XXXV edizione del Bergamo Jazz festival

Bergamo Jazz, uno dei festival jazzistici più longevi e prestigiosi di tutta Europa, taglia il traguardo della XXXV edizione, la seconda sotto la Direzione Artistica di Enrico Rava.

La manifestazione è organizzato dal Teatro Donizetti e dall’Assessorato alla Cultura e allo Spettacolo del Comune di Bergamo e si articola in diversi momenti, su tutti i concerti che dal 22 al 24 marzo 2013 si terranno presso il Teatro Donizetti, storica sede di Bergamo Jazz.

Bergamo Jazz è un’ottima occasione per analizzare quanto si muove all’interno del panorama jazzistico internazionale e il rapporto fra jazz della tradizione e jazz di innovazione.

Oltre ai concerti in programma al teatro Donizetti, Bergamo Jazz si muoverà anche per le vie della città: si terranno eventi in luoghi diversi come la GAMeC – venerdì 22 alle ore 17 – quando andrà in scena il chitarrista Marc Ribot, uno dei più innovativi esponenti odierni del mondo della chitarra. La GAMeC sarà anche sede di una opera video dell’artista Mariella Guzzoni, testimonianza della performance dell’inglese Oren Marshall tenutasi nell’edizione 2012.

L’Auditorium di Piazza della Libertà è l’altro luogo dove si potranno ascoltare i gruppi di due esponenti delle più avanzate tendenze del jazz contemporaneo: il trombettista Peter Evans e la chitarrista Mary Halvorson, rispettivamente sabato 23 e domenica 24.

L’Auditorium vedrà in scena anche un connubio di musica ed immagini, grazie ad una collaborazione con LAB 80 e Bergamo Film Meeting: si tratta di una performance del Pylon Trio di Dan Kinzelman, seguita dalla proiezione del film Sweet Smell of Success di Alexander MacKendrick.

Si saranno momenti dedicati anche ai più giovani, ai ragazzi, a quelli che spesso classificano questo stile musicale come un qualcosa di incomprensibile, di obsoleto.

Incontriamo il jazz è un ciclo di lezioni-concerto riservato agli alunni della scuola primaria e secondaria che si terranno nelle mattinate del 21, 22 e 23 marzo con l’obiettivo di avvicinare i più giovani ai suoni del jazz.

Ulteriori informazioni sul sito del Teatro Donizetti www.teatrodonizetti.it

Grandi nomi a Clusone Jazz

clusone-jazz-festival-verdello_articleimage.jpgLa XXXII edizione di Clusone Jazz prende il via venerdì 22 giugno proponendo un programma dove si fondono artisti di statura internazionale e alcuni talenti emergenti di questo genere.

Clusone Jazz promuoverà le note e le particolari melodie di questo genere in ben 10 comuni, bergamaschi e non, fino al 29 luglio 2012.

Il tentativo di promozione del Jazz valicherà infatti i confini della Val Seriana e della bergamasca sconfinando ben al di fuori della nostra provincia, andando a toccare per esempio località come Calolziocorte, Finale Ligure e Malegno, quest’ultimo nel bresciano.

Tanti gli artisti che si avvicenderanno sui palchi di Clusone Jazz: dall’apertura affidata al Massa-Bon duo all’Artchipel Orchestra, dal chitarrista Ermanno Maria Signorelli a Francesco Bearzatti.

Non solo musica a Clusone Jazz, ma anche presentazione di libri, mostre, scambi culturali ed artistici di grande spessore.

Il programma è ricchissimo ed i musicisti di spicco sono tanti, è possibile consultare l’intero programma di Clusone Jazz visitandone il sito ufficiale.

Bergamo Jazz, grande musica in città

107883_455726_Enrico_Rav_8377439_medium.jpgPer 3 giorni Bergamo diventa un centro importante per il Jazz, quello di qualità: il week-end è infatti all’insegna della XXXIII edizione di Bergamo Jazz, la manifestazione che vede alla direzione artistica Paolo Fresu e che promette una 3 giorni di altissima qualità e tanto interesse da parte del pubblico.

Si parte Venerdì 18 marzo con il sassofonista Roger Rota in scena al Teatro Sociale, un bergamasco doc ad aprire questa importante rassegna jazzistica.

Alle 21 in scena al Donizetti ci sarà il trombettista polacco Tomasz Stanko, coadiuvato da un quintetto di musicisti scandinavi di gran talento.

Un inizio scoppiettante che continuerà sabato 19 e domenica 20 con altri artisti di grandissimo spessore, tra i quali ricordiamo Enrico Pieranunzi, il mitico Gilberto Gil, l’Alboran Trio, la coppia Chick Corea-Gary Burton e altri ancora.

Un week-end musicale di qualità, sicuramente di grande attrazione per tutti gli amanti della buona musica e soprattutto del Jazz.

Per ulteriori informazioni consigliamo di rivolgersi direttamente al Teatro Donizetti di Bergamo.

 

 

foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/12/107883_455726_Enrico_Rav_8377439_medium.jpg

Irene Grandi in concerto a Brembate Sopra

irenegrandi.jpgHa venduto più di un milione e mezzo di dischi in Italia ma ha cantato e suonato anche in spagnolo, inglese, tedesco, francese, indiano.
Stiamo parlando di una cantante che nel corso della sua carriera ha attraversato il rock, il punk, il jazz, il pop, la musica cantautorale, il blues… stiamo parlando della bravissima Irene Grandi, la cantante fiorentina che il 28 luglio si esibirà a Brembate Sopra.

