Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti a Bergamo

al-via-la-settimana-europea-per-la-riduzione-dei-rifiuti.jpgLa Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti è in programma dal 17 al 25 novembre a Bergamo città e l’appuntamento cade in un momento significativo per la nostra città.

Bergamo è sensibile alla tematica “green”, come piace a tanti definirla oggigiorno.
La nostra città è in prima linea nella riduzione dei rifiuti ed è una delle migliori città italiane a fare la raccolta differenziata dei rifiuti, soprattutto grazie a tanti comuni “ricicloni” della provincia che hanno performance da top 10 a livello nazionale.

Nella Settimana europea di riduzione dei rifiuti sono in programma tantissime iniziative volte a sensibilizzare e se possibile rafforzare l’inclinazione al riciclo ed alla differenziazione dei rifiuti nella nostra città.

Si va dalla distribuzione gratuita di sacchetti in tela da utilizzare in sostituzione del sacchetto in plastica alla distribuzione a prezzo agevolato – 12 euro – del composter presso la sede Aprica in via Moroni 337 (incluso nel prezzo un corso gratuito di compostaggio domestico), dalla distribuzione gratuita di un kit di prova di pannolini lavabili  Pagù  e accesso libero ai corsi dedicati al loro utilizzo fino allo sconto del 10% sul noleggio dei Tiralatte.

Interessante la collaborazione con il Triciclo Cooperativa Ruah: in questo caso a chi porterà oggetti come libri, vestiti ancora in stato decente, soprammobili ed altri oggetti vari, verrà consegnato un buono sconto del 20% spendibile nel settore vestiti o nel settore mobili presso la stessa Triciclo Cooperativa Ruah (scadenza del buono il 31 dicembre 2012).

Sempre in tema di libri, le biblioteche comunali Caversazzi e Tiraboschi avranno un loro mercatino chiamato La lunga vita dei libri.

Per quel che riguarda i bambini, sabato 17 e sabato 24 novembre presso il Paguro Blu si terranno le  Le giornate del baratto: i bambini potranno scambiare i propri giochi con altri presenti presso il Paguro o con quelli che altri bambini porteranno a loro volta, così da creare un circolo virtuoso di riuso di giochi ancora in stato decente, evitando l’usa-e-getta indiscriminato.
Un modo intelligente per sensibilizzare gli adulti di domani, i nostri bambini.

Una settimana piena, ricca di appuntamenti, iniziative, eventi, ma soprattutto un momento molto importante per sensibilizzare la gente alla filosofia del riuso, del riutilizzo, dell’evitare quella pratica dell’usa-e-getta che vede spesso finire nei bidoni della spazzatura oggetti che potrebbero condurre una vita ancora lunga.

Ulteriori informazioni le trovate sul sito del Comune di Bergamo nel volantino della Settimana dei Rifiuti.

(foto presa da http://www.terraemadre.com/wp-content/uploads/2010/11/al-via-la-settimana-europea-per-la-riduzione-dei-rifiuti.jpg)

La crisi taglia anche il prestito interbibliotecario?

camion.jpgChi ama i libri e frequenta, magari anche non assiduamente e regolarmente, le biblioteche di Bergamo e provincia conosce il servizio di prestito interbibliotecario provinciale.

Attivo nelle biblioteche della provincia, il servizio permette agli utenti registrati di poter prenotare da casa un libro, un manuale, una guida che non hanno trovato all’interno dell’offerta della propria biblioteca di riferimento o che non era al momento disponibile perchè già in prestito.

Un servizio molto apprezzato come si può facilmente capire perchè permette all’utente di avere a propria disposizione una biblioteca virtualmente quasi infinita, con tutte le novità più recenti ed anche i libri più difficili da cercare sempre (o quasi) a propria disposizione.

Purtroppo la crisi economica con i relativi tagli stanno mettendo a rischio anche questo apprezzatissimo servizio.
Servizio che, tutto sommato, non dovrebbe nemmeno comportare spesi ingenti se non quelle della benzina delle vetture che spostano i libri tra le varie biblioteche aderenti al servizio.

A Bergamo questo servizio collega i 5 sistemi intercomunali di tutta la provincia al sistema urbano della città permettendo così di avere un’unica libreria bergamasca dotata di migliaia e migliaia di libri pronti a raggiungere i loro lettori.

Un servizio utilissimo soprattutto per quelle piccole comunità che o non hanno una loro biblioteca comunale, oppure se ce l’hanno non possono permettersi di avere un numero fornito di libri e soprattutto le ultime novità letterarie.

I dati dicono che nel 2011 sono stati oltre 217 mila i lettori registrati che hanno usufruito di questo servizio, per un prestito complessivo di oltre 2 milioni di libri.
Oltre 400 mila i libri che si sono spostati da una biblioteca all’altra.

