Gomme invernali obbligatorie per Milano: e Bergamo?

gommeneve.jpgLo scorso anno alla prima, abbondante nevicata s’erano creati ingorghi pazzeschi su diverse strade della città e della provincia di Bergamo e di molte altre città lombarde, con situazioni che avevano dell’incredibile: macchine completamente bloccate in strada, camion che non potendo muoversi venivano abbandonati la notte mentre i proprietari andavano a dormire al caldo in albergo.

Complice una grande nevicata, un freddo pazzesco e ritardi nel mettere il sale sulle strade, tantissimi automobilisti avevano passato una giornata infernale bloccati in strada a bordo delle loro macchine.

Quest’anno la provincia di Milano si è mossa in anticipo e, in forza all’articolo 6, comma 4, lettera E del nuovo Codice della strada entrato in vigore il 29 luglio scorso, ha emanato un’ordinanza che prevede, per gli automezzi fino a 35 quintali di peso, l’obbligo di montare pneumatici invernali o, in alternativa, di avere nel bagagliaio le catene da neve.
L’ordinanza della Provincia di Milano vale per le strade provinciali per il periodo che va dal 15 novembre 2010 fino al 31 marzo 2011.

Cosa significa questo?
Che se il 16 di novembre fosse una giornata di sole ed uno si trovasse sprovvisto di catene per la neve o gomme invernali in provincia di Milano si vedrebbe appioppare una bella multa di 78 euro!

Il dilemma quindi è sempre il solito: siamo di fronte ad una misura di sicurezza atta a prevenire disagi come quelli dello scorso anno, oppure è una tassa ulteriore messa sulle spalle del comune cittadino?

Ognuno di noi è libero di propendere per il parere che vuole.
Personalmente le gomme invernali le vorrei obbligatorie in tutto il Nord Italia, perchè in inverno sono una reale sicurezza di guida per sè e per gli altri e poi perchè, diciamocela tutta, se io uso le gomme invernali non consumo quelle estive, quindi la spesa tutto sommato ammortizzata dall’allungamento della vita degli pneumatici estivi.

Detto questo, fa specie vedere come la Provincia di Milano metta le mani avanti facendo capire che, anche quest’anno, probabilmente non sarebbe stata in grado di far fronte ad una nevicata pesante, come quella dello scorso anno.

Piuttosto, la domanda che mi pongo è: e quelli (a mio avviso saranno tanti) che non compreranno le gomme invernali e alla prima nevicata causeranno rallentamenti e ingorghi e magari anche incidenti, come saranno trattati?
Ci si limiterà a comminare loro una multa di sole 78 euro, a fronte di un disagio che potrebbe coinvolgere centinaia di automobilisti?

 

(foto presa da http://www.ultimissimeauto.com/wp-content/uploads/2009/12/gomme-termiche-300×225.jpg)

Attenzione alle nuove norme del Codice della Strada

strada.jpgTra i primi a farne le “spese” un ragazzo milanese, neopatentato: guidava in stato di ebbrezza in autostrada e non si è fermato all’alt impostogli dalla polizia stradale.
Una volta riusciti a fermarlo, gli agenti gli hanno elevato una contravvenzione salata e decurtato ben 64 punti delle patente!

Stiamo parlando del nuovo Codice Stradale entrato in vigore il 13 Agosto 2010 con la Legge n.120 e che subito ha mietuto diverse “vittime”.

In questo post vogliamo andare a riassumere i cambiamenti più importanti, cosicchè chi ancora ne è all’oscuro possa modificare i propri comportamenti di conseguenza, laddove necessario, chi invece già conosce il nuovo codice… farà un breve ma sempre utile ripasso!

Il nuovo Codice Stradale introduce drastici e radicali limiti per quel che riguarda la lotta all’uso e abuso di alcol nei guidatori: devono astenersi completamente dall’assunzione di alcol prima di mettersi alla guida tutti i neopatentati, i giovani dai 18 ai 21 anni d’età e gli autisti di professione, i quali rischiano il licenziamento se pizzicati a guidare con un tasso alcolico.

Chi invece causa un incidente mentre è ubriaco alla guida si vedrà revocare la patente di guida.

Le aree di servizio non potranno vendere bevande superalcoliche per asporto dalle ore 22 alle ore 6, e non potranno somministrare bevande alcoliche dalle ore 2 alle ore 6, mentre nelle discoteche la vendita di bevande alcoliche è ora vietata dalle ore 3 alle ore 6 del mattino, esclusi capodanno e ferragosto (perchè ferragosto??? Boh…).
Chi va in bicicletta dovrà obbligatoriamente indossare un giubbino catarifrangente se la utilizza di notte fuori dai centri abitati, e questa mi sembra una misura molto mirata ed intelligente

Interessante anche il fatto che viene creato l’obbligo di tenere le lezioni di guida di notte ed in autostrada, onde “abituare” i futuri patentati a guidare anche in queste 2 condizioni.

Curiosa il punto che prevede che a chi sarà sospesa la patente di guida verrà concesso di richiedere una deroga di 3 ore al giorno per recarsi al posto di lavoro o per andare ad assistere un famigliare disabile: come verranno calcolate quelle 3 ore di “libertà”? E chi vigilerà?

Ha già fatto parlare invece l’innalzamento del limite di velocità in tratti autostradali a 3 corsie dotati di tutor: i limiti potranno essere portati fino a 150 km/h, a deciderlo sarà la società che gestisce il tratto autostradale in questione.
Tanto per fare un esempio a noi molto vicino, il tratto autostradale della autostrada A4 che tocca Bergamo e la bergamasca rientra in questa finestra.

Multa salata per chi non presta soccorso ad un animale domestico investito: si può arrivare a contravvenzioni fino a 1559 euro!
Chi invece non concede la precedenza ai pedoni che si accingono ad attraversare la strada vedrà sparire 8 punti dalla propria patente, anche nel caso il pedone non sia sulle striscie ma in prossimità delle stesse.

Altre norme sono presenti nella nuova legge, qui sono state elencate quelle più “vicine” alla realtà della quotidianità di ogni conducente ed anche dei pedoni.
Occhio quindi a non sgarrare, ma soprattutto cerchiamo di utilizzare tanto buon senso e quel senso civico che dovrebbe accompagnarci ogni giorno in ogni ambito, lavorativo, pubblico e privato.

 

(foto presa da http://www.welovemercuri.com/images/il-testo-del-nuovo-codice-della-strada-2010-L-1.jpg)