L’esercito delle BiGi si rafforza

La notizia della sospensione per una settimana – da sabato 2 a venerdì 8 febbraio 2013 – dell’apprezzato servizio di bikesharing sulla rete cittadina aveva fatto temere per un attimo un taglio legato alla mancanza di fondi.

Di questi tempi infatti ogni notizia di riduzione di un servizio al pubblico è quasi sempre dovuto a ragioni economiche, fortunatamente non è stato così per il nostro servizio di bikesharing cittadino.

Infatti in questo caso la sospensione è legata ad una necessità di aggiornare la piattaforma di gestione online del servizio e, notizia ancora più positiva, all’estensione della rete stessa grazie all’installazione di ben 4 nuove ciclostazioni: sono quelle di Borgo Palazzo – lato fermata TEB, di Pirovano – via Borgo Palazzo all’incrocio con via Pirovano, la Battisti – all’incrocio tra via Battisti e via San Giovanni e la Palma il Vecchio – tra via San Rocco e via Broseta.

Questo intervento porta insomma un consistente aumento di colonnine al numero di 245, che sono per la nostra rete cittadina un numero di tutto rispetto.

I numeri di questo ottimo servizio sono infatti tutti molto positivi e segnalano un forte interesse da parte della cittadinanza per questo tipo di mobilità “green”: dal 2009, anno di avvio delle BiGi, sono state circa 3000 le adesioni dei ciclisti cittadini con utilizzi mensili di qualche centinaio.

Un servizio che piace, che serve, che si è rivelato utile e che tra l’altro è attivo in tantissime città italiana, segno che la mobilità cittadina è fattibile anche senza l’ausilio di mezzi meccanici.

Ricordo che per usufruire del servizio della BiGi bisogna rivolgersi all’ATB Point di Largo Porta Nuova a Bergamo, nei giorni feriali da lunedì a venerdì dalle ore 8:20 alle ore 18:45 e il sabato dalle ore 9:30 alle ore 14:30.
Ulteriori informazioni possono essere richieste scrivendo all’indirizzo e-mail atbpoint@atb.bergamo.it

Auguri di sereno Natale a tutti

natale12.gifSiamo oramai in dirittura, ancora pochi giorni e sarà Natale.
Un Natale per tante famiglie in forma minore, un pò sottotono perchè la crisi economica che attanaglia la nostra società si sente e si tocca con mano anche nella nostra città e nei paesi della provincia, dalla bassa pianura alla valli.

Questo motivo di fondo non deve però farci dimenticare che Natale è la festa della Famiglia, il momento in cui ci si stringe attorno ai propri cari per raccogliere un pò di quel calore che ci porteremo dentro lungo tutto l’anno e che ci servirà per affrontare le difficoltà che lavoro, famiglia e impegni vari ci presentano ogni giorno.

Natale da vivere quindi all’insegna di un pò di spensieratezza cercando di lasciar fuori casa le preoccupazioni e i dolori che ognuno di noi si porta inevitabilmente appresso.

L’augurio per tutti è che questo Natale sia davvero ricco di serenità, di amore e di calore umano.
Nella speranza che nella nostre famiglie e nei nostri cuori regni un pò più di gioia e amore e che questa prenda il posto dei problemi che portiamo con noi ogni giorno.

Grazie e ciao, SuperSic

ciao2.jpgAvrei voluto scrivere della Cavalcata delle Valli orobiche che ieri, domenica 23 ottobre, ha attraversato diversi paesi tra i quali il mio e della mia “sfortuna” nel trovarmi per circa 1 km a percorre in automobile la direzione opposta a quella delle moto, con diverse di loro che invadevano la mia corsia di marcia per superarsi.

Avrei voluto disquisire della stupidità di questi comportamenti, del loro rischio enorme, della inutilità di azioni simili che mettono poi in cattiva luce manifestazioni come questa.

Mi ritrovo invece a pensare con la morte nel cuore, restando sempre in tema di motociclismo, al povero Marco “Sic” Simoncelli ed alla sua tragica fine che ho appreso proprio in quei momenti in cui stavo in auto, con le moto della Cavalcata delle Valli orobiche che sfrecciavano nella corsia opposta alla mia.

Mi son ritrovato poi a vedere sbigottito e choccato le immagini ed i fotogrammi video della tragica fine di uno dei ragazzi più simpatici del campionato di MotoGP, una cascata di riccioli e simpatia che lo legavano a Bergamo grazie alla sua fidanzata bergamasca, Kate Freddi.

