Teatro comico con la rassegna Palco dei Colli

4A-ColliBergamo_.jpgLa seconda edizione della Rassegna di Teatro Comico  Palco dei Colli  parte il giorno sabato 10 novembre alle ore 21:00 dal Centro Sportivo Comunale di Paladina con lo spettacolo Rockquiem di Ambaradan.

Tutti gli spettacoli sono stati creati all’interno della Residenza Teatrale InItinere, luogo di produzione e formazione teatrale presso il bellissimo ex-Monastero di Valmarina, sede del Parco dei Colli.
Un Centro che offre servizi teatrali al territorio del Parco perché il territorio si tutule anche offrendo cultura.

L’organizzazione e la direzione artistica sono state curate proprio da Ambaradan coinvolgendo 5 compagnie con 9 artisti che presenteranno 5 spettacoli ed un  laboratorio.

Il linguaggio comico utilizzato è quello prevalentemente non verbale e questo aiuta ad avvicinare un pubblico eterogeneo, di tutte le età e le nazionalità.

La rassegna quest’anno si svolgerà in più comuni: Paladina, Ranica, Sorisole, Villa d’Almè, Bergamo e Cisano Bergamasco.
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e si svolgeranno tra novembre 2012 e gennaio 2013 come indicato di seguito:

sabato 10 novembre ore 21:00
Paladina – Centro Sportivo Comunale
Ambaradan in Rockquiem – eterne risate
rockquiem.initinere.net

sabato 24 novembre ore 21:00
Ranica – Auditorium Roberto Gritti
Luna e Gnac in Pam! parole a matita
www.lunaegnac.com/spettacoli/pam-parole-a-matita-2/

domenica 25 novembre dalle 10:00 alle 18:30
Villa d’Almé – Comune
Workshop FARE a cura di Lello Cassinotti
iscrizione obbligatoria (info@delleali.it – 0396389364)

sabato 10 dicembre ore 21:00
Sorisole – Cineteatro S.Pietro
Luna e Gnac, PKD in Storytellers – il filo del racconto (prima nazionale)

domenica 13 gennaio ore 11:00, 15:00 e 16:30
Bergamo – Ex Monastero del Carmine
Michele Cremaschi in O rigami O logrammi (performance digitale per attore e pepper ghost)

domenica 20 gennaio ore 16:30
Cisano Bergamasco – Auditorium Don Renato Mazzoleni
Ambaradan in Brainstorming! – but never mind… (anteprima)

Questi i luoghi dove si terranno gli spettacoli:

  • Paladina – via degli Alpini, 1 – Centro Sportivo Comunale
  • Ranica – passaggio Sciopero di Ranica – Auditorium Roberto Gritti
  • Villa d’Almé – via Locatelli Milesi, 16 – Comune
  • Sorisole – via S.Carlo, 22 – Cineteatro S.Pietro
  • Bergamo – Ex Monastero del Carmine
  • Cisano Bergamasco – via Ca’ dei Volpi – Auditorium Don Renato Mazzoleni

Ulteriori informazioni mandando una email a organizzazione@initinere.net oppure visitando il sito ufficiale della rassegna.

Giornata Fai di Primavera a Bergamo e provincia

baresi21.jpgPrimo week-end di primavera dedicato alle bellezze della nostra società, grazie alla bellissima iniziativa della Giornata Fai di Primavera.

Scopo della giornata, che si tiene sabato 24 e domenica 25 marzo, è quello di avvicinare, anzi in tantissimi casi quello di far scoprire (o riscoprire) ai cittadini le bellezze che hanno “in casa” e che magari non conoscono, o conoscono appena.

Anche Bergamo sarà parte di questo interessante evento con la visita al Palazzo della Libertà ed al Palazzo delle Poste, in città.
In provincia sarà possibile recarsi in quel di Martinengo per visitare il bel Convento di Santa Maria Incoronata, l’ex Monastero di Santa Chiara, il Filandone, il Giardino di Villa Allegreni, mentre in quel di Roncobello sarà visitabile lo storico Mulino di Baresi.

Tante bellezze diverse fra loro ma con un comune denominatore: la bellezza, appunto, che sia storica, architettonica, artistica o naturale poca differenza fa, l’importante è farsì che i bergamaschi prendano coscienza di quali e tali bellezze li circondano, a volte magari a pochissimi passi da casa propria.

In tutta Italia sono ben 670 i beni e le opere d’arte che parteciperanno a questo evento, per un totale di qualcosa come 256 località.
Nella lista si trova un campionario rappresentativo delle bellezze del nostro paese (non per niente soprannominato Bel Paese): musei, teatri, chiese, ville, palazzi, castelli, e tanti altri luoghi e posti ancora, che sabato 24 e domenica 25 si animeranno grazie alla visita di milioni di italiani (e anche qualche straniero).

Un ringraziamento dovuto va al FAI, grazie al quale possiamo ogni anno “ricordarci” di quanto sia bello il nostro paese e quindi quanto importante sia spenderci del tempo e delle risorse per continuare a mantenerlo bello, affinchè lo si continui a chiamare Bel Paese.