Tutti di corsa con la Strabergamo 2010!

strabergamo.jpgDomenica 12 Settembre è la giornata della Strabergamo, un’appuntamento oramai divenuto tradizione per i tantissimi appassionati – diverse migliaia – che ogni anno sfilano per le vie ed i colli di Bergamo città sui vari tracciati disegnati dagli organizzatori.

Quest’anno i percorsi sono 2, uno da 6 ed uno da 12 Km, entrambi con partenza ed arrivo sul bellissimo Sentierone.

La partenza è fissata come ogni anno per le ore 9:00, preceduta come da tradizione dalla Santa Messa che si terrà invece alle ore 7:30.
Partecipare alla Strabergamo significa tante cose: vuol dire amare la propria città, viverla camminandoci senza il disturbo e lo smog delle automobili, vuol dire provare piacere nel fare un pò di sano movimento.
Vuol dire anche partecipare ad un’evento fenomenale, che aggrega persone di ogni età, razza, credo politico, provenienza.

Vuol dire godere di panorami unici, bellissimi, che la nostra stupenda città ci offre ma che forse, nel quotidiano via-vai a cui siamo abituati durante la settimana, non riusciamo mai ad assaporare appieno.

Ma… la Strabergamo comincia addirittura il giorno prima, Sabato 11 settembre con varie manifestazioni: alle 10:30 c’è infatti l’apertura del Villaggio con giochi gonfiabili per bambini sul Sentierone, seguito alle 16:30 dal servizio animazione e intrattenimento per bambini a cura di Gais (face painting, palloncini, giochi e baby dance).

Eventi per i più grandi in serata: alle ore 20:30 “Ragazzi on the road 2010”, mentre alle 21:00 si fa festa cantando e ballando con il concerto del mitico Bepi.

E poi, come detto, domenica c’è la tradizionale camminata.
Speriamo che quest’anno il tempo sia clemente ed offra un bel week-end caldo e soleggiato, per poter godere al meglio dei tanti eventi legati alla nostra Strabergamo 2010.

 

(foto presa da http://www.strabergamo.it/galleria_2009.php#gallery/2009/8.jpg)

Tutti di corsa con la Strabergamo 2010!ultima modifica: 2010-09-10T07:34:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento