Il giorno più bello con Bergamo Sposi

bergamo_sposi.jpgUna delle fiere più attese da tantissimi bergamaschi e non è quella dedicata agli sposi, ovvero BERGAMO SPOSI.

Un successo che si perpetua edizione dopo edizione e che nel corso degli anni si è arricchiata di eventi che l’hanno resa ancor più ricca di fascino ed attrattiva.

BergamoSposi si tiene quest’anno nel primo week-end di febbraio, da venerdì 1 a domenica 3 febbraio e l’obiettivo minimo degli organizzatori è quello di ripetere, se non superare il successo delle edizioni passate.

BergamoSposi è la vetrina di tutto il business (perchè tale è) che gira attorno al matrimonio: dai ristoranti dove festeggiare con parenti ed amici agli abiti da cerimonia, dai fotografi alle bomboniere, tutti gli stand della fiera sono dedicati esclusivamente agli indimenticabili attimi che rimarranno poi inevitabilmente impressi dentro gli sposi per tutta la loro vita.

Le future spose possono anche cimentarsi su una passerella a loro dedicata per sfilare, anche assieme ai loro futuri mariti, per aggiudicarsi il titolo di Miss BergamoSposi, oltre a quello di Coppia dell’Anno.

Vestite e truccate a meraviglia, le future spose potranno così trasformarsi per qualche ora in modelle e concorrere all’assegnazione di un titolo che, se da un lato è per sempre un premio legato alla manifestazione fieristica, dall’altro diventa un momento altresì da ricordare legato a questo evento così importante.

Tutte le informazioni per iscriversi a questi 2 concorsi si possono trovare sul sito ufficiale della fiera unitamente ai dettagli per accedere ai padiglioni di Via Lunga per visitare gli stand.

Cacciamo l’inverno con la Scasada del Zenerù

2_1380_201118163722.jpgArrivano i giorni della merla, tradizionalmente i giorni più freddi dell’inverno (e oggi nevica, guarda caso…) e assieme a loro arriva anche una tradizione dell’Alta Valle Seriana che ogni anno attira tantissimi turisti ed appassionati: la Scasada del Zenerù.

L’appuntamento è per il 31 gennaio 2013 in quel di Ardesio, bellissimo paese della Val Seriana, dove la locale Pro Loco anche quest’anno proporrà questa tradizionale ricorrenza che tanto piace anche al di fuori dei confini di Ardesio.

Ma cosa è in effetti la Scasada del Zenerù?
Come già si intuisce dal nome (…) la Scasada del Zenerù è la cacciata dell’inverno per far posto alla primavera, portatrice di bel tempo e di caldo, di vita all’aria aperta dopo i lunghi e bui mesi invernali passati al caldo delle case.

La Scasada del Zenerù vedrà sfilare gli abitanti del paese in abiti caratteristici del posto facendo baccano per le vie del paese, per spaventare e scacciare l’inverno dalle strade di Ardesio.
Campanacci, scatolette di lamiera, padelle, tutto quello che provoca rumore è utile per spaventare il freddo e gelido inverno e liberare Ardesio dalla morsa della stagione fredda.

Il fantoccio che rappresenta l’inverno stazionerà per le vie del paese fino al falò dove verrà sacrificato per la gioia di grandi e piccini.

Un modo simpatico e divertente per passare qualche ora in compagnia facendo rumore e tenendo altresì viva una tradizione storica consolidata delle nostre terre, ricche di storia e di costumi a volte poco conosciuti da noi bergamaschi.

Il giorno della Memoria a Bergamo, per non dimenticare

431408_896217_SF01000000_15024369_medium.jpgGiorni dedicati al ricordo quelli dei cosiddetti Giorni della Memoria.
Anche Bergamo rende omaggio ed un sentito e doveroso ricordo a tutte le persone che persero la vita nei terribili anni della seconda guerra mondiale, uno dei periodi storici più catastrofici della storia e che segnarono indelebilmente il secolo scorso ed i decenni a venire, compresi i temi in cui viviamo oggi.

Bergamo mette in campo diversi momenti a partire da domenica 27 gennaio quando alle ore 10 avverrà la posa di una corona d’alloro ai piedi della lapide nel Parco delle Rimembranze, in ricordo degli ebrei bergamaschi deportati nei campi di sterminio.

Alle 11 la cerimonia si ripeterà al binario 1 della stazione Ferroviaria di Bergamo, in memoria dei lavoratori delle fabbriche di Sesto San Giovanni deportati nei campi di concentramento.

Mezzora dopo un forte momento di raccoglimento in memoria dei 20 bambini ebrei uccisi nel campo di Neuengamme, a Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo.

