Capodanno al Creberg con Jonny Groove

vernia.jpgCapodanno speciale al Creberg teatro di Bergamo con un DJ d’eccezione, anzi un comico speciale: Jonny Groove, il discotecaro più divertente e simpatico del gruppo di comici di Zelig, la trasmissione di successo delle reti Mediaset.

Giovanni Vernia è un divertente comico che si è inventato il personaggio di Jonny Groove, un discotecaro un pò fuori di testa a causa della troppa disco-house.
Jonny è famoso per il “ritornello” Essiamonoi, che è poi il titolo dello spettacolo che Vernia ha portato in giro per i teatri italiani riscuotendo tantissimo successo di pubblico e critica, tanto che per il 2011 ha pronto il rinnovato spettacolo Essiamonoi Revolution, che andrà live in anteprima al Creberg teatro proprio la notte di San Silvestro.

“Happy Groove Year” è lo slogan del suo spettacolo di fine 2010, una serata nella quale il bravo Giovanni Vernia si scatenerà in divertentissime scenette senza disdegnare di fare lui stesso il DJ alla consolle, con musica dagli anni ’70 in poi, fino ai giorni nostri.

Un capodanno insomma all’insegna del divertimento e della risata, che siamo sicuri con Vernia… ops, Jonny Groove non mancherà!

 

(foto presa da http://www.riminibeach.it/var/news/storage/images/notizie/migone-vernia-e-la-ricotta-come-resistere/654607-1-ita-IT/migone-vernia-e-la-ricotta-come-resistere_large.jpg)

Ciak si gira! Il mondo del cinema visto da Arturo Brachetti

brachetti.jpgArturo Brachetti, il poliedrico trasformista capace di cambiare abito da scena in pochissimi secondi, sarà al Creberg Teatro di Bergamo martedì 9 e mercoledì 10 novembre con il suo spettacolo dal titolo “Ciak si gira!“, con inizio fissato alle ore 21:00.

Brachetti è una vera e propria star, un fuoriclasse alla Maradona nell’arte del trasformismo: cambiare abito in una manciata di secondi, a volte solo 2 o 3, per lui sembra uno scherzo da ragazzi.

I suoi spettacoli sono un poliedrico susseguirsi di personaggi, colori, scene, storie, battute che attirano grandi e bambini,
accompagnato ed appoggiato da alcuni effetti speciali che rendono l’atmosfera ancor più magica.

Ciak si gira! è un percorso attraverso il mondo del cinema, alla scoperta di personaggi classici come Mary Poppins, Zorro, in un vorticoso passare dal mondo della magia all’horror, al cartoon e così via.

L’occasione buona per conoscere dal vivo un’artista unico nel suo genere, un personaggio che ha saputo quasi inventare un genere e renderlo amato da tutti, famiglie, giovani, bambini, anziani.

 

 

(foto presa da http://www.trentoblog.it/wp-content/uploads/2007/10/brachetti-china-bee-police.jpg)

Giacobazzi per Casa Eleonora Onlus al Creberg Teatro

giacobazzi.jpgLui lo abbiamo conosciuto nelle passate 2 stagioni di Zelig, perchè è stato uno dei comici emergenti più bravi e divertenti: è Giuseppe Giacobazzi, il simpaticissimo romagnolo che racconta delle sue disavventure nella sua bellissima terra, facendo sbellicare dalle risate il pubblico ad ogni puntata dello spettacolo di Canale 5.

La sera del 21 ottobre sarà al Creberg Teatro di Bergamo per presentare il suo spettacolo e c’è da scommettere che sarà praticamente impossibile restare seri ed impassibili anche solo per pochi minuti.

Ma la particolarità della serata è che lo spettacolo di Giacobazzi è organizzato dalla Fondazione Credito Bergamasco e servirà per raccogliere fondi da destinare alla Casa accoglienza Eleonora Onlus, l’associazione che gestisce alcuni mini-appartamenti che vengono dati gratuitamente ai familiari di bambini in cura presso i reparti pediatrici degli Ospedali Riuniti di Bergamo e che, arrivando da città o nazioni molto lontane e non potendosi permettere di alloggiare in albergo per motivi economici, usufruiscono di questi mini-appartamenti a loro concessi.

La serata si inserisce nell’ambito della rassegna artistica dal titolo “Dai credito alla solidarietà”, ideata e realizzata dalla Fondazione Credito Bergamasco con l”obiettivo di rendere accessibili al grande pubblico a costi contenuti degli eventi singolari e di particolare interesse con l’abbinamento alla solidarietà.

Unire la solidarietà alla leggerezza ed al divertimento: non è facile da realizzare, in questo caso scommettiamo invece che sarà un successone!
Se assisterete allo spettacolo e vorrete lasciarci un breve resoconto con un commento… la porta è aperta!

