Il Corriere della Sera di Bergamo

corriere-bergamo.jpgAnche il Corriere della Sera è arrivato a Bergamo!

Come, non ve ne siete ancora accorti?

Ma certo: il quotidiano italiano numero 1 per diffusione e vendite ha infatti aperto i battenti anche nella nostra città arrivando a creare un cosiddetto “dorso” con notizie della nostra città e della nostra provincia.

Da inizio febbraio 2012 Bergamo acquista quindi uno spazio ed una visibilità di tutto rilievo andando a piazzarsi all’interno dell’edizione locale del Corriere della Sera.

Direttore del dorso bergamasco è Fabio Finazzi, e c’è da giurare che sarà seguito a dovere dai tanti lettori bergamaschi del Corriere: pendolari che lo leggono in treno, ma anche persone comuni e tanti locali come bar e ristoranti.

Alla versione cartacea, come vogliono i tempi moderni, si affiancherà anche l’immancabile versione online, perchè oggi con smartphone, tablet e PC le notizie viaggiano più veloci sul web.

Diverrà una copia del più famoso Eco di Bergamo?
Io penso che non sia questa l’intenzione e la missione del dorso, quanto piuttosto quella di ritagliarsi un suo spazio tra un pubblico che cerca una nuova voce alle notizie locali, un taglio diverso da quello – comunque importante e rispettabile – dello storico Eco.

Il tempo, come sempre, sarà il miglior giudice.

I quotidiani bergamaschi sono su Facebook!

FB.jpgQuello de l’Eco di Bergamo nel momento in cui scrivo è a quota 2375, mentre quello di Bergamonews ne ha 1413.
Non stiamo parlando di dipendenti, di articoli scritti giornalmente, di chissà quale statistica ma bensì (qualcuno già l’avrà capito) di fans su Facebook, nei rispettivi gruppi creati per questi 2 quotidiani di Bergamo.

I 2 quotidiani bergamaschi infatti sono sbarcati sul social network più famoso del mondo e qui continuano il loro lavoro di informazione nei riguardi dei loro lettori, che in questo caso sono i fans che han deciso di entrare a far parte dei loro gruppi per rimanere sempre aggiornati con le notizie pubblicate dai gestori dei gruppi.

I 2 gruppi si differenziano in alcuni particolari: quello dell’Eco di Bergamo si concentra sulle notizie di cronaca, mentre quello di BergamoNews pubblica anche tante foto e sembra sotto questo aspetto più dinamico e più ricco di quello dell’Eco di Bergamo.

Anche l’area delle discussioni è popolata sul gruppo di Bergamonews, mentre dall’altra parte è desolatamente vuota, nonostante un numero quasi doppio di fans.

Insomma, la sensazione è che i 2 quotidiani abbiano scoperto il potere mediatico del social network facebookiano ma che ancora non ne abbiano sfruttato tutte le potenzialità: stiamo allerta e vediamo se nelle prossime settimane miglioreranno entrambi sotto questo punto di vista.

 

(foto presa da http://www.mondotechblog.com/wp-content/uploads/2009/07/facebook-logo.jpg)