Fiumi sicuri: prevenire i dissesti idrogeologici

Fiumi%20sicuri.JPGCon ancora negli occhi le immagini tragiche delle alluvini in Liguria ed in Toscana non può passare inosservata l’iniziativa Fiumi sicuri che si terrè nella giornata di sabato 12 novembre sul nostro territorio.

La giornata è stata promossa ed organizzata dalla Provincia di Bergamo con Regione Lombardia assieme ai Comuni e alle Comunità Montane interessate dall’iniziativa, e di fatto vedrà all’opera circa 450 volontari alle prese con la pulizia degli argini di diversi fiumi e torrenti bergamaschi.

Prevenire dissesti idrogeologici è l’obiettivo di questa inziativa: pulizia degli argini, rimozione di vegetazione che può provocare blocchi al flusso dell’acqua e soprattutto di rifiuti (quanti se ne vedono ancora oggi nei fiumi!!!), sono questi alcuni dei lavori che verranno eseguiti dai tanti volontari ai quali va il nostro plauso.

In alcuni paesi interverranno anche alcune scolaresche che seguiranno i lavori dei volontari, per far veder loro cosa vuol dire aver cura del proprio ambiente, dei propri fiumi.

A margine di questa iniziativa mi vien spontaneo chiedermi se a queste attività di prevenzione e pulizia non possano essere chiamati i cassaintegrati o le persone in mobilità che percepiscono l’assegno statale: sarebbe un modo per sentirsi coinvolti in un lavoro, per rendersi utili ed essere utili in maniera attiva alla società.

Questa è solo una mia considerazione personale, il fatto principale da segnalare e applaudire è l’iniziativa in sè, di grande e sicura valenza sociale ed ambientale.

 

 

(foto presa da http://www.provincia.bergamo.it/provpordocs/Fiumi%20sicuri.JPG)