Il mese della castagne

castagne.jpgOttobre è il mese dell’autunno, e l’autunno è il mese delle… castagne!!!
Quanti di noi associano il mese di ottobre con la ricerca e la raccolta delle castagne, quando da bambini andavano per i boschi della provincia accompagnati dal proprio papà, dalla mamma, dal nonno, dagli zii.

Ricordo ancora con piacere quando da piccolino il sabato pomeriggio ci si preparava: giubbino pesante per ripararsi dal freddo e dall’umidità, stivali per non bagnarsi i piedi, un bel bastone per mantenere l’equilibrio e per smuovere le foglie alla ricerca delle castagne, ed una borsa della spesa per raccoglierle!

Si passava un pomeriggio all’aria aperta incuranti del freddo, dei morsi della fame per la mancata merenda, concentrati alla ricerca delle castagne per trovarne un numero maggiore dei propri fratelli e dei propri cugini.
Primeggiare in questa ricerca equivaleva a ricevere i complimenti dei “grandi”, ad una pacca sulla spalla, alle congratulazioni del nonno: come si poteva non competere in questa “gara” tutta speciale?

Come dimenticare le tante punture ricevute nel raccogliere le castagne ancora nascoste all’interno dei ricci, spinosi come poche altre cose al mondo ma così belli da rompere per scoprire quante castagne celava al suo interno?

Il mese di Ottobre nella nostra provincia è ricco di castagnate in tanti paesi, oratori, centri aggregativi: segno che le castagne sanno ancora aggregare persone di tutte le generazioni, grandi e piccini, alla faccia di internet, Facebook e telefonini vari.

W le castagne allora, e buona raccolta!

 

(foto presa da http://www.iltaccoditalia.info/public/castagne.jpg)

Opuscolo salvavita per i cercatori di funghi

funghi1.jpgI numeri hanno dell’incredibile e paiono un bollettino da guerra: questa estate 18 persone hanno finora perso la vita mentre raccoglievano funghi.

Sì, mentre raccoglievano funghi, non mentre scalavano o compivano chissà quale azione pericolosa.

Purtroppo ogni anno sono tante, troppe le persone che perdono la vita a causa di incidenti occorsi mentre si trovavano in boschi o su sentieri in cerca di funghi.
Una passione molto comune anche nella nostra provincia e purtroppo anche la nostra provincia ha pagato anche quest’anno il suo dazio di vittime.

Per questo motivo il Cai di Bergamo ha preparato e diffuco un preziosissimo opuscolo che elenca tutta una serie di regole e accortezze da seguire quando si esce per andare a cercare funghi.
L’opuscolo, dal significativo titolo “Sicuri a cercar funghi”, elenca le misure che ogni persona dovrebbe seguire quando si appresta ad andare a cercar funghi nel bosco: dall’abbigliamento minimo alle accortezze nel muoversi nei boschi, alle regole di raccolta dei funghi.

Un’opuscolo prezioso perchè le regole riportate possono davvero fare la differenza e salvare vite, o comunque aiutare i cercatori di funghi a non correre troppi rischi, a cui magari a volte nemmeno ci si pensa.

Consigliatissima quindi una lettura dell’opuscolo che linkiamo in questa pagina.

 

(foto presa da http://www.marcaaperta.it/userfiles/image/funghi1.jpg)