Settimana per l’Energia, si studia la Smart City

thumbnail_526_treehouse.jpgLa Smart City è il tema portante della quarta edizione della  Settimana per l’Energia. Dal Green allo Smart: ieri, oggi, domani  che si terrà dal 5 all’11 novembre

L’organizzazione dell’evento è curato dall’Associazione Artigiani con Confidustria, Ordini degli Architetti e degli Ingegneri, Ufficio Scolastico Lombardia e Università di Bergamo.

La città intelligente è quindi il tema che verrà dibattuto ed affrontato durante la settimana da ingegneri, dottori, studenti, comuni cittadini.
Quando si parla di Smart City gli ambiti sono diversi ed infatti verranno affrontati attraverso convegni, studi, workshop, laboratori: gli ambiti sono quelli dell’economia, della mobilità, dell’ambiente, delle persone, degli stili di vita e della cosiddetta governance.

Parlare di Smart City oggi, in una fase economica e sociale depressa come quella attuale, è tutt’altro che banale: significa guardare oltre, provare a pensare alla realizzazione di un ambito cittadino che sia più a misura di uomo ma soprattutto che ponga in primo piano la tecnologia al servizio dell’uomo e delle sue necessità, senza penalizzare l’ambiente e le realtà che vivono attorno alle grandi città.

Istituzioni pubbliche e aziende privati devono lavorare insieme per realizzare una città intelligente che valorizzi le eccellenze locali, sia in termini di risorse naturali del territorio sia in termini di eccellenze industriali e sociali.

La Settimana dell’Energia si svolgerà in diverse aree di Bergamo e sarà operativa anche in altre città lombarde come Varese, Como e Brescia.

Ulteriori informazioni sul programma e gli eventi sono disponibili sul sito ufficiale della Settimana per l’Energia.

BergamoScienza compie 10 anni

logo_bergamoscienza.jpgTaglia il traguardo delle 10 candeline BergamoScienza, il festival dedicato al mondo della scienza nella sua accezione più ampia e che quest’anno si terrà dal 5 al 21 ottobre.

Il percorso di questi 10 anni è stato lungo e premiante poichè la rassegna ha assunto un ruolo sempre più importante e rilevante riuscendo a catturare una attenzione sempre più crescente nel pubblico, tanto nei bambini quando negli adulti, anche grazie all’arrivo di alcuni Premi Noble che ne hanno ulteriormente impreziosito l’offerta.

Quest’anno l’edizione si apre nella cornice del Teatro Sociale con una conferenza-spettacolo nella quale si uniranno brani recitati da Fabio Volo, dal linguista Andrea Moro e dal poeta Davide Rondoni.

BergamoScienza anche quest’anno sarà l’occasione per trattare tantissimi temi legati alla scienza: dall’esplorazione spaziale agli esperimenti in laboratorio, dalla tecnologia alle ultime scoperte scientifiche, il tutto in un linguaggio nuovo che mira ad avvicinare ed incuriosire il pubblico, rendendo la scienza sempre più vicina alla massa e non un tema solo per scienziati e nerd.

Gli eventi in programma sono tantissimi, impossibile elencarli qui o fare anche solo una selezione visto l’ampio spettro delle tematiche che questi vanno a toccare.

Consiglio quindi di visitare il sito ufficiale di BergamoScienza, sempre aggiornato anche sulle possibili variazioni dell’ultimo momento.

Terzo Festival internazionale della Cultura Bergamo

334354_763417_Senza_tito_13467432_medium.jpgComincia Sabato 14 aprile la terza edizione del Festival internazionale della Cultura Bergamo.
Tema portante e filo conduttore del festival sono le intuizioni, che spazieranno nelle 7 arti presenti nella manifestazione: musica, danza, fotografia, cinema, teatro, filosofia, arti visive.

Il festival della Cultura si svolgerà dal 14 al 29 aprile e avrà come sempre l’obiettivo di promuovere la Cultura a Bergamo: momento di incontro e scambio per giovani e non, e opportunità di crescita attraverso il bello dell’arte perchè il bello unisce sempre e crea ponti tra culture, età, idee.

Tutti gli eventi del Festival internazionale della Cultura Bergamo sono gratuiti, per partecipare bisogna registrarsi sul sito www.bergamofestival.it e stampare i biglietti nominativi dell’evento prescelto.

Il sito pubblica il programma di tutte le giornare, sempre aggiornato, a partire dal concerto inaugurale del 14 aprile via via lungo tutto l’arco della manifestazione.

Dove si terranno gli eventi del festival?
Principalmente in città: dalla Sala Piatti alla Fiera di Bergamo, dall’Accademia di Belle Arti alla Basilica di Santa Maria Maggiore Bergamo, dal Teatro Donizetti al Teatro Sociale di città alta, ed altri ancora.

Ulteriori informazioni le trovate nella brochure dell’evento.

La scienza a Bergamo con BergamoScienza

bergamo_scienza_2008.jpg?w=333&h=200Negli anni è diventato un appuntamento di grandissimo rilievo non solo per la città ma anche per la provincia di Bergamo, dando a Bergamo una prospettiva importantissima a livello internazionale sotto l’aspetto scientifico-divulgativo.

Stiamo parlando della rassegna di divulgazione scientifica BergamoScienza che giunge alla sua nona edizione, la quale si preannuncia ricchissima di appuntamenti di grande spessore scientifico.

BergamoScienza si svolgerà dall’1 al 16 ottobre 2011 e durante questo periodo si terranno eventi come tavole rotonde, convegni, laboratori scientifici, spettacoli e proiezioni di documentari, incontri con scienziati e personaggi di rilievo del mondo scientifico.

