Marcorè cantante apre la stagione teatrale al Creberg Teatro di Bergamo

neri-marcore-in-questo-nostro-amore.jpeg?-3600Le mie canzoni altrui   dell’eclettico artista Neri Marcorè è lo spettacolo deputato ad inaugurare la stagione teatrale 2012/2013 al Creberg Teatro di Bergamo.

Marcorè calcherà il palco del Creberg Teatro mercoledì 31 ottobre con il suo nuovo spettacolo in esclusiva assoluta per la nostra regione, uno spettacolo decisamente originale e, visto il grandissimo spessore autoironico ed interpretativo di Marcorè, di grande successo.

Le mie canzoni altrui  già dal titolo lascia intuire la vena ironica e divertita di Neri Marcorè.
L’artista interpreterà alcune canzoni composte da grandissimi cantautori più o meno attuali: De André padre e figlio, il Liga, il principe De Gregori, e poi ancora Fossati, Bennato, e altri ancora.

La componente comico-ironica sarà naturalmente immancabile, visto la natura del personaggio, e per questo motivo è facile pronosticare del sano divertimento per uno spettacolo decisamente diverso da quello classico di teatro.

Marcorè sarà naturalmente accompagnato sul palco da una band che sarà composta da Marco Caronna (chitarre, bouzouki, aggeggi), Primiano Di Biase (piano, fisarmonica), Domenico Mariorenzi (chitarra, piano), Guerino Rondolone (contrabasso), Simone Talone (percussioni) e Alessandro Tomei (fiati).

Le prevendite sono aperte da giovedì 11 ottobre andando sul sito TicketOne www.ticketone.it  o presso la biglietteria del Creberg Teatro Bergamo.

Buon divertimento (assicurato) a tutti!!!

Happy Days con Fonzie al CrebergTeatro

fonzie.jpgVe lo ricordate Fonzie, alias di Fonzarelli, il fighissimo protagonista di una delle serie TV più famose di sempre che andava in onda nei lontani anni ’80 del secolo scorso?

La serie si chiamava Happy Days e oggi questa serie sbarca a teatro e più precisamente al CrebergTeatro nella giornata di domenica 15 gennaio alle ore 21:00.

Questo bellissimo musical è opera della Compagnia della Rancia ed è scritto da Garry Marshall, regista di film famosi (Pretty Woman) e interpretato dalla famiglia Cunningham: Howard con la moglie Marion, i figli Richie e Joanie e poi Pinky, Ralph, Potsie, Chachi, Alfred e Lori Beth.

Naturalmente non poteva mancare lui, il mitico Fonzie!
IL gellatissimo protagonista del telefilm cult sarà naturalmente il motore del musical, il centro dell’attenzione, col suo mitico giubbotto di pelle e quella inconfondibile espressione (HEY!) che ha reso il suo personaggio unico, inimitabile.

Si riderà, si ballerà, si canterà, il pubblico non passera sicuramente una serata noiosa e statica, c’è da scommetterci.
Appuntamento quindi al CrebergTeatro e se andate a vederlo, diteci com’è andata!

Enrico Brignano è Tutto suo Padre al Creberg Teatro

enrico-brignano-pesaro_large.jpgEnrico Brignano penso e spero lo conoscano tutti: definirlo solo un comico di successo mi semrba riduttivo perchè Brignano è uno dei pochi comici per definizione che riesce non solo a far ridere, cosa di per sè tutt’altro che facile, ma anche a far pensare, a volte all’interno dello stesso spettacolo.

Enrico Brignano è in questi giorni (10 – 11 – 12 Gennaio) al Creberg Teatro di Bergamo con la prima nazionale del suo nuovo spettacolo Tutto Suo Padre.

In questo spettacolo Brignano spazia a tutto campo, parlando di vita, amore, amicizia, sempre col suo piglio a metà tra il serio e lo scanzonato e quell’ironia casereccia tipica dei comici romani.

Si può dire che nel panorama nazionale il bravo Brignano sia uno dei pochi comici, o meglio, artisti, capace di arrivare dritti al cuore dello spettatore.
I suoi spettacoli sono tutto tranne che scontati e la sua grande capacità è quella di guardare alle piccole cose delle vita e di metterne alla luce gli aspetti più surreali e divertenti, salvo poi concludere con riflessioni profonde che da un comico non ti aspetteresti.

Tutto suo Padre è un chiaro omaggio al padre di Brignano, al quale era molto legato. Ricordo che lo stesso Brignano in una intervista di qualche tempo fa raccontava che decise di andare in scena il giorno dopo la morte del padre perchè lui avrebbe voluto così, perchè suo padre era fiero di questo figlio arrivato al successo nazionale e non lo avrebbe voluto vedere triste e mogio.

Bravo Enrico, e speriamo che passi sempre più spesso dalle nostre parti!

Capodanno con Bertolino o in piazza vecchia?

new+year+2012+background+pictures.gifSan Silvestro al Creberg con il comico Enrico Bertolino: può essere una delle idee per trascorrere l’ultima serata del 2011 in attesa del brindisi di mezzanotte.

Il comico milanese sarà a teatro con il suo ultimo spettacolo Passata è la tempesta? – Nuovi lampi di ovvietà, uno spettacolo ricco di divertimento ed ironia, un modo sicuramente diverso di rilettura degli accadimenti, anche tragici, che stanno attraversando la nostra società.

