Camminata Nerazzurra per festeggiare la Dea

camminata-nazzurra1.jpgIl campionato dell’Atalanta sembrava fino a qualche domenica fa in cassaforte: la zona retrocessione lontana diversi punti ed il calendario tutto sommato abbordabile facevano pensare ad una salvezza già acquisita.

Le ultime partite invece hanno rimesso tutto in discussione, soprattutto alla luce della rimonta sostenuta che il Lecce sta facendo grazie anche a risultati sorprendenti (vedasi il 4-2 rifilato alla Roma).

Sotto questa luce anche la tradizionale Camminata Nerazzurra diventa un momento importante per la squadra di Colantuono, una ulteriore buona occasione per mettere in campo tutto l’amore che il popolo atalantino sente per la Dea e per dimostrare ancor più unità d’intenti in quest’ultima, delicata fetta di campionato.

La Camminata Nerazzurra si terrà quest’anno domenica 6 maggio ma le iniziative a corollario della giornata prenderanno il via già da venerdì 4 maggio.

La Camminata Nerazzurra arriva quest’anno alla sua sesta edizione e come per le precedenti è facile scommettere su una partecipazione sostenuta e sentita del popolo nerazzurro.
Calcioscommesse ed inchieste varie a poco possono quando dietro l’attaccamento per la maglia nerazzurra c’è una passione profonda (a volte anche troppa…).

Il clou della 3 giorni nerazzurra sarà naturalmente la marcia non competitiva della domenica e c’è da scommettere che non mancheranno iniziative legate alla recente, tragica scomparsa di Morosini, bergamasco DOC e prodotto del vivaio atalantino.
Va sottolineato anche il fatto che il ricavato della corsa andrà in beneficenza alla Fondazione Casa di Ricovero S. Maria Ausiliatrice Onlus di via Gleno.

Appuntamento quindi sul Sentierone di Bergamo per camminare insieme ad altre centinaia, se non migliaia di tifosi della Dea, per una giornata che deve essere soprattutto pulita e sostenuta dalla voglia di stare insieme per festeggiare la squadra nerazzurra.

I maggio col Soap Box Rally sulle mura venete

131970_500202_soap_box_b_9106080_medium.jpgNon sapete dove andare il giorno 1 maggio, ma sapete che sicuramente resterete in città o comunque che non vi muoverete per andare in chissà quali lidi?

Allora questa potrebbe essere l’occasione buona per assistere ad uno spettacolo davvero divertente ed entusiasmante che ogni anno attira migliaia di spettatori sulla splendida cornice delle mura venete: si tiene indatti la 41esima edizione del Soap Box Rally di Bergamo, la famosissima gara delle macchinine di legno che a tutta velocità si lanciano lungo il viale delle Mura.

Alle ore 15 è prevista la partenza della prima gara, tra pozze di schiuma, dossi, slalom tra ostacoli d’ogni sorta, vasche d’acqua, e dune di sabbia… e chi più ne ha più ne metta!

Organizzata dalla Proloco Bergamo & Teamitalia, il Soap Box Rally è una festa assoluta in quanto appassiona e diverte persone di tutte le età: bambini e genitori si accalcano ogni anno lungo il viale delle mura per assistere a questa strana gara tra simpatiche e colorate macchinine di legno guidate da improbabili piloti vestiti in maniera buffa che si danno battaglia per giungere al traguardo nel più breve tempo possibile scansando tutti gli ostacoli che si trovano di fronte.

Un successo assicurato che molto si lega al bellissimo scenario offerto dalle nostre splendide Mura Venete.

Magie al Borgo a Costa di Mezzate

AMBARADAN1.jpgNel week-end del 27-28-29 aprile torna Magie al Borgo, il Festival internazionale d’Arte di Strada che si tiene ogni anno nella magnifica cornice del paese di Costa di Mezzate.