Tre momenti forti, significativi, perchè se anche di tempo ne è passato è comunque doveroso e giusto ricordare le vittime di una guerra tanto assurda, sbagliata e stupida che colpì duramente anche la nostra città.

Soprattutto perchè è giusto non dimenticare, pensando anche agli stupidi atti vandalici compiuti non più di poche settimane fa presso la Malga Lunga, dove il locale museo dedicato alla resistenza venne imbrattato da un manipolo di ignoranti.

Non dimenticare affinchè non si ripetano più tali aberranti mostruosità.

La montagna protagonista all’Orobie Film Festival

Tramonto-sulle-Alpi-Orobie-da-Mortirolo-Photo-foto-Beno-waltellina.com_.jpgCominciato sabato 19 gennaio, si protrarrà per tutta la settimana fino alla sua conclusione fissata per sabato 26 gennaio 2013 la settima edizione di Orobie Film Festival, il festival internazionale del documentario di montagna e del film a soggetto.

La location che ospita il festival cinematografico è quella del Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo e l’organizzazione del festival è stato curato dall’Associazione Culturale Montagna Italia.

In queste 8 serata di film tutto ruota attorna alla montagna ed ai suoi frequentatori: si vedranno film e filmati relativi alle montagne ed ai suoi protagonisti, ci saranno incontri e dibattiti con al centro sempre lei, la montagna con il suo splendido habitat ed i meravigliosi paesaggi che la caratterizzano.

Si parla quindi di alpinismo ma anche di storia della montagna e degli usi e costumi che la caratterizzano in diverse località, al festival sono inoltre collegati 2 concorsi, uno cinematografico ed uno fotografico.

I film in programma arrivano praticamente da ogni angolo del pianeta: oltre che dall’Italia e dall’Europa, sono in programmazione proiezioni cinematografiche di lavori realizzati in Asia come in Africa, nell’Europa del Nord e del centro.

Interessante anche il fatto che gli organizzatori abbiano mantenuto la formula dell’ingresso gratuito, sicuramente utile per attirare visitatori e stimolare interesse nel pubblico.

Campionati Italiani Assoluti Sprint di sci di fondo a Valbondione

galleria_all_437.jpgValbondione si tinge di tricolore grazie alla sua pista di sci di fondo.
Sabato 26 e domenica 27 gennaio 2013 sono infatti in programma le gare di Coppa Italia e i Campionati Italiani Assoluti Sprint.

A Valbondione si terrà un week-end sportivo di altissimo livello con i migliori interpreti di questa affascinante quanto faticosa disciplina nordica.

La prima gara in programma sarà quella di sabato 26 gennaio quando si svolgerà la gara valida per la Coppa Italia: il via ufficiale in mattinata, alle ore 09:30, per concludere con le premiazioni alle ore 12:30.

In serata poi un bellissimo evento tributo al nostro Fabio Pasini, bergamasco doc e grande fondista italiano per diversi anni a livello nazionale ed internazionale.

Domenica 27 gennaio è il turno dei Campionati Italiani Assoluti Sprint a partire dalle ore 09:30 con le premiazioni verso il mezzogiorno.
Nel pomeriggio scenderanno in pista gli atleti delle categorie  baby  e  cuccioli per concludere così una 2 giorni di elevato livello sportivo.

Un week-end che si spera abbia anche un risvolto positivo sull’economia della zona grazie alle centinaia di persone che non mancheranno di accorrere per assistere alle gare e tifare per i propri fondisti del cuore.

BergamoAntiquaria, a Bergamo la fiera dell’antiquariato

id_1035_Antiquario.jpgEsistono settori commerciali che sembrano non risentire troppo della crisi economica in atto oramai da diversi anni, ed uno di questi è quello relativo al settore dell’antiquariato nella sua accezione più ampia.

Bergamo ospita per 9 giorni una delle fiera dell’antiquariato più importanti del settore, BergamoAntiquaria.
Giunta alla sua nona edizione, BergamoAntiquaria si svolgerà nei padiglioni della Fiera di via Lunga da sabato 19 a domenica 27 gennaio 2013.

Un evento molto importante per il settore dell’antiquariato e le migliaia di amanti ed appassionati di oggetti di antiquariato che affollano i padiglioni di via Lunga durante ogni edizione della fiera.

Quest’anno gli espositori sono un’ottantina, selezionati tra le Gallerie migliori presenti sul panorama italiano, quindi non solo quelle operanti su Bergamo e provincia ma bensì in tutta Italia, da nord a sud e da est a ovest.
Una visione globale molto interessante per rappresentare al meglio il quadro di questo settore sempre molto interessante ed affascinante, anche tra i non appassionati delle opere di antiquariato.

Mobili, argenteria, arredi, quadri e dipinti: la varietà dell’offerta che verrà presentata durante i giorni della Fiera è ricca e variegata a riprova del valore di questo evento che da lustro anche alla città di Bergamo.

