Bergamo in tasca… sì, ma una tasca buca!

366991_807223_app_bergam_13995476_medium.jpgNon mi stupisce la polemica che sta montando attorno al mancato rilascio sull’app store dell’applicazione Bergamo in tasca.

La app in questione venne annunciata per luglio 2012 sui media locali, ad esempio io lessi la notizia su l’Eco di Bergamo, e nelle intenzioni del committente – il Comune di Bergamo – Bergamo in tasca doveva essere un veicolo importante di notizie e di informazioni sulla nostra bellissima città.

All’epoca misi un reminder sul calendario del mio smartphone perchè volevo installarla subito e verificare di persona che cosa offriva.
Ebbene, per 3 settimane ho continuato a posporre il mio reminder nel calendario finchè alla fine mi sono arreso: la app non ne voleva sapere di venire alla luce quindi pensai che fosse successo qualcosa.

E difatti dopo poco tempo cominciai a leggere articoli che riportavano che per qualche strano motivo la app era in uno stato indefinito, sospesa, con una data di rilascio non ancora certa.

Lo stato di incertezza continua tuttora e al momento non si sa ancora quando i bergamaschi, ma soprattutto le migliaia di turisti che ogni anno vengono ad ammirare le bellezze artistiche, culturali e culinarie della nostra città, potranno scaricarla e utilizzarla.

Un peccato ed una grossa occasione mancata perchè poter offrire un servizio simile alle migliaia di turisti che ogni anno arrivano a Bergamo è un veicolo eccezionale per il turismo nostrano.
I turisti potrebbero avere accesso ad informazioni sugli orari di apertura di musei, locali, mostre, potrebbero leggere informazioni sulla storia e la cultura locale, ed altro ancora.

Certo adesso il grosso della stagione è passato perchè se il turismo a Bergamo è soprattutto legato alla visita di città alta, allora bisognerà aspettare la prossima primavera.
Sperando che, per allora, l’App sia pronta e non sia caduta per sempre nel cestino delle occasioni mancate.

Street Golf in città alta

attachment.php?attachmentid=2882&thumb=1&d=1253499632Street Golf  è senza dubbio l’evento di sabato 22 settembre, evento molto particolare in quanto si tratta di una gara di golf che si disputerà… per le vie di Bergamo Alta!

Vie, piazze, palazzi saranno infatti il campo di “battaglia” per i partecipanti a questa originale e affascinante competizione, che partendo dalla Piazza del Duomo andrà a toccare altri luoghi del nostro bellissimo borgo per un totale di 9 buche, con conclusione in Piazza Vecchia, la quale si sarà appena spogliata della sua attuale veste “green”.

Obiettivo di questa manifestazione è quella di avvicinare ancor più il pubblico a questo sport che da sempre viene visto come uno sport di elitè, uno sport per ricchi e non per la gente comune.

Andare a giocarlo per strada vuole essere la dimostrazione che invece può essere uno sport adatto a tutte le età e, soprattutto, a tutte le tasche.

Una iniziativa interessante che ancora una volta vede coinvolta nei panni di location ospitante la nostra bellissima città alta.
Dico questo perchè negli ultimi giorni, per via della manifestazione che ha vestito di verde Piazza Vecchia e l’idea di avere carrozze e cavalli in giro per le strade della città, è montata una specie di polemica sull’utilità di trasformare Bergamo Alta in quello che per molti assomiglia ad un luna park.

Personalmente non credo che le iniziative citate sviliscano il nostro bellissimo borgo medievale ma bensì lo rivitalizzino e lo arricchiscano ancor più, facendolo conoscere a tantissimi turisti italiani e stranieri.
Cosa che città alta si merita.

Dall’altro lato però concordo sul fatto che le iniziative andrebbero valutate e si dovrebbe, ogni tanto, avere il coraggio di rifiutare qualche evento e dire no.
Perchè è giusto che non si esageri e che Bergamo Alta non diventi realmente un parco giochi.

Finora credo che questo non sia avvenuto ma è sempre meglio non abbassare la guardia.

Tutti di corsa con la Strabergamo

33a_strabergamo_2009.jpg6, 12 e 18: sono le distanze sulle quali si correrà la prossima edizione della StraBergamo, appuntamento tradizionale del settembre podistico bergamasco.