Magie al Borgo è organizzato anche quest’anno dall’associazione Feste in Costa in collaborazione con il Comune di Costa di Mezzate e con il patrocinio della Regione Lombardia – Assessorato Culture, Identità e Autonomie, e con la Provincia di Bergamo – Assessorato alla Cultura

La manifestazione è uno stupendo festival dove si fondono e si intrecciano tantissime espressioni artistiche di strada, come il circo, la danza, le arti espressive nel loro significato più generico, il teatro di strada, e poi la musica e tanto altro ancora.

Vicoli, piazze, cortili, strade di Costa di Mezzate si trasformano per 3 giorni in luoghi realmente magici: il tempo sembra essersi fermato per ospitare arti spesso dimenticate o relegate ad un ruolo minore, volgare, popolare.
Invece queste sono le manifestazioni artistiche per eccellenza, quelle dove il talento emerge solo se c’è altrimenti… arrivederci e buonanotte ai suonatori!

Il festival Magie al Borgo dura ormai da un decennio ed è diventato un appuntamento di valenza internazionale, andando oltre i confini non solo bergamaschi ma anche italiani col suo richiamo agli artisti più eclettici in circolazione. In 3 giorni si esibiscono gruppi provenienti da tutto il mondo, 13 sono le compagnie con 54 artisti per 13 spettacoli per un totale di ben 44 repliche.

I visitatori di Magie al Borgo avranno a disposizione anche alcuni punti ristoro per degustare alcuni prodotti tipici della nostra buonissima cucina bergamasca.

Appuntamento quindi in quel di Costa di Mezzate, ci sarà sicuramente da divertirsi e di che lustrarsi gli occhi.

Delizie in centro città con Cuochi in Scena

IMG_9252_5.jpgSe vi capita di andare in centro città per fare un giro con i vostri cari o i vostri amici, o per qualsiasi altro motivo nel periodo che va dal 20 al 29 aprile allora vi capiterà di imbattervi, come è capitato ieri a me, in un enorme tendone installato in Piazza della Libertà per l’evento Cuochi in Scena.

Diversi chef di alcuni ristoranti, locali, enoteche della nostra città e provincia saranno presenti infatti fino al giorno 29 aprile per far degustare le loro prelibatezze ai tanti che vorranno approfittare di questa interessante ed originale iniziativa culinaria.

A Bergamo ed in bergamasca si mangia bene perchè i bergamaschi amano mangiar bene e questa manifestazione ne è la prova: si può mangiare ma anche provare vini deliziosi provenienti da alcuni dei vigneti della nostra provincia, che sono di tutto rispetto nel pur ricchissimo panorama nazionale.

In tutto i piatti serviti raggiungeranno quasi le 200 unità, e ben 135 saranno i vini da degustare; un vero e proprio delirio di buon gusto e di gioia di vivere.

Quali sono gli orari di apertura di questa simpatica manifestazione?
Eccoli qui di seguito: da lunedì a venerdì dalle ore 17.00 alle ore 23.00, i sabati e le domeniche ed il giorno 25 aprile dalle ore 12.00 alle ore 23.00.

Buona degustazione a tutti!!!

Ritorna la Fiera dei Librai

libri.jpgTorna attesissima come sempre la oramai tradizionale Fiera dei Librai (fino a 2 anni fa era denominata la Fiera del Libro), appuntamento immancabile per migliaia di amanti del buon vecchio caro libro.

L’appuntamento con la fiera è dal 20 aprile all’1 maggio 2012 sull’oramai altrettanto tradizionale scenario del Sentierone di Bergamo, dove la 53esima edizione avrà vita.

A disposizione dei visitatori della fiera ci sarà una mole portentosa di libri: si parla di qualcosa come oltre 50 mila titoli divisi tra romanzi, saggi, volumi per ragazzi, libri tematici, manuali, ecc…
Di tutto e di più per chi il libro lo ama ancora, per chi nonostante l’avanzare impietoso e naturale della tecnologia e dell’eBook trova ancora eccitante e romantico aprire il vecchio, classico libro e leggerlo ovunque si trovi, dalla poltrona di casa a quella del treno, dall’aereo al tram.

Diversi saranno anche gli incontri con gli autori, anche questa una pratica tradizionale e seguitissima della Fiera dei Librai.

