Il giorno della Memoria a Bergamo, per non dimenticare

431408_896217_SF01000000_15024369_medium.jpgGiorni dedicati al ricordo quelli dei cosiddetti Giorni della Memoria.
Anche Bergamo rende omaggio ed un sentito e doveroso ricordo a tutte le persone che persero la vita nei terribili anni della seconda guerra mondiale, uno dei periodi storici più catastrofici della storia e che segnarono indelebilmente il secolo scorso ed i decenni a venire, compresi i temi in cui viviamo oggi.

Bergamo mette in campo diversi momenti a partire da domenica 27 gennaio quando alle ore 10 avverrà la posa di una corona d’alloro ai piedi della lapide nel Parco delle Rimembranze, in ricordo degli ebrei bergamaschi deportati nei campi di sterminio.

Alle 11 la cerimonia si ripeterà al binario 1 della stazione Ferroviaria di Bergamo, in memoria dei lavoratori delle fabbriche di Sesto San Giovanni deportati nei campi di concentramento.

Mezzora dopo un forte momento di raccoglimento in memoria dei 20 bambini ebrei uccisi nel campo di Neuengamme, a Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo.

Tre momenti forti, significativi, perchè se anche di tempo ne è passato è comunque doveroso e giusto ricordare le vittime di una guerra tanto assurda, sbagliata e stupida che colpì duramente anche la nostra città.

Soprattutto perchè è giusto non dimenticare, pensando anche agli stupidi atti vandalici compiuti non più di poche settimane fa presso la Malga Lunga, dove il locale museo dedicato alla resistenza venne imbrattato da un manipolo di ignoranti.

Non dimenticare affinchè non si ripetano più tali aberranti mostruosità.