La crisi taglia anche il prestito interbibliotecario?

camion.jpgChi ama i libri e frequenta, magari anche non assiduamente e regolarmente, le biblioteche di Bergamo e provincia conosce il servizio di prestito interbibliotecario provinciale.

Attivo nelle biblioteche della provincia, il servizio permette agli utenti registrati di poter prenotare da casa un libro, un manuale, una guida che non hanno trovato all’interno dell’offerta della propria biblioteca di riferimento o che non era al momento disponibile perchè già in prestito.

Un servizio molto apprezzato come si può facilmente capire perchè permette all’utente di avere a propria disposizione una biblioteca virtualmente quasi infinita, con tutte le novità più recenti ed anche i libri più difficili da cercare sempre (o quasi) a propria disposizione.

Purtroppo la crisi economica con i relativi tagli stanno mettendo a rischio anche questo apprezzatissimo servizio.
Servizio che, tutto sommato, non dovrebbe nemmeno comportare spesi ingenti se non quelle della benzina delle vetture che spostano i libri tra le varie biblioteche aderenti al servizio.

A Bergamo questo servizio collega i 5 sistemi intercomunali di tutta la provincia al sistema urbano della città permettendo così di avere un’unica libreria bergamasca dotata di migliaia e migliaia di libri pronti a raggiungere i loro lettori.

Un servizio utilissimo soprattutto per quelle piccole comunità che o non hanno una loro biblioteca comunale, oppure se ce l’hanno non possono permettersi di avere un numero fornito di libri e soprattutto le ultime novità letterarie.

I dati dicono che nel 2011 sono stati oltre 217 mila i lettori registrati che hanno usufruito di questo servizio, per un prestito complessivo di oltre 2 milioni di libri.
Oltre 400 mila i libri che si sono spostati da una biblioteca all’altra.

La speranza naturalmente è quella che almeno questo servizio non venga toccato perchè si andrebbe ad eliminare una eccellenza apprezzatissima ed utilissima da migliaia di bergamaschi.

Anche perchè, alla luce di tutte le sconcezze causate dalla classe politica di ogni livello, per una volta tanto sarebbe auspicabile che a pagare fossero loro e non sempre noi normali cittadini.

A Festivalettura si parla di giornalismo

libri-per-bambini.jpg&h=300&w=630&zc=1&q=100Festivalettura 2012 è arrivato alla sua seconda edizione e come accaduto nella precedente edizione d’esordio il programma è ricco e variegato per gli autori che vi parteciperanno.

La rassegna di libri e autori di quest’anno è dedicata al tema del giornalismo: sui palchi di Festivalettura si alterneranno autori diversi, famosi e meno famosi, nei diversi incontri aperti al pubblico che si terranno nelle biblioteche del sistema Bibliotecario Intercomunale: autori famosi al grande pubblico come Claudio Brachino, Vittorio Feltri e Michele Mirabella ed altri forse meno rinomati ma sicuramente ricchi di appeal e che magari diventeranno una piacevole “scoperta” per chi li conosce poco.

Il primo appuntamento, quello di apertura del lungo calendario, si è tenuto giovedì 11 ottobre al cascinetto di Stezzano con la Presentazione del Festival alla presenza di Claudio Brachino e Valentina Lietti.

Il ricchissimo calendario, che qui sotto riporto, prosegue poi fino alla sua conclusione fissata con l’ultimo incontro del 2 dicembre nella Sala consiliare di Curno con Scritti corsari di Pier Paolo Pasolini, letto da Alberto Salvi.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito del Sistema Bibliotecario
dell’Area di Dalmine, di seguito il programma dei prossimi incontri della rassegna:

venerdì 26 ottobre   ore 18:00
Biblioteca di Boltiere
Pensare con i piedi e con le mani
con Ferruccio Filipazzi – la voce che racconta e Claudio Fabbrini alla chitarra

ore 20:45
Passo doppio: la storia del giornalismo sportivo
Incontro con Luigi Colombo

domenica 28 ottobre   ore 17:30
Il cascinetto Stezzano
Il profumo.
Dall’omonimo romanzo di Patrick Suskind
Con Giorgio Personelli

venerdì 2 novembre   ore 20:45
Biblioteca di Comun Nuovo
Scritti corsari di Pier Paolo Pasolini
Araucaima Teater
Voce: Alberto Salvi, fisarmonica: Gino Zambelli

sabato 3 novembre   ore 18:00
Centro sociale di Osio Sotto
Il profumo
Dall’omonimo romanzo di Patrick Suskind
Con Giorgio Personelli

