San Valentino in arte

sanvalentino.jpgNel giorno di San Valentino, il santo protettore degli innamorati, voglio segnalarvi una bellissima iniziativa che non può naturalmente non avere come oggetto l’amore.
Amore + arte, in questo caso.

Si tratta dell’iniziativa BACIO IN GALLERIA messa in atto dalla GAMEC, la GAlleria d’arte Moderna E Contemporanea, dove dalle 20 alle 24 tutti gli innamorati che lo vorranno, potranno farsi fotografare accanto ad una opera d’arte.
La foto verrà poi spedita all’indirizzo email lasciato dagli innamorati.

Inoltre sono previsti 2 omaggi d’eccezione, i dettagli li potete trovare leggendo la locandina dell’evento qui linkato.

Ah, dimenticavo: l’ingresso è libero, un motivo in più per partecipare e festeggiare un San Valentino un pò originale, diverso dal solito.

 

 

 

 

(foto presa da http://www.citydiscount.it/wp-content/uploads/2011/01/sanvalentino.jpg)

Il nuovo Eco di Bergamo

eco.jpgIl 10 ottobre 2010 è stata una giornata particolare per molti, perchè il ricorrere di 3 volte del numero 10 nella data da l’impressione di qualcosa di diverso dal solito, di “magico”.
La data del 10 ottobre è stata importante anche per il quotidiano bergamasco di maggior rilievo, ovvero l’Eco di Bergamo.

E’ stata infatti presentata la prima copia nel nuovo formato che accompagnerà le decine di migliaia di lettori bergamaschi che ogni giorno sfogliano le pagine del quotidiano alla ricerca di notizie ed informazioni.

Il nuovo formato del quotidiano è parecchio rinnovato rispetto a quello a cui eravamo abituati: dimensioni ridotte per una maggior facilità di lettura, soprattutto quando ci si trova in viaggio (vedi in treno) e gli spazi sono ridotti… soprattutto sui nostri treni!!!
Dimensioni ridotte ma maggiori approfondimenti e maggior spazio alla cronaca della provincia, la quale conta in effetti ben il 90% degli abitanti e quindi dei potenziali lettori e che fino ad oggi non ha sicuramente avuto il 90% dello spazio del giornale.

Il colore: guiderà il lettore nella lettura delle diverse sezioni perchè i diversi colori aiuteranno i lettori ad “orientarsi” nella lettura delle pagine de l’Eco di Bergamo.

Un cambiamento che, si augurano il direttore e tutti coloro che contribuiscono alla sua quotidiana messa in produzione, aiuti il quotidiano ad essere ancor più nei cuori dei lettori bergamaschi.
Il direttore Ettore Ongis nella sede della Gamec di Bergamo ha autografato la prima copia del nuovo Eco di Bergamo proprio il giorno 10 ottobre 2010 alle ore 10:10… chissà che questo ricorrere del numero 10 sia davvero di grande auspicio.

Il sito de l’Eco di Bergamo riportava a dire il vero anche della possibilità di sfogliare il quotidiano sul web: personalmente ho cercato dappertutto dove stava questo link, ma non sono riuscito a trovarlo.
Adesso spero che venga anche riammodernato il sito del quotidiano locale: a mio parere così com’è è già ben messo, io però suggerirei di creare anche uno spazio dedicato ai blogger locali, cioè a coloro che possono raccontare meglio di altri come si vive nei nostri paesi e nella nostra città.

Auspicherei anche maggior collaborazione con i siti delle tante associazioni e gruppi bergamasche, perchè creando una sinergia tale si ingrandirebbe ancor più il ruolo del sito del quotidiano.
Che è poi quello che da le notizie il giorno prima che appaiano sulla versione cartacea, ragion per cui questo “link” con associazioni e gruppi vari potrebbe aiutarlo a raggiungere uno spettro più ampio di fonti di informazione.

Se serve una mano… 🙂

 

(foto presa da http://www.bergamonews.it/immagini_articoli/200906/eco_10701.JPG)