La solidarietà di Bergamo verso i terremotati dell’Emilia Romagna

news-grana_padano_terremoto.jpgIl terremoto che ha colpito duramente la vicina Emilia ha esaltato ancora una volta il grande cuore dei bergamaschi.

Si è saputo dai mass media che uno dei grandi danni economici causati dal terremoto ha colpito proprio una delle eccellenza culinarie di quella regione, ovvero il Grana Padano, che in diverse celle è crollato frantumando le forme e obbligando così i proprietari a venderlo in tempi celeri onde evitare di buttarlo, con un danno economico ingentissimo.

Ebbene, la vendita di Grana Padano proveniente dalle zona terremotate dell’Emilia organizzato presso il Parco della Trucca ha fatto il cosiddetto botto: ben 1500 forme vendute in pochissime ore, anticipando la fine della vendita che era stata fissata per le 18 di domenica 10 giugno.

Una gara alla solidarietà che mette in mostra la grande voglia dei bergamaschi di aiutare chi sta male e di evitare anche il danno economico legato al deperimento di una delizia italiana come il formaggio Grana Padano.

La vendità del Grana contribuirà ad aiutare le oltre 7000 aziende agricole colpite dal terremoto, di cui circa 2000 messe letteralmente in ginocchio.

Un piccolo gesto dal significato grandissimo, sia sotto l’aspetto economico che quello morale.