La meraviglia del presepe vivente di Villongo

AA.jpgIl presepio vivente di Villongo è senza dubbio uno dei presepi viventi più famosi di tutto il Nord Italia, sicuramente il più conosciuto, rinomato ed apprezzato della bergamasca.

Quella di quest’anno è la 16esima edizione del presepe vivente e come da tradizione consolidata i numeri relativi ai personaggi portati in scena, ai quadri viventi realizzati ed ai visitatori che ci si aspetta nei 6 giorni di “esposizione” sono e saranno di grande rilievo.

Partiamo con le date nelle quali si potrà ammirare il presepio vivente di Villongo: 24, 25, 26 e 30 dicembre 2012, 01 e 06 gennaio 2013. Gli orari sono visibili consultanto la locandina sul sito ufficiale.
Perchè tanto successo per questo presepe vivente?
Solo per i tanti quadri viventi, o per la location particolare, o per altro ancora?

A mio avviso per le ragioni già citate e anche perchè la rappresentazione vivente del presepe offre un qualcosa di credibile, di tangibile, perchè le scene sono composte con maestria e semplicità, utilizzando oggetti e arnesi veri e non riproduzioni plastificate made in China.

Ecco allora spiegato il motivo di tanto successo, delle migliaia di visitatori che ad ogni edizioni con il loro incedere salgono la collina ammirando i quadri viventi realizzati con ammirazione e stupore, incuranti del freddo, della folla, del traffico per arrivarci e per tornarsene poi a casa.

Un successo realizzato anche grazie all’opera di tante persone che da mesi offrono parte delle loro ore libere per preparare e realizzare al meglio questa opera d’arte vivente, a loro va naturalmente il nostro plauso congiuntamente agli auguri di un sereno Natale.

Si torna al medioevo al Castello di Malpaga

CASTELLO_MALPAGA.jpgIl consiglio per il primo week-end di novembre, quello che cade a ridosso della festa di Tutti i Santi e del ricordo dei Morti, vede di scena il bellissimo Castello di Malpaga.

Qui infatti va in scena una iniziativa volta a far conoscere al pubblico le bellezze artistiche ed architettoniche di uno dei castelli più belli e meglio conservati dell’intera bergamasca.

Le sale del Castello di Malpaga apriranno al pubblico nelle giornate di sabato 3 novembre dalle 15:00 alle 18:00 e domenica 4 novembre dalle 10:00 alle 12:00 e nel pomeriggio dalle 14:00 alle 18:00.

Le sale del castello in queste 2 giornate verranno allestite con arredi del ‘400 e animate da figuranti in costume dell’epoca Colleonesca, portati in scena dai ricostruttutori storici della Compagnia D’Arme del Carro, i quali narreranno al pubblico episodi e curiosità sulla vita di corte dell’epoca.

Questo particolare weekend fa parte di P.e.R. Malpaga, un progetto molto importante ed impegnativo di  rivalutazione territoriale e ambientale punta a riportare agli antichi fasti questo bellissimo Feudo medievale, grazie ad eventi che riportino il pubblico all’interno del castello.

Avendo visitato diversi anni fa le sale di questo castello posso testimoniare che vale davvero la pena passarci un paio d’ora per ammirarne la bellezza e, attraverso i figuranti ed i loro racconti, tuffarsi in un periodo tanto affascinante quanto ancora poco conosciuto come quello medievale.

Purtroppo non conosco gli eventuali costi del biglietto d’ingresso, ho contattato l’indirizzo email di riferimento ma senza ricevere alcune risposta. Se desiderate ulteriori informazioni, andate sul sito ufficiale del Castello di Malpaga o provate anche voi via email scrivendo a r.breno@new-target.it

Weekend Alla corte dei Suardo a Bianzano

bianzano_corte_dei_suardo-640x427.jpgDa giovedì 2 a domenica 5 agosto torna la tradizionale ed imperdibile rievocazione medievale  Alla corte dei Suardo.

Nella bellissima cornice del paese di Bianzano si celebrerà la commemorazione del matrimonio tra Giovanni di Baldino Suardo e Bernarda Visconti, figlia di Bernabò Signore di Milano, che si tenne nell’anno del Signore 1367.

I Suardo nell’occasione intestarono al figlio Giovanni il bellissimo castello di Bianzano, affrescandone atrio e cortiletto.

Alla corte dei Suardo è un evento patrocinato dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Bergamo e dal Comune di Bianzano, ed è un appuntamento importantissimo per la valle e per gli amanti delle rievocazioni di epoca medievale.

Promotrice dell’evento è da 14 anni l’Associazione di Promozione Culturale e Turistica Pro Bianzano, la quale lavora tutto l’anno per preparare al meglio nei più minimi dettagli questi 4 intensi giorni.

Ricchissimo il programma: dalle visite guidate gestite da un comitato di giovani bianzanesi appassionati di storia locale, allo storico Banchetto d’Onore che si tiene nel cortile del castello (solo su prenotazione fino ad esaurimento posti), dalla rievocazione storica del matrimonio ai tantissimi quadri d’epoca ricostruiti nei cortili e nelle strade del bellissimo paese di Bianzano grazie alla dedizione ed alla passione di centinaia di volontari.

Durante i 4 giorni della rievocazione lungo le vie del centro storico di Bianzano ci si imbatterà in tamburi, menestrelli, cornamuse bergamasche, si potrà assistere al palio delle contrade, al Palio degli Asini e dei Fantini, alla gara da Monelli, si potrà assistere a diversi spettacoli di intrattenimento.

Non mancheranno i punti ristoro ed i convegni, la musica ed il divertimento, il tutto incorniciato nello splendido borgo medievale di Bianzano.

Il clou è rappresentato dalla messa medievali in latino, domenica 5 agosto alle ore 10:00, e soprattutto dal corteo nuziale che sempre di domenica, alle ore 16:00, si snoderà lungo il centro storico con sbandieratori, arcieri, musici e falconieri, giullari e maestri d’arme

Appuntamento quindi dal 2 al 5 agosto a Bianzano, i dettagli sull’agenda degli eventi nei diversi giorni è visibile sul sito ufficiale della manifestazione.

Vall’Alta si traveste di Medioevo

0219_Vall_Alta_Medioevale_2007.jpgSalve a te viaggiatore, Dama o Messere che tu sia! Benvenuto a visitar codesto loco, colmo di storia e mistero. L’antico borgo di Vall’Alta ti attende per portarti indietro nel tempo, nel medioevo…”.

Si presenta così la festa di Vall’Alta Medievale, la oramai tradizionale festa che si tiene ogni anno in quel di Vall’Alta, frazione di Albino.

Una 3 giorni all’insegna delle atmosfere medievale che tanto di moda vanno in questi anni, per visitare uno dei tantissimi borghi meritevoli di essere riscoperti e degnamente valorizzati sul nostro territorio.

Nel week-end medievale si potranno ammirare duelli tra cavalieri, musiche medievali, spaccati di vita dell’epoca ma senza dubbio il grande appuntamento della 3 giorni Vallaltese è quello di domenica 1 luglio, quando alle ore 16 si terrà la sfilata dei gruppi partecipanti alla manifestazione medievale.

Una rievocazione che non manca ogni anno di ammaliare e stupire tutti, bambini e adulti, grandi e piccini, grazie alla presenza di tanti gruppi invitati dagli organizzatori ed alla bravura ed alla passione dei tantissimi figuranti.

Ulteriori informazioni in merito alla festa sono visibili direttamente sul sito ufficiale dell’evento.

 

Natale col presepio vivente di Villongo

villongo.jpgE’ davvero difficile consigliare qualche attività o qualche evento al quale partecipare nell’imminente week-end perchè Natale… è Natale!
Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi, quindi il consiglio migliore è davvero quello di cercare di vivere un week-end sereno all’insegna della tranquillità e del divertimento assieme alle persone che si amano.

Ma se proprio qualcuno volesse uno spunto sù qualcosa da fare o vedere, allora restando in tema natalizio non posso non menzionare una visita al famoso Presepe vivente di Villongo, che quest’anno arriva a tagliare il traguardo della 14esima edizione.

Il presepe vivente di Villongo è famoso perchè i numeri che lo rappresentano sono davvero impressionanti: 25.000 metri quadrati di superficie ad accogliere una sessantina di scene ricreate da oltre 200 figuranti di tutte le età.

Quest’anno le rappresentazioni si tengono in 6 date, questo il calendario:

– 24 dicembre dalle 21:00 alle 24:00
– 25 dicembre dalle 15:30 alle 19:00
– 26 dicembre dalle 14:30 alle 18:00
– 01 gennaio dalle 14:30 alle 18:00
– 02 gennaio dalle 14:30 alle 18:00
– 06 gennaio dalle 14:30 alle 18:00

Il ricavato raccolto durante le 6 rappresentazioni sarà interamente devoluto in beneficenza, a sottolineare ancor di più lo spessore umano di questo evento.

Se invece volete una veloce dritta su altri presepi più o meno rinomati da visitare, andata a guardare questo sommario.

Buon Natale a tutti!

 

(foto presa da http://www.bronzone.it/news/apt/presepio%20vbillongo.jpg)