Fuochi d’artificio di Borgo Santa Caterina

259147_682983_A_DSC_7067_12260887_medium.jpgAgosto è anche il mese dei fuochi d’artificio, spettacoli pirotecnici che costellano le serate di tantissimi paesi delle nostre bellissime valli e della pianura.

Ad Agosto si tengono anche i fuochi d’artificio legati ad una delle ricorrenze religiose più importanti e tradizionali della nostra Bergamo: quelli per i festeggiamenti dell’Apparizione della Madonna in Borgo Santa Caterina.

La serata clou dei festeggiamenti religiosi cade il giorno 18 agosto con la processione serale guidata dal nostro vescovo Mons. Francesco Beschi, ma di contorno ci sono anche eventi meno sacri ma non per questo meno “sentiti” dai bergamaschi.

Il 16 agosto è infatti in programma la cena lungo via Santa Caterina mentre la sera successiva, 17 agosto, è in programma il bellissimo spettacolo pirotecnico che ogni anno attira migliaia di bergamaschi per ammirarne la grandiosità e la bellezza.

La festa dell’Apparizione ha una storia plurisecolare: l’evento prodigioso accadde nel lontano 18 agosto del 1602, quando a mezzogiorno una stella apparve in cielo emanando 3 raggi luminosi su un affresco rovinato che stava su di un muro di una casa del borgo.

L’affresco raffigurava la Madonna Addolorata, ed i raggi miracolosi lo ripararono riportandolo alla bellezza originale.

Ulteriori informazioni sul programma della festa si trovano sul sito della parrocchia di Borgo Santa Caterina.

Notte sotto le stelle sul lago di Endine

shootingstar.jpgComincia mercoledì 8 e si protrae fino a domenica 12 agosto Notte sotto le stelle, festival internazionale di musica, teatro e altro ancora che si tiene nella splendida cornice del Lago di Endine.

Nato come manifestazione musicale, nel corso del tempo il festival si è allargato anche ad altre forme d’arte come il teatro, ed il programma di quest’anno ne è la dimostrazione pratica.

Tema portante dell’edizione è Back to beginning, ovvero il ritorno alle origini: in tempo di crisi è sentita più che mai la necessità dell’uomo di vivere di ciò che è veramente necessario e liberarsi di inutili zavorre.

Il festival è organizzato anche quest’anno dall’Associazione sotto le Stelle con il patrocinio del Comune di Spinone, della Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi, della Provincia di Bergamo e del Consiglio Regionale della Lombardia.

Oltre a spettacoli e concerti segnalo il bellissimo spettacolo pirotecnico che si terrà al centro del lago e che ogni anno attira tantissimi spettatori: i fuochi d’artificio sono uno spettacolo imperdibile di per sè, se poi pensate alla cornice fantastica nella quale vengono fatti… beh, il mix produce qualcosa di unico.

Non mancano i momenti anche per i più piccoli, come lo spettacolo  PP: Piccolo Principe  messo in scena da Teatro Caverna.

SITO WEB UFFICIALE DELLA MANIFESTAZIONE
www.nottesottolestelle.it

Festa e fuochi d’artificio in Borgo Santa Caterina

84636_414916_1708BB28_7692548_medium+%282%29.jpgDal 9 al 18 agosto grande festa in città per il 409esimo anniversario dell’Apparizione della Madonna in Borgo Santa Caterina.

10 giorni di festa che la maggior parte dei bergamaschi conosce sicuramente per il bellissimo spettacolo pirotecnico che ogni anno si tiene nello stadio di calcio di Bergamo, ma che in verità è soprattutto una festa religiosa di grande spessore per i tanti credenti fedeli al santuario dell’Apparizione del borgo cittadino.

Quest’anno non parteciperà alle funzioni il nostro vescovo, Mons. Beschi, poichè si trova a Madrid per patecipare con tanti ragazzi bergamaschi alla Giornata mondiale della gioventù, le funzioni principali saranno presiedute da monsignor Paiocchi, dal vicario generale monsignor Davide Pelucchi e dal vescovo bergamasco Mons. Lino Belotti.

