Luci spente nell’Ora della Terra

512e25b756e40c17c6359512.jpgL’Ora della Terra torna sabato 23 MARZO dalle 20:30 alle 21:30, un evento che ha un impatto globale e che porta con sè un messaggio carico di speranza e fiducia nel futuro.

L’Ora della Terra prevede lo spegnimento delle luci nella fascia oraria riportata, creando momenti unici grazie al fatto che monumenti, paesaggi, strade, piazze assumono per qualche minuto un aspetto totalmente nuovo, sconosciuto, ma non per questo meno affascinante.

L’obiettivo dell’Ora della Terra è quello di richiamare l’attenzione sulla necessità di intervenire contro il riscaldamento globale mediante un gesto semplice ma concreto: spegnere la luce per 1 ora nel giorno e nell’ora stabilita.

Il risparmio energetico ha infatti come effetto diretto quello di generare minori emissioni di anidride carbonica, che è la principale responsabile dei famigerati gas serra.
 
L’evento punta anche alla riduzione dell’inquinamento luminoso e nel 2008 è coinciso con l’inizio della National Dark Sky Week (settimana nazionale del cielo buio) negli Stati Uniti.
 
Nelle scorse edizioni parteciparono all’Ora della Terra migliaia di città e milioni di persone, nel nostro piccolo ognuno di noi può rendere importante questa ora grazie al proprio contributo.

 

(foto presa da http://2night.s3.amazonaws.com/pics/articles/cropped/554×260/982/512e25b756e40c17c6359512.jpg)

La montagna protagonista all’Orobie Film Festival

Tramonto-sulle-Alpi-Orobie-da-Mortirolo-Photo-foto-Beno-waltellina.com_.jpgCominciato sabato 19 gennaio, si protrarrà per tutta la settimana fino alla sua conclusione fissata per sabato 26 gennaio 2013 la settima edizione di Orobie Film Festival, il festival internazionale del documentario di montagna e del film a soggetto.

La location che ospita il festival cinematografico è quella del Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo e l’organizzazione del festival è stato curato dall’Associazione Culturale Montagna Italia.

In queste 8 serata di film tutto ruota attorna alla montagna ed ai suoi frequentatori: si vedranno film e filmati relativi alle montagne ed ai suoi protagonisti, ci saranno incontri e dibattiti con al centro sempre lei, la montagna con il suo splendido habitat ed i meravigliosi paesaggi che la caratterizzano.

Si parla quindi di alpinismo ma anche di storia della montagna e degli usi e costumi che la caratterizzano in diverse località, al festival sono inoltre collegati 2 concorsi, uno cinematografico ed uno fotografico.

I film in programma arrivano praticamente da ogni angolo del pianeta: oltre che dall’Italia e dall’Europa, sono in programmazione proiezioni cinematografiche di lavori realizzati in Asia come in Africa, nell’Europa del Nord e del centro.

Interessante anche il fatto che gli organizzatori abbiano mantenuto la formula dell’ingresso gratuito, sicuramente utile per attirare visitatori e stimolare interesse nel pubblico.

Campionati Italiani Assoluti Sprint di sci di fondo a Valbondione

galleria_all_437.jpgValbondione si tinge di tricolore grazie alla sua pista di sci di fondo.
Sabato 26 e domenica 27 gennaio 2013 sono infatti in programma le gare di Coppa Italia e i Campionati Italiani Assoluti Sprint.

A Valbondione si terrà un week-end sportivo di altissimo livello con i migliori interpreti di questa affascinante quanto faticosa disciplina nordica.

La prima gara in programma sarà quella di sabato 26 gennaio quando si svolgerà la gara valida per la Coppa Italia: il via ufficiale in mattinata, alle ore 09:30, per concludere con le premiazioni alle ore 12:30.

In serata poi un bellissimo evento tributo al nostro Fabio Pasini, bergamasco doc e grande fondista italiano per diversi anni a livello nazionale ed internazionale.

Domenica 27 gennaio è il turno dei Campionati Italiani Assoluti Sprint a partire dalle ore 09:30 con le premiazioni verso il mezzogiorno.
Nel pomeriggio scenderanno in pista gli atleti delle categorie  baby  e  cuccioli per concludere così una 2 giorni di elevato livello sportivo.