Buffet
VeryBritish: parlare del mondo agli italiani
Incontro con Antonio Caprarica

venerdì 9 novembre   ore 19:00
Biblioteca di Verdello
Pensare con i piedi e con le mani
con Ferruccio Filipazzi – la voce che racconta e Claudio Fabbrini alla chitarra

Buffet
ore 20:45
Ultima frontiera: parlare di scienza agli italiani
Incontro con Giovanni Caprara

sabato 10 novembre   ore 20:45
Biblioteca di Arcene
Clissold Park
Compagnia Brincadera
con voci narranti/cantanti di Giuseppe Goisis e Anna Zanetti. Musica dal vivo, un repertorio prog-rock dei primi anni ’80 londinesi, riarrangiato per chitarra e percussioni

giovedì 15 novembre   ore 20:45
Auditorium scuole medie di Mozzo
TG online, la sfida della comunicazione
Incontro con Alma Grandin

venerdì 16 novembre   ore 20:45
Biblioteca di Villa d’Almè
Clissold Park
Compagnia Brincadera
con voci narranti/cantanti di Giuseppe Goisis e Anna Zanetti. Musica dal vivo, un repertorio prog-rock dei primi anni ’80 londinesi, riarrangiato per chitarra e percussioni

domenica 18 novembre   ore 20:30
Mensa scolastica di Ciserano
Il mistero del diario sepolto
Cena con delitto a cura dell’Associazione studionovecento

giovedì 22 novembre   ore 20:45
Biblioteca di Azzano san Paolo
Il mestiere del direttore
Incontro con Vittorio Feltri

venerdì 23 novembre   ore 20:45
Biblioteca di Dalmine
Cantami, o mouse
Incontro con Michele Mirabella

sabato 24 novembre   ore 17:00
Biblioteca di Treviolo
Il potere dell’informazione
Incontro con Roberta Rizzo

sabato 24 novembre   ore 20:45
Biblioteca di Osio Sopra
Brico-news, giochi di giornalismo combinatorio
La Voce delle Cose
Iscrizione presso la biblioteca di Urgnano

domenica 25 novembre   ore 16:00
Parco della Rocca di Cologno al Serio
Libri nel vuoto catodico: quando il telegiornale diventa romanzo
Incontro con Tito Giliberto

Aperitivo
Scritti corsari di Pier Paolo Pasolini
Araucaima Teater
Voce: Alberto Salvi, fisarmonica: Gino Zambelli

giovedì 29 novembre   ore 20:45
Biblioteca di Dalmine
Brico-news, giochi di giornalismo combinatorio
La Voce delle Cose

venerdì 30 novembre   ore 20:30
Biblioteca-Sala civica di Paladina
Delitto sull’oceano
Cena con delitto a cura dell’Associazione studionovecento

sabato 1 dicembre   ore 20:45
Biblioteca di Brembate
Clissold Park
Compagnia Brincadera
con voci narranti/cantanti di Giuseppe Goisis e Anna Zanetti. Musica dal vivo, un repertorio prog-rock dei primi anni ’80 londinesi riarrangiato per chitarra e percussioni

domenica 2 dicembre   ore 17:00
Biblioteca-Sala civica di Paladina
Il profumo. Dall’omonimo romanzo di Patrick Suskind
Con Giorgio Personelli, voce; Pierangelo Frugnoli, strumento; Daniele Ghisleri, elettronica. Musiche: originali e di Mozart.

domenica 2 dicembre   ore 20:45
Sala consiliare di Curno
Scritti corsari di Pier Paolo Pasolini
Voce: Alberto Salvi, fisarmonica: Gino Zambelli

Festival dei narratori Presente Prossimo

presente-prossimo-2012-logo.jpgIl Festival dei narratori Presente Prossimo, promosso dal Sistema Bibliotecario della Valle Seriana, arriva alla sua quinta edizione: si terrà a partire dal 13 ottobre fino al 2 dicembre 2012 con il coinvolgimento di 6 tra i più rinomati scrittori del panorama italiano.

Gli scrittori si offriranno al pubblico in 6 giornate in 5 paesi della Val Seriana: Albino, Clusone, Nembro, Ranica, Villa di Serio e infine Treviglio, nella bassa bergamasca.

Il festival gode della direzione di Raul Montanari ed è diventato negli anni un festival di enorme rilievo, soprattutto se si considera che gli incontri non avvengono in rinomate libreria del centro città ma bensì in paesi della provincia, più o meno popolosi ma sempre e comunque paesi di provincia.