Grande clou, come si diceva, mercoledì 17 agosto con il grande spettacolo pirotecnico che quest’anno per la prima volta avrà un accompagnamento musicale a supporto.
E poi tanta festa, bancarelle, ressa di gente per le strade del borgo, e come ogni anno la sensazione che con la festa del borgo l’estate se ne stia andando…

Bergamo città dei mille festeggia i 150 anni dell’Unità d’Italia

bossigaribaldi.jpgIl festeggiamento dei 150 anni dell’Unità d’Italia, checchè ne pensino alcuni, è sicuramente un anniversario da onorare con grandi onori, per questo motivo appoggio la decisione di eleggere il giorno 17 marzo 2011 a festività nazionale.

Come ha detto Benigni a Sanremo, renderlo una festa nazionale obbliga la gente (che ancora pensa, ndr) a chiedersi come mai quella giornata è diversa dalle altre e quindi a riscoprire un momento importantissimo della nostra storia.

Anche Bergamo prepara grandi appuntamenti per onorare al meglio la festività, e non poteva essere altrimenti vista la definizione di “Città dei Mille” di cui Bergamo si fregia, non per vanto proprio ma perchè la nostra città “prestò” quasi 200 giovani alla lotta che portò all’unità nazionale, 150 anni fa.

In particolare va segnalata la “notte bianca” organizzata per festeggiare l’anniversario dell’Unita nazionale.
Nella giornata e nottata di mercoledì 16 marzo sono previsti tra l’altro un Consiglio Comunale straordinario sul 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, apertre straordinarie di musei, originalissimi aperitivi tricolori in vari bar del centro, fuochi d’artificio da Porta San Giacomo, e tanto, tanto altro ancora.

Il programma completo è visibile sul sito web del Comune di Bergamo, dateci un occhiata perchè gli eventi proposti sono davvero tanti e quindi ci potrebbe essere qualcosa che attiri il vostro interesse.

E… tanti auguri Italia! Altri 100 di questi giorni! 🙂

Il primo Palio di Città Alta

grande-sfida-tiro-alla-fune.jpgIncredibile a dirsi ma… anche a Bergamo avremo presto un Palio, anzi prestissimo visto che il primo Palio di Città Alta avrà luogo proprio nel week-end, a partire da venerdì 28 maggio fino a domenica 30 maggio compresa.

Il Palio è nelle intenzione degli organizzatori l’occasione per una vera e propria festa del bellissimo borgo di Città Alta.
Una 3 giorni ricchissima di avvenimenti per tutti i gusti e per tutte le età, dai bambini agli adulti fino ai più “maturi”: ce n’è per tutti i gusti ed il fulcro di questa 3 giorni di avvenimenti sarà il Seminarino, il più antico oratorio del borgo, simbolo della coesione degli abitanti di tutte le età.

Dicevamo della ricchezza del programma: dai bravi e coloriti sbandieratori alla corsa coi sacchi, dall’immancabile palo della cuccagna (poteva mancare in un Palio che si rispetti?) ai balli popolari, dai giochi per i bambini all’epico tiro alla fune, fino ai fuochi d’artificio finali che si spera siano l’atto conclusivo di un evento ben riuscito e da riproporre nuovamente il prossimo anno.

Un programma dicevamo ricco ma anche ambizioso, una novità che su qualche sito ho visto commentata con qualche scetticismo (ma te pareva?!?!?!) ma che a mio avviso si preannuncia come molto interessante e che mette in evidenza la “voglia di fare” e di fare festa che molti dicono sia una pecca di noi bergamaschi, intenti invece a lavorare e poco inclini alla festa.

Comunque vada sarà un successo?
Lo sapremo nelle prossime ore, io faccio il tifo perchè sia un successone!!!

I tradizionali fuochi d’artificio di borgo Santa Caterina

fuochi d'artificio.jpgUna delle feste agostane più famose, più rinomate e più partecipate della città è sicuramente quella religiosa di Borgo Santa Caterina, la festa che ricorda la miracolosa apparizione avvenuta 407 anni fa, nel lontano 1602.

Cosa accadde quel giorno?
Il 18 agosto di quell’anno a mezzogiorno apparve in cielo una stella che diffuse 3 raggi che andarono ad illuminare un affresco che raffigurava la Madonna Addolorata, affresco che era stato eseguito 5 anni prima dal pittore Gian Giacomo Anselmi sul muro di una casa del borgo e che era parecchio rovinato.
Colpito dai raggi, il dipinto raffigurante la Madonna tornò miracolosamente come nuovo.

