Il nuovo ospedale di Bergamo fa acqua

ospedaleBG.jpgIl nuovo ospedale di Bergamo, il “Papa Giovanni XXII” quasi ultimato e quindi quasi pronto a mandare in pensione i vecchi Ospedali Riuniti, fa acqua: sono state infatti rilevate alcune infiltrazioni nei seminterrati della Torre Cinque, l’ ingresso principale della nuova struttura.

Le infiltrazioni dovranno essere eliminate e richiederanno ulteriori lavori che – e qui arriva la brutta notizia – faranno slittare l’inaugurazione e l’apertura dei reparti del nuovo ospedale.
I tempi si allungano di circa 6 mesi su quelli finora previsti, visto che l’azienda che ha in appalto il cantiere ha confermato che intende sistemare la situazione entro la fine della prossima estate.

Senza costi aggiuntivi, tengono a precisare dal Comune e dalla Regione, visto che il nuovo ospedale costerà qualcosa come 340 milioni di euro e sarà, anzi già è, la costruzione più imponente dal dopoguerra in poi nella nostra provincia.

Un brutto colpo che proprio non ci voleva perchè questo incidente fa storcere il naso: com’è possibile che non sia stata prevista una situazione simile in quell’area, che a detta di molti è conosciuta per essere soggetta ad allagamenti come possono testimoniare i contadini che hanno lavorato per anni i campi oggi ospitanti la struttura del nuovo ospedale?

C’è forse da aspettarsi che altri edifici dell’ospedale subiscano la stessa sorte?
Auguriamoci di no, naturalmente!

Il fatto positivo è l’aver scoperto questa magagna adesso, prima che l’ospedale fosse già entrato in piena funzione. In questo modo dovrebbero risultare più semplici le operazioni di riparazione del problema, sperando naturalmente di non scoprire tra qualche mese che sono necessari tempi ancora più lunghi per la risoluzione definitiva del problema.

Intanto una visita sul sito NuovoOspedaleBG.it nella sezione News lascia sconcertati: l’aggiornamento si è fermato al mese di settembre 2008, e da allora non sono stati più riportati ulteriori aggiornamenti sull’avanzamento dei lavori nel cantiere del nuovo ospedale cittadino.

Sarebbe carino utilizzare meglio gli strumenti del web per informare i bergamaschi dello stato di avanzamento dei lavori del loro nuovo ospedale, anche perchè su questo sito la sezione Gallery riporta foto aggiornate a Settembre 2010 del nuovo ospedale: allora perchè non aggiornare anche le notizie?

 

(foto presa da http://i33.tinypic.com/ndpw5c.jpg)

Il nuovo ospedale di Bergamo fa acquaultima modifica: 2010-10-06T07:38:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Il nuovo ospedale di Bergamo fa acqua

  1. Nonno Antonio si fece una bella sana risata grassa..le sue risate anche se rare erano contagiose e mai sguaiate..il piccolo Andrea 3 anni in un colpo solo aveva vinto 2 pesci rossi al luna park battendo tutta la famiglia ,ora era sorto il problema di dove collocare i pesci dato che tutti eravamo in procinto di partire x le ferie,,,nonno Antonio disse”a ghè mia problema a mi botà dèt in de l acqua sorgiva che gò n’ de l ort i camperà che lè ona meraviglia..” nonno Antonio da quando curava quel pezzo di terra vicino casa ..lui che abitava in quell agglomerato urbano di case popolari a Loreto era rinato…seminava .piantava. raccoglieva regalando fiori , frutta e verdura teneva 2 cani e tanti gatti. ..la domenica ci si incontrava tutti insieme parenti, amici, appena il tempo lo consentiva ci si passava l estate rosticciando, cantando, giocando all aria aperta senza fare colonne interminabili x noi era come una meravigliosa casa di campagna immersa nel verde con in più la vista della nostra incantevole città alta….il fischio e il rumore del treno portava allegria , le passeggiate nei prati adiacenti erano rilassanti e divertenti x noi e i bambini,si incontravano lepri saltellanti fagiani rane a volte bisce d acqua girovagare intorno ai ruscelletti tutto ciò poco distante dal traffico caotico della città una vera oasi di pace..Intanto i pesci si moltiplicavano in quel piccolo stagno col ponticello di legno costruito da nonno Antonio…………nonno!!!!! chiedeva il piccolo Andrea cosa gli dai da mangiare??? ”negot ,rispondeva..i càmpa de per lùr, thè ghèt de sai’ che l acqua in chel post chè à l ‘è sorgiva la vè sò da sota òl terè ,la zona che a lè semper i’ stacia ona palude dal tep del Carlo Codega come se dis in bergamasch’..e mai i poderà custrui’ ..l acqua la somea che la scompares ma apena al piof se impienes sotà ol terè tote j olte semper isè..x chèl che ghè tante rane e bise..!!!”anche se i campi son tanti non costruiranno mai?? ripeteva Andrea,nonno Antonio si fece una bella sana risata grassa..no me bel pistuli’ che al marses tot i fares ù bel bus in de l acqua nel vero senso della parola!! i poderes fà adoma ù bel parco x la zet de Berghem…e basta,,,”…nella sua” ignoranza ”nonno Antonio ,che oggi non cè più e ci manca tanto aveva individuato il problema come del resto tutti i contadini della zona…e se potesse vedere cosa hanno costruito di fronte al suo angolo di paradiso (un enorme ospedale galleggiante )si farebbe una bella sana risata grassa !!………….. Grazia Rotini

Lascia un commento