Bergamo in tasca… sì, ma una tasca buca!

366991_807223_app_bergam_13995476_medium.jpgNon mi stupisce la polemica che sta montando attorno al mancato rilascio sull’app store dell’applicazione Bergamo in tasca.

La app in questione venne annunciata per luglio 2012 sui media locali, ad esempio io lessi la notizia su l’Eco di Bergamo, e nelle intenzioni del committente – il Comune di Bergamo – Bergamo in tasca doveva essere un veicolo importante di notizie e di informazioni sulla nostra bellissima città.

All’epoca misi un reminder sul calendario del mio smartphone perchè volevo installarla subito e verificare di persona che cosa offriva.
Ebbene, per 3 settimane ho continuato a posporre il mio reminder nel calendario finchè alla fine mi sono arreso: la app non ne voleva sapere di venire alla luce quindi pensai che fosse successo qualcosa.

E difatti dopo poco tempo cominciai a leggere articoli che riportavano che per qualche strano motivo la app era in uno stato indefinito, sospesa, con una data di rilascio non ancora certa.

Lo stato di incertezza continua tuttora e al momento non si sa ancora quando i bergamaschi, ma soprattutto le migliaia di turisti che ogni anno vengono ad ammirare le bellezze artistiche, culturali e culinarie della nostra città, potranno scaricarla e utilizzarla.

Un peccato ed una grossa occasione mancata perchè poter offrire un servizio simile alle migliaia di turisti che ogni anno arrivano a Bergamo è un veicolo eccezionale per il turismo nostrano.
I turisti potrebbero avere accesso ad informazioni sugli orari di apertura di musei, locali, mostre, potrebbero leggere informazioni sulla storia e la cultura locale, ed altro ancora.

Certo adesso il grosso della stagione è passato perchè se il turismo a Bergamo è soprattutto legato alla visita di città alta, allora bisognerà aspettare la prossima primavera.
Sperando che, per allora, l’App sia pronta e non sia caduta per sempre nel cestino delle occasioni mancate.