Le parole in questi momenti servono proprio a poco.
Un abbraccio sentito, col cuore aperto, va alla fidanzata Kate, al papà Paolo, alla mamma, ed anche a lui, al Sic.

Grazie per le tante emozioni in gara, per la sua simpatia, per la sua spontaneità, per essersi legato alla nostra provincia tramite la sua fidanzata Kate.

Grazie e ciao, SuperSic!

 

 

(foto presa da http://www.58marcosimoncelli.it/ciao2.jpg)

Fiumi sicuri: prevenire i dissesti idrogeologici

Fiume+sporco+e+volontari.jpgTutelare il territorio bergamasco tramite un intervento che mira alla prevenzione del dissesto idrogeologico: si potrebbe riassumere così l’iniziativa denominata “Fiumi sicuri” che avrà luogo sabato 12 marzo in diversi punti della nostra provincia.

I protagonisti saranno gli oltre 450 volontari aderenti a diverse organizzazioni di volontariato come la Squadra antincendio Rovetta, alcuni gruppi ANA e il GEVS – Gruppo Ecologico Valle Seriana. Ma i gruppi aderenti sono davvero tanti per elencarli tutti.

Gli interventi consisteranno nella pulizia degli alvei dei fiumi, delle sponde, con la rimozione dei rifiuti che sporcano e intralciano lo scorrere dell’acqua ed inoltre verranno tagliati e rimossi quegli arbusti che ostacolano i corsi d’acqua.

La giornata è stata organizzata dalla Provincia, dal Servizio Protezione Civile con la Regione Lombardia ed i Comuni coinvolti nel progetto.

Parteciperanno alla lodevole ed utilissima iniziativa anche diverse scolaresche, e la cosa merita ancor maggiore risalto perchè sono proprio i bambini quelli che riceveranno tra qualche anno dalle mani degli attuali adulti la gestione dell’ambiente nel quale viviamo.
Sensibilizzarli sin da bambini verso il rispetto per l’ambiente e per la natura rappresenta una risorsa di incredibile importanza, e partecipare a Fiumi Sicuri è sicuramente una intelligente mossa verso il raggiungimento di questo vitale obiettivo.

Passeggiar Gustando, delizie della nostra terra

sentierone.jpgUna domenica a degustare piatti tipici della nostra provincia: è questa l’offerta di Passeggiar Gustando, che torna per la sua quinta edizione domenica 3 ottobre sul Sentierone a Bergamo, dalle 10 alle 18.

Passeggiar Gustando è promossa e realizzata dagli alimentaristi bergamaschi Ascom e dai panificatori dell’Aspan con il patrocinio del Comune di Bergamo ed il sostegno di Bas Omniservizi, Fogalco ed altre aziende alimentari del territorio.

Saranno circa 70 gli espositori dell’Ascom che domenica esporranno i loro prodotti al pubblico: divisi per colori (verde i fruttivendoli, marrone i macellai, blu i salumieri-gastronomi, bianco i panificatori) offriranno la possibilità di degustare specialità tipiche come formaggi, salumi, polenta taragna, risotto al taleggio ed altre prelibatezze.

Si potranno degustare i piatti esposti dietro l’acquisto di un gettone della solidarietà dal costo di 5 euro, il quale da accesso a 3 degustazioni a scelta tra quelle offerte.

Ci sarà anche la oramai famosa Garibalda, il pane creato dai fornai bergamaschi e divenuto in breve tempo un segno distintivo della nostra terra.

C’è anche un fine benefico dietro questa giornata: il ricavato delle degustazioni verrà devoluto a sostegno del progetto di intervento musicoterapico in ambito oncologico e nelle cure palliative dell’Associazione Con Te Onlus” – volontari Hospice Beato Palazzolo.

Appuntamento sul Sentierone, sperando che il tempo sia clemente.

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/08/85717_417037_BANCAR01_2_7727012_medium.jpg)

Festival di danza

bergamo11062010.jpgPer tutti gli amanti della danza contemporanea è in arrivo una serie di appuntamenti di grande livello nell’ambito della 22esima edizione del Festival di danza contemporanea che si terrà presso il bellissimo Teatro Sociale di Città Alta da giovedì 10 Giugno fino a venerdì 9 Luglio.

L’apertura del prestigioso programma di danza è stata affidata alla compagnia Aterballetto che ha presentato “Casanova”, spettacolo che come si evince dal titolo è dedicato alla vita del grande seduttore Giacomo Casanova.

