Velocità ridotta in tangenziale?

inquinamento-pm10-roma-record-decessi.jpgDomenica 13 febbraio il centro cittadino è rimasto chiuso per 8 ore, dalle 10 alle 18, a causa dell’inquinamento atmosferico che ha fatto scadere la qualità dell’aria cittadina a livelli tali da rendere inevitabile la decisione della chiusura al traffico in città.

In questi casi l’annosa questione è sempre la stessa: questo genere di provvedimenti serve realmente? Quanto impatta in meglio sulla quantità di PM10 presenti nell’aria?
Con l’aeroporto di Orio al Serio così vicino e con l’alta frequenza di voli in arrivo ed in partenza, fermare le automobili per 8 ore non è quantomeno inutile?

Lasciando a voi le risposte a queste domande, mi lascia un pò perplesso il provvedimento che sembra essere in procinto d’adozione nella vicina Milano, e che magari potrebbe essere adottato successivamente anche da noi: abbassare il limite di velocità in tangenziale a 70 Km/h.

Con la riduzione della velocità infatti si ridurrebbero anche le emissioni nocive causate dai tubi di scarico delle vetture, e quindi di conseguenza la qualità dell’aria ne dovrebbe beneficiare.

Se adottata anche da noi a Bergamo, sulla tangenziale cittadina e su quella esterna (leggi l’asse interurbano nel tratto Albano S. Alessandro – Curno), quale sarebbe l’impatto reale sul livello di inquinamento atmosferico?
Se ne trarrebbe un reale beneficio oppure sarebbe anche questa una cura “palliativa” di poca rilevanza? E quale sarebbe l’impatto sul già critico traffico urbano ed extra-urbano?

Prima di trarre conclusioni stiamo a vedere se e quando il provvedimento vedrà la luce a Milano e quali saranno i risultati, anche se personalmente mi aspetto che se Milano darà il via a questo genere di misure, Bergamo non resterà ferma a guardare.

La neve manda in tilt strade ed aeroporto di Bergamo

bgnev.JPGSono bastati i circa 25-30cm di neve caduti nel pomeriggio di lunedi 21 dicembre per mandare in tilt la viabilità bergamasca, e con esso anche l’aeroporto di Bergamo.
Come era prevedibile, mi viene da aggiungere.

Lunghe code sull’asse interurbano ma praticamente su ogni strada della nostra provincia, tanto che non sono stati rari i casi di persone che hanno letteralmente impiegato delle ore per percorrere poco più di una dozzina di chilometri.
Conosco una persona che ha impiegato 3 ore per percorrere la tratta Scanzorosciate-Boccaleone per recarsi al lavoro: fosse andata a piedi avrebbe fatto prima!

Molto disagi sono stati causati anche dal fatto che diversi automezzi, purtroppo, viaggiano senza montare gomme adatte a questo periodo e senza catene per la neve: se questi mezzi poi sono i camion allora i potenziali (e reali) disagi e pericoli annessi sono facilmente intuibili.

Purtroppo non ha funzionato la pulizia delle strade: ancora martedi mattina erano diverse le strade sporche della (tanta) neve caduta durante la notte: eppure muovendosi nelle ore notturne qualche cosa in più si poteva fare, o no?

E poi si arriva al tema aeroporto: la cronaca parla di circa 1000 passeggeri costretti a dormire in aeroporto, causa cancellazione dei voli (l’aeroporto è stato praticamente chiuso per circa 16 ore, come riportato dalle cronache dei giornali) e strade circostanti l’aeroporto intasate e ghiacciate.
Se pensiamo al traffico presente in questi giorni precedenti il Natale in aeroporto, è facile capire come mai così tanti passeggeri siano rimasti bloccati nello scalo di Orio al Serio.

Ma anche in questo caso viene spontaneo chiedersi come possa un’aeroporto delle dimensioni di Orio al Serio farsi trovare impreparato in una simile circostanza.
Certo, parliamo di un’evento raro, che può accadere 2-3 volte nel corso di un’anno, ma è pur sempre un’eventualità che un grande aeroporto (quale quello di Orio al Serio è) dovrebbe essere pronto a fronteggiare.

Insomma, la dolce neve che tanto adorano i bambini ha invece mandato i tilt gli adulti ed il loro mondo: lezione imparata?
Mah… io sono scettico, secondo me il prossimo anno in una simile circostanza andrà ancora tutto com’è andato tra ieri ed oggi.

 

(foto presa da http://www.bergamonews.it/immagini_articoli/200811/AFB_4085.JPG)