Appuntamento col carnevale a Bergamo

TARABASTAL-bergamo-16.2.2010-7.jpgE arrivò anche il Carnevale!
Quest’anno la festa tanto amata dai bambini (ma anche dai loro papà e dalle loro mamme) arriva presto, il week-end lungo che comincia venerdì 8 e finisce il martedì grasso sarà tutto dedicato alle tante sfilate che si tengo sia in città che nei paesi della provincia.

Le manifestazioni programmate in bergamasca sono tantissime e sarebbe impossibile riportarle tutte, mi limito quindi a segnalare un link nel quale visionare alcune delle sfilate presenti in provincia e qualche evento programmato in città.

Domenica 10 gennaio il Museo Archeologico apre le sue porte ai bambini organizzando un interessante laboratorio per costruire una maschera teatrale romana, da utilizzare magari già subito dopo per le vie della città.

Per le strade di Bergamo domenica 10 nel pomeriggio vagheranno tanti simpatici Arlecchini che distribuiranno dolci e caramelle ai bambini e si esibiranno in alcuni spettacoli per intrattenere e divertire i passanti.

Presso l’Auditorium di Piazza della Libertà alle ore 14:30 sarà presente Elide Fumagalli per presentare la sua narrazione con disegni dal titolo  La fuga della Zeta e Company.

Un’ora dopo sempre con Elide Fumagalli andrà in scena il laboratorio  Burattini di carta ed emozioni  pensato per i bambini dai 3 ai 6 anni.

Non mancheranno le maschere per le vie della nostra bella città, sia quella bassa che quella alta.
Carnevale piace proprio perchè libera anche le persone più grandi portandole ad aprirsi e scoprirsi in comportamenti che riportano alla superficie la loro natura più libera e pura, quella che contraddistingue i bambini.

Una giornata da vivere in serenità e divertimento, anche per dimenticare per qualche ora le preoccupazioni che accompagnano solitamente le nostre giornate.

L’esercito delle BiGi si rafforza

La notizia della sospensione per una settimana – da sabato 2 a venerdì 8 febbraio 2013 – dell’apprezzato servizio di bikesharing sulla rete cittadina aveva fatto temere per un attimo un taglio legato alla mancanza di fondi.

Di questi tempi infatti ogni notizia di riduzione di un servizio al pubblico è quasi sempre dovuto a ragioni economiche, fortunatamente non è stato così per il nostro servizio di bikesharing cittadino.

Infatti in questo caso la sospensione è legata ad una necessità di aggiornare la piattaforma di gestione online del servizio e, notizia ancora più positiva, all’estensione della rete stessa grazie all’installazione di ben 4 nuove ciclostazioni: sono quelle di Borgo Palazzo – lato fermata TEB, di Pirovano – via Borgo Palazzo all’incrocio con via Pirovano, la Battisti – all’incrocio tra via Battisti e via San Giovanni e la Palma il Vecchio – tra via San Rocco e via Broseta.

Questo intervento porta insomma un consistente aumento di colonnine al numero di 245, che sono per la nostra rete cittadina un numero di tutto rispetto.

I numeri di questo ottimo servizio sono infatti tutti molto positivi e segnalano un forte interesse da parte della cittadinanza per questo tipo di mobilità “green”: dal 2009, anno di avvio delle BiGi, sono state circa 3000 le adesioni dei ciclisti cittadini con utilizzi mensili di qualche centinaio.

Un servizio che piace, che serve, che si è rivelato utile e che tra l’altro è attivo in tantissime città italiana, segno che la mobilità cittadina è fattibile anche senza l’ausilio di mezzi meccanici.

Ricordo che per usufruire del servizio della BiGi bisogna rivolgersi all’ATB Point di Largo Porta Nuova a Bergamo, nei giorni feriali da lunedì a venerdì dalle ore 8:20 alle ore 18:45 e il sabato dalle ore 9:30 alle ore 14:30.
Ulteriori informazioni possono essere richieste scrivendo all’indirizzo e-mail atbpoint@atb.bergamo.it

Toh, un nuovo supermercato al confine con Bergamo!

supermarkets.jpegQuanto avevamo bisogno di un nuovo supermercato nella nostra provincia!
Se poi pensiamo che questo nuovo supermercato si trova a Colognola (si affaccio sulla strada che da Curnasco porta verso il sottopasso di Colognola) a pochissimi chilometri di distanza dal centro commerciale di Orio al Serio, da quello di Curno, da quello di Stezzano e forse qualche altro ancora che mi sfugge… beh, si capisce quanto grande fosse l’attesa del pubblico!