Un week-end che si spera abbia anche un risvolto positivo sull’economia della zona grazie alle centinaia di persone che non mancheranno di accorrere per assistere alle gare e tifare per i propri fondisti del cuore.

Serata per Mario Merelli

mario_merelli.jpgLa conclusione di ogni anno solare è sempre l’occasione propizia per tirare le somme dell’anno che sta per concludersi e valutare gli aspetti positivi e quelli negativi, per fare memoria delle cose belle e meno belle accadute nei 12 mesi appena trascorsi.

L’evento che si tiene sabato sera a Vertova è in parte tutto ciò ma anche molto, molto di più.
Sabato 29 dicembre alle ore 20, in quel di Vertova, è infatti prevista una serata in ricordo di un grandissimo personaggio, di un favoloso alpinista che quest’anno ci ha tragicamente lasciati: Mario Merelli.

Scomparso proprio sulle montagne che più amava, il Merelli ha lasciato dietro di sè ricordi e testimonianze di spessore e valore assoluto.
Chi lo ha incrociato nel percorso della propria esistenza lo ricorda come una persona animata da una grande umanità, una persona semplice innamorata della vita, dei suoi affetti più cari e della Montagna.

La serata si aprirà alle ore 20 con una cerimonia di intitolazione del nuovo centro sportivo della Scuola Media Angelo Roncalli alla sua memoria.

Alle ore 20:40, nella sala polivalente della Pia Casa della Fondazione Cardinal Gusmini di Vertova, la serata si animerà con un programma dedicato al grande alpinista.

Verranno proiettate fotografiche inedite che testimonieranno momenti importanti della vita del Merelli, un video con alcune delle sue imprese alpinistiche, verrà inoltre presentata la nuova associazione benefica intitolata a suo nome.

Una serata nella quale interverranno i tanti amici che il Merelli ha incontrato nel suo percorso umano e professionale, un momento che sarà sicuramente ricco di tanta umanità, solidarietà ed amicizia, valori universalmente riconosciuti al grande alpinista, al grande Mario Merelli.

 

 

 

(foto presa da http://sport.sky.it/static/contentimages/original/sezioni/sport/altri_sport/2012/01/18/mario_merelli.jpg)

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti a Bergamo

al-via-la-settimana-europea-per-la-riduzione-dei-rifiuti.jpgLa Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti è in programma dal 17 al 25 novembre a Bergamo città e l’appuntamento cade in un momento significativo per la nostra città.

Bergamo è sensibile alla tematica “green”, come piace a tanti definirla oggigiorno.
La nostra città è in prima linea nella riduzione dei rifiuti ed è una delle migliori città italiane a fare la raccolta differenziata dei rifiuti, soprattutto grazie a tanti comuni “ricicloni” della provincia che hanno performance da top 10 a livello nazionale.

Nella Settimana europea di riduzione dei rifiuti sono in programma tantissime iniziative volte a sensibilizzare e se possibile rafforzare l’inclinazione al riciclo ed alla differenziazione dei rifiuti nella nostra città.

Si va dalla distribuzione gratuita di sacchetti in tela da utilizzare in sostituzione del sacchetto in plastica alla distribuzione a prezzo agevolato – 12 euro – del composter presso la sede Aprica in via Moroni 337 (incluso nel prezzo un corso gratuito di compostaggio domestico), dalla distribuzione gratuita di un kit di prova di pannolini lavabili  Pagù  e accesso libero ai corsi dedicati al loro utilizzo fino allo sconto del 10% sul noleggio dei Tiralatte.

Interessante la collaborazione con il Triciclo Cooperativa Ruah: in questo caso a chi porterà oggetti come libri, vestiti ancora in stato decente, soprammobili ed altri oggetti vari, verrà consegnato un buono sconto del 20% spendibile nel settore vestiti o nel settore mobili presso la stessa Triciclo Cooperativa Ruah (scadenza del buono il 31 dicembre 2012).

Sempre in tema di libri, le biblioteche comunali Caversazzi e Tiraboschi avranno un loro mercatino chiamato La lunga vita dei libri.