La speranza naturalmente è quella che almeno questo servizio non venga toccato perchè si andrebbe ad eliminare una eccellenza apprezzatissima ed utilissima da migliaia di bergamaschi.

Anche perchè, alla luce di tutte le sconcezze causate dalla classe politica di ogni livello, per una volta tanto sarebbe auspicabile che a pagare fossero loro e non sempre noi normali cittadini.

BergamoScienza compie 10 anni

logo_bergamoscienza.jpgTaglia il traguardo delle 10 candeline BergamoScienza, il festival dedicato al mondo della scienza nella sua accezione più ampia e che quest’anno si terrà dal 5 al 21 ottobre.

Il percorso di questi 10 anni è stato lungo e premiante poichè la rassegna ha assunto un ruolo sempre più importante e rilevante riuscendo a catturare una attenzione sempre più crescente nel pubblico, tanto nei bambini quando negli adulti, anche grazie all’arrivo di alcuni Premi Noble che ne hanno ulteriormente impreziosito l’offerta.

Quest’anno l’edizione si apre nella cornice del Teatro Sociale con una conferenza-spettacolo nella quale si uniranno brani recitati da Fabio Volo, dal linguista Andrea Moro e dal poeta Davide Rondoni.

BergamoScienza anche quest’anno sarà l’occasione per trattare tantissimi temi legati alla scienza: dall’esplorazione spaziale agli esperimenti in laboratorio, dalla tecnologia alle ultime scoperte scientifiche, il tutto in un linguaggio nuovo che mira ad avvicinare ed incuriosire il pubblico, rendendo la scienza sempre più vicina alla massa e non un tema solo per scienziati e nerd.

Gli eventi in programma sono tantissimi, impossibile elencarli qui o fare anche solo una selezione visto l’ampio spettro delle tematiche che questi vanno a toccare.

Consiglio quindi di visitare il sito ufficiale di BergamoScienza, sempre aggiornato anche sulle possibili variazioni dell’ultimo momento.

Ritorna la Fiera dei Librai

libri.jpgTorna attesissima come sempre la oramai tradizionale Fiera dei Librai (fino a 2 anni fa era denominata la Fiera del Libro), appuntamento immancabile per migliaia di amanti del buon vecchio caro libro.

L’appuntamento con la fiera è dal 20 aprile all’1 maggio 2012 sull’oramai altrettanto tradizionale scenario del Sentierone di Bergamo, dove la 53esima edizione avrà vita.

A disposizione dei visitatori della fiera ci sarà una mole portentosa di libri: si parla di qualcosa come oltre 50 mila titoli divisi tra romanzi, saggi, volumi per ragazzi, libri tematici, manuali, ecc…
Di tutto e di più per chi il libro lo ama ancora, per chi nonostante l’avanzare impietoso e naturale della tecnologia e dell’eBook trova ancora eccitante e romantico aprire il vecchio, classico libro e leggerlo ovunque si trovi, dalla poltrona di casa a quella del treno, dall’aereo al tram.

Diversi saranno anche gli incontri con gli autori, anche questa una pratica tradizionale e seguitissima della Fiera dei Librai.

Il motteo dell’edizione 2012 sarà Liberi di scegliere: massima libertà ai visitatori di navigare letteralmente tra le decine di migliaia di libri, libricini e libroni presenti negli stand della fiera e scegliere il titolo che più attira.  A volte si arriva già sicuri di cosa acquistare ma spesso accade anche di ritrovarsi letteralmente inghiottiti da un vortice che si lega a sensazioni, emozioni, che magari arrivano dalla mole del libro, dalla sua introduzione, dal disegno di copertina.

Ecco perchè maneggiare libri da ancora quel senso di poesia che spesso si perde oggigiorno nel viavai della nostra stressante vita: maneggiare un libro è inseguire una avventura, una emozione, tuffarsi in un mondo che è “altro” da tutto quello che ci circonda nel reale.

La fiera assume poi quest’anno una valenza ancora più forte se pensiamo che quest’anno Bergamo si è candidata a Capitale Europea della cultura.

Passiamo all’aspetto pratico: la Fiera dei Librai quest’anno sarà divisa in 5 aree tematiche: bambini e ragazzi, best seller e narrativa, editoria locale, manualistica, saggistica.

Per i bimbi è stato realizzato un apposito Spazio Bimbi dove i bambini potranno leggere, giocare e partecipare ad uno dei numerosi laboratori organizzati sulla lettura, la scienza, la giocoleria.
Vi sarà anche una gradita sorpresa: il laboratorio interattivo dedicato all’alimentazione “i.lab alimentazione: dentro il cibo“, direttamente dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnicologia Leonardo da Vinci di Milano, in collaborazione con la mostra “Buon Appetito. L’alimentazione in tutti i sensi“.