Appuntamento per gli appassionati per venerdi 18 gennaio alle ore 19 per l’inaugurazione di BergamoAntiquaria.

Iscrizione scolastica, si fa con internet

Iscrizione-scolastica-obbligatoria-via-internet.jpgCambiano le modalità di iscrizione scolastica dei propri figli ed è il caso di parlare di innovazione tecnologica rivoluzionaria.

Il termine potrebbe apparire esagerato o fuori luogo ma se pensiamo che in un mondo ingessato come quello statal-scolastico le iscrizioni da quest’anno saranno possibili solo tramite internet… beh, il termine capirete che è più che consono.

In pratica i genitori che devono iscrivere i propri figli al nuovo anno scolastico non dovranno più recarsi presso le segreterie delle scuole ma potranno semplicemente collegarsi al sito e quindi iscrivere i propri figli alla scuola desiderata.

La scuola selezionata dovrà poi comunicare ai genitori, sempre in via telematica (email), l’avvenuta accettazione della domanda di iscrizione o il rifiuto.

Il passaggio alla modalità Scuola 2.0 (termine che va tanto di moda) avverrà con aiuti per quelle famiglie che o per ragioni linguistiche (immigrati) o per ragioni tecnico-tecnologiche (mancanza di computer e/o connessione internet a casa) non potranno fare tutto da sole e che avranno quindi un aiuto presso gli istituti scolastici, dove verranno aiutati nella procedura di iscrizione dal personale impiegatizio.

La procedura di iscrizione prenderà il via il prossimo 21 Gennaio e quella sarà sicuramente una data da segnare in agenda.
Non mancheranno problemi e difficoltà, da alcune parti sono già state sollevato obiezioni e critiche ma quello che a me piace pensare è che FINALMENTE anche il mondo della scuola ha scoperto l’utilità del mondo internet.

Basta faldoni, armadi, archivi pieni di carta che staziona senza nessuna utilità e che quando serve è difficile da utilizzare perchè i dati non sono archiviati, conservati ed indicizzati in maniera appropriata.
Internet e l’informatica semplificheranno in maniera massiva questa annosa procedura, ed è il caso di dire ERA ORA!

 

 

(foto presa da http://www.uominidonne.net/wp-content/uploads/2013/01/Iscrizione-scolastica-obbligatoria-via-internet.jpg)

L’asse interurbano dimezzato per le troppo buche

91574_428368_foto__asse_7898945_medium.jpgL’asse interurbano è troppo pericoloso a causa delle tante buche e dei dissesti del manto stradale segnalati nel tratto che va da Treviolo a Bonate ed ecco allora che perentorio arriva l’ordine di restringimento su di una sola carreggiata lungo questo tratto.

La Provincia dimezza quindi la capacità di percorrenza del tratto incriminato dell’asse interurbano in entrambi i sensi: troppo i rischi per gli automobilisti ma tante anche le domande che sorgono in merito alla bontà dei lavori eseguiti nella costruzione di questo tratto autostradale.

Come sia possibile che una strada, per quanto percorsa giornalmente da diverse migliaia tra automobili e camion, possa cedere così rapidamente aprendo buche e dissesti è un mistero. O forse no?

Non stiamo parlando di una strada vecchia di decenni, di un valico alpino sottoposto a temperature gelide e a precipitazioni massive, nè di un tratto che percorre un terreno sabbioso, tutt’altro.
Ho percorso diverse strade di valico in Alto Adige dove le temperature sono molto rigide, piove e nevica parecchio e transitano anche diversi TIR eppure una situazione simile a quella dell’asse interurbano non l’ho mai visto.

E così le migliaia di persone che percorrono l’asse interurbano in entrambe le direzioni dovranno armarsi di una massiccia dose di pazienza e mettere in conto ritardi, magari anche pesanti, in direzione delle loro destinazioni.

Non è difficile prevedere rallentamenti anche chilometrici in entrambe le direzioni, soprattutto nei periodi di alta percorrenza dei pendolari ovvero la mattina e nel tardo pomeriggio.
Anche perchè i lavori di rifacimento del manto stradale da parte dell’ANAS non partiranno prima della fine dell’inverno e quindi i disagi si protrarranno per diverse settimane, se non mesi.

Chi pagherà per tutto questo?
Sicuramente non chi ha realizzato il manto stradale nè chi l’ha commissionato.
In primis pagheranno gli automobilisti con i disagi che subiranno e noi contribuenti con lo sperpero di soldi pubblici spesi per la realizzazione di un’opera che già fa acqua, in secondo luogo un pò tutti perchè questo non è altro che un malcostume che si protrae praticamente da sempre, al Nord come al Sud d’Italia, in Lombardia come in Sicilia.