Per quel che riguarda i bambini, sabato 17 e sabato 24 novembre presso il Paguro Blu si terranno le  Le giornate del baratto: i bambini potranno scambiare i propri giochi con altri presenti presso il Paguro o con quelli che altri bambini porteranno a loro volta, così da creare un circolo virtuoso di riuso di giochi ancora in stato decente, evitando l’usa-e-getta indiscriminato.
Un modo intelligente per sensibilizzare gli adulti di domani, i nostri bambini.

Una settimana piena, ricca di appuntamenti, iniziative, eventi, ma soprattutto un momento molto importante per sensibilizzare la gente alla filosofia del riuso, del riutilizzo, dell’evitare quella pratica dell’usa-e-getta che vede spesso finire nei bidoni della spazzatura oggetti che potrebbero condurre una vita ancora lunga.

Ulteriori informazioni le trovate sul sito del Comune di Bergamo nel volantino della Settimana dei Rifiuti.

(foto presa da http://www.terraemadre.com/wp-content/uploads/2010/11/al-via-la-settimana-europea-per-la-riduzione-dei-rifiuti.jpg)

Alla scoperta di Gromo nella Giornata delle bandiere arancione

immagini%5Ccontenuti%5Carticoli_27_000009_gromo_camper.jpgSarà il bellissimo borgo di Gromo a rappresentare Bergamo e la bergamasca durante la Giornata delle bandiere arancione, evento organizzato dall’Associazione dei Paesi Bandiera Arancione sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministro del Turismo e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Domenica 14 ottobre 2012 dalle ore 10:00 alle ore 14:30 si terranno infatti nel paese della Val Seriana diversi eventi aperti a tutti.

In particolare un percorso storico-artistico di grande interesse per questo borgo che dal 2008 è insignito della qualifica di Borgo Medievale e della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano: dal Castello Ginami al Palazzo Comunale, dal Museo delle Pergamene e sala delle Armi alla Chiesa di San Gregorio, da Castello Avogadro fino alla Chiesa Parrocchiale.

La visita guidata è a cura della locale Proloco ed il percorso offrirà l’opportunitò di scoprire un bellissimo borgo ai più ancora sconosciuto, ricco di elementi di interesse sia artistico che storico.
La storia di Gromo è ricca di avvenimenti importanti grazie soprattutto al ruolo che il paese ebbe nel passato per via delle sue miniere, le quali arricchirono alcune famiglie che fecero edificare costruzioni oggi ricche di storia e arte.

Durante la giornata si terranno anche visite guidate per i bambini dai 4 ai 14 anni e verrà loro offerta la possibilità di partecipare a laboratori didattici e letture, alla scoperta del vicino bosco.

La giornata sarà allietata anche da un mercatino che si snoderà lungo le vie del borgo di Gromo.

E poi non mancheranno le degustazioni dei prodotti tipici di Gromo e dintorni.
Insomma, l’ideale per una bella gita in valle alla scoperta di un pezzo di arte e storia delle nostre bellissime valli.

Intitolazione del rifugio Mario Merelli al Coca

Mario%20Merelli_profilo_senza%20scritte_GIUSTO.jpgE’ l’ultimo rifugio nel quale aveva dormito, prima di intraprendere la sua ultima, sfortunate escursione alla Punta di Scais in compagnia dell’ex presidente del CAI di Bergamo e suo grande amico Paolo Valoti.

E a lui verrà intitolato diventando così rifugio Mario Merelli al Coca 1981m.

Il giorno 30 settembre si celebrerà la cerimonia di intitolazione con l’inaugurazione della targa a lui intitolata.
Sarà una cerimonia semplice come semplice era il Merelli e come semplice è la montagna e la gente che ci vive e la frequenta.

La cerimonia si terrà alle ore 11, mezzora più tardi la celebrazione della Santa Messa e alle 12:30 il pranzo al rifugio, nella cornice unica di uno dei rifugi più belli e suggestivi delle intere Orobie.

La proposta avanzata da un gruppo di amici di intitolare a lui un rifugio delle Orobie non ha faticato ad essere accettata e votata dal CAI di Bergamo.
Troppo grande il ricordo e l’amore per la montagna che il buon Merelli aveva lasciato impresso nel cuore dei tanti fortunati che l’avevano conosciuto, un esempio per tantissimi giovani – e non – del giorno d’oggi che andava valorizzato e non disperso.