Camminata non competitiva aperta a tutti, la Strabergamo anche quest’anno aprirà i battenti domenica 23 settembre alle ore 07:30 con la Messa inaugurale celebrata sul Sentierone.
Alle ore 9:00 il via ufficiale alla marcia con migliaia di partecipanti che andranno a colorare le vie di Bergamo alta e Bergamo bassa di colori, voci, odori, musica, simpatia e tanto, tanto divertimento.

Nata nel lontano 1973 ed arrivata alla candelina numero 36, quest’anno al Strabergamo si allunga fino alla misura dei 18km per i più atletici, per quelli che anche nella Strabergamo vogliono sudare forte e cimentarsi su di una distanza impegnativa, sicuramente non alla portata di tutte le scarpe da corsa.

Obiettivo è quello di offrire ai partecipanti l’opportunità di vedere Bergamo sotto una luce nuova, camminando per le sue strade senza la frenesia che contraddistingue la settimana lavorativa ma in calma e facendo anche dello sport, il che non guasta mai.

A corollario della marcia anche le usuali attività dei giorni precedenti: si parte venerdì 21 con il villaggio dedicato ai bambini con giochi gonfiabili ed intrattenimenti gratuiti che verrà montato nel centro città.
Sabato 22 arriverà anche una fattoria didattica e la tradizionale merenda, oltre a esibizioni di discipline come il Boot Camp, il Joy Walk e l’Aerostyle/Danza.

Naturalmente si spera nel bel tempo, elemento non indispensabile ma sicuramente utile per rendere la giornata ancor più bella.
Ulteriori dettagli e informazioni sono sul sito ufficiale della Strabergamo.

Su e giù per Bergamo con la Millegradini

284902_709311_GVF_7250_12713662_medium.jpgDomenica 16 settembre arriva la seconda edizione di una manifestazione molto, molto particolare: la Millegradini.

Nata lo scorso anno, la Millegradini la si può definire come una manifestazione podistica culturale di successo in quanto lo scorso anno, alla sua prima edizione, aveva registrato un buonissimo afflusso di pubblico, attorno alle 600 unità.

Quest’anno è lecito pensare che il numero sia anche maggiore, magari aiutati dalle buone condizioni atmosferiche, cosicchè questa simpatica e singolare manifestazione possa definitivamente prendere piede nella nostra bella città di Bergamo.+

Il nome – Millegradini – è già abbastanza auto-esplicativo sulla natura dell’evento: protagoniste sono le tante scalette che uniscono Bergamo Bassa e Bergamo Alta.

I 3 percorsi facenti parte del programma della Millegradini vanno incontro alle esigenze ed alla preparazione atletica di tutti i partecipanti: il percorso più impegnativo è sicuramente quello lungo 16km e che conta più di 1000 gradini da salire, poi ci sono quello da 13,5 km con circa 1000 gradini ed infine il più breve lungo 10 km con circa 1000 gradini sul percorso.

Il percorso più lungo avrà il via alle ore 9:00 mentre gli altri 2 percorsi un quarto d’ora più tardi, alle ore 9:15.

Dicevamo che l’evento ha un risvolto culturale: infatti alcuni musei cittadini (GAMeC, Museo archeologico, Bernareggi, ecc…) nella giornata di domenica 16 saranno accessibili gratuitamente a tutti gli iscritti della Millegradini.

Ulteriori informazioni le trovate sul sito ufficiale della manifestazione.

Piazza Vecchia diventa un giardino

piazza_vecchia_giardino.jpgDal 30 agosto al 16 settembre Piazza Vecchia cambia ancora pelle e si tinge di verde diventando un grandissimo e suggestivo giardino.

E’ questo l’effetto dell’edizione 2012 di  I Maestri del Paesaggio – International Meeting of the Landscape and Garden,  una tra le manifestazioni più importanti a livello nazionale ed internazionale sull tema del paesaggio e del binomio natura-architettura.

Lo scorso anno Piazza Vecchia “green” era stato un successo grandissimo sia in termini di pubblico che di effetto suggestivo: Piazza Vecchia è di per sè uno scrigno di bellezza ed arte unico, una delle piazze più belle d’Italia.
Vederla trasformata in un grande giardino è stata la classica ciliegina sulla torta, e quest’anno ci si riprova!