Gli appuntamenti in danza si terranno ogni giovedì sera al Teatro Sociale di Città Alta con il seguente programma, visibile con maggiori dettagli sui singoli spettacoli sul sito ufficiale di CSC Anymore:
http://www.cscanymore.it/

16 Giugno – FLAMENCO LUNARES in “Mi sombra”
19 Giugno – ARTEMIS DANZA in “I Bislacchi. Omaggio a Fellini “
23 Giugno – SILENCE Teatro  in “Malapianta”
26 Giugno – DA CRU HIP hip hop dance company in “Le Roi”
01 Luglio – AREAREA in “Innesti_Il corpo tecnico”- prima nazionale, co-produzione FDE
04 Luglio – ART VISION INDIA in “Shakti, il Femminile di Dio”
09 Luglio – SPELLBOUND DANCE COMPANY in “Don Giovanni o il gioco di Narciso”  –

Il programma è ricco ed offrirà spettacoli basati su diversi stili di danza: neo-classica, flamenco, hip-hop, un mix di stili moderni e tradizionali e di culture diverse tra di loro.

Una attenzione particolare nella composizione del programma è stata data alla presentazione di grandi personaggi come il già citato seduttore Casanova, ma anche Fellini, Don Giovanni ed altri ancora.

Si terranno inoltre anche alcuni seminari dedicati ad alcuni stili come l’hip hop e la danza indiana classica.

Appuntamento quindi nell’imperdibile cornice del Teatro Sociale, per ulteriori informazioni consigliamo di visitare il sito di CSC Anymore.
www.cscanymore.it

BergamoSolidale: la festa del volontariato

csv.jpgDomenica 6 giugno grande appuntamento in Città Alta con la festa del volontariato bergamasco, presenti in loco ben 58 organizzazioni operanti nel settore.

BergamoSolidale arriva all’ottava edizione con l’intento di promuovere ancor più il volontariato nella nostra città e nella nostra provincia, allestendo una vetrina molto importante per dare visibilità ad organizzazioni che troppo spesso operano quasi nell’ombra, in un settore che definire vitale nel nostro tessuto sociale è davvero riduttivo.

L’evento è realizzato dal Centro Servizi “Bottega del Volontariato” ed offrirà un programma ricco di appuntamenti interessanti: oltre agli stand delle 58 organizzazioni del volontariato operanti sul territorio, in Piazza vecchia si potrà infatti effettuare lo screening diabete con l’Associazione Diabetici Bergamaschi, oppure partecipare a diverse attività per grandi e piccini organizzate da AVIS, WWF, Associazione Sulla Traccia, Associazione L’Arcobaleno.

Lo sport sarà protagonista con una palestra di arrampicata presso lo spalto di San Giovanni, dove si potrà anche partecipare alla realizzazione del murales del volontariato, grazie ai ragazzi dello Sportello Scuola e Volontariato.

Una giornata “diversa” dalle solite, una domenica all’insegna del volontariato e della partecipazione, alla solidarietà, alla mano tesa a chi ha meno o soffre, spesso proprio chi abita vicino alla nostra abitazione.
Maggiori dettagli sull’evento sono reperibili sul sito di Centro Servizi “Bottega del Volontariato”

 

(foto presa da http://www.ecodibergamo.it/stories/Bergamo%20citt%C3%A0/135663_torna_la_festa_del_volontariato_58_associazioni_in_citt_alta/)

Stravince la Lega, come da pronostico

seggi.jpgChi si aspettava un risultato clamoroso è rimasto deluso: già, ma c’era qualcuno che se lo aspettava un risultato di questo tipo, ovvero un insuccesso della Lega e del PDL a favore del PD?

Io penso che nemmeno i più ottimisti credevano in un clamoroso ribaltone e difatti Formigoni è stato rieletto per la quarta volta consecutiva a governatore della regione Lombardia.

Ma a Bergamo come è andata?
Beh, come nel resto della Lombardia, verrebbe da dire guardando i dati resi noti al termine delle operazioni di scrutinio.

Sia nei seggi della città che in quelli della provincia ha spopolato Formigoni, appoggiato da Lega e PDL: se in città è salito appena oltre il 52%, in provincia ha superato quota 61%, ben sopra le percentuali dei suoi rivali alla poltrona di Governatore.

