Santa Lucia, tra tradizione, storia e bancarelle in centro

Santa_Lucia.GIFSanta Lucia è oramai alle porte, la santa più amata dai bambini passerà in serata a consegnare doni, regali, giocattoli e dolci a migliaia di bambini e bambine, per la gioia di tanti genitori che vivranno questo splendido momento di gioia con loro.

L’origine della festa si perde nella notte dei tempi: Santa Lucia è una martire cristiana, uccisa durante le persecuzioni di Diocleziano in quel di Siracusa nei primi secoli dopo la morte di Cristo.

Lucia venne uccisa con decapitazione e solo la leggenda popolare aggiunse il macabro fatto degli occhi strappati.
Lucia è infatti protettrice della vista per via del suo nome, non per il martirio al quale venne sottoposta.

Come Santa Lucia divenne poi la santa dei doni ai bambini è un mistero avvolto nella notte dei tempi, ma sembra che sia cominciato solo nell’ultimo secolo.
Ai nostri nonni veniva raccontato che Santa Lucia attraversava la bergamasca la notte del 12 dicembre, e nel suo passaggio lasciasse doni e dolci ai bambini più bravi, aiutata in questo dal suo asinello.

Per questo motivo era buona prassi lasciare del fieno e dell’acqua per il buon asinello, così che potesse rifocillarsi dalle fatiche del viaggio.

Santa Lucia arrivava poi ai confini col milanese, sull’Adda, e quindi tornava indietro, passando in quelle case dove la notte precendente non era riuscita a lasciare i suoi doni.

La tradizione di Santa Lucia rimane viva ancora oggi anche se, purtroppo, il lato commerciale-economico l’ha vilemente deturpata.
Giochi e giocattoli la fanno da padrona e la bellezza di questa tradizione ne è rimasta svilita, ma non è questo un motivo per cancellarla.

A Bergamo sono poi tradizione nella tradizione le bancarelle di Santa Lucia, sul Sentierone in città.
Ogni anno migliaia di famiglie vanno a visitarle per acquistarvi dolci e, magari, farsi qualche idea sui possibili regali…

Golosità e dolcezza a Selvino Chocolat

offertaimmacolata711dicembrespecialeselvinochocolat.jpgSelvino chocolat edizione 2012 ritorna con un programma ricchissimo di eventi, per arricchire e addolcire il week-end dell’Immacolata alle migliaia di turisti che vi parteciperanno.

Selvino è metà di tantissimi turisti provenienti dal milanese ed il week-end dell’Immacolata coincide anche con la festa del patrono milanese, Sant’Ambrogio.
Una scelta strategica quindi quella di organizzare questa bella manifestazione proprio a ridosso di questo week-end.

Il programma prevede 3 giorni densi di golosità e divertimento, sia per i bambini ma anche – se non soprattutto – per i più grandi.

Selvino Chocolat ai apre venerdì 7 dicembre con i Mercatini del cioccolato e di Natale, dalle ore 10.
Nello stesso giorno i bambini potranno andare a visitare Babbo Natale e gli Elfi per consegnare loro la letterina carica dei loro desidere e scattare una bella foto in loro compagnia.
Queste 2 iniziative verranno replicati sui 3 giorni della manifestazione.

Sabato 8 dicembre nel pomeriggio ci sarà una sorpresa golosa realizzata dagli Amici della Pro Loco di Castel San Giovanni.

Domenica 9 dicembre il clou lo si avrà nel pomeriggio, quando si potrà ammirare la creazione al Cioccolato realizzata dal Campione di Pasticceria Giancarlo Cortinovis.

Nei 3 giorni naturalmente saranno la dolcezza ed il dolce per eccellenza, il cioccolato, a farla da padrona.

Ulteriori informazioni presso l’Ufficio Turistico Altipiano Selvino e Aviatico o scrivendo a turismo@comunediselvino.it

Festa del vino alla Fiera del Moscato di Scanzo

267161_693463__MG_6206_1_12420382_medium.jpgLa Festa del Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi arriva quest’anno alla sua VII edizione e come da tradizione il programma del week-end si preannuncia ricco di novità e di sapori.

La Festa del Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi è in programma dal 7 al 9 settembre nel bel borgo storico di Rosciate, nella cui piazza principale verranno installate le casette che ospitano le aziende vitivinicole del territorio e dove si terranno alcuni degli eventi in calendario.

Si parte venerdì 7 settembre in serata con l’apertura delle casette nella piazza e nelle vie di Rosciate con degustazione del Moscato di Scanzo DOCG e di altri prelibati prodotti locali.
In contemporaneo ci sarà l’allestimento dell’accampamento e della ronda di guardia a cura del gruppo di rievocazione storica I Corvi di Ventura, e l’esibizione acustica del gruppo Folkstone e del giullare Monaldo Istrio Lo Giullaro..