 

AGGIORNAMENTO:
La Provincia di Bergamo ha deciso di NON chiudere il tratto come dell’asse interurbano come inizialmente previsto, bensì… attenzione attenzione… di piazzarvi un bell’autovelox con limite di percorrenza a 50 Km/h.

Capito come si sistemano le strade costruite male e dissestate? Appioppando tante belle multe ai poveri automobilisti, che oltre ai dissesti del manto stradale adesso rischiano anche di dover pagare multe salate se solo andranno oltre il limite fissato.

Insomma, un bel cornuti-e-mazziati, non vi sembra?
Per fortuna che tra poco si va a votare!!!

 

(foto presa da http://lightstorage.ecodibergamo.it/media/2009/09/91574_428368_foto__asse_7898945_medium.jpg)

Il musical di Grease sul palco del Creberg

greasesingalong.jpegGrease a Bergamo: l’appuntamento con uno dei musical teatrali di più grande successo è per il prossimo Sabato 12 gennaio 2013 nella cornice del nostro Creberg Teatro di Bergamo.

Inizia quindi alla grande la stagione 2013 del Creberg Teatro, grazie al musical di Grease che verrà proposto dalla Compagnia della Rancia, una  tra le più affermate compagnie di musical di tutta Italia.

Credo proprio che Grease lo conoscano tutti, magari anche solo a grandi linee: l’ambientazione è quella negli Stati Uniti d’America degli anni ’50, con protagonisti un gruppo di ragazzi e ragazze alle prese con cotte amorose, rock’n’roll, balli, canzoni, motori… insomma, la classica immagine dell’America di quegli anni che faceva sognare i teenager di tutto il mondo di quell’epoca.

I numeri del musical sono a dir poco impressionanti: 15 anni di riproposizioni a teatro in oltre 1000 repliche con circa 150.000 spettatori entusiastri in lungo ed in largo dell’Italia, un successo difficilmente riproponibile con altri spettacoli o musical.

Grease è stato anche un film di grandissimo successo, il file che unitamente a La febbre del Sabato sera consacrò la stella di John Travolta e, in misura minore, quella della sua partner Olivia Newton John.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito di Creberg Teatro.

 

 (foto presa da http://www.flashmobmilano.com/wp-content/uploads/2011/08/greasesingalong.jpeg)

Pippo Baudo presenta il Gran Galà della solidarietà Nepios

donizetti_interno_medium.jpgIl Gran Galà della solidarietà Nepios che si tiene quest’anno il 17 gennaio 2013 alle ore 20:30 presso il teatro Donizetti di Bergamo vedrà sul palco il re indiscusso dei presentatori italiani, Pippo Baudo, spalleggiato per l’occasione dalla stupenda Serena Autieri, una delle bellezze più naturali e spontanee di casa Italia.

Organizzato sotto la guida del direttore artistico tutto bergamasco Roby Facchinetti, storica anima dei Pooh, l’edizione 2013 del Galà vedrà salire sul palco una schiera di personaggi illustri del mondo dello spettacolo: da Al Bano Carrisi alla “voce nera” per eccellenza Mario Biondi, dai simpatici Enzo Iacchetti e Massimo Boldi fino allo stesso Facchinetti, per quella che si prospetta come una serata di grande solidarietà tra divertimento e ottima musica.

Tutti gli artisti presenti saliranno sul palco gratuitamente e questo è un atto non scontato, anche in serate legate al tema della solidarietà.

Destinatari dei ricavi della serata saranno 2 progetti legati al mondo dei bambini: il primo è il progetto di prevenzione e diagnosi precoce dei disturbi dello sviluppo neuropsicomotorio e cognitivo nell’età sensibile dei bambini ad alto rischio, in collaborazione con la neuropsichiatria infantile del Papa Giovanni XXIII di Bergamo.  Il secondo progetto è a sostegno del Centro per il bambino e la famiglia dell’Asl di Bergamo, istituito per offrire servizi specialistici a bambini vittime di maltrattamenti psicologici e fisici.

Due progetti nobili per i quali si spera naturalmente di raccogliere il più alto numero possibile di incassi, perchè cominciare l’anno con un gesto nobile come questo in un periodo congiunturale duro come quello attuale è segno di un grande cuore, significa che Bergamo è sempre disposta ad aiutare chi è in difficoltà soprattutto se si tratta di bambini.

Forza quindi con l’acquisto del biglietto di ingresso per il teatro Donizetti e, in caso si volessero trovare ulteriori informazioni, si può consultare il sito internet di Nepios.

 

 

(foto presa da http://lightstorage.ecodibergamo.it/media/2007/10/donizetti_interno_medium.jpg)