Decisivo è stato l’appoggio della Lega, come evidenziato da tutti i media nazionali, segno che il partito Lumbard è quanto mai vivo e dinamicamente in moto nella bergamasca.
Particolare impressione ha suscitato l’exploit in Valle Imagna dove ha superato in diversi paesi il 60%!

Insomma, niente di nuovo sotto il sole e quindi avanti con un’altra reggenza di Formigoni, sperando che possa aiutare la nostra regione e la nostra città a muoversi agilmente verso un futuro migliore del presente attuale, contrassegnato da una crisi economica che continua a mordere come mai in passato.

 

(foto presa da http://www.la7.it/img/video/320X240/10912.jpg)

I redditi degli onorevoli made in Bergamo

La crisi morde, la crisi taglia i posti di lavoro, la crisi uccide aziende su aziende ma c’è un settore che non soffre mai, anzi sembra passare indenne e addirittura uscire rafforzato dalla crisi: il “lavoro” in questione (passatemi il termine) è quello del parlamentare.

Scorrendo gli imponibili dichiarati dai nostri parlamentari infatti si nota come molti di essi abbiano addirittura dichiarato un’imponibile maggiore per l’anno 2009, su tutti il premier Silvio Berlusconi che nel 2009 ha dichiarato qualcosa come 23.057.981 euro, quasi 8 milioni e mezzo in più dell’anno precedente.

Guardando ai redditi dichiarati dagli onorevoli bergamaschi troviamo in testa Giorgio Jannone del Pdl con quasi mezzo milione di euro, più staccati Di Pietro dell’Italia dei Valori con circa 194 mila euro e Savino Pezzotta con poco più di 193 mila euro.
E’ di 188 mila euro invece l’imponibile dichiarato da Roberto Calderoli della Lega.

Fa pensare il fatto che siano solo 2 i parlamentari bergamaschi che stanno sotto la soglia dei 100.000 euro: Sergio Piffari dell’Italia dei valori con quasi 95.000 euro e la senatrice Alessandra Gallone del PdL con 7.499 euro.

Altri bergamaschi: Roberto Castelli della Lega si attesta attorno ai 176 mila euro, Giacomo Stucchi della Lega è poco sotto i 166 mila euro, Mirko Tremaglia del Pdl è poco sopra i 148 mila euro mentre Ettore Pirovano della Lega dichiara 135.482 euro.

Che dire?
Dire che questi soldi sono tanti, troppi, e che sommati ai tanti sgravi e benefici legati ai ruoli di senatore e parlamentare danno una percezione di una casta di “eletti” può sembrare banale, ma in realtà è proprio così.

Intanto la crisi continua a colpire ogni giorno eliminando posti di lavoro, facendo chiudere aziende e mettendo in cassa-integrazione migliaia di lavoratori: sarebbe troppo chiedere un gesto di solidarietà ai nostri paperoni in parlamento?

Terremoto di Haiti, aiuti anche da Bergamo

haiti1.jpgIl terribile terremoto che ha sconvolto l’isola caraibica di Haiti causando migliaia di morti (alcune stime parlano di 500.000 morti, ovvero quasi 4 volte gli abitanti della nostra città) ha lasciato sgomenti ed attoniti noi tutti.

In mezzo a tanta desolazione però ci sono anche delle notizie confortanti e queste riguardano la macchina dei soccorsi e degli aiuti che subito si è messa in moto, a poche ore di distanza dal terrificante evento.

Bergamo partecipa in questa gara contro il tempo per curare i feriti e recuperare quanti ancora sono sepolti sotto le macerie di case e palazzi: in particolare è pronto a partire l’ospedale da campo dell’Ana di Bergamo, che già fu utilizzato con successo dopo il terremoto in Abruzzo dell’aprile 2009.

L’Italia ancora una volta si dimostra un paese sempre pronto ad intervenire in casi di disperato bisogno come questi, successivi a tragedie di proporzioni immani.

La Regione Lombardia dal canto suo ha stanziato 200.000 euro destinati alle associazioni ONLUS che operano sull’isola: 100.000 euro per le operazioni necessarie al ripristino dell’ospedale e dell’orfanotrofio dell’isola, gestiti da Fondazione Francesca Rava onlus, e 100.000 euro per l’acquisto di beni di prima necessità, in questo caso gestiti dall’Avsi, Associazione volontari servizio internazionale.

 

(foto presa da http://www.apcom.net/bin/content_3/TopNews/imgs/C_3_TopNews_80600_foto.jpg)