Buon compleanno al mitico Gimondi!

306168_1283162483_gimondi2.jpgIl mitico Gimondi quest’anno compie 70 anni!
70 giri sulla pista della vita per questo incomparabile campione di ciclismo che nella sua carriera ha scritto pagine storiche di questa bellissima disciplina, su tutte le vittorie a Tour, Giro e campionato del mondo.

Il giorno del compleanno è il 29 settembre e Bergamo vuole rendere omaggio a questo campione in modo adeguato, per fare onore al blasone di questo grande ciclista e grande uomo,

Si farà festa con una 3 giorni tutta dedicata a lui e al ciclismo, con il clou il 29 settembre con l’edizione 2012 del Lombardia, gara tra l’altro vinta ben 2 volte dal nostro campionissimo,

Il giorno 28 settembre la 3 giorni di festa avrà inizio con una cena di gala dove saranno presenti diversi campioni di oggi e di ieri per festeggiare degnamente il mitico Gimondi, serata che sarà trasmessa in diretta su Rai Sport 2.
Il 30 settembre il trittico si concluderà con la GimondiBike Internazionale, gara tutta dedicata a Felice Gimondi che si terrà in quel di Iseo e che vedrà la presenza di diversi campioni di mountain bike.

Una 3 giorni speciale che rende omaggio ad un campione speciale e che sicuramente sarà indimenticabile non solo per Gimondi ma anche per tutti gli appassionati di ciclismo della bergamasca, sport che dalle nostre parti fortunatamente continua ad avere un seguito foltissimo anche tra i praticanti.

Il Giro d’Italia fa tappa a Bergamo

gara_16__trofeo_alta_valle_del_tevere_(nazionale)_4958_original.jpgLa tappa Morbegno – San Pellegrino Terme del giorno 26 maggio porterà il Giro d’Italia nella nostra città, un appuntamento che attirerà sulle strade del percorso un nutrito numero di appassionati delle 2 ruote.

Una tappa che si preannuncia molto interessante, e che vedrà all’opera un numero nutrito di campioni del ciclismo alla ricerca dell’impresa per avvicinare la maglia rosa.

Sarà molto probabilmente il Passo Ganda il clou della giornata, perchè la salita potrebbe scremare il gruppo lasciando davanti solo i migliori, lanciandoli verso la conclusione della tappa alla ricerca di una vittoria di prestigio, ma soprattutto alla ricerca di secondi preziosi da strappare alla maglia rosa.

Sarà però molto bello rivedere il Giro passare ancora per città alta, sicuramente il nostro luogo più prestigioso ed incantevole.

Il giorno successivo il Giro ripartirà proprio da Bergamo città per spostarsi verso il traguardo di Macugnaga, e anche in questo caso sono pronto a scommettere che saranno tantissimi gli amati di questo sport presenti per salutare i loro atleti preferiti.

Il ciclismo è uno sport che ha grandissime tradizioni nella nostra terra.

Senza scomodare il mitico Gimondi (3 Giri in bacheca), basti pensare a Ivan Gotti e al falco Paolo Savoldelli, entrambi grandi protagonisti e vincitori del Giro d’Italia nella loro carriera: 2 vittorie del Giro per Gotti e Savoldelli.

Sarà una giornata di grande sport?

Noi ce l’auguriamo perchè il ciclismo, distrutto e violentato dalla piaga del doping, resta uno sport che sta nel cuore di milioni di tifosi. Bergamaschi inclusi.

 

 

(foto presa da http://elite-under23.ciclismo.info/immagini/gara_16__trofeo_alta_valle_del_tevere_(nazionale)_4958_original.jpg)

Bike Sharing a Bergamo

bicici2.jpgIn inglese si dice bike-sharing, in italiano noleggio biciclette, il succo però è sempre lo stesso: prendere una bicicletta per muoversi in città lasciando ferma la propria automobile.

Anche a Bergamo da qualche tempo è attiva questa interessante iniziativa grazie alla quale ci si può muovere da una parte all’altra della città utilizzando un parco-biciclette messe a disposizione dal Comune di Bergamo.

Un modo per ridurre il numero di automobili circolanti nelle strade della città, diminuendo così l’inquinamento e, perchè no, dando ai ciclisti l’occasione di gustare meglio le bellezze cittadine.

Ma come funziona il tutto?
Per chi vuole utilizzare questo servizio ci sono 15 stazione dislocate in diversi punti della città dai quali si può avere accesso alle biciclette pubbliche (chiamate BiGi): per far ciò è sufficiente avere sottoscritto un’abbonamento annuale dal costo di 20 euro ed ottenere così una card che servirà per prelevare le BiGi.

I primi 45 minuti di utilizzo delle biciclette pubbliche sono gratuiti, fino alle 2 ore si paga 1 euro, da 2 a 3 il costo è di 2 euro, oltre le 3 ore si paga una tariffa fissa di 5 euro.
Le BiGi possono essere prelevate da una delle 15 stazioni e riconsegnate in un’altra, diversa da quella di partenza.

Perchè questo è un servizio da sponsorizzare?

Beh, risposta semplice: perchè ci responsabilizza nello stimolarci ad avere cura della salute del nostro ambiente, in primis quello della nostra città nella quale passiamo gran parte della nostra giornata per studio o per lavoro, o magari anche solo per farci una bella gita in bicicletta da turisti.

Certo, se si sale in Città Alta allora pedalare diventa faticoso ma… non siamo forse la terra che ha dato i natali a Felice Gimondi, il “falco” Savoldelli e Ivan Gotti?
E allora, nemmeno la salita verso Bergamo Alta ci potrà fermare!!!

(foto presa da http://www.bicincitta.com/citta_v3.asp?id=38)