Motocross ed enduro sui sentieri montani?

384682_832225_SF02000000_14306115_medium.jpgLa polemica ha impiegato poco tempo ad accendersi in questo caldo ed afoso mese di agosto: la bomba è esplosa quando si è sparsa la notizia dell’organizzazione di una gara di enduro a Bossico.

La polemica nasce dal fatto che gli ambientalisti (ma non solo loro…) si sono detti contrari a questo tipo di gare su sentieri montani in quanto i danni causati dalle moto in gara sarebbero significativi. Ed inutili.

Per diritto di cronaca anche la  Valli Bergamasche revival  del 15 e 16 settembre prossimi che si terrà in alta Val Brembana (Foppolo) è entrata a far parte di questa polemica.

Wwf Bergamo, Orobievive e altre associazioni sostengono che i comuni non dovrebbero concedere il nullaosta per manifestazioni di questo tipo in quanto solamente dannose per sentieri e natura.

Non basta l’impegno dichiarato da parte degli organizzatori di ri+sistemare e ripristinare i tracciati coinvolti dalla gara, la polemica è ormai montata e sembra destinata a protrarsi nel tempo con le 2 fazioni (associazioni naturalistiche da una parte, motociclisti ed enduristi dall’altra) a contendersi la ragione.

Che dire?

Non entro nel merito della polemica sulle 2 gare in questione ma una testimonianza, seppur non legata a delle competizioni, voglio darla.

Nel secondo week-end di agosto mi trovavo sul sentiero 101 nei paraggi di Cà San Marco e ho ricevuto la visita di 2 moto che lo percorrevano scendendo dal Passo Verrobbio, in direzione Cà San Marco.
Da lì sono poi tornate nuovamente sui loro passi per tagliare verso la Piana delle acque nere in direzione del Pescegallo.

In quel caso il sentiero è abbastanza stretto e ripido e non protetto da alberi sul lato più scosceso e quando lo si percorre assieme a bambini e ci si trova di fronte 2 moto… beh, la situazione non è sicuramente delle più piacevoli.

Inoltre il sentiero ne risente, inutile negarlo!
Sassi che vengono mossi (col rischio che cadano di sotto e possano far male a qualcuno), buche che vengono aperte o ingrandite, puzza di benzina e rumore assordante.

Ecco, mi basta questo per dire che NO, sui sentieri delle nostre montagne le moto non ci devono andare.
In altre nazioni (Austria in primis) tutto questo non è permesso e addirittura in alcune zone si vieta l’accesso anche alle mountain bike per poter preservare al meglio i sentieri agli escursionisti.

Riflettiamoci un pò tutti insieme, lasciando da parte i preconcetti che ci portiam dietro da sempre e conserviamo almeno i nostri bellissimi sentieri montani.  Almeno quelli!

Motocross ed enduro sui sentieri montani?ultima modifica: 2012-08-22T07:26:00+00:00da admin

4 pensieri su “Motocross ed enduro sui sentieri montani?

  1. Salve.sono un ragazzo di 20 anni della provincia di Bergamo e come molti miei amici e coetanei sono appassionato di enduro.
    Trovo insensate, ingiustificate e assolutamente senza senso le vostre critiche. Primo motivo è il fatto che i sentieri vengono totalmente distrutti dalla natura e dalle precipitazioni, che fanno 20 volte i danni di una moto. Il rumore e l odore di benzina sono pareri personali, che a voi ambientalisti di sta minchia non piacciano non ce ne frega niente, per noi sono buoni. E infine vi invito a smetterla di rompere i coglioni a tutti quelli che hanno questa passione., e che grazie a voi sta pian piano sparendo. Imparate a farvi gli affari vostri e pensare alle vostre di cose.

  2. Io sono la persona piu educata di questo mondo, finchè non mi si rompano le palle. Dal momento che vedo scritte certe stronzate, l’educazione per me non esiste più, perchè voi qua MANCATE DI RISPETTO alle migliaia di persone che ci mettono volontà e impegno per rendere questo magnifico sport praticabile. Ma cosa ne parlo a fare con voi, tanto a voi interessa solo salvaguardare la vostra cotica erbosa… bye bye

Lascia un Commento