Il motteo dell’edizione 2012 sarà Liberi di scegliere: massima libertà ai visitatori di navigare letteralmente tra le decine di migliaia di libri, libricini e libroni presenti negli stand della fiera e scegliere il titolo che più attira.  A volte si arriva già sicuri di cosa acquistare ma spesso accade anche di ritrovarsi letteralmente inghiottiti da un vortice che si lega a sensazioni, emozioni, che magari arrivano dalla mole del libro, dalla sua introduzione, dal disegno di copertina.

Ecco perchè maneggiare libri da ancora quel senso di poesia che spesso si perde oggigiorno nel viavai della nostra stressante vita: maneggiare un libro è inseguire una avventura, una emozione, tuffarsi in un mondo che è “altro” da tutto quello che ci circonda nel reale.

La fiera assume poi quest’anno una valenza ancora più forte se pensiamo che quest’anno Bergamo si è candidata a Capitale Europea della cultura.

Passiamo all’aspetto pratico: la Fiera dei Librai quest’anno sarà divisa in 5 aree tematiche: bambini e ragazzi, best seller e narrativa, editoria locale, manualistica, saggistica.

Per i bimbi è stato realizzato un apposito Spazio Bimbi dove i bambini potranno leggere, giocare e partecipare ad uno dei numerosi laboratori organizzati sulla lettura, la scienza, la giocoleria.
Vi sarà anche una gradita sorpresa: il laboratorio interattivo dedicato all’alimentazione “i.lab alimentazione: dentro il cibo“, direttamente dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnicologia Leonardo da Vinci di Milano, in collaborazione con la mostra “Buon Appetito. L’alimentazione in tutti i sensi“.

La Fiera dei librai sarà anche l’occasione per eventi quali la presentazione alle scuole della X edizione di BergamoScienza 2012 (appuntamento per il 24 aprile alle ore 15:30), per la Premiazione della XXVIII edizione del Premio Narrativa Bergamo (28 aprile ore 17:00), e per la premiazione della sempre divertente “Caccia al Libro” (28 aprile alle ore 20:00).

Per ulteriori informazioni e per consultare tutti gli appuntamenti consiglio di visionare il calendario aggiornato disponibile sul sito di Confesercenti.

Il Campionato Italiano di BMX fa tappa a Bergamo

20090512-bmx-racing.jpgSabato 28 e domenica 29 aprile è una data da segnare in rosso per gli amanti, tanti, della mitica BMX: in quel di Loreto, presso la Pista comunale BmxZone di Largo Fabre, si tiene il prestigioso Campionato Italiano di BMX 2012!

La prova è stata organizzata dal Team Le Marmotte di Loreto ed è valida come prova di qualificazione alle Olimpiadi di Londra di questa estate, quindi l’importanza di questa gara è tutt’altro che fine a sè stessa.

Bergamo ha visto negli ultimi anni crescere parecchio il proprio movimento di BMX e la possibilità di organizzare una prova sulla propria pista di Loreto ne è la dimostrazione.
Non più una disciplina per pochi eletti, una specialità di nicchia, ma uno sport che poco a poco ha allargato la sua fascia di gradimento presso tantissimi ragazzi e giovani della città e della provincia bergamasca.

Ben 300 gli atleti che sono iscritti alle gare dell’ultimo week-end di Aprile per un movimento di gente che ci si aspetta molto sostenuto, e naturalmente l’occasione buona per far conoscere questa specialità ad ancor più persone.

Le discipline delle prove della BMX saranno 3: la Cruiser, il Time trial ed il Titolo tricolore assoluto che verrà assegnato la domenica.
Appuntamento quindi a Loreto presso il centro sportivo per una 2 giorni di BMX tutta da assaporare, lo spettacolo è assicurato!

Ciao Piermario Morosini

morosini.jpgPiermario Morosini, giovane giocatore bergamasco dell’Udinese in prestito al Livorno, è morto sul campo di Pescara sabato 14 aprile durante la partita di serie B Pescara-Livorno.