Quando ho visto crescere la costruzione di questo nuovo supermercato ho sperato per un pò di tempo che fosse altro: una concessionaria d’auto o moto, un’esposizione di qualche genere, un negozio… e invece no, la fascia di confine con Bergamo si arricchisce dell’ulteriore supermercato.

A questo punto mi chiedo se esista un piano per la gestione delle aperture di questi supermercati.
Come è possibile aiutare i piccoli negozi di quartiere se poi ogni 4-5 km sorge un nuovo supermercato ogni manciata di anni?
Ma i nostri amministratori non hanno nessun potere di limitazione o comunque di gestire in maniera razionale il sorgere di centri commerciali ed affini?

Pensando a quel che sta accedendo da ormai troppi anni, mi rispondo da solo: no, non esiste nessuna supervisione ma ogni comune fa quel che vuole, col rischio di ritrovarsi con un centro commerciale o un ipermercato/supermercato in quasi ogni comune.

Se è quello che davvero vogliamo… beh, avanti il prossimo!

Natale di emozioni 2011 a Bergamo

1943649874.jpgNatale di emozioni 2011 è il ricchissimo calendario di proposte preparato dagli Assessorati alla Cultura e all’Istruzione, Sport, Tempo Libero e Politiche Giovanili del Comune di Bergamo per tutti i cittadini di Bergamo e provincia.

Si tratta di una serie lunghissima di eventi, concerti, manifestazioni che si terranno lungo tutto il mese di dicembre e nei primi giorni di Gennaio 2012 in città, per ravvivare la nostra cittadina e renderla un punto di incontro e di visita per tantissimi turisti.

Le iniziative sono davvero molteplici e coprono un pò tutte le fasce d’età: dai bambini piccoli fino agli anziani, passando per giovani, adulti e famiglie, ce n’è davvero per tutti i gusti: mercatini, pista di pattinaggio sul ghiaccio, concerti natalizi, mostre, negozi aperti per far shopping, trenino turistico… insomma, di tutto e di più!

L’obiettivo è quello di rendere Bergamo un polo d’attrazione per tutti, e farsì che la gente venga a Bergamo per conoscerla ed ammirarla anche quando si veste del suo bellissimo abito natalizio.

Le festività a Bergamo non saranno quindi noiose ma vive e ricche di appuntamenti.
Per ulteriori informazioni sul calendario delle iniziative consiglio di visitare il sito del Comune di Bergamo, per quelle relative a bambini e famiglie consiglio di visitare il sito di Bambini a Bergamo.

La movida estiva anima le vie di Bergamo

Il secondo appuntamento con la Movida di Bergamo è fissato a domani sera, 7 luglio, e la serata si preannuncia un successo.

La prima movida estiva del 2011 si è tenuta la sera del 16 giugno e l’affluenza del pubblico giovane (e non) è stata davvero notevole.

Le vie del centro città si sono riempite di gente alla ricerca di spazi da vivere, per ripetere la meravigliosa ed azzeccatissima prima edizione della scorsa estate.

Bar a negozi aperti, animazione in strada, musica, spettacoli, intrattenimento e tanta gente e tante attività da fare in un centro città per una sera chiuso al traffico.

La movida bergamasca si ripeterà in altre 2 date: il 21 luglio e quindi l’1 settembre, quando oramai l’estate sarà alle spalle, un dolce ricordo da riporre nel cassetto della memoria non prima di aver goduto dell’ultima serata di movida in centro città.

Un plauso all’amministrazione comunale ed agli organizzatori di questo evento, Bergamo ha bisogno anche di questi momenti per tornare ad essere animata e viva.

Al posto del cinema, qualche garage

cinema.jpgFa molta tristezza leggere la notizia relativa allo smantellamento dello storico cinema Apollo di Bergamo.
Il cinema infatti lascerà posto a 45 box che verranno costruiti nei prossimi mesi, un progetto che ha ottenuto il placet ed ora si aspetta la data di inizio lavori.

Una zona strategica quella della rotonda dei 1000, la costruzione di 45 box sicuramente porterà un pò più di comodità per gli abitanti della zona e c’è da scommettere che non ci vorrà molto per vendere tutti e 45 i box.

Lascia invece l’amaro in bocca la conclusione di una storia così bella come quella del cinema Apollo, una storia purtroppo non isolata ma comune a tanti altri cinema storici della città che negli anni hanno dovuto chiudere i battenti, causa l’avanzare imperterrito della concorrenza rappresentata dai cinema multisala.