L’obiettivo come sempre è quello di avvicinare il pubblico alla scienza tramite eventi gratuiti: i luoghi della scienza saranno tanti e diversificati, dai teatri ai palazzi per andare poi anche in provincia in tanti paesi: dalla val seriana (Albino, Alzano Lombardo, Clusone, Ranica) alla pianura (Dalmine, Seriate, Stezzano) alla val seriana (Zogno) e ad altri luoghi della nostra provincia, come Trescore Balneario, Treviglio, Treviolo e Valbrembo.

Anche quest’anno non mancheranno i prestigiosi Premi Nobel, quest’anno saranno 2: il Nobel per la Medicina Barry James Marshall ed il biochimico R. Timothy Hunt.

Durante le giornate di BergamoScienza si parlerà naturalmente di scienza: dalle cellule staminali al nucleare, dall’informatica alle scoperte future… tutto ruoterà attorno al mondo della scienza.

Particolare attenzione verrà riservata come al solito alle scolaresche, perchè i bambini ed i ragazzi con la scienza ci interagiscono ogni giorno, volenti o nolenti!

Il programma è ricchissimo di ogni genere di appuntamenti, riportare il tutto qui sarebbe un impresa ciclopica, preferisco rimandarvi al sito ufficiale dell’evento dove potrete trovare tutte le informazioni del caso.
   

 

(foto presa da http://rota.files.wordpress.com/2008/10/bergamo_scienza_2008.jpg?w=333&h=200)

Stiamo entrando nell’era della televisione digitale

antenne.jpgPasso dopo passo stiamo entrando nell’era della televisione digitale.
In bergamasca alcuni paesi sono già totalmente “digitali” dall’8 novembre, altri si muoveranno in questa direzione nei prossimi giorni fino alla data ufficiale di spegimento dell’analogico fissata per venerdì 26 novembre.

Se ne parla oramai da mesi ma è utile ricordare che per poter vedere ancora i canali televisivi con il proprio televisore bisognerà dotarsi di un decoder digitale. Se invece la TV è di ultima generazione allora non servirà perchè il decoder è integrato all’interno della TV.

Lo switch off imcombe e quindi tergiversare non ha senso: ecco perchè in questi giorni le cronache parlano di una corsa quasi affannosa all’acquisto dei decoder digitale.
Ne serve uno per ogni televisore, mentre invece non serve cambiare le antenne.
Piuttosto, potrebbe essere buona cosa far fare una revisione alle antenne, soprattutto se malfunzionanti o se anche con l’analogico davano problemi di ricezione.

Da buttare invece le antennine da poche migliaia di lire o decine di euro che venivano vendute con i piccoli televisori, quelle interne alle abitazioni, per capirci.

Naturalmente nei primi giorni occorrerà un pò di prudenza e di pazienza: se con l’analogico quando il segnale era disturbato il canale televisivo si vedeva male, con il digitale quando il segnale non è pulito il canale televisivo scompare del tutto.

Probabilmente ci ritroveremo a dover risintonizzare tutti i canali più volte, inizialmente.
Occorrerà tanta pazienza e soprattutto la consapevolezza che, volenti o nolenti, indietro non si torna.

Lo switch off incombe, il che significa che una volta che l’analogico verrà spento… non verrà mai più riacceso.

 

(foto presa da http://www.hotel-rimini.com/var/news/storage/images/notizie/antenne-radio-tv/79142-1-ita-IT/antenne-radio-tv_articolo.jpg)

Settima edizione di BergamoScienza

logo_bergamoscienza_alta.jpgImportantissimo appuntamento nel week-end bergamasco: parte infatti la settima edizione di BergamoScienza, la rassegna di divulgazione scientifica che sarà inagurata il 3 ottobre con la presentazione ufficiale alle 17 in Borse Merci e proseguira fino a domenica 18 ottobre.

In mezzo 16 giorni ricchi di appuntamenti di spicco col mondo della scienza e non solo: premi nobel (cito John F. Nash su tutti, famoso per il film sulla sua vita “A Beautiful Mind“, vincitore di 4 premi Oscar), astrofisici, sportivi (l’alpinista bergamasco Simone Moro e il subacqueo Umberto Pelizzari), scrittori, giornalisti, architetti, scienziati, criminologi (Massimo Piccozzi), e tanti, tantissimi altri nomi di spicco che si possono scoprire leggendo il programma della manifestazione sul sito ufficiale.

Obiettivo di BergamoScienza è quello di divulgare il sapere scientifico uscendo dai palazzi del sapere per andare incontro all gente “normale”, cercando di coinvolgere il più possibile soprattutto i giovani ed i ragazzi.

Ogni anno crescono infatti il numero di classi scolastiche che partecipano all’evento e degli oltre 100 eventi e laboratori in programma ben oltre il 30% sono curati direttamente dagli studenti.
Quest’anno inoltre ci sarà il primo torneo di robocalcio giocato tra robot-calciatori che non saranno telecomandati: uno spettacolo da non perdere!

Le iniziative di BergamoScienza si terranno in location diverse ubicate in città e provincia, ma anche a Milano.
Tra gli altri, da segnalare l’utilizzo del recentemente restaurato Teatro Sociale di Bergamo Alta dove verranno ospitate diverse conferenze.

Insomma, appuntamente da non perdere per gli appassionati di Scienza ma anche per tutti i curiosi che vorranno assistere a qualcuna delle iniziative proposte, tutte gratuite.

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito web ufficiale di BergamoScienza.

 

(foto presa da http://www.culturaitalia.it/pico/system/galleries/pics/alkacon-documentation/logo_bergamoscienza_alta.jpg)