Arriva la neve, torna il caos

neve.jpgCome volevasi dimostrare: nella giornata di Venerdì 17 (che caso eh!) è caduta la prima neve e puntuali sono arrivati i disagi su strade di città e provincia e all’aeroporto di Bergamo.

Nonostante da qualche giorno si paventasse l’arrivo della neve, le strade sono piombate subito nel caos: la neve caduta in mattinata ha attaccato e si sono formate pericolose lastre gelate che hanno causato non pochi disagi agli automobilisti.
Anzi, diciamo pure che si sono verificati grandi disagi: in Val Seriana addirittura è stato chiuso un tratto di strada dopo Clusone a causa del manto stradale ghiacciato, ma i disagi ci sono stati praticamente in ogni angolo della provincia.

Non solo Bergamo però: il sottoscritto addirittura ha impiegato 3 ore per percorrere la tratta Linate-Pioltello, meno di una decina di chilometri!

Si fa quindi fatica a capire perchè non si obblighino gli automobilisti ed i camionisti a montare obbligatoriamente le gomme termiche (o invernali): certo queste hanno un costo ma è pur vero che mentre si utilizzano le gomme invernali le altre si preservano, allungandone quindi la loro vita.

E poi comunque sono un fattore di sicurezza non irrilevante: vedere alcuni camion sbandare sulla neve ed ostruire il traffico per ore non è accettabile.

Purtroppo la stessa situazione si era già verificata lo scorso anno e anche allora si erano alzate proteste e lamentele di questo tipo ma poi… che cosa è cambiato?

Nulla, praticamente nulla.
E non risulta difficile prevedere che alla prossima forte nevicata assisteremo nuovamente a questo indegno teatrino.

Scommettiamo?

 

(foto presa da http://www.bergamosera.com/cms/wp-content/uploads/2010/11/catenedaneve1.jpg)

Attenzione alle nuove norme del Codice della Strada

strada.jpgTra i primi a farne le “spese” un ragazzo milanese, neopatentato: guidava in stato di ebbrezza in autostrada e non si è fermato all’alt impostogli dalla polizia stradale.
Una volta riusciti a fermarlo, gli agenti gli hanno elevato una contravvenzione salata e decurtato ben 64 punti delle patente!

Stiamo parlando del nuovo Codice Stradale entrato in vigore il 13 Agosto 2010 con la Legge n.120 e che subito ha mietuto diverse “vittime”.

In questo post vogliamo andare a riassumere i cambiamenti più importanti, cosicchè chi ancora ne è all’oscuro possa modificare i propri comportamenti di conseguenza, laddove necessario, chi invece già conosce il nuovo codice… farà un breve ma sempre utile ripasso!

Il nuovo Codice Stradale introduce drastici e radicali limiti per quel che riguarda la lotta all’uso e abuso di alcol nei guidatori: devono astenersi completamente dall’assunzione di alcol prima di mettersi alla guida tutti i neopatentati, i giovani dai 18 ai 21 anni d’età e gli autisti di professione, i quali rischiano il licenziamento se pizzicati a guidare con un tasso alcolico.

Chi invece causa un incidente mentre è ubriaco alla guida si vedrà revocare la patente di guida.

Le aree di servizio non potranno vendere bevande superalcoliche per asporto dalle ore 22 alle ore 6, e non potranno somministrare bevande alcoliche dalle ore 2 alle ore 6, mentre nelle discoteche la vendita di bevande alcoliche è ora vietata dalle ore 3 alle ore 6 del mattino, esclusi capodanno e ferragosto (perchè ferragosto??? Boh…).
Chi va in bicicletta dovrà obbligatoriamente indossare un giubbino catarifrangente se la utilizza di notte fuori dai centri abitati, e questa mi sembra una misura molto mirata ed intelligente

Interessante anche il fatto che viene creato l’obbligo di tenere le lezioni di guida di notte ed in autostrada, onde “abituare” i futuri patentati a guidare anche in queste 2 condizioni.

Curiosa il punto che prevede che a chi sarà sospesa la patente di guida verrà concesso di richiedere una deroga di 3 ore al giorno per recarsi al posto di lavoro o per andare ad assistere un famigliare disabile: come verranno calcolate quelle 3 ore di “libertà”? E chi vigilerà?

Ha già fatto parlare invece l’innalzamento del limite di velocità in tratti autostradali a 3 corsie dotati di tutor: i limiti potranno essere portati fino a 150 km/h, a deciderlo sarà la società che gestisce il tratto autostradale in questione.
Tanto per fare un esempio a noi molto vicino, il tratto autostradale della autostrada A4 che tocca Bergamo e la bergamasca rientra in questa finestra.

Multa salata per chi non presta soccorso ad un animale domestico investito: si può arrivare a contravvenzioni fino a 1559 euro!
Chi invece non concede la precedenza ai pedoni che si accingono ad attraversare la strada vedrà sparire 8 punti dalla propria patente, anche nel caso il pedone non sia sulle striscie ma in prossimità delle stesse.

Altre norme sono presenti nella nuova legge, qui sono state elencate quelle più “vicine” alla realtà della quotidianità di ogni conducente ed anche dei pedoni.
Occhio quindi a non sgarrare, ma soprattutto cerchiamo di utilizzare tanto buon senso e quel senso civico che dovrebbe accompagnarci ogni giorno in ogni ambito, lavorativo, pubblico e privato.

 

(foto presa da http://www.welovemercuri.com/images/il-testo-del-nuovo-codice-della-strada-2010-L-1.jpg)