Calcio scommesse e Doni: Atalanta a rischio?

doni.jpgCome un macigno è piombato su Bergamo e sull’Atalanta il vento delle scommesse che vedono coinvolto, ancora non è chiaro SE e in quale misura, il capitano della Dea Cristiano Doni.

Un lampo a ciel sereno che nessuno si aspettava e che nessuno voleva più vedere, dopo quanto accadde esattamente 10 anni fa con ancora protagonisti alcuni giocatori dell’Atalanta (e lo stesso Doni).

Immediatamente i più catastrofici hanno paventato una penalizzazione della Dea con declassamento all’ultimo posto della Serie B, con relativa retrocessione in Lega Pro, mentre i più ottimisti sottolineavano come tutto fosse da dimostrare, perchè in effetti Doni non è stato intercettato mentre parlava di scommettere alterando il risultato di una partita dell’Atalanta.

Stiamo a vedere come evolverà la situazione, che sicuramente già impatta negativamente l’ambiente dell’Atalanta: come programmare la prossima stagione se non si sa in quale categoria si giocherà? E se si dovrà fare la serie A con una penalizzazione, quanti giocatori accetteranno di restare per affrontare una impresa ardua come quella di una partenza ad handicap?

Non ci voleva proprio questo brutto affaire, il tutto adesso sta nelle mani della giustizia la quale comincerà con gli interrogatori degli accusati e quindi prenderà i suoi provvedimenti.

Tra gli accusati c’è anche il nostro Beppe Signori, il super bomber degli anni ’90 che a quanto sembra ricopriva un ruolo chiave nell’organigramma dell’intera organizzazione.

Una vicenda che rovina l’immagine di una icona come Signori, amato trasversalmente da tutti i tifosi italiani per il suo talento e la sua simpatia.

Il calcio scommesse torna quindi nuovamente protagonista del nostro calcio, auguriamoci che chi ha rovinato per l’ennesima volta questo gioco venga punito in maniera esemplare, sperando che l’Atalanta possa dimostrare la propria totale estraneità ai fatti e ne esca pulita.

La “Notte Bianca dello Sport” torna il 4 giugno

145657_522528_3105BB19_7_9499786_medium.jpgSi terrà il 3 ed il 4 giugno la “Notte Bianca dello Sport“, l’iniziativa di grandissimo successo che lo scorso anno ha raccolto per le vie della città migliaia di persone, di tutte le età.

Giunta alla sua quarta edizione, la Notte Bianca dello Sport è una iniziativa che si rivolte agli amanti dell’attività fisica e dello sport, della cultura e della pratica sportiva, con uno sfondo non banale dedicato anche alla solidarietà.

Si parte venerdì 3 giugno con Aspettando la Notte Bianca, con animazione e spettacolo e un occhio di riguardo lanciato al sociale, grazie alla partecipazione dell’Associazione Paolo Belli con la sua campagna di lotta alla leucemia.

Sabato 4 giugno si tiene il clou della manifestazione, la Notte Bianca dello Sport della nostra città.
Si comincia alle ore 16:00 e si prosegue ad oltranza fino all’una di notte della domenica, per una giornata/nottata all’insegna degli sport: arti marziali, scherma, tennis, danza, basket, danze e balli, tiro con l’arco, rugby, roller, e altri sport ancora fino ad arrivare a ben 27 discipline sportive, con oltre 50 attività sportive totali.
Da segnalare la StraSingle, la prima corsa per single che ha anche una finalità di solidarietà.

E’ importante sottolineare che la “Notte Bianca dello Sport” non si rivolge solo agli amanti dello sport ma è aperta a tutti, famiglie, bambini, giovani, adulti, anziani: ce n’è per tutti i gusti!

Il secondo, imperdibile Palio di Città Alta

1014934387.jpgDal “ponte” del 2 giugno fino a domenica 5 giugno in Città Alta – la nostra SPLENDIDA Città Alta – c’è un evento da non perdere: la seconda edizione del Palio di Città Alta.

Certo non sarà famoso come quello di Siena, ma in quel caso il palio è una tradizione secolare, da noi invece il palio è solo alla sua seconda edizione… va fatto crescere!

Tantissime le iniziative in programma nei 4 giorni del palio: il tiro alla fune, il tradizionale palo della cuccagna, gli immancabili sbandieratori che con i loro colori e la loro bravura danno sempre un tocco di “storia” e di fascino, la simpatica corsa coi sacchi, ed anche un concorso canoro dal titolo Un Mondo di Musica per bambini fino ai 12 anni di età.

Il tutto nella bellissima, unica, affascinante cornice di Città Alta, un gioiello di storia, cultura, gioventù che tutta Italia ci invidia.
Ci sarà anche una sfilata storica medievale che in città alta, lasciatemelo dire, deve essere uno spettacolo quanto mai imperdibile.

Musica, arte, storia: il tutto concentrato in 4 giorni che – tempo permettendo – si preannunciano come un piatto succulento per chi adora Città Alta e per chi ama le manifestazioni folkloristiche e storiche come quella del palio.

Linkato il programma della manifestazione.