La buona cucina sale in vetta, mangiar bene nei rifugi delle Orobie

235982_654281_rifugi_e_s_11785628_medium.jpgL’iniziativa   La buona cucina sale in vetta   vede protagonisti diversi rifugi delle nostre bellissime montagne con appuntamenti che mirano a valorizzare e far conoscere le tante ed ottime tipicità alimentari della tradizione gastronomica bergamasca.

L’iniziativa è in corso già da qualche settimana e continua anche nei mesi di agosto e settembre.
Ogni sabato nei rifugi delle Orobie aderenti all’iniziativa sarà possibile scoprire i sapori e le tradizioni della nostra stupenda gastronomia bergamasca.
E farlo in montagna assume un gusto unico, particolare, proprio perchè spesso i prodotti da degustare arrivano proprio da lì, dalla montagna.
Potersi sedere a tavola ed assaporare un ottimo piatto dopo aver scarpinato per sentieri e boschi… beh, da una soddisfazione tutta particolare!

Il menù di queste prelibate cene è composto da antipasti, primi, secondi, dolce, caffè e un quarto di vino a € 25. Chi vuole può anche prenotare il pernottamente al rifugio, con un costo aggiuntivo.

Di seguito il programma dei prossimi appuntamenti di La buona cucina sale in vetta:

18 AGOSTO
RIFUGIO TAGLIAFERRI

25 AGOSTO
RIFUGIO BARBELLINO
RIFUGIO CALVI

1 SETTEMBRE
RIFUGIO GRASSI
RIFUGIO LAGHI GEMELLI

8 SETTEMBRE
BAITA CARDETO
RIFUGIO VALLE DEL DRAGO

Specchiati nei laghi, alla scoperta delle bellezze nostrane

altosebinoGRprova.jpgTorna anche quest’anno l’evento Specchiati nei laghi, la 2 giorni di apertura al pubblico (definiamola così…) dei 38 comuni bergamaschi sui laghi che aderiscono a questa iniziativa.

Dopo il successo delle scorse edizioni, anche quest’anno si punta a far conoscere le bellezze naturali ed artistiche dei comuni bergamaschi che si affacciano sui laghi: natura, monumenti, ma anche itinerari artistici e naturali, i sapori della buona cucina locale unita alle tradizioni, e poi anche i mestieri di una volta che si sono, ahimè, spesso persi nella nebbia dei tempi…

Specchiati nei laghi occupa i 2 giorni del week-end, sabato 12 e domenica 13 (e speriamo che il tempo regga…).

Abitiamo, viviamo, lavoriamo a poca distanza da bellezze naturali ed artistiche di cui spesso non ci rendiamo nemmeno conto, non per ignoranza nostra ma perchè forse diamo tutto per scontato.

Ecco, Specchiati nei laghi vuole proprio alzare il velo sulle tantissime bellezze che ci circondano, far conoscere angoli e storie che a volte non conosciamo perchè poco sponsorizzate o perchè siamo presi dalla vita frenetica di tutti i giorni.

Abbiamo la fortuna di abitare in un territorio ricco di bellezze… allora è giunto il momento di prendere l’occasione di andare a visitarle, conoscerle ed apprezzarle.

Nei comuni aderenti all’evento verranno organizzati diversi eventi, si potrà alloggiare e mangiare in hotel aderenti all’iniziativa, degustare piatti preparati con grande sapienza e maestria.
E ad animare queste attività saranno proprio gli abitanti dei paesi e dei borghi aderenti, quindi c’è da aspettarsi il massimo dell’impegno.

Per ulteriori dettagli consiglio di visitare il sito   http://www.specchiatineilaghi.it/home/index.php
  o di inviare una email all’indirizzo  info@specchiatineilaghi.it

Consigli pasquali con l’Accademia del Gusto

pranzo-pasqua.jpgL’Accademia del Gusto si mette in aiuto di chi a Pasqua non vuole sfigurare tra i fornelli perchè magari ha qualche invitato a casa.

Martedì 5 e 12 aprile è infatti previsto un corso dedicato esclusivamente al menù pasquale, per dare qualche dritta e qualche aiuto a chi pensa di essere in difficoltà per l’occasione o, più semplicemente, vuole approfondire la conoscenza e la pratica con qualche leccornia tipica del pranzo di Pasqua.

A fornire preziosi consigli sarà lo chef Roberto Carcangiu, dalle 20 alle 23 di entrambi i giorni del corso, e le proposte culinarie fanno venire l’acquolina in bocca solo a leggerle: a me attirano i bocconcini di melanzana con crema alla menta e l’orzo alla salsiccia mantecato con

stracchino, rucola e balsamico, ma i piatti previsti sono diversi e tutto non meno gustosi di quelli che ho citato (de gustibus…).

Maggiori informazioni possono essere chieste direttametne all’Accademia del Gusto, il consiglio in questi casi è quello di interessarsi il prima possibile anche perchè… la prima lezione è alle porte, i fornelli si stanno già scaldando!

 

 

(foto presa da http://wondir.it/wp-content/uploads/2011/03/pranzo-pasqua.jpg)