Un ragazzo di 25 anni che di lavoro faceva il calciatore professionista, il sogno di tanti bambini: come sia possibile che questo tipo di tragedia accada è un mistero e non lo voglio certo analizzare in questo post, piuttosto voglio esprimere il dolore e l’incredulità per quanto accaduto sabato a Pescara.

Morosini era un ragazzo bergamasco, originario della città – quartiere di Monterosso – cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta dove aveva anche vinto un titolo nazionale e perso una finale di Primavera contro la Roma, venendo premiato come miglior giocatore della finale.
Era una promessa del nostro calcio: ricordo che si parlava di lui come di un centrocampista di sicuro avvenire ed infatti l’Udinese, fucina di tanti giovani talenti, aveva messo gli occhi su di lui e ne aveva acquisito la comproprietà quand’ancora era giovanissimo, facendolo poi esordire in serie A.

Morosini nella sua pur breve esperienza terrena aveva vissuto diverse tragedie: a 17 anni era già orfano di padre e di madre, poi aveva recentemente perso anche il fratello disabile.
Erano rimasti solo lui ed una sorella, anche lei con problemi fisici, ed ora… anche questo ragazzo se ne è andato.

Tragedie come queste lasciano sempre sconvolti, ammutoliti, increduli.
Quando uno sportivo muore sul campo di gioco è un pò come se morissero i sogni del bambino che è dentro di noi: sbiadisce la voglia di continuare a seguire uno sport che ci ha fatto palpitare il cuore per tutta la vita, che ci ha fatto correre per chilometri e chilometri dietro ad un pallone, sotto il sole e sotto la pioggia, con l’unico desiderio di segnare un gol, di far vincere la propria squadra.

La tragedia di Morosini purtroppo non è la prima e, auguriamocelo, si spera che sia l’ultima.
Purtroppo brutti fatti come questi accadono anche nel mondo dorato del calcio e dello sport in generale, purtroppo il dolore arriva anche su di un campo di calcio, quando meno te l’aspetti, quando niente lo lascia presagire.

Mi fa piacere leggere che l’Udinese, nella persona del suo capitano e leader Antonio Di Natale, amico e compagno di Morosini, abbia attivato la sua onlus Udinese per la Vita affinchè venga creato un fondo dedicato alle cure di cui necessita la sorella di Morosini, rimasta ora totalmente sola.
Di Natale ha contattato i capitani delle squadre di serie A chiedendo a tutti un impegno diretto in questo progetto.

Ecco, questo fatto, in un momento di dolore così grande, fa sperare in bene, fa credere che nel mondo vi sia ancora amore e voglia di aiutare chi sta male.

Chiudo dando il mio appoggio all’idea di dedicare la curva Sud dello stadio della Dea a questo sfortunato ragazzo.

Un abbraccio ed una preghiera per la sorella e la fidanzata di Piermario e per tutti i suoi cari.

Terzo Festival internazionale della Cultura Bergamo

334354_763417_Senza_tito_13467432_medium.jpgComincia Sabato 14 aprile la terza edizione del Festival internazionale della Cultura Bergamo.
Tema portante e filo conduttore del festival sono le intuizioni, che spazieranno nelle 7 arti presenti nella manifestazione: musica, danza, fotografia, cinema, teatro, filosofia, arti visive.

Il festival della Cultura si svolgerà dal 14 al 29 aprile e avrà come sempre l’obiettivo di promuovere la Cultura a Bergamo: momento di incontro e scambio per giovani e non, e opportunità di crescita attraverso il bello dell’arte perchè il bello unisce sempre e crea ponti tra culture, età, idee.

Tutti gli eventi del Festival internazionale della Cultura Bergamo sono gratuiti, per partecipare bisogna registrarsi sul sito www.bergamofestival.it e stampare i biglietti nominativi dell’evento prescelto.

Il sito pubblica il programma di tutte le giornare, sempre aggiornato, a partire dal concerto inaugurale del 14 aprile via via lungo tutto l’arco della manifestazione.