La giornata di sabato 8 settembre vedrà di scena la bellissima e suggestiva sfilata in abiti medievali del Palio del Moscato di Scanzo unitamente allo spettacolo del gruppo Sbandieratori e Musici Torre de Germani di Busnago.
 
Domenica 9 in mattinata si terranno le tradizionali camminate sui 3 suggestivi itinerari della Strada del Moscato, attraverso i bei borghi delle frazioni del comune di Scanzorosciate.
Durante la giornata continueranno i momenti di degustazione del prelibato nettare prodotto sui colli di Scanzo dalle diverse aziende presenti alla Fiera, mentre in serata si esibirà il bluesman Robi Zonca.

Ulteriori dettagli sulla manifestazione sono reperibili sul sito ufficiale dell’Associazione Strada del Moscato di Scanzo.

 

 

 

(foto presa da http://lightstorage.ecodibergamo.it/media/2011/09/267161_693463__MG_6206_1_12420382_medium.jpg)

Natale di emozioni 2011 a Bergamo

1943649874.jpgNatale di emozioni 2011 è il ricchissimo calendario di proposte preparato dagli Assessorati alla Cultura e all’Istruzione, Sport, Tempo Libero e Politiche Giovanili del Comune di Bergamo per tutti i cittadini di Bergamo e provincia.

Si tratta di una serie lunghissima di eventi, concerti, manifestazioni che si terranno lungo tutto il mese di dicembre e nei primi giorni di Gennaio 2012 in città, per ravvivare la nostra cittadina e renderla un punto di incontro e di visita per tantissimi turisti.

Le iniziative sono davvero molteplici e coprono un pò tutte le fasce d’età: dai bambini piccoli fino agli anziani, passando per giovani, adulti e famiglie, ce n’è davvero per tutti i gusti: mercatini, pista di pattinaggio sul ghiaccio, concerti natalizi, mostre, negozi aperti per far shopping, trenino turistico… insomma, di tutto e di più!

L’obiettivo è quello di rendere Bergamo un polo d’attrazione per tutti, e farsì che la gente venga a Bergamo per conoscerla ed ammirarla anche quando si veste del suo bellissimo abito natalizio.

Le festività a Bergamo non saranno quindi noiose ma vive e ricche di appuntamenti.
Per ulteriori informazioni sul calendario delle iniziative consiglio di visitare il sito del Comune di Bergamo, per quelle relative a bambini e famiglie consiglio di visitare il sito di Bambini a Bergamo.

Santa Lucia, la notte più lunga che ci sia

Santa_Lucia.GIFSanta Lucia a Bergamo città ed in provincia è una tradizione di lunga data, a mio modo di vedere una delle più belle della nostra provincia.

Lo è perchè coinvolge la parte più bella, pulita e sana della nostra società: i bambini.

Lucia è la Santa che vissa a Siracusa e venne torturata ed uccisa a causa della sua bellezza; fu privata degli occhi ma venne “premiata” per il suo martirio divenendo la santa per eccellenza per i bambini, ai quali una volta all’anno, nella notte del 12-13 dicembre, porta giocattoli e dolci, frutto della sua bontà e del suo amore.

A Santa Lucia sono state dedicate poesie, canzoni, storielle, libri, in città c’è anche una piccola e raccolta chiesetta dove ogni anno i bambini vanno a portare le loro letterine cariche di aspettative e desideri, in un viavai tenero e sentito con i bambini veri protagonisti: c’è chi lascia una letterina colorata ed abbellita di disegni, chi vi allega il proprio ciuccio, chi una bambolina, chi include una richiesta anche per altri bambini, magari meno fortunati.

Santa Lucia è diventata nel tempo anche una ricorrenza a carattere fortemente consumista, come purtroppo era inevitabile che fosse, ma questo non ne ha scalfito la bellezza e la purezza.
Resta il nocciolo di un momento di gioia per i nostri bimbi che non deve obbligatoriamente essere impresiosito da regali costosi e spesso inutili: quello che conta è un pensiero per i bambini, il perpetuarsi di una tradizione che pone la loro felicità al centro di tutto.

Da diversi anni sono tanti i comuni della nostra provincia che festeggiano questa ricorrenza con letture animate in biblioteca o addirittura con la visita della Santa nella piazza del comune, con un carico di giochi e dolci da distribuire ai bambini.
La crisi ha colpito anche questa ricorrenza ma fortunatamente non così duramente da indurre la gente dal non festeggiare Santa Lucia anche solo con un piccolossimo dono.

I bambini apprezzano il gesto ed il fatto di essere stati visitati da Santa Lucia, non il costo del regalo.

Mercatini di Natale e idee per il week-end

mercato.jpgDopo l’Immacolata, arriva il week-end pre-Santa Lucia e sono tantissimi gli appuntamenti in città ed in provincia di cui poter usufruire durante il fine settimana.