Personalmente sono stato diverse volte all’Apollo perchè era molto comodo parcheggiare l’automobile nel parcheggio soprastante e quindi scendere a vedere il film in programma. Pochi passi e si arrivava in centro a Bergamo per finire la serata in un bar o a spasso per via XX settembre.

Un abitudine che purtroppo oggi non è più così viva poichè i multisala della provincia garantiscono evidentemente una maggiore comodità sia in sala che all’esterno della sala, con i molteplici servizi che offrono.

Con la chiusura del cinema Apollo e la sua rimozione “fisica” si chiude davvero un epoca, un periodo ben definito per la nostra città, alla faccia dei tanti progetti di rilancio e riqualificazione del centro.

I cinema in questo progetto non sono inclusi, a quanto sembra.

Torna Artway, manifestazione giovane dei giovani

bergamo.jpgPortare l’arte nei locali giovani della città: una realtà da quando qualche anno fa nacque Artway, la rassegna pensata e dedicata ai giovani di Bergamo e della bergamasca.

Artway viene organizzata dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo e vuole portare le iniziative dei giovani nei luoghi che i giovani frequentano, quindi i locali dove vanno a passare il loro tempo libero.

In questi locali verranno realizzate esposizioni pittoriche, mostre, concerti, videoinstallazioni, performance teatrali, ed altro ancora a partire dal 9 novembre fino alla chiusura fissata per il 10 dicembre.
Tanti i progetti e tanta la voglia di far vivere la nostra bella città attraverso il desiderio di fare e di raccontarsi dei nostri ragazzi, dei nostri giovani.

In queste occasioni i ragazzi verranno anche sensibilizzati alla lotta all’alcol: i locali che ospiteranno le manifestazioni di Artway infatti avranno a listino, al prezzo di 3 euro, un cocktail analcolico creato apposta per l’occasione.

Ad ogni serata i partecipanti potranno raccogliere un timbro e, con 3 timbri, potranno partecipare all’estrazione di alcuni premi durante la serata finale della manifestazione.

Un’evento quindi molto interessante e sicuramente stimolante per tutti quelli, giovani e non, che amano vivere e far vivere la nostra città.
Ulteriori informazioni sul sito dei giovani di Bergamo.

 

(foto presa da http://www.metropolino.com/locali/fotografie/734_1.jpg)

Bergamo chiusa al traffico a causa dell’inquinamento

smog.jpgLa giunta comunale di Bergamo ha deciso: domenica 31 gennaio Bergamo rimarrà chiusa al traffico dalle 9:30 fino alle 17:30.
Si potrà circolare sull’asse interurbano, come avveniva nelle domeniche ecologiche promosse negli scorsi mesi dalla precedente amministrazione guidata dall’ex sindaco Bruni.

La decisione è arrivata nonostante il parere negativo dell’assessore all’Ambiente Massimo Bandera, ma soprattutto dopo ben 16 giorni consecutivi con le famigerate polveri sottili oltre i limiti consentiti, e dopo 19 giorni oltre i limiti sui 26 di questo inizio anno.

Questa decisione era stata paventata più volte nei giorni scorsi a causa dei pessimi dati riguardante la salute dell’aria di Bergamo e provincia e delle condizioni meteo che non prevedono precipitazioni, che in questi casi aiutano a pulire un poco l’aria.

Il provvedimento tra l’altro invita anche ad abbassare la temperatura dei riscaldamenti: 18 gradi per gli edifici adibiti ad attività artigianali, industriali e simili; 20 gradi per tutti gli altri edifici.

Una decisione che lascia più di una perplessità: bastano poche ore di traffico limitato per ripulire l’aria?
E poi, perchè a Bergamo non si può usare l’auto ma nell’hinterland sì? Il traffico che ogni domenica si registra attorno all’OrioCenter ed al Centro Commerciale di Curno non è più dannoso di quello che si può registrare di domenica in centro città?

Un provvedimento che come al solito non mira a risolvere il problema reale dell’inquinamento ma bensì a dare sollievo alla qualità dell’aria per qualche ora soltanto.

Forse sarebbe il caso invece di rivedere la politica del traffico cittadino anche in settimana, stimolando la gente ad usare i mezzi pubblici lasciando la propria autovettura in garage.
Un ritornello che viene ripetuto da anni, tanti anni. Troppi anni…

(foto presa da http://www.100meteo.it/uploads/ozono.jpg)