Non mancheranno gli immancabili accenni alla politica attuale ma ci sarà anche un accenno alla realtà bergamasca con un personaggio tipico della comicità di Bertolino (il muratore bergamasco) e con qualche battuta, già anticipata, sullo scandalo del calcioscommesse che ha colpito duramente Bergamo e la sua Atalanta, nella figura dell’ex-idolo Doni.

Per chi volesse invece aspettare il capodanno in compagnia anche quest’anno non mancheranno le occasioni per viverlo in piazza: nella splendida cornice di piazza Vecchia in città alta oppure in città bassa, in piazza Matteotti.

Mi aspetto una grandissima partecipazione visto il tempo abbastanza clemente di questo periodo e soprattutto la carenza di disponibilità economica di molto bergamaschi che quindi presumibilmente ripiegheranno su feste low-cost come le 2 organizzate nelle piazze cittadine.

A tutti i lettori del blog un caloroso augurio di buon anno, con la speranza che il 2012 sia ricco di soddisfazioni private e lavorative… alla faccia dei Maya!!!

Cara Atalanta, quanto mi costi!

atalanta,tifosi,stadio,abbonamento,serie a,percassi,crebergUn sondaggio online ha dato un responso impietoso: ben il 76% delle persone che vi hanno partecipato hanno bocciato la campagna abbonamenti dell’Atalanta per il prossimo campionato di serie A (a meno di ribaltoni della Giustizia Sportiva).

Troppo cari i prezzi degli abbonamenti, soprattutto quelli dei parterre e tribuna centrale e laterale, in alcuni casi schizzati verso l’alto come appare chiaramente dalla tabella pubblicata sull’Eco di Bergam online facendo un confronto con l’ultimo campionato di serie A del 2009-10.

Manca, secondo tanti tifosi atalantini che hanno scritto all’Eco di Bergamo, una vera e propria politica per le famiglie, prezzi abbordabili e promozionali per quei padri e madri che abbonano anche un figlio, per trasmettere alla prola l’amore per la Dea.

Le proteste hanno colpito i Percassi tant’è che è stata annunciata una imminente revisione ai prezzi in ottica bambini e famiglie, ma… io resto perplesso di fronte a queste lamentele.
E le trovo ingiustificate su tutta la linea.

Perchè?
Perchè i prezzi delle curve sono rimasti invariati e sono gli stessi di 2 anni fa, così come quelli della Creberg laterale coperta e scoperta.

Salgono i prezzi solo nei settori meno popolari, ovvero la tribuna centrale e la centrale Creberg, dove secondo me l’aumento ci può anche stare.
Perchè l’anno scorso i Percassi hanno fatto uno sforzo enorme arrivando praticamente quasi a regalare l’abbonamento per la serie B (curve a 50 euro!), mentre quest’anno c’è la massima divisione e i prezzi non potevano non subire un ritocco.

Se si pretende una squadra di livello, se si pretendono investimenti ed acquisti, beh, una mano la devono dare economicamente anche i tifosi, non ci si può limitare a tifare e basta. Altrimenti poi decade la famosa recriminazione dei tifosi “Paghiamo, quindi possiamo fischiare e protestare”.

Dai, una mano a questa Atalanta la devono dare tutti quelli che ci credono, dalla proprietà ai giocatori fino ai tifosi, perchè è con tutte le componenti allineate ed unite che si fanno i grandi campionati.

Più che l’abbonamento, personalmente mi preoccupa il caso scommesse: a breve arriveranno i responsi e l’Atalanta potrebbe ritrovarsi con 2 giocatori in meno e qualche punto di penalità.
Ecco, questo mi sembra un bel problema, non l’abbonamento. Che comunque verrà rivisto in ottica famiglie e bambini, c’è da… scommetterci!

We Will Rock You: a Bergamo arriva il musical dei Queen!

Grandissimo appuntamento per tutti gli amanti dei Queen, la mitica rock-band degli anni ’70 e ’80 che aveva come cantante il grandissimo Freddie Mercury, una delle voci più belle di ogni epoca.

Al Creberg Teatro di Bergamo arriva infatti il musical We Will Rock You, che dopo il grandissimo successo nazionale ed internazionale dello scorso anno riparte per la sua seconda edizione e tocca, tra le altre, la nostra città.

L’occasione per rivivere la storia di questa storica ed indimenticata band attraverso alcune tra le loro tante belle canzoni, incastonate in un musical realizzato con grande maestria ed arte, senza lasciar nulla al caso.

Conosco alcune persone che hanno potuto vedere lo spettacolo lo scorso anno ed il loro feedback è stato semplicemente entusiasta, vuoi per la bravura degli attori vuoi per il fatto che tutte le canzoni vengono suonate dal vivo con grandissima bravura.

We Will Rock You sarà al Creberg Teatro dal 20 al 23 gennaio e per comprare un posto bisogna affrettarsi altrimenti il rischio è davvero quello di restar fuori e perdere un’occasione più unica che rara.
Consigliamo di visitare il sito ufficiale del Creberg Teatro per reperire ulteriori informazioni.

Se poi assisterete al musical e vorrete farcene partecipi con un vostro commento… sarà più che benvenuto!!!