La prima data è stata quella di sabato 13 ottobre a Villa di Serio con Andrea Bajani, scrittore vicino al romanzo sociale, capaca di rendere con grande bravura le interazioni personali dei suoi personaggi.

Il 20 ottobre il pubblico incontra Massimo Carlotto ad Albino, scrittore noir tra i più rinomati del panorama italiano.
Una settimana dopo si va a Ranica per incontrare la scrittrice Barbara Garlaschelli, mentre sabato 10 novembre a Clusone è il turno di Piersandro Pallavicini, di professione ricercatore chimico ma impostosi anche come grande scrittore.

Sabato 17 novembre un’altra donna, Patrizia Cavalli, in quel di Nembro: grande poetessa che non mancherà di deliziare il suo pubblico mentre il 24 novembre a Treviglio il nome forse più noto al grande pubblico, quello di Niccolò Ammaniti, autore di storie di grande spessore.

Un’edizione ricca di spunti e arricchita di nomi importanti che copre diversi generi per la gioia del pubblico che sicuramente anche in questa edizione non farà mancare il suo apporto, sia in termini quantitativi che qualitativa.

Un offerta culturale importante soprattutto se si considera il periodo storico-economico nel quale si inserisce, e le quotidiane difficoltà nell’organizzare eventi e reperire i necessari finanziamenti per portarli alla luce.

Mi piace sottolineare anche il fatto che alcuni di questi scrittori incontreranno gli alunni di alcune scuole superiori della Val Seriana.
Un momento importante perchè permette ai lettori di oggi ma soprattutto di domani di entrare in contatto con scrittori di grande fama e scoprire lati inesplorati e sconosciuti sia del loro mestiere che delle loro storie personali.

Una proposta sicuramente rilevante perchè arriva in un periodo, quello dell’adolescenza e della giovinezza, dove la lettura può apparire come un passatempo vecchio ed obsoleto e legato solo allo studio scolastico.

Così non è e far toccare con mano agli studenti i creatori di diversi libri di successo aiuterà sicuramente molti di questi studenti nello sviluppare un diverso approccio col libro e con la lettura, più legato al movimento di ricerca e di svago che non di obbligo legato ai doveri scolastici.

Nel mese di dicembre l’evento si concluderà con un workshop di scrittura creativa aperto a tutti gli amanti della scrittura.

Ulteriori dettagli sono reperibili sul sito ufficiale del festival Presente Prossimo.

Esterno Notte, tradizionale rassegna di cinema all’aperto

cinema20allaperto.jpgHa preso il via lo scorso 16 giugno e si concluderà il prossimo 2 settembre, abbracciando tutto l’arco del periodo estivo.
Stiamo parlando della edizione 2012 di Esterno Notte, la tradizionale rassegna di cinema all’aperto che anche quest’anno viene organizzata da Lab 80, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo.

Una rassegna storica, e non esageriamo se si pensa che è cominciata nel lontano 1983.
Ogni anno Esterno Notte propone grandi successi cinematografici, film indimenticabili e film da grandi incassi stagionali, il tutto per tenere compagnia ai tanti bergamaschi appassionati di cinema che si trovano in città durante il periodo estivo.

Vedere il film all’aperto è poi una suggestione diversa da quella che si vive in sala, soprattutto oggi che viviamo nell’epoca dei grandi multisala.

La rassegna Esterno Notte si terrà anche quest’anno nel cortile della biblioteca Caversazzi in via Tasso 4 a Bergamo, con inizio degli spettacoli fissato per le ore 21:30 nei mesi di giugno e luglio, mentre sarà alle 21:15 ad agosto e alle ore 21:00 a settembre.

I film in programma saranno quest’anno sia italiani che straniere: commedia, gialli, film d’avventura, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Il programma completo è visibile sul sito ufficiale di Lab80.

Biblofestival, eventi per bambini e famiglie

141806_517651_f14_9413916_medium.jpgIl via è avvenuto lo scorso venerdì 25 maggio ma fino a domenica 10 giugno c’è sempre tempo per partecipare ad uno dei bellissimi appuntamenti di Biblofestival, il festival dei libri e delle biblioteche a cui hanno aderito diversi comuni della provincia di Bergamo.

L’edizione 2012 è ancora organizzata dal Sistema Bibliotecario dell’Area di Dalmine ed ha in programma incontri con autori, giochi di gruppo, narrazioni, teatro di strada, spettacoli, installazioni, letture.

