Il Campionato Italiano dei muratori a Bossico

murat.jpgE’ giunto alla sua quinta edizione uno dei tornei più curiosi e divertenti che si possa immaginare: il Campionato Italiano dei Muratori che si svolgerà a Bossico, in provincia di Bergamo, il 12 e 13 settembre.

Un campionato di questo genere può suonare bizzarro ma se consideriamo il numero di aziende e lavoratori del settore presenti in tutta la bergamasca e la grande tradizione della nostra terra in questo mestiere, allora questo torneo assume tutta un’altra prospettiva.

In cosa consiste esattamente il Campionato Italiano dei Muratori?

Le squadre iscritte al torneo sono 10 e sono composte da 4 muratori ciascuna, provengono da tutta Italia e dovranno realizzare una costruzione che verrà loro comunicata ad inizio gara, dando il loro meglio in quanto a bravura e velocità.
Avranno a disposizione le 2 giornate di sabato 12 e domenica 13 e un’apposita giuria composta da ingegneri e tecnici del settore deciderà chi sarà la squadra che si aggiudichera il titolo di Campioni Italiani di Muratura 2009.

Da sottolineare che nell’ambito di questo torneo sabato 12 settembre è in programma un convegno dal titolo Costruiamo Sicurezza: Nuove regole per la sicurezza in cantiere D.Lgs. 81/08

L’appuntamento per curiosi, appassionati e tifosi è quindi in quel di Bossico, bellissimo paese sopra il Lago d’Iseo.

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/06/75153_394028_e5614_5760_7369938_medium.jpg)

“Papa Giovanni XXIII”: il nuovo ospedale di Bergamo

ospedale.jpgUna delle grandi opere in corso di realizzazione a Bergamo è senza ombra di dubbio quella relativa alla costruzione del nuovo Ospedale cittadino che diventerà operativo nella primavera del prossimo anno nella zona periferica della Trucca, a pochi chilometri di distanza dall’attuale struttura.

L’attuale struttura ospedaliera era diventata nel corso degli anni vecchia ed obsoleta e necessitava di continue manutenzioni; da qui il progetto di realizzare un nuovo ospedale in una zona più decentrata dalla città cosicchè anche il traffico generato dai movimenti di persone in visita all’ospedale non diventi più un problema per la città.

Per realizzare il “Papa Giovanni XXIII” sono stati messi in campo numeri rilevanti: un’investimento di circa 340 milioni di euro, diverse centinaia di operai al lavoro sul cantiere, una superficie di circa 320.000 metri quadrati per vedere realizzato un’ospedale che disporràdi 1200 posti letto e ben 26 sale operatorie.ospedale1.jpg

Un’opera davvero imponente di cui si comincia da tempo ad intravvedere qualcosa costeggiando le strade adiacenti all’area in cui sorge il cantiere, dalle quali si possono vedere i diversi building che costituiranno insieme la nuova struttura ospedaliera.

Tra le diverse novità legate alla costruzione del nuovo ospedale mi piace riportare quella relativa all’adozione di nuove tute di lavoro dotate di microchip, il quale servirà per controllare il percorso ed il numero di lavaggi di ogni capo di biancheria.
Inoltre, il personale potrà ritirare le divise pulite da un distributore automatico utilizzando un badge che permetterà loro di selezionare il capo usando un pannello touch-screen.

All’interno del nuovo ospedale sorgeranno anche 3 bar ed un ristorante, il cui gestore è già stato individuato: uno dei 3 bar ed il ristorante sorgeranno alla torre 1, mentre gli altri 2 bar verranno dislocati uno di fronte alla torre 2 ed uno alla base della torre 7.

 

(foto presa da http://it.wikipedia.org/wiki/File:Cantiere_Aperto_10Giugno2007_007.jpg

http://www.bergamosera.com/cms/wp-content/uploads/cache/7997_NpAdvHover.jpg)