Il verde sarà naturalmente il tema conduttore di workshop, mostre, convegni, seminari e quant’altro ruoterà attorno alla manifestazione.

Saranno presenti diversi paesaggisti di fama internazionale per condividere progetti e filosofie applicate alle loro opere, e fino a domenica 16 settembre c’è da essere sicuri che Piazza Vecchia farà la sua parte, adornata di una veste insolita ma altamente efficace e di grande impatto.

Durante il periodo di I Maestri del Paesaggio nell’Aula Picta verrà allestita la Mostra Internazionale di Fotografia dei Giardini, che raggruppa i lavori dei finalisti dell’International Garden Photographer of the Year competition (IGIPOTY), il più importante concorso fotografico del mondo nel settore.

Musica e arte con le Passeggiate Donizettiane

261706_686311_IMG_7346_9_12306878_medium.jpgPromossa dall’assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Bergamo e sotto la direzione artistica di Luigi Giuliano Ceccarelli e Francesco Bellotto, dal prossimo week-end torna le Passeggiate Donizettiane, l’evento musicale giunto alla sua terza edizione grazie al grande successo di pubblico delle 2 precedenti edizioni.

Le Passeggiate Donizettiane è un percorso di concerti che si tengono a Bergamo, città del grande compositore, e sono ambientati in alcuni dei luoghi più belli e rinomati della nostra stupenda Città Alta.

Protagonisti dei concerti sono alcuni bravi artisti bergamaschi e una serie di musicisti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali G. Donizetti di Bergamo.

La rassegna punta a far conoscere al pubblico gli artisti che animeranno le Passeggiate e a far riscoprire la musica del maestro bergamasco.
Bergamo deve molto a Donizetti perchè rappresenta indubbiamente uno dei suoi figli più illustri e rinomati nel mondo, un artista di pregio internazionale che ha sempre avuto Bergamo nel cuore.

I luoghi dei concerti saranno la casa satale di Gaetano Donizetti, l’Orto Botanico di città alta, il lavatoio di via Mario Lupo, il Palazzo del Podestà.

Ulteriori dettagli sul sito Bergamo Musica festival.
www.bergamomusicafestival.it

Il terremoto avvertito anche a Bergamo

terremoto-modena-mega800-770x412.jpgLa scossa di terremoto di ieri mattina è arrivata fredda, pungente, inattesa. Letale nelle zone dell’epicentro modenese, fortunatamente non nel bergamasco.

Il terremoto sta diventando una costante delle nostre vite e le sta condizionando, più o meno pesantemente.
Trovarsi in una chiesetta del ‘300 per assistere ad una funzione religiosa e pensare costantemente a cosa fare alla prima scossa di terremoto è solo un esempio  e il sottoscritto lo ha vissuto proprio ieri.

Sembrerà eccessivo o paranoico ma il terremoto terrorizza proprio con queste modalità, perchè arriva quando meno te lo aspetti, quando tutto sembra passato e anche in zone, purtroppo va sottolineato, apparentemente non sismiche, come erano fino a poco tempo fa quelle che oggi sono l’epicentro del terremoto.

Anche Bergamo è zona sismica, ricordiamocelo, nei secoli passati un pesante terremoto sconvolte la città e provocò vittime ed il fatto che ad avere i danni più pesanti nel modenese siano soprattutto le costruzioni più antiche (castelli, torri) ci deve far pensare perchè noi abbiamo Città Alta e le mura Venete che potenzialmente oggi sono più a rischio che mai.
Con tutte le persone che dentro e vicino a questi monumenti ci vivono e ci lavorano.

Intanto in Emilia si continua a soffrire a causa degli effetti di questo sciame sismico che sembra originato da una nuova faglia e che oltre ai pesanti danni materiali ha anche portato morte, mietendo diverse vittime sia con gli episodi del 20 che del 29 maggio.

Un pensiero va a tutti coloro che soffrono e oltre il pensiero deve arrivare anche qualche azione, come quella di sostenere economicamente e materialmente la ricostruzione ed il supporto agli sfollati.

