Notizie positive per il Gleno di Bergamo

Gleno.jpgTra le tante brutte notizie che negli ultimi tempi hanno segnato la cronaca della città e della provincia di Bergamo – lo scandalo rifiuti che ha colpito i cantieri Brebemi, la crisi economica sempre più profonda, lo scandalo calcioscommesse con Doni protagonista di primo piano – finalmente anche una bella notizia: quella relativa ai lavori di costruzione delle strutture del nuovo Gleno, la casa di riposo più grande di Bergamo.

Due delle 3 strutture sono già arrivate al tetto con un buon margine di anticipo sui tempi previsti e questa naturalmente è una notizia che merita di essere segnalata.

Lo merita perchè il Gleno è una istituzione a Bergamo, e poi perchè è la prova che quando si lavora bene i risultati si vedono, e noi bergamaschi in questo senso abbiamo una storia lunga e felice. A parte qualche sporadico caso negativo, vedi appunto la Brebemi ed il nuovo ospedale di Bergamo.

Per metà 2012 le 2 strutture saranno terminate e entro fine anno gli ospiti le occuperanno in toto.

Da questo blog si continuerà a tenere sotto controllo l’evolversi dei lavori con la speranza che questo progetto possa diventare un bellissimo fiore all’occhiello per la nostra città.

 

Diga del Gleno, col Bepi per non dimenticare

800px-Diga_del_Gleno.jpgPer non dimenticare, si potrebbe facilmente riassumere: si parla della diga del Gleno, bellissima località della Val di Scalve meta di tanti “scarpinatori” e tristemente legata alla strage avvenuta 88 anni fa quando l’invaso si rovesciò a valle dopo il crollo della diga e portando via con sè le vite di circa 500 persone.

L’appuntamento è fissato per sabato 6 agosto alle ore 9:30 quando presso la diga del Gleno si terrà una bellissima manifestazione “per non dimenticare”.
Protagonista il giornalista Emanuele Turelli che attraverso le parole del suo racconto “Gleno, 1 dicembre 1923” ripercorrerà i momenti di quel terribile giorno di 88 anni fa, un giorno che segnò irreparabilmente la Val di Scalve e la Val Camonica e le rispettive comunità, quasi come se quell’avvenimento segni un “prima” ed un “dopo” all’interno della storia di entrambe le comunità valligiane.

Le parole del racconto di Turelli saranno accompagnate dalla musica del Bepi e della sua band The Prismas, per un progetto che ha visto in campo nell’organizzazione la locale Comunità Montana di Scalve e la Coperativa sociale Il Leggio.

Lo spettacolo – anche se definirlo spettacolo mi suona riduttivo e banalizzante per quelli che sono i contenuti – verrà ripetuto domenica 7 agosto alle ore 17:30 presso la tensostruttura allestita a Schilpario.

Per non dimenticare, si diceva in apertura, perchè anche se estate è sinonimo di relax e di svago è giusto però trovare anche in questi momenti degli spazi di riflessione seria e profonda su come l’uomo stia spingendo troppo verso un equilibrio sempre più precario il suo rapporto con la Natura.

Camminata Nerazzurra dei record

62543_371072_2005BB28_3_7015613_medium.jpgLa Camminata Nerazzurra giunge quest’anno alla sua quinta edizione e, come sempre accaduto nelle edizioni passate, si pone come un evento unico nel suo genere, ovvero come un bel momento di aggregazione al di fuori delle curve dello stadio per i tanti tifosi della Dea.

Organizzata dal mitico Club Amici dell’Atalanta assieme all’Azzurro, la Camminata Nerazzurra quest’anno si presenta in una veste nuova, soprattutto una veste più lunga: si comincia infatti venerdì 20 maggio nel primo pomeriggio con l’apertura del Villaggio Nerazzurro e la sera con le selezioni di Miss Italia ed Elezione di Miss Bergamo, per proseguire nell’intera giornata di Sabato 21 maggio con giochi e tornei vari, fino ad arrivare al clou di Domenica 22 maggio quando si terrà la grande Camminata Nerazzurra.

Uno degli aspetti più belli di questa camminata è legato all’aspetto benefico della raccolta fondi degli iscritti alla camminata: l’incasso verrà infatti devoluto alla Fondazione Casa di Ricovero Santa Maria Ausiliatrice Onlus di via Gleno.

Una 3 giorni di gioco, divertimento, solidarietà, con lo sfondo dei colori nerazzurri dell’Atalanta.

 

 

foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/04/62543_371072_2005BB28_3_7015613_medium.jpg