La Fiera dei librai sarà anche l’occasione per eventi quali la presentazione alle scuole della X edizione di BergamoScienza 2012 (appuntamento per il 24 aprile alle ore 15:30), per la Premiazione della XXVIII edizione del Premio Narrativa Bergamo (28 aprile ore 17:00), e per la premiazione della sempre divertente “Caccia al Libro” (28 aprile alle ore 20:00).

Per ulteriori informazioni e per consultare tutti gli appuntamenti consiglio di visionare il calendario aggiornato disponibile sul sito di Confesercenti.

L’Ora della Terra: luci spente per 1 ora per salvare la Terra

1158161-wwf.jpgL’appuntamento che segnalo per questo week-end è molto particolare perchè non si tratta nè di una fiera, nè di un concerto e tantomeno di qualche manifestazione di piazza.

Si tratta invece de L’Ora della Terra, il più grande evento globale del WWF che torna quest’anno nella giornata di sabato 31 Marzo.

Tantissimi i partecipanti: enti, Comuni, monumenti, piazze, aziende, privati, singole abitazioni e gruppi, grandi e piccini, tutti uniti nella consapevolezza che la nostra società abbia bisogno sempre più di un cambiamento.

L’Ora della Terra invita a spegnere le luci per 1 ora come gesto simbolico contro i cambiamenti climatici che purtroppo stanno sconvolgendo il nostro pianeta, ma anche come gesto concreto di impegno a virare sulla strada della sostenibilità.

L’appuntamento è per sabato 31 marzo 2012 dalle ore 20:30 alle ore 21:30.
Spegniamo tutti insieme per 1 ora tutte le luci di casa, stiamo insieme gustando questa esperienza diversa, dialogando, ridendo, stringendoci forte, pensando alla bellezza poetica del gesto che stiamo facendo.

E che poi dovremo impegnarci a vivere nel concreto ogni singolo giorno della nostra vita.

Ulteriori informazioni sul sito del WWF.

Maurizio Crozza al Creberg Teatro di Bergamo

crozza-maurizio.jpgGrandissimo appuntamento al Creberg Teatro di Bergamo per i prossimi 22 e 23 marzo: arriva infatti sul palco del nostro teatro cittadino il bravissimo Maurizio Crozza con lo spettacolo Giro d’Italialand.

E’ un graditissimo ospite il genovese Maurizio Crozza e per tantissimi un appuntamento settimanale immancabile col suo pezzo di apertura di Ballarò, durante il quale si diverte ad evidenziare e spesso a bastonare le storture tipiche della nostra bistrattata società.

L’inizio degli spettacoli è per le ore 21:00 e l’obiettivo è quello di passare una serata diversa, in compagnia di un simpatico dissacratore che, va detto, quando c’è da mettere in evidenza le piaghe della nostra società non ci va tanto per il sottile.

Giro d’Italialand è uno spettacolo tutto suo, scritto direttamente da Crozza col suo team di redattori e anche questo fatto rende lo show molto diretto, molto sentito, un momento durante il quale il comico (ma è ancora corretto definirlo così?) mette in scena tutta la sua dissacrante ironia e la sua grande capacità di far risaltare i malesseri e le bruttezze nostrane.

I biglietti vanno da 23,38 a 44 € e possono essere acquistati direttamente presso la biglietteria del teatro Creberg di Bergamo.

Buon divertimento!

Il Corriere della Sera di Bergamo

corriere-bergamo.jpgAnche il Corriere della Sera è arrivato a Bergamo!

Come, non ve ne siete ancora accorti?

Ma certo: il quotidiano italiano numero 1 per diffusione e vendite ha infatti aperto i battenti anche nella nostra città arrivando a creare un cosiddetto “dorso” con notizie della nostra città e della nostra provincia.

Da inizio febbraio 2012 Bergamo acquista quindi uno spazio ed una visibilità di tutto rilievo andando a piazzarsi all’interno dell’edizione locale del Corriere della Sera.

Direttore del dorso bergamasco è Fabio Finazzi, e c’è da giurare che sarà seguito a dovere dai tanti lettori bergamaschi del Corriere: pendolari che lo leggono in treno, ma anche persone comuni e tanti locali come bar e ristoranti.

Alla versione cartacea, come vogliono i tempi moderni, si affiancherà anche l’immancabile versione online, perchè oggi con smartphone, tablet e PC le notizie viaggiano più veloci sul web.

Diverrà una copia del più famoso Eco di Bergamo?
Io penso che non sia questa l’intenzione e la missione del dorso, quanto piuttosto quella di ritagliarsi un suo spazio tra un pubblico che cerca una nuova voce alle notizie locali, un taglio diverso da quello – comunque importante e rispettabile – dello storico Eco.