Sono ben 18 i comuni aderenti: Arcene, Azzano San Paolo, Boltiere, Brembate, Comun Nuovo, Curno, Dalmine, Lallio, Levate, Mozzo, Osio Sopra, Osio Sotto, Paladina, Spirano, Stezzano, Urgnano, Verdellino, Verdello.

Biblofestival è naturalmente pensato per i bambini ma anche per le loro famiglie; i diversi eventi vogliono unire proprio le famiglie attorno ad una attività che li renda partecipi insieme ed anche aiutare i bambini a socializzare in ambienti stimolanti e attivi.

Gli eventi sono davvero tanti, ricchi, divertenti e attraenti per i bambini, l’elenco completo lo potete trovare anche sul sito di Bambini a Bergamo.

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2010/05/141806_517651_f14_9413916_medium.jpg)

Santa Lucia, la notte più lunga che ci sia

Santa_Lucia.GIFSanta Lucia a Bergamo città ed in provincia è una tradizione di lunga data, a mio modo di vedere una delle più belle della nostra provincia.

Lo è perchè coinvolge la parte più bella, pulita e sana della nostra società: i bambini.

Lucia è la Santa che vissa a Siracusa e venne torturata ed uccisa a causa della sua bellezza; fu privata degli occhi ma venne “premiata” per il suo martirio divenendo la santa per eccellenza per i bambini, ai quali una volta all’anno, nella notte del 12-13 dicembre, porta giocattoli e dolci, frutto della sua bontà e del suo amore.

A Santa Lucia sono state dedicate poesie, canzoni, storielle, libri, in città c’è anche una piccola e raccolta chiesetta dove ogni anno i bambini vanno a portare le loro letterine cariche di aspettative e desideri, in un viavai tenero e sentito con i bambini veri protagonisti: c’è chi lascia una letterina colorata ed abbellita di disegni, chi vi allega il proprio ciuccio, chi una bambolina, chi include una richiesta anche per altri bambini, magari meno fortunati.

Santa Lucia è diventata nel tempo anche una ricorrenza a carattere fortemente consumista, come purtroppo era inevitabile che fosse, ma questo non ne ha scalfito la bellezza e la purezza.
Resta il nocciolo di un momento di gioia per i nostri bimbi che non deve obbligatoriamente essere impresiosito da regali costosi e spesso inutili: quello che conta è un pensiero per i bambini, il perpetuarsi di una tradizione che pone la loro felicità al centro di tutto.

Da diversi anni sono tanti i comuni della nostra provincia che festeggiano questa ricorrenza con letture animate in biblioteca o addirittura con la visita della Santa nella piazza del comune, con un carico di giochi e dolci da distribuire ai bambini.
La crisi ha colpito anche questa ricorrenza ma fortunatamente non così duramente da indurre la gente dal non festeggiare Santa Lucia anche solo con un piccolossimo dono.

I bambini apprezzano il gesto ed il fatto di essere stati visitati da Santa Lucia, non il costo del regalo.

Festivalettura, promuovere la lettura tra giovani e adulti

libri-per-bambini.jpg&h=300&w=630&zc=1&q=100Mi piace segnalare la bella iniziativa culturale messa in campo dal Sistema bibliotecario intercomunale dell’Area di Dalmine che comincia proprio venerdì 21 ottobre alle ore 18:30.

Si tratta di Festivalettura. Autori e libri nella media pianura bergamasca ovvero un festival della lettura e dei libri con la partecipazione di diversi scrittori di fama nazionale (Massimo Picozzi, Erri De Luca, Andrea Pinketts tanto per citarne alcuni), laboratori, film, letture e anche le oramai classiche cene con delitto.
Il genere sul quale si soffermerà il festival in questa sua prima edizioe sarà il giallo, uno dei generi più comuni e più seguiti dai lettori.

Alla manifestazione organizzta dal Sistema Bibliotecario di Dalmine hanno aderito ben 21 comuni e questa è una bellissima notizia perchè vedere così tanti comuni partecipare ad una prima edizione di un festival culturale in tempi di crisi come quelli attuali è davvero una bella notizia, il segno che la cultura “tira” sempre.

Ulteriori informazioni sugli eventi che compongono il festival sono visibili sul sito del Sistema bibliotecario intercomunale dell’Area di Dalmine.