Salire la prossima volta al rifugio Mario Merelli al Coca sarà sicuramente una nuova salita, una nuova escursione, un nuovo esordio, nel ricordo di una persona che tanto bene ha fatto per la montagna, in particolare per le sue montagne bergamasche.

Spettacolo assicurato con le gare di Sheepdog

OldEnglishSheepdogHeadingGoatsSelina2YearsOld.JPGNel prossimo week-end del 15 e 16 agosto c’è un grande appuntamento per gli appassionati del genere: infatti in quel di Valcava si tengono alcune gare di Sheepdog.

Di cosa si tratta?

Beh, partendo dal nome inglese altro non è che una gara nella quale si mettono alla prova le capacità di un cane nel condurre un gregge, richiamarlo, guidarlo lungo un percorso.
Tutte quelle abilità che un pastore si aspetta dal suo cane nell’aiuto quotidiano della gestione del gregge al pascolo o in fattoria.

Le gare sono organizzate dall’Isda ed il  programma prevede le prove di selezione per il campionato nazionale italiano Sheepdog 2013.
Le prove vedranno all’oprea cani di razza Border Collie e Kelpie.

Le gare sono molto spettacolari e gli appassionati sono molti, e non solo tra gli addetti ai lavori.
Vedere un cane muoversi con maestria nella guida di un gregge aiutando il proprio padrone è uno spettacolo che lascia sempre a bocca aperta nell’ammirare quanto questo animale possa arrivare anche a sostituirsi al suo padrone nell’esecuzione di determinati compiti.

Val Brembana a tutto fungo con Fungolandia

funghi1.jpgTradizionale appuntamenti di fine estate è quello con  Fungolandia – La Sagra del Fungo in Val Brembana  giunto alla sua settima edizione.

Fungolandia si tiene dall’1 al 9 settembre in diversi paesi della Val Brembana: Averara, Cassiglio, Cusio, Mezzoldo, Olmo al Brembo, Ornica, Piazza Brembana, Piazzatorre, Piazzolo, Santa Brigida e Valtorta.

Naturalmente è il fungo l’attore principale di questi 9 giorni di sagra: ci saranno mostre, convegni, mercatini, passeggiate ed escursioni guidate nei boschi, concorsi come quello per il cercatori di funghi e quello fotografico.
Insomma, tutto ruoterà intorno al fungo.

Inoltre la sagra ha una serie di locali convenzionati nei quali degustare piatti gustosi a base di funghi.
E tanto per partire il giorno di apertura ci sarà un fungo da Guinness dei primati: 2 metri di fungo tutto da mangiare che sarà realizzato in collaborazione con la Gastronomia Pasticci e Capricci di Piazza Brembana.

Tutti i dettagli si trovano sul sito ufficiale di Fungolandia.

Fiera di Sant’Alessandro

165738_551015_USC_5188_10005011_medium.jpgCon la festa del patrono Sant’Alessandro arriva anche la tradizionale ed amata Fiera di Sant’Alessandro, anche quest’anno ospitata all’interno ed all’esterno dei padiglioni della fiera di Via Lunga, a Seriate.

Numeri da record quelli dell’edizione 2012: ben 196 (133 bergamasche) le imprese del mondo contadino presenti in Fiera da venerdì 31 agosto fino a domenica 2 settembre.

I contenuti sono quelli classici di questa fiera: esposizione di mucche, cavalli, capre, maiali (per la prima volta), di prodotti alimentari tipici, di prodotti legati al mondo del giardinaggio, di attrezzature e mezzi utilizzati nel mondo rurale.

Una delle novità dell’edizione 2012 è la presenza dello stand di Regione Lombardia, fortemente voluto dall’assessore regionale all’Agricoltura Giulio De Capitani.

In programma convegni, workshop, laboratori, concorsi come quello per la miglior carne bovina di filiera bergamasca: una forte attenzione su una realtà che storicamente ha segnato la tradizione di tutti i paesi della bergamasca, un mondo che purtroppo fa sempre più fatica a ritagliarsi un proprio spazio e continuare a vivere in modo decente.

Anche per i bambini non mancheranno le attività, come da tradizione.
Si potrà cavalcare un cavallo grazie ai padiglioni che offriranno questa divertente ed eccitante attività ai più piccoli.

Ulteriori informazioni sul sito ufficiale della manifestazione.
www.fieradisantalessandro.it