Mercatino di Via Loj a Monasterolo: spettacoli, divertimento e solidarietà

Cecilia.pngConsigliare un evento per il giorno di ferragosto è davvero impresa ardua considerata l’enorme mole di appuntamenti presenti a Bergamo città e nei paesi della provincia, dal lago fino alle valli.

Il consiglio cade comunque su un evento che si tiene nel bellissimo centro storico di Monasterolo del Castello: mi riferisco al famoso Mercatino di Via Loj, che ha il suo momento clou nella giornata del 14 agosto.

Dalle 12 alla mezzanotte il centro storico di Monasterolo si riempie di vita: spettacoli, arte, artigianato, teatro, musica, il tutto in oltre 100 stand vivaci e colorati.

La giornata sarà animata da spettacoli come le parate sui trampoli, giochi di clown, giochi con l’acqua per adulti e bambini, musica dal vivo e in serata il  gran finale: la rievocazione storica della Dama Bianca ed il meraviglioso spettacolo dei fuochi d’artificio.

Il Mercatino di Via Loj non è solo divertimento ma anche solidarietà: il ricavato della giornata verrà donato per finanziare un progetto di solidarietà a Balaka, nel Malawi, dove opera l’associazione A casa di Cecilia.

L’associazione nasce in ricordo di Cecilia, una bimba morta a poco più di 1 anno di età a causa di una meningite fulminante.
I genitori di Cecilia hanno creato l’associazione a lei dedicata e con il supporto dei Missionari Monfortani di Redona puntano allo sviluppo di un centro di aggregazione ed educazione per bambini orfani che già oggi si occupa di oltre 500 bambini.

Ulteriori informazioni sul mercatino le trovate qui, vi lascio anche la pagina dell’Associazione A Casa di Cecilia (che vi consiglio caldamente di visitare).

Dove passare il ferragosto? A Monasterolo del castello!

monasterolo.jpgDove passare il week-end di Ferragosto se non si è/va al mare o in montagna?
Meglio cercare qualcosa in città o rivolgersi alle iniziative di uno dei paesi della provincia bergamasca?

Cercando su internet ho visto che le iniziative e le manifestazioni non mancano a Bergamo come in provincia: a Bergamo città si può andare a fare un giro in Borgo Santa Caterina addobbato a festa per le celebrazioni del 408esimo anniversario dell’apparizione della Beata Vergine (con stupendi fuochi d’artificio pianificati per martedì 17 agosto allo stadio comunale) oppure passare un ferragosto in compagnia delle streghe presso il Castello di San Vigilio in città alta.

In provincia in diversi paesi sono previste saghe, spettacoli, ritrovi, ed io proprio in provincia ho scelto di fermarmi a Monasterolo del Castello dove è in programma sabato 14 agosto il Mercatino di via Loj.

Il mercatino di Monasterolo, bellissimo paese che si affaccia sul lago d’Endine, si terrà lungo tutta la giornata della vigilia di ferragosto, sabato 14, e andandoci sarà possibile visitare bancarelle d’artigianato etnico ed artistico, quelle di vari hobby, quelle dei prodotti locali e del commercio equo e solidale.

Per i più piccoli ci saranno giochi e divertimenti, spettacoli di artisti di strada e tanta musica, ma il piatto forte del mercatino di via Loj è la rievocazione del fantasma della Dama Bianca, che verrà a visitare il borgo allo scoccare della mezzanotte… un’appuntamento che sicuramente attirerà la curiosità dei più piccini nonostante l’ora per loro un pò tarda.

Non mancheranno i punti di ristoro presso i quali degustare le delizie tipiche della cucina bergamasca: insomma, un ferragosto lontano dalla città in una località stupenda che, se il bel tempo darà una mano, non mancherà di stupire per la sua bellezza anche di notte.