Un concerto che si annuncia quanto mai interessante visto lo spessore di questa bravissima artista, con la A maiuscola, che da quasi 20 anni ci incanta con canzoni belle, semplici ma immediate, melodiche, con ritornelli quanto mai azzeccati e che fatichi a dimenticare.
Di quelli che quando passano in radio non puoi cambiare stazione, non puoi non cantare.

Irene Grandi porterà i suoi grandi successi in quel di Brembate Sopra, un concerto che personalmente andrò a vedere per riferirvi poi di quanto accaduto.
Successi come Dolcissimo Amore, Bum Bum, In vacanza da una vita, Fuori, Un motivo maledetto, Vai, vai, vai, Che vita è e tantissimi altri ancora, sono davvero tanti i singoli di successo di questa bravissima cantante.

Sarà una serata bella e da ricordare, già me lo prefiguro, vediamo poi se la brava Irene tira fuori dal suo cappello qualche gradita sorpresa, qualche cover, qualche duetto, lei che nella sua carriera ha duettato e collaborato con artisti italiani ed internazionali del calibro di Edoardo Bennato, Ramazzotti, Vasco Rossi, Jovanotti, giusto per citare i più famosi.

Conoscendo la grinta della cantante, il concerto sarà molto tirato, molto rock, ma visti i tanti brani dolci, lenti, non mancheranno nemmeno i momenti da “accendino”, momenti romantici da vivere abbracciati al proprio partner.

Brava Irene e… a presto per un resoconto del concerto!

 

(foto presa da http://www.vanitymusic.it/wp-content/uploads/irene-grandi1.jpg)

Keith Jarrett e Musei Notti Aperte per il week-end cittadino

jarrett.jpgWeek-end ricchissimo di appuntamenti, a partire dal concerto di venerdì 16 giugno al Lazzaretto di Keith Jarrett con il suo Standards Trio, il sodalizio musicale composto oltre che da Jarrett anche dal contrabbassista Gary Peacock e il batterista Jack DeJohnette.

Il concerto si pone all’interno del programma della V edizione di Contaminazioni Contemporanee, ed il prestigioso ritorno del grandissimo musicista avviene a distanza di ben 37 anni dalla sua precedente esibizione in terra bergamasca: correva l’anno 1973 quando Jarrett si esibì al Teatro Donizetti in una performance che è rimasta nella storia e nel cuore di chi allora c’era.

Ma non di solo musica vive chi non è ancora andato in vacanza in pieno luglio: continua infatti l’iniziativa Musei Notti Aperte, con la quarta serata in programma per sabato 17 luglio.

Aperture straordinarie per il Museo di Scienze Naturali e per l’Orto Botanico, i quali resteranno aperti fino alla mezzanotte

All’Orto Botanico si terrà la 3a edizione del Progetto Centaurea, alla quale seguirà l’intrigante iniziativa dal nome “Achillea millefolium: il segreto di Achille” che altro non è che la possibilità di assaggiare alcune tisane presso l’orto botanico.
Visto il caldo e l’afa soffocante di questi giorni, una bella tisana rilassante è quanto di meglio si possa chiedere in una calda serata estiva!

 

(foto presa da http://www.online-news.it/jazz/blog/images/large_Keith_Jarrett_Trio.jpg)

Weekend a tutto Jazz a Bergamo

jazz.jpgPer gli amanti del jazz si apre un week-end da leccarsi i gomiti: una 3 giorni di jazz di primissimo piano in quel di Bergamo, nell’ambito della XXXII edizione di «Bergamo Jazz», rassegna che apre ufficialmente le porte alla primavera.

Una 3 giorni ricca di appuntamenti con musicisti di grande livello nazionale, tra i quali il “nostro” Gianluigi Trovesi.

La 3 giorni apre i battenti venerdì 19 marzo alle ore 18 con l’omaggio ad Ennio Morricone da parte della JW Orchestra Association diretta dal sassofonista Marco Gotti, all’Auditorium di Piazza della Libertà.
Si continua alle 21 con Richard Galliano e John Surman, in scena al Teatro Donizetti, e quindi con il pianista prediletto di Miles Davis, il quasi ottantenne Ahmad Jamal.
La chiusura della prima serata avverrà attorno a mezzanotte allo spazio Polaresco ad opera dello Spare Time Trio.

Sabato 20 marzo andranno in scena ancora John Surman alle ore 12 all’Ex Chiesa della Maddalena, quindi alle 16 all’Auditorium di Piazza Libertà un doppio concerto del trio Plug e del pianista Claudio Angeleri.
La serata comincerà alle 21 al Teatro Donizetti con il Moscow Art Trio, quindi proseguirà col quintetto di Enrico Rava per concludersi ancora allo spazio Polaresco attorno a mezzanotte col Dowtown Trio.

L’ultima giornata, domenica 21 marzo, vedrà in scena nella cornice di città alta una maratona di musica jazz di primissima qualità, con ben 6 formazioni che hanno partecipato alla selezione Uptown Jazz e con altri 6 gruppi formati da allievi di conservatori di diverse città italiane.

Alle 18 vedremo all’opera il nostro Gianluigi Trovesi con Enrico Rava, all’Auditorium Santa Caterina, poi la kermesse musicale si concluderà sempre attorno alla mezzanotte con il Dowtown Trio, ancora allo Spazio Polaresco.

Una 3 giorni quindi di grandissimo spessore, che vedrà sicuramente affluire amanti di musica jazz da tutta Italia e che sarà l’occasione buona anche per chi non la conosce di “assaggiarne” le note, le melodie, i “sapori” di questa nobile musica.

 

(foto presa da http://www.italiansinlux.com/wp-content/uploads/2009/03/jazz.jpg)