBELLINO
RIFUGIO CALVI

1 SETTEMBRE
RIFUGIO GRASSI
RIFUGIO LAGHI GEMELLI

8 SETTEMBRE
BAITA CARDETO
RIFUGIO VALLE DEL DRAGO

Storie di acqua con Lungo le sponde del mio torrente

drago-3.jpgE’ cominciata sabato scorso 28 luglio l’evento promosso da Pandemonium Teatro e dalla Fondazione della Comunità bergamasca  Lungo le sponde del mio torrente – Il drago scende al fiume – Storie e musiche d’acqua, una bella iniziativa che ha come comun denominatore il fatto che si svolgerà interamente lungo le sponde dei fiumi Brembo e Adda.

Lungo le sponde del mio torrente rappresenta idealmente il proseguo dell’iniziativa dello scorso anno che si sviluppò lungo i sentieri delle Orobie  In vetta con il Drago: anche in quel caso si trattava di tappe durante le quali venivano riportati alla memoria alcuni racconti della tradizione rurale e montanar bergamasca.

Lo stesso obiettivo se lo pone  Lungo le sponde del mio torrente  ma questa volta cambia la location, che dalle montagne si trasferisce lungo le sponde dei 2 fiumi.

La rassegna è partita come dicevamo lo scorso sabato 28 luglio dal famoso Mulino di Baresi, a Roncobello, per proseguire il giorno successivo in quel di Camerata Cornello e quindi prosegue oggi lunedì 30 luglio a Villa d’Adda, martedì 31 a Bottanuco, mercoledì 1 agosto a Suisio, quindi venerdì 3 agosto si scende a Crespi d’Adda per spostarsi poi il giorno successivo a Fara Gera d’Adda e chiudere domenica 5 agosto a Brembate.

Una rassegna notevole, dal grande significato morale perchè mette in mostra la lunga storia dell’uomo nel suo rapporto coi corsi d’acqua, che hanno da sempre significato per lui Vita e prosperità, ma anche fatica e tante tragedie.

L’accesso a tutti gli eventi è completamente gratuito, ulteriori dettagli sugli spettacoli sono reperibili a questo link.

CamminaOrobie: in cammino verso 13 rifugi

laghigemelli66.jpgVi piace camminare in montagna?
Allora l’evento imperdibile è quello di domenica 8 luglio, quando si terrà la CamminaOrobie.

Si tratta di una camminata “comune” verso 13 rifugi orobici che si tiene in occasione del X anniversario dell’anno internazionale delle montagne (2002-2012).

Tanti appassionati della montagna in quella data si incammineranno avendo come meta uno dei 13 rifugi partecipanti a questo bellissimo e suggestivo progetto.
Una catena virtualmente unita lungo l’arco delle nostre bellissime prealpi orobiche, a formare un anello che unisce migliaia di appassionati.

Questi i rifugi che aderiscono all’iniziativa: Benigni, Gherardi, Fratelli Longo, Alpe Corte, Laghi Gemelli, Fratelli Calvi, Baroni, Coca, Curò, Albani, Rino Olmo, Tagliaferri e Magnolini.

Il programma di massima prevede che in ciascuno dei rifugi aderenti a CamminaOrobie la cerimonia celebrativa si tenga alle 11:30, momento in cui tutti e 13 i rifugi saranno formeranno virtualmente un unico rifugio, un’unica piazza che raccoglierà tutti i partecipanti.

CamminaOrobie è una iniziativa patrocinata dal Consiglio Regionale della Lombardia.

Le 5 aperture estive delle Cascate del Serio

1645297-1_FOTO-1.jpgAmanti delle montagne e degli spettacoli annessi e connessi preparate gli zaini e segnatevi le date: sono state rese pubbliche infatti le date nelle quali verranno aperte le splendide Cascate del Serio.

5 gli appuntamenti di cui 4 mattutini ed uno serale, unico nel suo genere e di un fascino tutto particolare:

24 giugno    11:00 – 11:30
21 luglio     21:30 – 22:00
19 agosto     11:00 – 11:30
16 settembre     11:00 – 11:30
7 ottobre     11:00 – 11:30

Come tutti gli appassionati sonno, quelle del fiume Serio sono le cascate col salto più alto d’Italia e le seconde in Europa, grazie ai suoi 315 metri di triplice salto.

L’acqua che fuoriesce dal lago del Barbellino va poi ad insinuarsi nel suo letto naturale che porta l’acqua fino all’abitato di Valbondione e poi giù, lungo il percorso della Val Seriana fino alla pianura.

Uno spettacolo che ogni anno attira migliaia di turisti da tutta la Lombardia, grandi e bambini, famiglie e gruppi di ragazzi.

Anni fa i ragazzi erano soliti campeggiare in zona Maslana, adesso – fortunatamente – vige il divieto di campeggio visti i danni e lo sporco che veniva lasciato dai tanti campeggiatori che in quella zona piantavano le loro tende.

Montagne Magiche, appuntamento sugli sci per bambini e famiglie

vacanze-montagna-austria.jpgUltimo appuntamento questo week-end per Montagne Magiche, la manifestazione dedicata a famiglie e bambini che ha avuto come scenario le nostre splendire Orobie.

Montagne Magiche ha avuto il patrocinio di Rai Yo Yo ed è stata fortemente voluta dall’assessorato al Turismo della Provincia di Bergamo.

Ma di cosa si tratta esattamente?

Montagne Magiche è partita il 15 gennaio scorso e andrà a concludersi proprio il 26 febbraio dopo aver toccato alcune località bellissime delle nostre montagne.
E’ una iniziativa culturale pensata per i bambini ed i loro genitori con spettacoli, laboratori, ricca animazione in alcuni dei luoghi più belli e pittoreschi delle valli orobiche.

Dopo Presolana, Colere, Valtorta, Foppolo, Lizzola tocca adesso agli splendidi Spiazzi di Gromo chiudere in bellezza lo scenario di questa manifestazione alla sua prima edizione.

Giochi, spettacoli ed animazione sono state gestite da Ray Yo Yo in collaborazione con il bravo ed inossidabile Oreste Castagna, andando a coinvolgere i presenti in attivà ludiche e non solo su temi inerenti alla montagna.

Spazio anche allo sport, in questo caso non poteva che essere lo sci, perchè di fondo vi è la volontà di promuovere la conoscenza e la riscoperta di luoghi montani dove praticare uno sport bellissimo in sicurezza e con tanta passione e divertimento.

Una esperienza che magari vedremo ripetuta il prossimo anno, per la gioia di bambini e dei loro genitori.

Orobie Skyraid: nuova formula, stesso fascino

orobie-skyraid.jpgDomenica 17 luglio arriva immancabile l’appuntamento con Orobie Skyraid, la corsa amata degli skyrunner professionisti e amatoriali che si tiene nella bellissima cornice delle orobie bergamasche.

Quest’anno la grande novità di Orobie Skyraid – giunta alla sua quinta edizione – è l’addio alla staffetta.
Il percorso non sarà più suddiviso tra 3 compagni di squadra ma diventerà bensì individuale, questo per venire incontri a quegli skyrunner che non riuscivano a comporre una squadra e dovevano così rinunciare alla gara.

Il percorso è stato quindi modificato di conseguenza e non sarà più basato sugli 84 km circa delle scorse edizioni ma si presenta come un giro attorno alla Presolana, un percorso di circa 25 km in alta quota che sarà comunque all’altezza delle aspettative dei moltissimi skyrunner che parteciperanno a Orobie Skyraid.

Un peccato che la corsa a staffetta sia stata abbandonata: la montagna ispira in maniera spontanea lo spirito di gruppo, la collaborazione, e la corsa in staffetta rappresentava al meglio questi valori universali.
Sicuramente non mancherà lo spettacolo anche nella nuova versione di Orobie Skyraid, da amante della montagna mi viene spontaneo questo rammarico.

Orobie Beer Festival: birra artigianale di qualità

festa-Birra.jpgEstate è sinonimo di vita all’aperto, di sole, caldo, mare e… serate in compagnia accompagnate da una buona birra.

Va quindi segnalata la seconda edizione dell’Orobie Beer Festival che si terrà a Nembro dall’1 al 3 luglio.

Protagoniste una trentina di birre artigianali di altissima qualità, perchè in festival come questi è doveroso uscire dagli schemi classici delle birre commerciali ed ampliare i propri orizzonti – ed i propri gusti – assaggiando birre prodotte da micro-birrifici che sono sì lontani dalla grande distribuzione ma che, gli intenditori lo sanno bene, propongono spesso delle ottime birre, frutto di ricerche e gusti personali molto originali.

L’appuntamento del primo week-end di luglio è uno di quelli da non perdere per gli amanti della bevanda ambrata, le 3 giornate si terranno nei locali dell’ex Cupola, adesso The Dome, in Via Case Sparse Europa 15 a Nembro.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito ufficiale della manifestazione.

 

 

(foto presa da http://www.eventiintoscana.it/wp-content/uploads/2009/06/festa-Birra.jpg)

Andar per stambecchi apre Parco Vivo 2011

bg01.jpgEstate tempo di vita all’aria aperta, di serate più luminose e più lunghe, di voglia di fare sport e vivere le bellezze naturali della nostra provincia, tra le quali sicuramente la montagna gioca un ruolo di protagonista di primissimo piano.

Sabato 21 maggio comincia Parco Vivo 2011, la kermesse ricchissima di eventi ed appuntamenti di grandissimo rilievo ed interesse organizzata dal Parco delle Orobie Bergamasche.

L’obiettivo è quello di far conoscere ai bergamaschi, ma non solo a loro, le tantissime bellezze naturali di cui il nostro territorio è ricco, nonchè le tradizioni e le sagre più rilevanti del nostro territorio montano.

Protagoniste le 2 valli principali della nostra provincia, ovvero (non ne abbiano a male gli abitanti delle altre valli) la Val Seriana e la Val Brembana

Si comincia con Andar per stambecchi, una visita guidata che partirà dalla Maslana, la bellissima località di Valbondione, e che porterà i partecipanti alla scoperta – o riscoperta – delle miniere abbandonate della zone e dell’orrido del Goi del Cà.

Il ritrovo è per le ore 09:00 di sabato 21 maggio a Valbondione ed il rientro è previsto nel primo pomeriggio.

Questa è però solo la prima delle tante iniziative: a luglio, il giorno 16, sarà il giorno delle famose cascate del Serio in notturna, uno spettacolo che ha pochi eguali in tutto il mondo.
La serata tra l’altro sarà arricchita da una camminata tra i gusti enogastronomici della zona.

Il 6 agosto invece ci si sposterà alla famigerata Diga del Gleno, dove quasi 100 fa morirono migliaia di persone dopo il crollo della Diga.

L’occasione sarà lo spettacolo “Gleno, 1 dicembre 1923“, presentato dal giornalista Turelli.

A settembre è tempo di funghi: dal 3 all’11 settembre in diverse località dell’alta Val Brembana si terrà la sagra del fungo denominata Fungolandia, mentre dal 17 al 28 settembre A Rovetta si celebrerà la patata con l’omonima sagra.

Un programma come vedete ricchissimo, quindi… prendete nota e segnatevi le date in calendario!

Se qualcosa vi sfuggisse potete sempre consultare il sito del Parco delle Orobie www.parcorobie.it