 

(foto presa da http://www.gratis360.it/immagini/Giacobazzi_a_Zelig.jpg)

Festa della donna: come si festeggia a Bergamo

mimosa.jpgLa festa della donna è alle porte e anche quest’anno in città ed in provincia non mancano le iniziative per festeggiare al meglio questa ricorrenza.

Andando in ordine cronologico, segnalo in quel di Scanzorosciate un’interessantissimo film dal titolo “Tutte le donne di un uomo da nulla” del regista Roger Fratter.
Il film verrà trasmesso venerdì 5 marzo alle ore 20:45 nella Biblioteca comunale di Scanzorosciate.

Il film offre una panoramica sull’uomo di oggi, o per lo meno su una delle sue tante sfaccettature, e proprio attraverso gli occhi di un uomo “disegna” anche un profilo della donna moderna, una donna che spesso irride il proprio uomo, quasi lo umilia.

Sabato 6 e domenica 7 marzo si punta sulla cultura: il Ministero per i Beni e le Attività Culturali offre alle donne la possibilità di entrare gratuitamente in musei, biblioteche ed archivi statali.
Spulciando sul sito del Ministero dei Beni Culturali ho notato che nessun museo bergamasco compare in elenco!
Una mancanza grave, a mio avviso, anche se si può sempre puntare su qualche altra bellezza lombarda come per esempio il bellissimo Castello Scaligero di Sirmione, sul lago di Garda.

Lunedì 8 marzo 2 appuntamenti molto importanti, pur nella loro diversità: al Creberg Teatro di Bergamo sarà di scena Lella Costa con il suo spettacolo “Ragazze – Nelle lande scoperchiate del fuori”.
Uno spettacolo che si preannuncia molto interessante, vuoi per il tema trattato vuoi per lo spessore della protagonista, Lella Costa, una autentica sicurezza!

L’altro appuntamento si tiene invece nella bassa bergamasca, per la precisione l’erogatore è l’ospedale consorziale di Treviglio-Caravaggio il quale nel segno della previdenza e della attenzione alla propria salute organizza un convegno dal titolo “La salute delle donne a tutte le età (pap-test e Hpv)” tenuto da Patrizia Morganti, ginecologo all’ospedale di Treviglio-Caravaggio.
Di seguito 2 volontarie in Madagascar, Angela Piovani e Liri Spaho, parleranno della loro esperienza in terra africana relativamente all’educazione femminile alla prevenzione ed alla salute.

Un’ottima occasione per le donne di informarsi su come badare adeguatamente alla propria salute, soprattutto alle tante donne immigrate che ancora non sono abituate a sottoporsi al pap-test per la prevenzione del tumore del collo dell’utero, un tumore che in Italia incide poco in termini di mortalità ma anche ancor più può essere tamponato se identificato in tempo.

Ah, dimenticavo: AUGURI A TUTTE LE DONNE!!!

 

(foto presa da http://metamorfosi.blog.deejay.it/files/2009/02/mimosa.jpg)

La Melevisione in teatro a Bergamo

melevisione.jpgLupo Lucio, Strega Varana, Milo: sono solo alcuni dei personaggi della Melevisione, il programma di RaiTre tanto amato dai bambini, che domenica 24 gennaio 2010 saranno al Teatro Creberg di  Bergamo per allietare il pomeriggio di tanti bambini.

I personaggi del Fantabosco saranno alle prese con alcuni misteriosi eventi che stanno mettendo in subbuglio il loro reame: qualcuno ha rubato degli oggetti fiabeschi come gli stivali delle sette leghe dell’orco, la bacchetta magica della fata, lo specchio della strega, il fuso della Bella Addormentata, la mela di Biancaneve.

Chi sarà mai stato, e cosa si cela dietro questi inquietanti furti?

Per scoprirlo basterà recarsi domenica 24 gennaio alle ore 15:00 al Creberg Teatro di Bergamo ed il mistero verrà svelato.
Come i bambini già avranno capito, dietro questi misteriosi eventi si celano i cattivelli di turno del Fantabosco, e chissà se i buoni ancora una volta avranno la meglio…

La Melevisione è un programma di grande successo nel pubblico dei più piccoli, un programma confezionato sotto forma di racconti fiabeschi che ancora tantissimo successo riscuotono pressi i bambini.

Un programma lontano dai cartoon usa-e-getta che le multinazionali propinano ai nostri figli, una formula all’antica che fortunatamente sembra non conoscere fine.

Buon divertimento a tutti, grandi e piccini!

 

(foto presa da http://www.laltramolfetta.it/public/internet_news/melevisione.jpg)