 

(foto presa da http://www.inmilano.com/var/ezwebin_site/storage/images/eventi/mercatino-di-via-loj-monasterolo-del-castello/257663-1-ita-IT/mercatino-di-via-loj-monasterolo-del-castello_articleimage.jpg)

Lago di Endine balneabile dopo 30 anni di divieti

endine1.jpgUn tuffo nelle acque del lago di Endine: quanti potevano fino ad oggi vantare una simile esperienza?
Pochi, se si pensa che il lago di Endine non ha avuto la balneabilita’ negli ultimi 30 anni, balneabilita’ che pero’ e’ arrivata qualche settimana fa, dopo appunto 30 anni di divieti di balneazione.

Su campioni raccolti in 13 punti diversi del lago da parte dell’Asl di Bergamo, ben 10 hanno ricevuto il voto Eccellente aprendo cosi’ le porte alla rimozione del divieto di balneazione nelle acque del lago della Val Cavallina.

Naturalmente la notizia e’ stata accolta con grande gioia dagli operatori turistici della zona della Val Cavallina che cosi’ sperano di ricevere una buona spinta nella gestione delle iniziative turistiche della zona.
Balneabilita’ significa piu’ turisti, i quali portano soldi e quindi benefici economici a tutti gli esercizi commerciale e turistici dei paesi che sorgono attorno al lago: Monasterolo, Spinone, Endine, Ranzanico.

Per onor di cronaca va detto che si sono registrate anche diverse reazioni di scetticismo alla pubblicazione di questa notizia.

Com’e’ possibile che dopo 30 anni di divieti improvvisamente l’acqua del lago abbia raggiunto punte di eccellenza in ben 10 punti su 13?
Va detto che lo scorso anno era entrata in vigore una nuova legge che recepiva una direttiva comunitaria la quale modificava i parametri necessari per ottenere la balneabilita’ nelle acque dei laghi.

L’appplicazione di questa direttiva europea ha facilitato il cambiamento di status delle acque del lago di Endine, facendolo passare da non balneabile a balneabile.endine2.jpg

Ma qual’e’ il reale stato delle acque del lago?
La qualita’ e’ davvero migliorata oppure tutto e’ come prima?

Sono stato sulle rive del lago all’incirca 2 mesi fa e, ad onor del vero, non ho notato un netto miglioramento delle acque.
Sia chiaro, il mio e’ un giudizio che nasce da una osservazione superficiale fatta ad occhio, quindi la si puo’ classificare piu’ come una impressione personale che un giudizio vero e proprio.

E’ anche vero che alcuni abitanti del luogo hanno riportato che in diversi punti le acque del lago presentato una maggiore limpidita’ rispetto al passato, quindi probabilmente ci si puo’ azzardare a dire che la verita’ sta nel mezzo: le acque del lago di Endine hanno beneficiato di un miglioramente qualitativo anche se probabilmente senza l’applicazione della nuova direttiva europea non vi sarebbe stata la rimozione del divieto di balneazione.

Sono sicuro che questo tema continuera’ a far parlare anche nei prossimi mesi, dopo la chiusura del periodo estivo nel quale si registra il maggior afflusso di turisti sulle sponde del lago di Endine.

Se avete qualche ulteriore notizia o commento su questo tema, fatecelo sapere, sarebbe interessante capire qual’e’ la percezione reale dei frequentatori del lago.

 

(foto presa da http://images.google.it/imgres?imgurl=http://gallery.photo.net/photo/6121860-lg.jpg&imgrefurl=http://photo.net/photodb/photo%3Fphoto_id%3D6121860&usg=__itFB4LCk-Vr_lMUmI1zZqkj5Bts=&h=449&w=675&sz=145&hl=it&start=3&tbnid=QooRovbPwJpkbM:&tbnh=92&tbnw=138&prev=/images%3Fq%3Dlago%2Bendine%26gbv%3D2%26hl%3Dit%26sa%3DG

http://www.scattieparole.it/files/Image/big/camera_con_vista2.jpg)