 

(foto presa da http://www.love-luxury.com/wp-content/themes/duotive-three/includes/timthumb.php?src=/wp-content/uploads/2011/08/libri-per-bambini.jpg&h=300&w=630&zc=1&q=100)

Esterno Notte: appuntamento col cinema d’estate

cinema20allaperto.jpgEsterno Notte è diventato negli anni un classico appuntamento estivo per tutti gli amanti del buon cinema, che d’estate fanno fatica a trovare novità cinematografiche e cinema aperti e quindi… si spostano sulle visioni di buoni film di qualità proiettati all’aperto.

Nel caso di Esterno Notte 2011 la location è quella della Biblioteca Caversazzi di via Tasso, 4, a Bergamo, e la rassegna – giunta all’edizione numero 29 – è la numero 1 per Bergamo città e provincia.

I numeri: 76 serate di proiezioni, 66 film in programma, migliaia gli spettatori che si contano alla fine di ogni edizione di Esterno Notte.

I titoli del cartellone dell’estate 2011?
Diversi i film made in Italy, come Il primo incarico di di Giorgia Cecere o Benvenuti al Sud di Luca Miniero, con uno spassosissimo Claudio Bisio nei panni di un direttore di un ufficio poste “lumbard” che viene spedito per punizione a dirigere l’ufficio postale di un paesino campano.

Ma anche Gianni e le donne di Gianni di Gregorio, La solitudine dei numeri primi di Costanzo o Habemus Papam di Nanni Moretti, quest’ultimo un film ad alto contenuto di “discussione” socio-politica.

Tra i film stranieri cito Vi presento i nostri, spassosissimo, Hereafter di Clint Eastwood, Un’altra donna di Woody Allen e Il discorso del re di Tom Hooper.

Ce n’è per tutti i gusti, per tutti i generi, per una estate che la sera offre qualcosa di interessante anche per gli amanti del buon cinema.
Film magari non di primissimo “pelo” ma che con una visione outdoor possono magari rivelare qualcosa di nuovo.

Ulteriori informazioni sul sito di Lab80.

 

(foto presa da http://1.bp.blogspot.com/_lBhiNVK1ZlU/SkOe8twB3dI/AAAAAAAAAi4/WNKFJM-Jcuo/s400/cinema20allaperto.jpg)

Via la targa di Peppino Impastato dalla biblioteca, ed è polemica

peppino_impastato.jpgI fatti: il sindaco leghista del comune bergamasco di Ponteranica, Cristiano Aldegani, decide di far togliere dalla biblioteca comunale la targa dedicata a Peppino Impastato, il giovane ucciso nel 1978 a soli 30 anni dalla mafia, la mafia che Impastato aveva deciso di combattere apertamente denunciandone affari e quant’altro attraverso mezzi come giornali ed una radio da lui stesso fondata.

Le reazioni a questa decisione sono state immediate, decise e tante, tantissime.

Ha suscitato profondo sdegno, uno sdegno trasversale a pensieri e ideologie politiche, questa decisione perchè rimuovere una targa dedicata ad un vero eroe moderno, uno che ha messo in gioco la propria vita per combattere la mafia è suonato come un’atto di rifiuto di tale gesto eroico, uno svilimento nei confronti di chi ha il coraggio di compiere tali gesti.

Le reazioni sono arrivate non solo dai concittadini di Ponteranica, ma da tutta Bergamo e da tutta Italia, e tutte sono andate nello stessa direzione: la decisione del sindaco di Ponteranica è stata semplicemente sbagliata.

Lo stesso segretario provinciale di Bergamo per la Lega, Invernizzi, ha ammesso che la situazione è un poco scappata di mano, e pure il presidente della Provincia Pirovano, pure lui leghista, ha fatto un passo indietro definendo la decisione sbagliata e rendendosi disponibile ad una intermediazione per ricucire questo fattaccio, se fosse necessario.

Intanto a Ponteranica stanno raccogliendo centinaia di firme per cercare di far cambiare idea al sindaco anche se questo ha già detto di non voler tornare indietro, ma piuttosto organizzerà qualcosa per i più giovani per tenere alto il nome di Peppino Impastato.

Insomma, l’impressione è che si sia fatto un passo davvero goffo, si sia presa una decisione totalmente sbagliata ed ora si cerchi di ricucire lo strappo cercando un’alternativa.

Per fortuna la memoria di Peppino Impastato non viene cancellata da un simile gesto, anche se la figuraccia fatta getta una luce alquanto lugubre sull’operato di chi ci governa.
C’è ancora tempo per cancellare l’errore, speriamo che questo avvenga quanto prima.

 

(foto presa da http://www.pdtoritto.it/ds/images/stories/peppino_impastato.jpg)