Si torna al medioevo al Castello di Malpaga

CASTELLO_MALPAGA.jpgIl consiglio per il primo week-end di novembre, quello che cade a ridosso della festa di Tutti i Santi e del ricordo dei Morti, vede di scena il bellissimo Castello di Malpaga.

Qui infatti va in scena una iniziativa volta a far conoscere al pubblico le bellezze artistiche ed architettoniche di uno dei castelli più belli e meglio conservati dell’intera bergamasca.

Le sale del Castello di Malpaga apriranno al pubblico nelle giornate di sabato 3 novembre dalle 15:00 alle 18:00 e domenica 4 novembre dalle 10:00 alle 12:00 e nel pomeriggio dalle 14:00 alle 18:00.

Le sale del castello in queste 2 giornate verranno allestite con arredi del ‘400 e animate da figuranti in costume dell’epoca Colleonesca, portati in scena dai ricostruttutori storici della Compagnia D’Arme del Carro, i quali narreranno al pubblico episodi e curiosità sulla vita di corte dell’epoca.

Questo particolare weekend fa parte di P.e.R. Malpaga, un progetto molto importante ed impegnativo di  rivalutazione territoriale e ambientale punta a riportare agli antichi fasti questo bellissimo Feudo medievale, grazie ad eventi che riportino il pubblico all’interno del castello.

Avendo visitato diversi anni fa le sale di questo castello posso testimoniare che vale davvero la pena passarci un paio d’ora per ammirarne la bellezza e, attraverso i figuranti ed i loro racconti, tuffarsi in un periodo tanto affascinante quanto ancora poco conosciuto come quello medievale.

Purtroppo non conosco gli eventuali costi del biglietto d’ingresso, ho contattato l’indirizzo email di riferimento ma senza ricevere alcune risposta. Se desiderate ulteriori informazioni, andate sul sito ufficiale del Castello di Malpaga o provate anche voi via email scrivendo a r.breno@new-target.it

Weekend Alla corte dei Suardo a Bianzano

bianzano_corte_dei_suardo-640x427.jpgDa giovedì 2 a domenica 5 agosto torna la tradizionale ed imperdibile rievocazione medievale  Alla corte dei Suardo.

Nella bellissima cornice del paese di Bianzano si celebrerà la commemorazione del matrimonio tra Giovanni di Baldino Suardo e Bernarda Visconti, figlia di Bernabò Signore di Milano, che si tenne nell’anno del Signore 1367.

I Suardo nell’occasione intestarono al figlio Giovanni il bellissimo castello di Bianzano, affrescandone atrio e cortiletto.

Alla corte dei Suardo è un evento patrocinato dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Bergamo e dal Comune di Bianzano, ed è un appuntamento importantissimo per la valle e per gli amanti delle rievocazioni di epoca medievale.

Promotrice dell’evento è da 14 anni l’Associazione di Promozione Culturale e Turistica Pro Bianzano, la quale lavora tutto l’anno per preparare al meglio nei più minimi dettagli questi 4 intensi giorni.

Ricchissimo il programma: dalle visite guidate gestite da un comitato di giovani bianzanesi appassionati di storia locale, allo storico Banchetto d’Onore che si tiene nel cortile del castello (solo su prenotazione fino ad esaurimento posti), dalla rievocazione storica del matrimonio ai tantissimi quadri d’epoca ricostruiti nei cortili e nelle strade del bellissimo paese di Bianzano grazie alla dedizione ed alla passione di centinaia di volontari.

Durante i 4 giorni della rievocazione lungo le vie del centro storico di Bianzano ci si imbatterà in tamburi, menestrelli, cornamuse bergamasche, si potrà assistere al palio delle contrade, al Palio degli Asini e dei Fantini, alla gara da Monelli, si potrà assistere a diversi spettacoli di intrattenimento.

Non mancheranno i punti ristoro ed i convegni, la musica ed il divertimento, il tutto incorniciato nello splendido borgo medievale di Bianzano.

Il clou è rappresentato dalla messa medievali in latino, domenica 5 agosto alle ore 10:00, e soprattutto dal corteo nuziale che sempre di domenica, alle ore 16:00, si snoderà lungo il centro storico con sbandieratori, arcieri, musici e falconieri, giullari e maestri d’arme

Appuntamento quindi dal 2 al 5 agosto a Bianzano, i dettagli sull’agenda degli eventi nei diversi giorni è visibile sul sito ufficiale della manifestazione.

Medioevo a Malpaga con la sagra Due castelli in festa

castellomalpaga.jpgCavernago e Malpaga in festa con la rievocazione storica legata al grande personaggio storico di Bartolomeo Colleoni, nell’ambito dell’ormai tradizionale sagra Due castelli in festa.

Il clou come anticipato è rappresentato dalle esibizioni e manifestazioni in programma domanica 14 agosto ma la festa si tiene dal 10 al 21 agosto.

Malpaga si veste del suo affascinante abito medievale: la cornice è quella splendida del castello che domina ancora il centro del paese e che funge sempre da fulcro della vita paesana, anche se oggi non è più abitato.

A Malpaga andranno in scena banchetti medievali, scene di vita dell’epoca rappresentate da figuranti in costumi medievali, falconieri e saltimbanchi, sbandieratori, corse di cavalli e cavalieri: insomma, una vera e propria rievocazione storica di quello che resta uno dei castelli meglio conservati e più suggestivi della nostra provincia.

Ad organizzare il tutto è l’Associazione Malus Pagus di Malpaga in collaborazione col Comune di Cavernago e la società Malpaga srl, che è la società proprietaria del castello colleonesco.

Sicuramente l’occasione per riscoprire, per chi ancora non li conoscesse, angoli semi-nascosti della nostra provincia ricchi di storia, tradizione, cultura.
E borghi e paesaggi che tuttora conservano scorci di paesaggi storici che purtroppo in quasi tutti i nostri paesi sono scomparsi, cancellati e soffocati dalle costruzioni moderne.

Specchiati nei laghi: scopriamo le bellezze dei laghi

altosebinoGRprova.jpgUn fine settimana dedicato alla riscoperta delle bellezze naturalistiche, paesaggistiche e culturali che fioriscono in 38 Comuni della Comunità montana dei laghi bergamaschi.

Il tutto è parte dell’iniziativa denominata “Specchiati nei laghi“, fissata per sabato 9 e domenica 10 aprile; saranno 133 i siti aperti ed accessibili gratuitamente per scoprire angoli atistici, storici e naturalistici di grandissimo pregio, spesso sconosciuti ai più.

Tra i “siti” aderenti all’iniziativa segnalo il Museo civico delle scienze naturali di Lovere, il Museo della Val Cavallina di Casazza, il bellissimo Rifugio Malgalunga con l’annesso museo che ricorda il ruolo che questo sito ebbe durante la resistenza partigiana, il borgo medievale di Bianzano con il Castello Suardi, e tantissimi altri ancora.

Aderiscono all’iniziativa anche diversi ristoranti dei comuni coinvolti nell’iniziativa, perchè apprezzare l’arte va bene ma se poi ci si siede a tavola a degustare qualche ottimo piatto locale ad un prezzo speciale… allora va ancora meglio!

Il sito ufficiale dell’evento Specchiati nei laghi offre la possibilità di visionare nel dettaglio le diverse proposte di questo particolare week-end.

(foto presa da http://www.provincia.bergamo.it/provpordocs/altosebinoGRprova.jpg)