Ci sono Mercatini di Natale in diversi paesi della nostra provincia, e anche la città non sta a guardare: l’atmosfera natalizia comincia a farsi sentire e la voglia di fare un regalo alle persone care, nonostante il periodo economicamente non sia positivo, c’è sempre.

Pedrengo, Zogno, Ponte San Pietro, Dalmine, Treviolo, Osio o Sarnico sono solo alcune delle località che offrono le bancarelle dei mercatini di Natale.
Una alternativa potrebbe essere quella di spostarsi sull’altopiano selvinese per andare a degustare le iniziative di SELVINO CIOCOLAT, ci cui abbiamo già scritto, oppure fare rotta su Gorno per portare i propri bimbi a visitare la casa di Babbo Natale.
Non sarebbe male, eh?

Se proprio non potete fare a meno di un week-end dolce e Selvino vi sembra un pò troppo lontana, basterà fermarsi qualche chilometro prima, ad Albino, dove si tiene una manifestazione simile, ovvero la Festa del Cioccolato per le vie del centro storico.

Le occasioni non mancano e per darvi visibilità di ciò vi lascio i link ad alcuni eventi in programma nei 2 giorni dell’imminente fine settimana, sabato 10 e domenica 11 dicembre.

In attesa della neve e della festa di Santa Lucia, le occasioni per passare qualche ora in allegria e spensieratezza proprio non mancano!

Buon week-end!!!

Cioccolatiamo: un week-end dolcissimo

3420083607695_cioccolato.jpgUn week-end dolce, ma così dolce che di più proprio non si può: è il proposito che si pone l’evento Cioccolatiamo, che si terrà nel week-end del 19 e 20 novembre a Zogno.

Una 2 giorni dolcissima realizzata in collaborazione con l’associazione esercenti di Zogno Punto Amico per tutti gli amanti del cioccolato, e sono davvero tanti.

Le bancarelle che verranno allestite in questa dolcissima 2 giorni zognese saranno tutte incentrate attorno al dolce per antonomasia, inoltre non mancheranno altre iniziative che mirano a far conoscere l’arte sia di preparare che di gustare il cioccolato, in tantissime sue declinazioni.

Parlando di dolci non potevano mancare le iniziative per i più piccoli: verrà infatti allestito un gazebo per le dimostrazioni dell’arte pasticcera e un posto dedicato ai laboratori per i bambini: i più piccini potranno scolpire, disegnare, modellare il cioccolato come fosse pongo, e realizzare forme e sculture suggerite dalla loro fantasia, in un tripudio di divertimento e… dolcezza!

Appuntamento quindi a Zogno a partire da sabato 19 novembre alle ore 09:30, e… non esagerate!

Dove passare il ferragosto? A Monasterolo del castello!

monasterolo.jpgDove passare il week-end di Ferragosto se non si è/va al mare o in montagna?
Meglio cercare qualcosa in città o rivolgersi alle iniziative di uno dei paesi della provincia bergamasca?

Cercando su internet ho visto che le iniziative e le manifestazioni non mancano a Bergamo come in provincia: a Bergamo città si può andare a fare un giro in Borgo Santa Caterina addobbato a festa per le celebrazioni del 408esimo anniversario dell’apparizione della Beata Vergine (con stupendi fuochi d’artificio pianificati per martedì 17 agosto allo stadio comunale) oppure passare un ferragosto in compagnia delle streghe presso il Castello di San Vigilio in città alta.

In provincia in diversi paesi sono previste saghe, spettacoli, ritrovi, ed io proprio in provincia ho scelto di fermarmi a Monasterolo del Castello dove è in programma sabato 14 agosto il Mercatino di via Loj.

Il mercatino di Monasterolo, bellissimo paese che si affaccia sul lago d’Endine, si terrà lungo tutta la giornata della vigilia di ferragosto, sabato 14, e andandoci sarà possibile visitare bancarelle d’artigianato etnico ed artistico, quelle di vari hobby, quelle dei prodotti locali e del commercio equo e solidale.

Per i più piccoli ci saranno giochi e divertimenti, spettacoli di artisti di strada e tanta musica, ma il piatto forte del mercatino di via Loj è la rievocazione del fantasma della Dama Bianca, che verrà a visitare il borgo allo scoccare della mezzanotte… un’appuntamento che sicuramente attirerà la curiosità dei più piccini nonostante l’ora per loro un pò tarda.

Non mancheranno i punti di ristoro presso i quali degustare le delizie tipiche della cucina bergamasca: insomma, un ferragosto lontano dalla città in una località stupenda che, se il bel tempo darà una mano, non mancherà di stupire per la sua bellezza anche di notte.

 

(foto presa da http://www.inmilano.com/var/ezwebin_site/storage/images/eventi/mercatino-di-via-loj-monasterolo-del-castello/257663-1-ita-IT/mercatino-di-via-loj-monasterolo-del-castello_articleimage.jpg)