Il tempo, come sempre, sarà il miglior giudice.

WI-FI gratuito in 3 piazza di Bergamo

free-wi-fi-logo.jpgCos’hanno in comune Piazza Vecchia e Piazza Mercato delle Scarpe di città alta e Piazza Vittorio Veneto in Bergamo città?

Il servizio WI-FI gratuito!

Sì, avete letto bene!
E’ infatti attivo nelle 3 piazze cittadine citate un servizio di WI-FI gratuito che permette a tutti i possessori di smartphone, tablet e PC di potersi collegare al portale www.bergamowifi.it  e navigare sulle pagine del portale per conoscere le bellezze artistiche ed i monumenti presenti nella nostra bellissima città.

Il progetto è stato realizzato dal Comune di Bergamo con Fondazione Bergamo nella Storia e Fondazione Famiglia Legler, e permette a cittadini e turisti di poter conoscere ancor più ed ancora meglio la nostra città sfruttando le moderne tecnologie in maniera gratuita e semplice.

Recandosi in una di queste 3 piazze ed attivando il servizio Wi-FI dal tablet o dallo smartphones ed accedendo così al portale Bergamowifi.it, ognuno di noi potrà ottenere informazioni sulla piazza e sui monumenti presenti, reperire notizie aggiornate sulla città e mantenersi aggiornato in merito ad eventi ed iniziative turistiche.

Registrandosi sul portale inoltre si otterranno username e password che permetteranno di navigare gratuitamente per un massimo di 2 ore al giorno su tutti i siti della rete, quindi per esempio si potrà leggere la propria posta elettronica, cercare un ristorante in zona, leggere un quotidiano online.

Un servizio sicuramente interessante e di grande spessore che permette alla nostra città di compiere un ulteriore passo in avanti nell’offerta di servizi sempre più utili ed aggiornati ai propri cittadini ed ai turisti.

Ulteriori informazioni sul progetto si trovano sul sito Bergamowifi.it.

Sviluppi non buoni sulla scomparsa di Yara

Yara.jpgLa notizia letta su internet sabato sera verso mezzanotte è stata una di quelle che purtroppo lasciano spazio a poche speranze: un cittadino marocchino arrestato mentre cercava di rientrare in patria in nave, perchè sospettato di essere coinvolto nella misteriosa scomparsa di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa a Brembate Sopra 10 giorni fa.

La domenica le notizie susseguitesi durante la giornata non sono state delle migliori, come oramai penso tutti sospettavano: gli inquirenti pensano che Yara sia stata uccisa ed il suo corpo occultato, poichè questi sono i capi di imputazione a carico del cittadino marocchino, un ragazzo di 22 anni che lavorava nel cantiere del centro commerciale in costruzione nel quali i cani hanno più volte perso le tracce di Yara.

Purtroppo l’epilogo sembra oramai segnato, si cerca il corpo di Yara poichè le speranze di ritrovarla in vita sono ridotte praticamente a zero.

E allora, in presenza di un (per ora) presunto colpevole, si comincia a far uscire la rabbia, la frustazione, il nervosismo accumulato in questi giorni.

E ci si chiede chi possa far del male ad una ragazzina di 13 anni, cosa possa spingere un’adulto, giovane o meno giovane che sia, a far del male e addirittura ad uccidere una innocente. Perchè a 13 anni si è ancora innocenti.

Domande senza risposte, che già avevamo sentito nel caso di Avetrana ma che adesso ci colpiscono ancor più nel vivo perchè Yara è una di noi, una bergamasca, una della provincia, e quello che è successo a lei poteva succedere a qualsiasi altra ragazza del posto. Ad una nostra figlia, sorella, cugina, nipote, amica.

Terribile pensare a cosa stiano vivendo i genitori, i fratelli.
I genitori non hanno mai chiesto la luce delle telecamere, hanno vissuto il loro dolore con una dignità ed in un silenzio incredibile, che mi ha lasciato davvero stupito.
Sì, perchè nell’era della TV e dell’essere online e visibili sempre ed in ogni occasione, il loro vivere questo immenso dolore in silenzio e lontano dai clamori delle telecamera mi ha lasciato spiazzato.
Hanno vissuto e tuttora vivono il loro dramma con grandissima dignità, che qualcuno purtroppo ha scambiato per omertà, una cosa che proprio non c’entra nulla con il comportamento di questi genitori.

In settimana probabilmente ci saranno ulteriori sviluppi su questa terribile tragedia, a noi non resta che pregare e chiedersi come la nostra società possa essere arrivata a tanto, come possa essere caduta così in basso.

 

(foto presa da http://www.periodicoitaliano.it/wp-content/uploads/2010/12/20101128_yara_gambirasio_3-300×224.jpg)