La festa dell’apparizione si svolge su un’arco temporale di 8 giorni che quest’anno cominciano il 10 agosto, ma sicuramente i giorni clou della festa sono quelli di domenica 16, lunedi 17 e martedi 18 agosto.
Riti religiosi si alternano a feste popolari ma i momenti più forti per tutta la comunità cittadina sono sicuramente i maestosi fuochi d’artificio di lunedi 17 agosto e successivamente la messa del giorno dell’apparizione, martedi 18 agosto, messa che sarà celebrata dal nuovo vescovo di Bergamo Mons. Beschi.

Lo spettacolo pirotecnico di lunedi 17 agosto sarà sicuramente un’appuntamento da non perdere: ricordo che da ragazzino si partiva in bicicletta con la compagnia di amici per andare a piazzarsi in zona stadio e gustare al meglio la bellezza dei fuochi d’artificio.

In molti preferivano la visione dello spettacolo dalle mura di Bergamo alta, ma a non cambiare era il risultato finale: spettacoli pirotecnici ogni anno più belli, più ricchi, sempre più partecipati da migliaia di persone che, non essendo andate in ferie o già tornate, sceglievano di non mancare a questo tradizionale appuntamento dell’estate cittadina.

Quest’anno, impegni famigliari permettendo, conto di non mancare: c’è da sperare in una serata metereologicamente non guastata dalla pioggia, ed il successo sarà assicurato!

Conoscete altri posti dove piazzarsi per vedere i fuochi d’artificio?
Se sì, fatecelo sapere!

 

(foto presa da http://4.bp.blogspot.com/_XpLRAr_wAeE/Rp-Xntok42I/AAAAAAAAANw/Swxx6X7xVHw/s400/Fuochi+d%27artificio.jpg)

Crociera notturna o fuochi di San Rocco: a voi la scelta

crociera-notturna-1.jpgIl week-end di ferragosto in bergamasca è ricco di iniziative per tutti i gusti e tutte le tasche, ma qui mi voglio soffermare su un paio di eventi: una per l’originalità e la romanticità, l’altro perchè un classico da anni.

Il primo, quello originale e romantico: la crociera notturna di ferragosto, sabato 15 agosto, organizzata dalla proloco di Sarnico.
L’appuntamento è a Sarnico per le ore 21:00, presso il Lungolago Garibaldi, obbligatoria la prenotazione.

Scegliendo di passare la serata di ferragosto sui battelli che solcano il lago d’Iseo si opta per una soluzione ricca di romanticismo perchè si vive il lago di sera, quando l’atmosfera è unica e le luci dei paesi che incorniciano le sponde del lago creano un’ambiente magico, in una notte particolare come quella di ferragosto.

Se invece si vuole andare sul classico allora consiglio di andare domenica sera in quel di Leffe, in Val Gandino, per assistere agli spettacolari fuochi d’artificio in onore del patrono San Rocco.
San Rocco è il protettore degli ambulanti ed a Leffe la venerazione per questo santo è fortissima in quanto questo paese ha una storia importante legata ai suoi “copertini“, come venivano chiamati i venditori ambulanti di tessuti del paese che giravano tutta l’Italia per vendere la loro merce e ritornavano in paese per i festeggiamenti del santo. FuochiLeffe07.jpg

Pur in anni di crisi del settore tessile come quelli attuali la devozione al santo non è mutata ed i festeggiamenti ne sono la prova lampante.
I fuochi d’artificio di San Rocco a Leffe sono tra i migliori di tutta la bergamasca e di tutta la regione, chi ha avuto l’occasione di vederli almeno una volta lo testimonia e spesso ritorna gli anni seguenti per ammirare nuovamente lo spettacolo pirotecnico.

Lago e montagna, questi i 2 appuntamenti “selezionati” e consigliati per il week-end ferragostono: a voi la scelta!

 

 

(foto presa da http://www.prolocosarnico.it/wp-content/uploads/crociera-notturna-1.jpg

http://www.giorgiogalizzi.it/immagini/estate07/FuochiLeffe07.jpg)