Dove si terranno gli eventi del festival?
Principalmente in città: dalla Sala Piatti alla Fiera di Bergamo, dall’Accademia di Belle Arti alla Basilica di Santa Maria Maggiore Bergamo, dal Teatro Donizetti al Teatro Sociale di città alta, ed altri ancora.

Ulteriori informazioni le trovate nella brochure dell’evento.

Toh, un nuovo supermercato al confine con Bergamo!

supermarkets.jpegQuanto avevamo bisogno di un nuovo supermercato nella nostra provincia!
Se poi pensiamo che questo nuovo supermercato si trova a Colognola (si affaccio sulla strada che da Curnasco porta verso il sottopasso di Colognola) a pochissimi chilometri di distanza dal centro commerciale di Orio al Serio, da quello di Curno, da quello di Stezzano e forse qualche altro ancora che mi sfugge… beh, si capisce quanto grande fosse l’attesa del pubblico!

Quando ho visto crescere la costruzione di questo nuovo supermercato ho sperato per un pò di tempo che fosse altro: una concessionaria d’auto o moto, un’esposizione di qualche genere, un negozio… e invece no, la fascia di confine con Bergamo si arricchisce dell’ulteriore supermercato.

A questo punto mi chiedo se esista un piano per la gestione delle aperture di questi supermercati.
Come è possibile aiutare i piccoli negozi di quartiere se poi ogni 4-5 km sorge un nuovo supermercato ogni manciata di anni?
Ma i nostri amministratori non hanno nessun potere di limitazione o comunque di gestire in maniera razionale il sorgere di centri commerciali ed affini?

Pensando a quel che sta accedendo da ormai troppi anni, mi rispondo da solo: no, non esiste nessuna supervisione ma ogni comune fa quel che vuole, col rischio di ritrovarsi con un centro commerciale o un ipermercato/supermercato in quasi ogni comune.

Se è quello che davvero vogliamo… beh, avanti il prossimo!

Lega nella bufera, i Bossi si dimettono. E adesso?

img_20719_28515.jpgPasqua e Pasquetta piuttosto agitate in casa Lega, a causa del recente scandalo dei fondi del partito che venivano – stando alle accuse – sottratti per scopi personali da parte di Bossi e figli.

L’ennesimo scandalo politico ha toccato questa volta la Lega, proprio quel partito che era nato oltre un ventennio fa come movimento di denuncia degli sprechi e delle ladrate romane.

Roma Ladrona è diventato presto lo slogan dei leghisti e per un ventennio questo moto ha indignato e coalizzate forze di ogni età ed ogni ceto intorno al verde di Bossi & C.
Si è poi arrivati alla decisione di creare un vero e proprio stato indipendente del nord, la famosa Padania, come ultima ratio nei confronti di Roma.

Adesso, colpo di scena, si scopre che le stesse malefatte romane erano prassi comune e ripetuta anche in casa Lega, ma che soprattutto erano messe in opera – sempre stando alle accuse – proprio dai vertici della Lega.

Prima abbiamo assistito alla dimissioni di Bossi, un vero e proprio terremoto politico senza precedenti per la Lega, a Pasquetta sono arrivate anche quelle di Renzo Bossi, il famoso “trota”: il quale le ha motivate dicendo che voleva dare l’esempio.

Vabbè, meglio sorvolare su qualsiasi commento…

Cosa accadrà adesso al movimento leghista è tutto da vedere: Maroni ha già detto che verrà fatta pulizia senza guardare in faccia a nessuno, a Bergamo si riuniranno martedì 10, il giorno dopo Pasquetta, diversi esponenti del partito in arrivo da tutta Italia e c’è da scommettere che ci saranno ulteriori novità ed altrettanto forti scossoni.

La Serata dell’orgoglio leghista insomma potrebbe essere il momento per dimostrare che la vera Lega non è quella emersa nelle ultime ore ma quella della base, quella che si autotassava per… beh, adesso si è scoperto che lo faceva per pagare lauree, macchine e spese varie ai Bossi.

Brutta storia…