Foppapedretti sconfitta nella finale di Coppa Italia

piccinini.jpgIl week-end appena concluso poteva consegnare un primo trofeo alle ragazze della pallavolo bergamasca, le campionesse della Foppapedretti.
Si giocava infatti la fase finale della Coppa Italia femminile di pallavolo, con la nostra mitica Foppapedretti che era approdata alla grande alla finalissima di domenica.

Avversaria manco a dirlo era Villa Cortese, già vincitrice del trofeo lo scorso anno e quest’anno in lotta per contendere alle nostre ragazze anche lo scudetto.

Ebbene, la finale non è andata come noi bergamaschi speravamo.
Hanno vinto le milanesi per 3 set ad 1, nonostante una buonissima partenza delle nostre che si erano aggiudicate il primo set per 26 a 24.

Il secondo set ha visto il prevalere delle ragazze del Villa Cortese per 25 a 21, guidate da una grande Aguero, la quale è stata una spina costante per la Foppa anche nei successivi 2 set, purtroppo entrambi persi dalle nostre campionesse.

Alla fine un successo meritato per le ragazze di Villa Cortese e tanto rammarico per Piccinini e compagne, che comunque potranno presto rifarsi contentendo e, si spera, aggiudicandosi lo scudetto proprio ai danni di Villa Cortese.

Sono loro senza dubbio le 2 squadre più forti del campionato.

 

 

 

Foto presa da http://www.totalsport.it/wp-content/uploads/piccinini.jpg

Foppa protagonista in Champions League

foppa.jpgWeek-end pasquale di pallavolo femminile ai massimi livelli quello tenutosi a Cannes, in Francia.
Protagoniste il Cannes, squadra locale, il Fenerbahce Istanbul e le italiane Asystel Novara e la nostra FoppaPedretti.

Sabato si sono giocate le semifinali: il Fenerbahce Istanbul ha sconfitto le padroni di casa per 3-2 mentre le nostre ragazze hanno piegato l’Asystel Novara per 3-1 con parziali di 25-20, 21-25, 25-19, 25-15.
Una vittoria ottenuta tutto sommato senza soffrire troppo e che ha permesso alle nostre ragazze di approdare in finale per difendere contro il Fenerbahce Istanbul il titolo conquistato lo scorso anno.

La finale di Pasqua è diventata l’apoteosi del team bergamasco: vittoria per 3-2 sulle turche è seconda Champions League vinta di fila, la quarta negli ultimi 6 anni, la settima su 8 finali disputate: se questo non è un vero e proprio dominio poco ci manca!

Le ragazze di Micelli hanno dovuto però lottare duramente per avere ragione delle ragazze del Fenerbahce Istanbul: 2 ore e mezza di finale tiratissima, sia sotto l’aspetto fisico che sotto quello agonistico-nervoso.

La Foppa era partita fortissimo vincendo i primi 2 set 25-22 e 25-21, salvo poi subire il ritorno in gare delle turche che hanno vinto i seguenti 2 set per 25-21 e 25-20.
Si va quindi al tie-break dove contano cuore e nervi saldi e qui le nostre ragazze hanno compiuto l’impresa!
Il 15-9 finale suggella la maggior classe e determinazione delle nostre ragazze regalando loro l’ennesimo trionfo europeo, portandole ancor di più nell’olimpo dei team più forti e vincenti di sempre.

Onore a tutte le ragazze che hanno giocato questo torneo regalandoci una Pasqua trionfale: adesso sotto col campionato, prima però lasciamo che si godano meritatamente questo trionfo!

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/10/99044_441527_IMG_9206_8_8133539_medium.jpg)

A Bergamo la finale della Coppa del Mondo di calcio… degli immigrati!

bgmondo.jpgChi crede che l’integrazione razziale sia possible e che razzismo ed emarginazione possano essere sconfitti non possono mancare domenica 21 giugno alla finale della terza edizione del torneo di calcio denominata Bergamondo che si terrà allo stadio comunale di Stezzano, a pochissimi chilometri da Bergamo.

Ma cos’è il torneo Bergamondo?

Bergamondo è un torneo di calcio organizzato dal CSI di Bergamo tra squadre “nazionali” composte esclusivamente da immigrati residenti nel bergamasco e dintorni.

Le nazionali presenti in questa terza edizione hanno rappresentato un po’ tutti i continenti e di riflesso le comunità di immigrati più numerose presenti sul suolo bergamasco: Senegal e Costa D’Avorio (le 2 finaliste dell’edizione 2009), Benin, Burkina Faso, Ghana, Egitto, Guinea, Marocco, Nigeria, Sierra Leone e Tunisia rappresentavano l’Africa, il continente con il maggior numero di squadre, ma anche Argentina, Brasile, Colombia, Bolivia, Perù, Ecuador, Albania, Romania, ed altre ancora.

Il torneo è stato dominato sia quantitativamente (numero di squadre iscritte) che qualitativamente (4 semifinaliste su 4) dal continente africano: Senegal e Costa D’Avorio si contenderanno il trofeo nella finale di Domenica 21 giugno, trofeo che il Senegal ha vinto nella prima edizione del 2007 contro la Bolivia e poi perso in finale lo scorso anno, contro il Brasile.

Ma al di là dell’aspetto sportivo quello che fa la differenza in questo torneo sono le tante storie umane dei protagonisti: immigrati arrivati in Italia con il sogno di cambiare la loro vita e che purtroppo per parecchi di loro oggigiorno significa disoccupazione o lavori precari, a causa della grave crisi economica in corso.

Ci sono anche tante storie di taglio sportivo e calcistico: alcuni dei giocatori del torneo infatti hanno giocato in serie A o B nelle loro nazioni ed unitamente al sogno di un lavoro sicuro nutrono ancora un sogno calcistico, quello di approdare ad una squadra professionista o semi-professionista in Italia.

Ad arricchire il torneo, il tifo: bandiere di tanti colori diversi, suoni, canti, balli, tutte quelle caratteristiche che rendono unico un “Mondiale” in scala ridotta come quello di Bergamondo.

In attesa di scoprire se sarà il Senegal a vincere la coppa per la seconda volta in 3 anni o la Costa D’Avorio per la prima volta, invito tutti a partecipare alla finale di questo torneo che va oltre il mero aspetto sportivo perchè ricopre un ben più importante ruolo sotto l’aspetto sociale.

(immagine presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2007/05/FINALE%20BERGA_medium.jpg)