E’ nelle difficoltà che si vede il valore e lo spessore della gente e noi italiani, bergamaschi in primis, lo abbiamo sempre dimostrato.

 

 

(foto presa da http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2012/05/terremoto-modena-mega800-770×412.jpg)

Palio di Città Alta

358081_77525_medium.jpgSembra ieri quando assistavamo alla primissima edizione del neonato Palio di Città Alta ed ecco che siamo già giunti alla sua terza edizione.

Anche se in passato la pioggia ha visitato gli eventi del Palio di Città Alta, il suo successo è comunque stato buono: tanti turisti, visitatori o semplici curiosi hanno partecipato alle giornate del Palio e si sono divertiti.

Quest’anno il Palio si terrà nel week-end che comincia venerdì 1 giugno e si conclude domenica 3 giugno 2012.

La speranza naturalmente è che il tempo sia clemente e la pioggia non disturbi un avvenimento che anno dopo anno mira ad entrare di diritti in quella ristretta lista di eventi cosiddetti tradizionali.

Musica, divertimento, risate, festa: non mancherà nulla al Palio di Città Alta per far divertire e coinvolgere grandi e piccini.

Diversi gli eventi in programma che si possono trovare direttamente sul sito de l’Eco di Bergamo, naturalmente il clou sarà il classico Palo della Cuccagna che si terrà domenica 3 giugno in Piazza Vecchia.

Incrociamo le dita e speriamo di avere una bella giornata di sole. Il divertimento, quello, è assicurato!

 

 

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2012/05/358081_77525_medium.jpg)

Festival Danza Estate 2012

1038.jpgComincia proprio venerdì 18 maggio Festival Danza Estate 2012, giunto alla sua 24esima edizione.

Festival Danza Estate è il prestigioso festival di danza contemporanea organizzato dal CSC Anymore di Bergamo, e dal 18 maggio durerà fino al 30 giugno prossimo.

Sede principale del festival è il Teatro Sociale di Bergamo Alta, recentemente ristrutturato e riportati a fasti consoni alla sua bellezza.

L’arte della danza è una giusta e corretta abitante di questo bel teatro, ma altre sedi saranno anche il CSC Anymore di Bergamo e la piazza 13 Martiri di Lovere.

Ben 9 le serate in calendario del festival: 3 di queste saranno addirittura in prima nazionale, giusto per sottolinearne l’importanza e la valenza non solo a livello locale ma anche nazionale.

Il festival sarà animato dalla danza classica ma ci si spingerà anche alla danza contemporanea, a quella acrobatica e quella di ricerca, perchè l’obiettivo è quello di rappresentare una figura a tutto tondo di questa nobile arte.

Ulteriori informazioni sono reperibile contattando CSC Anymore.

Riaprono ai turisti alcune attrazioni di Bergamo Alta

133069_502253_SF04000000_9144124_medium.jpgPasqua e pasquetta potrebbero essere l’occasione per visitare un pò la nostra bellissima città, no?
Tanta storia, tanta arte, poca spesa e tante cose da vedere.

Dall’1 aprile infatti si è entrati nella “stagione turistica” visto che sono state aperte diverse attrazioni storico-turistiche della nostra Bergamo.

Cannoniere di San Giovanni e di San Michele, Torre di Gombito, Fontana del Lantro: sono queste le 3 attrazioni che tornano ad aprire i loro battenti per ospitare turisti, curiosi ed appassionati e far scoprir loro uno spaccato storico della nostra città troppo spesso sconosciuto.

In particolare la visita alla Torre del Gombito sembra offrire spunti davvero interessanti: l’accesso alla Torre è gratuito previa prenotazione, e la salita alla Torre offre la possibilità di ammirare un panorama unico: Bergamo Alta e la pianura bergamasca viste dall’alto, una vista che deve essere davvero meravigliosa.

Ma anche la visita alle Cannoniere di Giovanni e di San Michele si presenta interessante: queste 2 cannoniere in passato ospitavano l’artigleria che serviva per la difesa della città.
Visitare questi luoghi sotterranei è un’altra esperienza che si prospetta molto affascinante, anche in questo caso si può andare a scoprire alcuni angoli di una bellezza unica e poco conosciuti da noi bergamaschi.